i racconti erotici di desiderya

Andiamo al cinema ? (una serata extraordinaria)


Giudizio:
Letture: 0
Commenti: 3
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo
Siamo una coppia matura,entrambi abbiamo passato i 50 ma la voglia di fare sesso non ci manca. Mia moglie nonostante l'età è ancora appetibile,non molto alta,un seno generoso,non sodo come anni fa ma decisamente invitante e un culo che non passa inosservato.

Quando facciamo l'amore ci piace giocare di fantasia ed io in particolare le prospetto situazioni che la fanno eccitare ancora di più.

Una sera dopo aver scopato le ho proposto di mettere in pratica una di queste fantasie. Sarebbe stato intrigante uscire ed abbordare uno sconosciuto,magari qualcuno di suo gradimento notato in un locale.

Lei ha subito escluso questa eventualità motivandola col fatto che un conto è fantasticare su certe cose un altro è trasformarle in realtà ma io sapevo che sotto sotto l'idea la incuriosiva e le procurava qualche prurito.

Quella sera non ho insistito più di tanto ma la sera successiva mi sono avvicinato a lei e ho iniziato a baciarla dolcemente e ad accarezzarla e quando ha raggiunto quello stato in cui inizia ad accendersi il desiderio sono tornato alla carica. Le illustravo la scena mentre la baciavo sul collo e facevo scivolare la mano lungo le sue cosce carnose. Man mano che procedevo con la descrizione sentivo la sua eccitazione salire e dopo parecchi no sempre meno convinti ha ceduto ammettendo che sarebbe piaciuto anche a lei vivere quel genere di esperienza.

Ora eravamo d'accordo entrambi e non restava altro che studiare come muoverci.

Dopo aver valutato diverse possibilità tra locali da ballo e altri luoghi di ritrovo abbiamo optato per il cinema. Tra le varie sale ne abbiamo scelta una che aveva in programmazione film di carattere erotico.

Abbiamo scartato i cinema porno perché frequentati generalmente da solitari segaioli e guardoni.

Noi volevamo una storia ben fatta con uno svolgimento graduale e non partire subito in quarta come sarebbe facilmente potuto accadere in un luogo del genere,

Consultiamo internet e dopo una breve ricerca troviamo il locale adatto. E' una sala che ha in programma una rassegna dedicata a Tinto Brass.

Decidiamo di andarci l'indomani per l'ultima proiezione della serata.

Il giorno seguente l'ho passato con crescente eccitazione impaziente che arrivasse sera.

Finalmente rientro a casa,bacio mia moglie,pranziamo in silenzio,siamo allo stesso tempo tesi ed eccitati.

Finito di cenare ci sediamo sul divano per rilassarci un po (c'è tempo,lo spettacolo inizia alle 23).

Abbiamo il tempo di scambiarci affettuosità che ci aiutano a sciogliere la tensione e ha rinnovare il desiderio di trasgressione,

Decidiamo di fare la doccia insieme e facciamo l'amore sotto l'acqua scrosciante.

Usciamo dalla doccia carichi e pronti per vivere la nostra avventura.

Mia moglie indossa un abitino leggero con una generosa scollatura anche se nulla di troppo azzardato. E' stretto sotto i seni in modo da permetterle di non indossare il reggiseno e scende poi morbido fino a metà coscia, Non è niente di estremo ma riesce a far risaltare i suoi punti migliori. Come intimo un paio di mutandine di pizzo color lavanda semitrasparenti ed infine un paio di scarpe col tacco a spillo.

Arriviamo al cinema leggermente in anticipo. Entriamo che in sala le luci sono ancora accese,ci guardiamo attorno. Ci sono un paio di coppie e una dozzina di singoli. E' l'ultimo spettacolo di una serata infrasettimanale e ci aspettavamo un ambiente che garantisse una sufficiente intimità.

Tra gli uomini presenti mia moglie me ne indica uno seduto un po defilato tra le ultime file.

Avrà tra i 45 e i 50 anni,capelli scuri brizzolati sui lati,sembra abbastanza alto di statura.

