i racconti erotici di desiderya

Dal padrone con sorpresa (parte2)

Autore: Bxslavebx
Giudizio:
Letture: 1047
Commenti: 0
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo
Parte 2:

La Padrona inizia ad accompagnarmi a spasso a quattro zampe al guinzaglio per i coglioni. Il



Padrone porge alla padrona la frusta e questa non si fa pregare a usarla sul mio culo. A un certo



punto, mi alza la testa e sento dall'odore che mi porge la figa. "Fammi vederde come usi la lingua



schiavo!". Inizio a leccarla in modo prima dolce e poi sempre piu' avidamente. Dopo qualche minuto



mi stacca la testa dalle sue cosce e mi intima: "leccami il buco del culo." "vedrai che bravo che



e', io mi faccio sempre leccare il mio!" aggiunge il Padrone. Lecco il buco per circa due minuti,



poi la padrona mi fa stendere a pancia in su. "E' ora di liberare l'ucellino da queste corde,



voglio vedere se e' come mi hanno raccontato". Inizia a liberarmi l'uccello e lo palle e inizia a



masturbarmi; l'uccello immediatamente reagisce. "Bravo schiavo fai vedere il tuo cazzo alla



padrona, fammi vedere che la tua padrona ti soddisfa". L'erezione e' ormai completa. "vieni qui



che questo palo mi ha fatto eccitare" dice la padrona al padrone. Dal rumore intuisco che che ha



iniziato a spompinarlo. Il padrone si gode il pompino mente la padrona inizia a masturbarmi



furiosamnte. "se vieni ti faccio inculare dal lui" mi intima, ma non smette di segarmi come una



furia. Poi improvvisamente molla la presa dal mio cazzo. "Sbattimi un po' che poi mi impalo su



quel tronco". Li sento scoparsi, da disteso vedo a malapena la scarpa della padrona. PRobabilmente



la sta sbattendo impiedi. Si chiavano per qualche minuto disinteressandosi a me ne a qualcuno che



possa sentirli in quanto gemono in modo evidente, ma forse lo fanno per farmisentire tutta



l,impotenza della mia situaziione. A un certo punto sento la padrona chiedere "ha il certificato?"



"Si, e' pulito" "Bene allora lo prendo senza guanto!" "Allora schiavo, sei pronto, ti montero', ti



usero' come vibtatore, dettero' io i ritmi tu non farai un cazzo, se ti si ammoscia sul piu' bello



mi metto uno stap e ti apro come un porco. Inizio a sentire la sua mano prendermi il cazzo,



pomparlo un po' e poi iniziare a strusciarselo sulla figa. "la senti bagnata eh? cosa credevi che



mi facevo aprire da te? che ti davo la soddisfazione di dilatarmi? Questo cazzo e' cosi' grosso



che magari godevi gia' mentre mi aprivi." Inizia a mettere dentro la cappella inizio a sentire



l'umido e il caldo di una figa. Gioca un po' con la punta della cappella, poi inizia a sedersi



sopra, il primo affondo' "Cazzo, sono gia' dilatata e lubrificata, ma questo cazzo e larghissimo."



Inizia a pomparsi, io sono sempre straiato e lei e sopra di me in totale controllo che puo'



decidere come scoparmi. Aumenta il ritmo e inizia a emettere versi che fanno intuire il godimento.



Il padrone intanto inizia a bastonarmi le piante dei piedi. La padrona inizia a godere come una



furia" "Chiavami, chiavami con questo cazzone, fammelo sentire sbattimi fino all'utero" ma in



realta' io non posso muovermi fa tutto lei. Inizia a mordermi i capezzoli con una certa decisione.



