i racconti erotici di desiderya

Ospite infamiglia italiana

Autore: Mahdi
Giudizio:
Letture: 1750
Commenti: 1
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo
Mi chiamo Mahdi adesso sono 5 anni che studio in italia voglio raccontarvi una esperienza vissuta da me,la mia prima volta che sono giunto qua dalla mia terra Israele.Ospite di una famiglia siciliana (Simona e Giuseppe) come tante all'insegna della normalità comincio a vivere la mia nuova vita anche se non come la vorrei io in questo splendido paese,purtroppo fatta di tanto studio e poco svago ,passo molto tempo in casa non dispongo di soldi è non voglio pesare come ospite.Il tempo passa sento che sono diventato parte di quella famiglia,le loro discussioni che prima si svolgevano in mia assenza o quando erano in camera adesso mi fanno spettatore anche se io me ne sto fuori cioè no commento i loro battibecchi mi piace starmene in disparte.Mi manca la mia terra mi manca la mia ragazza l'estate sta per arrivare potrò tornare a casa per le vacanze, comincia anche a fare caldo l'abbigliamento cambia,una mattina fine aprile non vado in facoltà, di solito la mattina non resta nessuno perchè lavorano quindi convinto di essere solo giro per casa in slip ,per andare in bagno passo dalla cucina dove mi accorsi di non essere solo,vidi Simona che stava bevendo il caffè indossava una camicia da notte gialla le si vedevano i seni perfettamente le sue curve il pelo nero della fica non portava nulla sotto non sapevo ne cosa fare ne cosa dire! in quel momento ci siamo guardati lei dice vuoi del caffè?? Si grazie .Non riuscivo a staccare i mie occhi da i suoi seni avevo un erezione spaventosa quasi il pene mi usciva dagli slip,bevo il caffè vado in bagno dovevo masturbarmi non c'è la facevo più, da quel momento in poi quella visione era sempre nella mia mente mi masturbavo in continuazione per calmare i miei ormoni.Alle 14 arriva Giuseppe si pranza insieme nessun argomento sull'accaduto meglio cosi.Le lezioni sono quasi finite adesso si studia per dare gli esami, a Palermo a maggio fa molto caldo.Una mattina mi alzai uscii dalla stanza con dei shorts e con mia felicità vidi che cera Simona in casa stava sistemando le tende, non avevamo il climatizzatore quindi con le tende si potevano tenere le finestre aperte,buongiorno appena svegliato?? Si!! Mi aiuteresti a sistemare un po le tende o devi tornare a studiare??Certo.!!Simona indossava un copri costume abbastanza corto azzurro si a tratti gli uscivano i capezzoli ma non mi bastava questa visione,Ehh Madhi sali la scala e sistema la tenda nella cerniera, credo di averlo fatto per il preciso scopo di costringere a fare salire lei sulla scala,Le dico guarda Simo non ci riesco,Lei mi dice scendi ci provo io.non appena lei salii sulla scala non potevo fare a meno di guardarla da sotto,vedevo il buco del culo coperto solo da quel minuscolo filo dei suo intimo,le labbra della sua fica il pelo nero, ero come il trance avrei voluto saltargli addosso ma che figura avrei fatto se non ci stava?? Anche se pensavo in mente mia che lei sapeva benissimo come la stessi guardando. Avevo tutto da pardere.Finito il tutto lei andò a fare la spesa è io a masturbarmi tanto per cambiare .All'arrivo di Giuseppe ,e brava Simona sistemato le tende! sola o ti a aiutato Giuseppe?? Lei risp. no tutto da sola questa sua risposta mi lascio perplesso,perchè una bugia?? La mia mente diventata in governabile mentre studiavo mentre ero a letto mentre facevo la qualsiasi lei era li.Una notte saranno state le 3 li senti rientrare dalla mia stanza senti dire a Giuseppe chiudi la porta delle camera da letto,Simona rispose dai lasciamola un po socchiusa fa caldo, da quelle parole fui preso da una fortissima tentazione,andare a guardare la loro intimità,pensavo essere impazzito ma andai lo stesso.Mi avvia in punta di piedi senza ripensarci mi avvicinai alla loro camera ,il mio cuore sembrava esplodere volevo sbirciare a tutti i costi quindi mi accostai alla porta, vidi Simona sdraiata sul letto mentre succhiava il pene del marito e con una mano si masturbava la fica,avrei voluto leccarla io in quel momento non potevo fare a meno di cominciare a segarmi che Giuseppe venne con il pompino, per paura che andasse in bagno a lavarsi fuggi in camera mia, e cosi fu.Ma Il tempo che la luce del bagno si spense mi riavviai verso la loro camera da letto non fecero più nulla,li sentivo solo bisbigliare ma mi basto solo sentire :Simo tu domani vai in ufficio ?? Lei risp. no domani o un sacco di cosa da fare in casa.. ok ok allora domattina non ti sveglio. Tornato in camera ero felice, Dvevo solo escogitare qualcosa.
Simona si alzava alle 8,30 quando non andava in ufficio e puntualmente andava in bagno. Non o dormito tutta alla notte alle 8 stavo in bagno con la porta socchiusa nudo, perdevo tempo ad aggiustarmi la barba alla specchio (bella scusa) avevo un erezione spaventosa,da buon arabo il mio pene e circonciso e abbastanza lungo, alle 8,20 sentii uno sbadiglio, bene dissi sta arrivando cominciai a canticchiare cosi lei sapesse che c'ero io,lei restò in silenzio dietro la porta, non ci potevo credere mi stava spiando posai la lama per la barba,e comincia segarmi davanti allo specchio dopo qualche minuto senti un respiro da dietro la porta ,dissi chi c'è a voce alta??ma in mente mia pensavo ti ho fregato troia!Nessuna risp.senti passi veloci andare verso la cucina,misi gli slip per non fare intendere nulla e andai ,Simona sei tu?? Mi sono messo paura pensavo fossi a lavoro.MA le scuse pensai ora fossero superflue al punto dove si era,mi avvicinai a sempre più lei comincia a toccarle i seni,scesi con mano fino alla sua fica bagnata,le aprii le gambe scostai il perizoma e cominciai a leccargliela ,la sentivo godere tremava dai brividi ,avevo voglia di penetrarla e cosi feci,la girai di spalle appoggiandosi in avanti sul tavolo e comincia,continuammo fino a poco prima di pranzo cioè all'arrivo di Giuseppe,mentre mangiavo pensavo che sul quel tavolo mi sono sbattuto Simona. Facevamo sesso quasi tutti i giorni, le pompe erano frequenti direi giornaliere purtroppo arrivo anche il tempo delle vacanze e io dovevo tornare a casa .Questo al prossimo racconto!!


giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI


I vostri commenti su questo racconto
Autore: Bisexlussuriosi Invia un messaggio
Postato in data: 28/01/2014 13:21:58
Giudizio personale:
Favoloso, ma sono certo che il marito sapesse tutto e lo desiderava anche Lui che la chiavassi


Dal Sexy Shop di Desiderya...
In: Sex toys
Lelo elise 2 ricaricabile viola
Lelo elise 2 ricaricabile viola
Elise e caratterizzato da una forma sobria ed ecce...
[Scheda Prodotto]
In: Sex toys
Kit strap on 3 falli
Kit strap on 3 falli
Slip nero aperto realizzato in PVC al quale si pos...
[Scheda Prodotto]
In: Coadiuvanti
Durex love 6pz
Durex love 6pz
I profilattici Love Easy sono un po piu larghi nei...
[Scheda Prodotto]