La prendo per mano e ci muoviamo in quella direzione. Una volta là lui tira indietro le gambe per farci passare,io ringrazio e mi vado a sedere due posti più in avanti.mia moglie saluta rivolgendogli un sorriso e si accomoda in mezzo tra di noi.

Prima di sedersi si china fingendo di massaggiarsi una caviglia indolenzita. Il risultato è che la gonna inevitabilmente si alza sul dietro scoprendole le cosce col culo a mezzo metro dal viso del tizio che non può trattenersi dal far cadere gli occhi su quel ben di dio.

Quando incontra il mio sguardo gli rivolgo un sorriso compiaciuto e lui si volta imbarazzato dall'altra parte.L'esca è gettata,non è rimasto di certo indifferente a ciò che ha visto.

Mia moglie si accomoda e come per giustificarsi "adoro le scarpe col tacco ma che tortura" e gli rivolge un sorriso che gli da il coraggio per risponderle "ma le indossa splendidamente,mi creda". Lei lo ringrazia con fare civettuolo.

Si spengono le luci,inizia il film.

Gli sguardi sono rivolti verso lo schermo ma io non seguo la proiezione,piuttosto controllo con la coda dell'occhio quel che accade di fianco a me. Noto che hanno entrambi il braccio appoggiato sull'unico bracciolo,sono a contatto e le loro mani si sfiorano. Ogni tanto lui gira lo sguardo verso di me per vedere se li sto osservando ma io do l'impressione di essere interessato al film.

Decide così di osare e fa cadere la mano sul ginocchio di lei e non trovando opposizione inizia ad accarezzarlo con movimenti leggeri.

Mi volto di colpo cogliendolo in flagrante. Ritira la mano aspettando confuso una mia reazione.

Distolgo lo sguardo e riprendo a guardare la pellicola. L'ho decisamente spiazzato,non sa come comportarsi.

Gli arriva in soccorso la mia troietta che con un sorriso malizioso gli fa capire che c'è la mia approvazione.

Lui non perde tempo e riprende da dove era stato interrotto. La sua mano scorre lungo la coscia,si infila sotto la gonna,lei accoglie i sui gesti aprendo leggermente le gambe. Arrivato alle mutandine inizia a strusciare le dita lungo il suo sesso che sente caldo ed umido sotto il sottilissimo tessuto.

Mi sto eccitando mentre vedo lei che va ad appoggiare la mano sul pacco che sono certo sta già gonfiando i pantaloni. Si baciano,lei con gesti sapienti dopo aver liberato il membro dalla sua prigione lo impugna saldamente ed inizia a segarlo con movimenti lenti ma decisi. Lui dopo aver esplorato il sesso di lei con le dita sotto le mutandine ,il pollice a stuzzicarle il clitoride sposta le sue attenzioni ai seni. Senza smettere di baciarla infila la mano nella scollatura e ne estrae una mammella che palpa con la mano aperta,poi staccata la bocca dalle sue labbra la poggia sui capezzoli divenuti turgidi e li succhia con passione,li mordicchia facendole scappare un gemito.

Ora la mia troia si china a prendergli il cazzo in bocca mentre lui le palpa il culo cercando con le dita di profanare i sui pertugi.

Dopo alcuni minuti durante i quali posso udirlo l'ansimare come risposta al lavoretto che lei gli sta

facendo la zoccola si rimette a sedere,riaggiusta il seno facendolo rientrare nella scollatura,si sfila le mutandine e le mette nella borsa,poi rivolta a me "amore devo andare in bagno a fare pipì ma mi dispiacerebbe farti perdere il film che so ti appassiona,ti spiace se chiedo al signore se mi fa la cortesia di accompagnarmi ?" "se è così gentile da prendere il mio posto..." e lei "non le è di disturbo ? e lui di rimando "nessun disturbo,anzi sarà un piacere accompagnarla"

Si alzano ed insieme si allontanano.

D'ora in poi vi riporto la storia come me l'ha raccontata lei.

