i racconti erotici di desiderya

Cornuto e contento. terza parte


Giudizio:
Letture: 0
Commenti: 1
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo
Mi chiamo Cristina, ho 50 anni, e devo dire che oggi sono una zoccola felice. La mia vita sessuale prematrimoniale è cominciata quando a 22 anni sono stata assunta in uno studio di un commercialista amico di un mio zio. Augusto, il titolare era un maschio stupendo. Alto completamente calvo, spalle larghe e mani forti, occhi scuri profondi che ad ogni sguardo ti mettevano a nudo anche l’anima. Credo di essermene innamorata subito, anche se lui era sposato con una splendida signora. Dopo un mese che lavoravo per lui è successo un casino con un conteggio sbagliato. Per fortuna lui se ne accorto in tempo, e dopo una sonora lavata di capo mi ha detto che ne avremmo riparlato la sera. Quando alle sei del pomeriggio lui ha chiuso lo studio mi ha detto di seguirlo nel suo ufficio. Voltato di spalle a me, ha preso un foglio dalla scrivania, e poi si è girato. In una mano aveva il foglio e nell’altra il cazzo. Uno splendido cazzo! specie per me che ne avevo appena stretti un paio di poco conto, vedere quel meraviglioso palo mi ha fatto tremare le gambe.

“Scegli: ho la lettera di licenziamento, o me lo succhi.”

Mi sono avvicinata e l’ho preso in mano. Prima di inginocchiarmi davanti a lui gli ho detto che non avevo molta esperienza, essendo figlia di un Carabiniere i maschi si erano tenuti a debita distanza, quindi avrebbe dovuto insegnarmi tutto.

..accidenti!!!! sei vergine!!!! Ssi che goduria…

Dopo un momento di incertezza, ho imparato a fare dei bocchini stupendi, mi lasciava succhiare il cazzo fin quando non mi riempiva la gola di sborra che ingoiavo con estremo piacere. Sapendo che ero vergine, mi ha invitato ad andare da una nostra cliente ginecologa che mi ha prescritto la pillola, e mentre aspettavamo che facesse il suo effetto mi ha fatto il culo. La sua sverginatura è stata all’inizio un po dura. Lui ha avuto molta pazienza, ma alla fine il mio culo lo riceveva con estrema a facilità, e mi piaceva tantissimo farmi sborrare dentro. Sentire i suoi getti caldi mi faceva venire. Poi è stata la volta della fica. Mi ha sverginato con estrema dolcezza e poi mi ha pompato come un toro scatenato. Ho goduto come la più consumata delle puttane. Per tre anni sono stata la sua fedele troia sempre disponibile, anche quando mi ha condiviso con un suo carissimo amico. Piero, era il direttore di una agenzia statale che dopo avermi scopato insieme a lui mi ha desiderata così tanto che mi ha fatta fare il concorso per entrare nella sua stessa agenzia. Ovviamente sono stata assunta, ma dopo appena un mese lui ha avuto un infarto e io sono stata spedita in una filiale molto lontano da casa. Senza la mia quotidiana razione di cazzo mi sentivo dentro, vuota. Dopo un mese mi sono fatta rimorchiare da uno sconosciuto che mi ha scopato sul sedile di una vettura come una puttana di strada, ma dentro di me era cambiato qualche cosa, avevo voglia di avere una famiglia. Quando ho conosciuto Matteo ho pensato che si poteva realizzare il mio desiderio. Lui era molto dolce e affettuoso, ma ha letto una vera frana. Mi scopava molto, ma quando lui era venuto tre volte io a mala pena una. Per otto mesi siamo stati insieme, poi mi hanno ritrasferito vicino casa e la nostra storia, mai decollata è finita. Al matrimonio di una collega, tre mesi dopo, ho conosciuto Luigi. Mi è piaciuto subito, e dopo appena una settimana eravamo a letto insieme. Non è un super dotato, ma ci sapeva fare e poi durava almeno il tempo che io raggiungevo un orgasmo. Credo di avergli detto prima vengo che ti amo, ma l’ho sposato l’anno dopo e subito sono rimasta incinta mettendo al mondo un bel maschietto. Per diversi anni la mia vita è scorsa su binari tranquillissimi. Moglie fedele con lui che mi ha sempre fatto sentire benissimo. Nel frattempo, lui, insieme a Francesco, hanno rilevato lo studio dove lavoravano iniziando una collaborazione societaria che ha dato splendidi frutti. Francesco è sempre stato un bell’uomo, ma sua moglie non sono mai riuscita a capirla. Seria molto silenziosa non si è mia aperta alle nostre amicizie, specie quando poi ci siamo iscritti alla scuola di ballo, e lei non si è mai lasciata andare con noi. Poco dopo i miei 45 anni è avvenuto un cambiamento nelle mia vita. Era estate, e eravamo in vacanza, al mare dove avevamo preso un appartamento. Luigi e mio figlio erano andati a pescare quando sono uscita per andare al mare, mi sono ritrovata nel mercatino settimanale che facevano lungo la via. Ero vestita con un semplice costume a due pezzi coperta con un trasparentissimo pareo. Mi sono messa a curiosare fra i banchi alla ricerca di un nuovo costume. In fondo alla via c’era una bancarella che li vendeva. Il titolare era un tizio anziano, con barba incolta e pancetta, aiutato da un giovane ragazzo sulla ventina. Alla mi richiesta di vedere o provare dei costumi, lui mi ha invitato nel reto del furgone dove era allestita una cabina di prova. Appena dentro il giovane mi ha passato uno dei due costumi che volevo provare e quando ha acceso la luce, io avevo la mutandina abbassata, mentre lui era già con il pacco bello gonfio. Mi sono sentita bagnare tutta, e mi sono inginocchiata davanti a lui che con un semplice gesto ha abbassato sia i bermuda che indossava che le mutande mettendo a nudo uno splendido cazzo, lungo e di buona circonferenza. Dopo averlo spompinato un poco mi sono messa giù a quattro zampe e lui da dietro me lo ha infilato dentro tutto d’un colpo.

