i racconti erotici di desiderya

L'inizio della mia vita da trav parte 1

Autore: Trav_Roma_1982
Giudizio:
Letture: 958
Commenti: 6
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo
Non so se sono bisex, omosessuale… so soltanto che mi sento totalmente femmina, passiva ed adoro i maschi virili… e se ho scoperto il mio vero Io lo devo ad un mio vecchio vicino di casa.
Io sono sempre stato molto timido, uscivo poco e non avevo molti amici. Poi un giorno è venuto ad abitare vicino a casa nostra un 35enne che ricordo fantastico! Alto, robusto, villoso, rasato, barba incolta, fumatore di sigaro. Ci incontravamo spesso fuori, lui era molto affettuoso, io molto timidamente lo evitavo un po’ ma non riuscivo a resistere al suo fascino e lui ovviamente se n’era accorto. Avevo 18 anni e nel mio paesino di campagna avevano tutti una mentalità molto chiusa. Fisicamente ero come adesso, formoso, con due belle tette naturali e labbra a cuore. Un giorno mi invitò a casa sua dicendomi che aveva un problema con il suo pc. All’epoca in pochi ne capivano qualcosa ed io accettai di buon grado non pensandoci molto, ero anche assai ingenuo. Entrammo e lui gentilissimo mi offrì un caffè e ci sedemmo a parlare sul divano mentre lui si fumava il suo solito sigaro. Del pc non parlammo più, iniziò a raccontarmi della sua vita e mi confessò di essersi trasferito dopo aver chiuso una storia di due anni con una travestita. Io ero imbarazzatissimo ma molto molto interessato al suo passato visto che fin da piccolo desideravo tremendamente incontrare un uomo che mi facesse sentire donna in tutti i sensi.
Il giorno dopo lo incontrai di nuovo fuori e mi chiese di andare a casa sua quando volevo, gli avrebbe fatto molto piacere chiacchierare di nuovo con me, lui lavorava solo al mattino ed io il pomeriggio ero sempre a casa solo.
Le giornate passarono liete a casa sua finchè dopo un paio di settimane successe qualcosa di inaspettato ma stupendo. Dopo il caffè mi portò in camera sua sempre con la scusa del pc ma appena entrati nella sua stanza mi disse “sento che tu vuoi essere donna, sento che tu vuoi essere mia” e mi baciò. La cosa mi colpì di sorpresa e scappai da casa sua. Pensai tutta la notte a quello che era successo ed a quel bacio mozzafiato, il primo per me.
Per qualche giorno evitai di uscire di casa per paura di incontrarlo, temevo potesse invitarmi di nuovo, ma la voglia era troppa, finchè un giorno bussai alla sua porta. Lui aprì “sapevo che saresti tornata, se vuoi Stella posso essere tuo, tu mia”. Entrai senza dire niente, avevo il cuore che mi batteva fortissimo, ero spaventato ma nel contempo tremendamente curioso di iniziare la mia nuova
vita! E fu così che da quel giorno iniziò la mia seconda esistenza, ora ero Stella.
Mi chiese di fidarmi di lui, io inspiegabilmente mi lascia andare, esercitava su di me un fascino incredibile. Mi portò in camera ed iniziò a spogliarmi, io ero come impietrita. Ero tutta nuda davanti a lui, imbarazzata, mi vergognavo moltissimo, lui mi disse che era molto attratto dal mio corpo e dal mio viso. Mi fece distendere sul letto, uscì dalla camera e dopo poco entrò con un asciugamano ed un rasoio. Mi rassicurò riguardo quello che stava per fare, così iniziò a radermi il pube. Fu una sensazione stupenda, la dolcezza con la quale lo stava facendo, mi fidavo di lui, il suo sguardo era tremendamente sincero. Il mio piccolo pene diventò turgido, io ero sbigottita, non avrei mai immaginato di ritrovarmi in una situazione del genere, lui però sorrise e quel sorriso mi fece capire che era contento di provocarmi tutta quell’eccitazione. Poi passò a depilarmi il culetto, ero giovane e naturalmente glabra sul resto del corpo. Alla fine aprì l’armadio e posò sul letto una valigia, “ho comprato qualcosa per te, scegli quello che ti va di indossare, io ti aspetto in salotto”, poi uscì dalla camera sorridendo.
Mi ritrovai sola, ero sbalordita, non credevo stesse succedendo a me. Tirai fuori tutto da quella valigia, c’era quell’intimo, c’erano quei vestiti che avevo sempre sognato. Indossai un perizoma di pizzo nero, delle autoreggenti nere velate e sopra un vestitino che arrivava al ginocchio, molto scollato, i miei giovani seni erano appena coperti. I capelli lunghi e leggermente mossi completarono tutto. Quei gesti mi erano sembrati subito naturali, come se avessero fatto parte del mio quotidiano. Iniziavo finalmente a sentirmi me stessa!
Mi avviai verso il salotto, iniziai a sentirmi ridicola, fuori posto, temevo di non piacergli. Lui era sulla porta che mi aspettava “sei stupenda” mi disse, “non avrei mai immaginato che quello che ho scelto per te ti donasse a questo punto”. Io non riuscii a proferire parola. Mi fece accomodare sul divano, si mise in ginocchio e da dietro la poltrona tirò fuori un paio di decolletè. Erano tremendamente femminili, tacco a spillo molto alto, nere, lui mi prese una caviglia per volta e mi calzò i piedi. In sottofondo la musica, i suoi occhi, io Donna, era tutto così irreale, ma stava accadendo davvero! Mi prese per mano e mi fece alzare in piedi, la mia postura era un po’ incerta su quei tacchi vertiginosi e l’emozione era enorme! Mi strinse a se e mi baciò. In quel momento, tra le sue braccia forti, capii che niente sarebbe stato come prima, tutto sarebbe stato finalmente straordinario!


giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI


I vostri commenti su questo racconto
Autore: Intimo23 Invia un messaggio
Postato in data: 24/09/2015 12:47:55
Giudizio personale:
Bello ed eccitante

Autore: Nikole Invia un messaggio
Postato in data: 02/04/2013 14:44:20
Giudizio personale:
bellisimo

Autore: Belcazzomi Invia un messaggio
Postato in data: 06/06/2011 00:28:16
Giudizio personale:
bello bello bello...

Autore: Golfetta2010 Invia un messaggio
Postato in data: 29/05/2011 22:30:39
Giudizio personale:
eccitante e bellissimo.

Autore: Lumamat Invia un messaggio
Postato in data: 28/05/2011 14:25:33
Giudizio personale:
aspetto con ansia il proseguo del racconto, posso dirti che è un sogno meraviglioso indotrinare una giovane trav un bacio

Autore: Singolo_37 Invia un messaggio
Postato in data: 27/05/2011 11:27:34
Giudizio personale:

continua, è molto bello...

Rileggi questo racconto Esprimi un giudizio su questo racconto Leggi gli altri racconti

Webcam Dal Vivo!