A quel punto la padrona si rivolge al padrone "mettimelo in culo, sbattimi". Ovviamente un simile



invito non puo' restare disatteso e presto il padrone la incula. Sento il cazzo di lui schiacciare



il mio. La padrona e' presa a sandwich e sta per esplodere. Sento il padrone che le urla di godere



"vieni vacca vieni ti stiamo aprendo come una troia vieni" "Godoooo spaccatemi tutta cazzo,



goodoooo." Sento schizzi sulle mie palle, tutto e' bagnato, la padrona ha squirtato tutto il suo



succo sul mio uccello che sta per scoppiare". "sto per godere" mi esce debolmente. "Vuoi



riempirmi? riempimi ma poi ti lecchi tutto!" A quelle parole scoppio, non aspettavo altro. LA



riempio tutta, da giorni cercavo l'orgasmo, e quindi una quantita' considerevole di sperma innonda



quella fica. Poco dopo ho la sua figa sulla bocca e devo leccare e pulire tutto, dalla fica al



culo, fino quando non e' tutto pulito. Dopo 5 minuti di pulizia profonda della figa della padrona,



vengo nuovamente comandato. "Guarda il cazzo del tuo padrone, e' sporco perche' era nel mio culo e



non ha ancora goduto.Prendilo in bocca e fai il tuo lavoro." Il cazzo puzza un po' la padrona ha



impugnato una frusta e inizia a esortarmi a fare il lavoro. Non ho altre possibilita' che



lavorarlo di bocca. Dopo le prime leccate l'uccello del padrone non puzza piu' e quindi inizio a



spompinarlo. La padrona intanto mi prende l'uccello e inizia a tirarmelo per dietro in mezzo alle



mie gambe e a torcerlo in modo doloroso. "Succhia il tuo padrone fallo godere, prendimelo fino



alle palle stronzo di uno schiavo" "Si scopagli la bocca fino alle palle voglio vederlo sbavare".



A quel punto il padrone li prende la testa e inizia ad usare la mia bocca come fosse una buco in



una palla. Mi scopa sempre piu' profondamente e sento che dopo un po' inizia a vibrare. A quel



punto la padrona mi torce l'uccello e mi strizza le palletanto che non riesco a tenere la bocca



socchiusa sul cazzo ma la spalanco, proprio mentre il padrone eiacula. Mi ha riempito fino in gola



tanto e vero che ho rischiato di soffocare. O poi dovuto leccare tutto "lecca il cazzo aciugalo,



pulisci anche quelle gocce da terra con la lingua." Una volta terminato il lavoro la padrona si



sdraia pancia a terra e mi intima: "voglio ancora godere il tuo cazzo, se ti si rizza mi sbatti



tu, altrimenti ti apro io" e mi mostra uno strap grosso per il mio culetto stretto. Inizio a



scoparmela, ha una figa sempre bagnata e le entro facile. Dopo un po' che la monto sento un colpo



di frusta al culo. "Pensavi di montarla cosi' senza pagare nulla". Quindi continuo a chiavearla e



a essere frustato. La padrona gode nuovamente. Un orgasmo lungo questa volta ma con produzione



abbondante di succo vaginale.

A questo punto i giochi sono finiti, rimango bendato in quanto la padrona continua a voler



mantenere la sua identita' nascosta, vengo spostato in un altra stanza e fatto rivestire dal



padrone che e' tornato gentile come sempre al di fuori del gioco. Mi dice che e' andata bene e che



giocheremo nuovamente, ma la prossima volta, dovro' subire di piu' e il mio culo sara' aperto.

Appuntamento alla prossima volta allora...


giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI



Dal Sexy Shop di Desiderya...
In: Sex toys
Lelo soraya ricaricabile nero
Lelo soraya ricaricabile nero
Soraya e il vibratore a doppia azione piu bello al...
[Scheda Prodotto]
In: Sexy party
Ricarica da 24 euro
Ricarica da 24 euro
Acquistando la ricarica limporto verra automaticam...
[Scheda Prodotto]
In: Abbigliamento
String elefantino sexy azzurro
String elefantino sexy azzurro
Divertentissimo tanga ad elefante con grandi orecc...
[Scheda Prodotto]