..hhhhaaiii…piano….mi..spacchi!!!......ssi..spinggiiii

Lui si è messo a ridere.

Ssiii…vedrai quando te lo pianta dentro mio padre se ti spacco io…dai zoccola che mi piace….

Mi ha pompato bene e velocemente fin quando dopo il mio ennesimo orgasmo è venuto dento con dei getti bollenti.

..ssisiii….venggooooooooo..

..ssssiiii….vaccaaa…sborrooooo!!!!

È venuto e si è sfilato mentre io mi sono distesa sul tappeto posto sul fondo del furgone a riprendere fiato e lui è uscito. Subito dopo è entrato il vecchio che con un ghigno divertito mi ha subito infilato da dietro il suo cazzo. Mi sono girata appena in tempo per vederlo. Cazzo!! Che cazzo. Il doppio di quello del giovane, sia in lunghezza che circonferenza. Me lo ha piantato dentro con una serie di colpi secchi e decisi.

Hhhaa….sssiiiiiiiiiii..spingilooooo…..ssiiii..

…ti sfondo zoccola…….

Mi sono sentita arrivare quel palo fin dentro lo stomaco da quanto era lungo. Mi ha pompato per circa una ventina di minuti facendomi sborrare anche l’anima, poi rapidamente l’ha sfilato dalla mia devasta fica e lo ha piantato direttamente in culo.

Hhhaaaiiii…pinoooo…me lo sfonddiiiii…

Sssiiii…troiaaa.. te..lo spano questo culo da vacca che ti ritrovi!!!...

È stato bellissimo. Mi ha limato il buco del culo con una velocità pazzesca fin quando dopo che ero venuta per l’ennesima volta ha sborrato pure lui.

Sssiiii…eccommiii…sssborroooo!!!….

Me ne ha riversato in culo una quantità industriale. Non la finiva mai di schizzare al punto tale che io l’ho estratto e lui me lo ha messo in bocca facendomi bere ben tre schizzi.

…sssiii bevvi troiaaa..succhia tutto….

Dopo questa avventura mi sono sentita diversa, ma non ho realizzato subito che dentro di me si era risvegliata la mia voglia di essere troia, per che siamo stati distratti dal divorzio di Francesco. Luigi ed io abbiamo riflettuto molto su questo fatto. Siamo giunti alla conclusione che i due non avevano più nulla da raccontarsi, si erano annoiati a vivere insieme, non c’era più nel loro rapporto nulla di esaltante. Anche se poi la verità l’ho scoperta tanto tempo dopo. Per Luigi questo fatto ha segnato una svolta nel nostro rapporto. Per lui era ora di movimentare la nostra vita sessuale. Quando me lo ha detto, stentavo a crederci. Dentro di me avevo voglia di novità, ma sentirselo dire dal proprio marito che vuole farti scopare da altri maschi non era nemmeno nelle mie più sconfinate fantasie. Ci ho messo un poco realizzare quello che lui voleva, e ben presto mi sono resa conto che mostrare tette, e fica mi eccitava tanto e lui mi scopava con rinnovato entusiasmo. Il passo successivo è avvenuto per caso. Una domenica al mare, lui aveva insistito per andare in una spiaggetta nudista. Vicino a noi ci si è messo un bel ragazzo che ha subito incominciato a segarsi mentre mi guardava godere stimolata da Luigi che mi stava masturbando. Lui lo ha invitato ad avvicinarsi. Ero eccitata già dal gioco, è quando lui mi ha toccato e poi si invito di mio marito mi ha scopato ho goduto tantissimo specie quando anche Luigi mi ha messo il suo cazzo in bocca. Una doppia sborrata ho ricevuto, da lui in bocca dall’altro, che quando è venuto, si è tolto il preservativo e mi ha schizzato in faccia la sua sborra. Una goduria pazzesca! È stato così eccitante che lo abbiamo rifatto alcune volte, anche se dopo le prime due Luigi si limitava a guardare sua moglie montata come una vacca dal toro di turno che mi sfondava mentre lui si segava insultato da noi.

Sssiiii…cornutooo… guarda come la sfondo..questa vacca di tua moglie….



giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI


I vostri commenti su questo racconto
Autore: Romano1967 Invia un messaggio
Postato in data: 17/03/2019 14:37:17
Giudizio personale:
Bello il punto di vista di lei, bel racconto


Dal Sexy Shop di Desiderya...
In: Sex toys
Telo impermeabile rosso vinile
Telo impermeabile rosso vinile
Telo in vinile lucido impermeabile da usare per og...
Prezzo: € 30.88
[Scheda Prodotto]
In: Coadiuvanti
Dark desire con rilievi 24pz
Dark desire con rilievi 24pz
Preservativo nero con palline in rilievo stimolant...
Prezzo: € 19.00
[Scheda Prodotto]
In: Sex toys
Fuck me silly 3
Fuck me silly 3
Masturbatore per uomo piu che reale avrai la sensa...
Prezzo:472.63 449.00
[Scheda Prodotto]