i racconti erotici di desiderya

Porcellana porcellina


Giudizio:
Letture: 829
Commenti: 2
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo
Sono così belli i testi delirio.. perchè non li scrivo da così tanto tempo? È vero sono cambiate tante cose…

È vero non sono più triste. Non sono più ingenua. Ma non sono più una troia. E sinceramente più di qualche volta ne sento la mancanza…

Molta mancanza, ma così è meglio, così quando mi viene voglia di sentirmici ( ed è giustoooo!) mi ci sento solo in positivo e non più in negativo.

È vero non ci vado più con milioni di ragazzi contemporaneamente, ma cosa cambia (a livello di troiaggine) fare una sega o un pompino a 10 ragazzi diversi in una settimana dall’avere un ragazzo solo e farci di tutto, costantemente?

Cosa comporta il fatto che io non sia più una troia di fama se poi lo prendo da dietro (solo, unicamente nel culo) tutto il sabato notte nella profondità di una cantina, mentre sono ubriaca, e sono messa a pecora, davanti a lui, che mi prende i fianchi e me lo infila dentro, tra le chiappe, e mi sborra nel culo osservando il mio corpo andare avanti e indietro, e io che grido come una porca perché mi piace pure…

Il piacere anale, così nascosto, così porco, così doloroso, e allo stesso tempo così femminile, trovo che sia una delle cose più belle che esistono…la mente umana è perversa. Come si fa a osservare un culo, un bel culo con due glutei solidi femminili che indossano un perizoma, respirarci sopra, come fai tu a me, lo annusi, lo palpi, ti ci strusci contro con il viso, come fai a pensare di infilarci tutta la tua asta dentro, tra quelle chiappe così fini, quasi di porcellana, come fai a pensare di aprirmelo così e infilare un dito dentro al buco, avvicinare la bocca, infilarci la lingua e poi tutto il tuo cazzo, fino in fondo, nel mio intestino, dentro di me, e io che godo ma in un modo diverso che davanti, più ideale, più scenico.

Voglio un cazzo nel culo e lo voglio tutta notte, e anche se non sono più una troia non mi interessa di chi è, so solo di essere così perversa da aver voglia di gridare mentre qualcuno, chiunque, mi fotte e mi fa sentire anche solo un poco del meglio di quello che ero una volta.



giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI


I vostri commenti su questo racconto
Autore: Ayredised Invia un messaggio
Postato in data: 22/09/2007 17:37:14
Giudizio personale:
bel racconto! trasmette sensazioni, modi di essere; mette a nudo l\'anima prima del corpo

brava

Autore: Cuorematto Invia un messaggio
Postato in data: 06/05/2007 22:23:05
Giudizio personale:
sei fantastica!!!!!


Webcam Dal Vivo!