Arrivati al bagno lei entra in uno dei box e senza chiudere la porta dopo essersi alzata la gonna si china sulla turca e libera una pisciata che teneva da tempo. Lui in piedi a pochi metri da lei la osserva,lei gli sorride. Quando ha finito e sta per asciugarsi lui la ferma e estratto un fazzoletto le fa "le spiace ?" e lei "no,affatto,prego si accomodi" lui si china e le passa il fazzoletto tra le cosce ed una volta conclusa l'operazione ripassa la mano nuda su quell'invitante fessura per sincerarsi di aver fatto un buon lavoro.

La prende poi per mano e l'aiuta ad alzarsi. Gli ormoni sono ormai a mille,la afferra deciso per i fianchi e la attira a se,lei gli si avvinghia ed i due si baciano,le lingue si cercano e si avvolgono serpeggiando nelle loro bocche.

Gli toglie la camicia e gli bacia il petto mentre le mani sono già arrivate alla cintura che slaccia,sbottona i pantaloni che gli cadono alle caviglie. Liberatolo anche dei boxer può ammirare la sua asta che aveva scoperto di dimensioni interessanti ma che ora alla luce dei neon vede anche bello nella forma,lungo e

dritto con una cappella a fungo gonfia e gocciolante liquido precum,decisamente un goloso boccone.

Lo prende di nuovo in mano,stringe i testicoli accuratamente depilati e una volta in ginocchio li prende in bocca per intero e tira succhiando facendolo sussultare,poi risale con la lingua lungo l'asta leccandola come fosse un gelato per arrivare infine alla cappella che cinge con le labbra e stuzzica con la punta della lingua,infine lo inghiotte decisa per intero rischiando di ingozzarsi.

Prende così a succhiarlo abilmente dalla cappella alle palle in un su e giù che lo manda in estasi.

Non vuole venire subito così la fa alzare e la spinge deciso contro una parete,le abbassa il vestito liberando i seni e con la mano le tasta il sesso che scopre aperto a madido di umori.

Infila due dita ad esplorare l'interno di quel caldo rifugio per poi portarne uno alla bocca e succhiarlo e fissandola intensamente negli occhi le offre l'altro che lei succhia golosa e porca.

Ora le alza il vestito,la afferra per i fianchi e la solleva puntandola contro la parete e senza esitazione la penetra facendo sparire il suo cazzo in quella figa rovente. Scopano selvaggiamente,i seni di lei sussultano ai colpi violenti di lui,gli ansimi e i gemiti aumentano di intensità fino a che lei viene raggiunta da un orgasmo così intenso da lasciarla per un istante senza fiato con la figa rovente e fradicia.

Lui lascia che si riprenda e le fa rimettere i piedi a terra. Senza perdere altro tempo la gira e la fa chinare con le mani appoggiate al lavandino,le allarga le gambe e una volta accucciatosi dietro di lei affonda la bocca nella sua figa e beve. Raccoglie il suo miele e fa scorrere la lingua fino all'ano che inizia a leccare. Con le mani le apre le natiche per poter infilare la lingua nella rosellina che poi massaggia col pollice.

Si rimette in piedi,le da un paio di sculacciate e le fa "ora ti scopo il culo troia" e lei "si porco infilami il tuo cazzone fino alle palle e riempimi le viscere.

Lui struscia la cappella sulla figa per inzupparla dei suoi umori e la punta poi all'ingresso di quel buchetto voglioso e spinge deciso aprendosi il varco con prepotenza. Lei a quell'improvvisa intrusione inarca la schiena e si lascia sfuggire un grido di dolore. "ti fa male puttana ?" "mi vuoi sfondare il culo ?" "è ciò che meriti ed anche quello che vuoi,vero cagna ? '" "mmmmm dai cosa aspetti,fottimi stronzo".

Lui non si fa pregare ed inizia a pompare potente. Le sue palle sbattono contro le natiche di lei mentre i seni rivolti al pavimento ballonzolano ai suoi violenti colpi.

Si amano senza risparmiarsi. Lui grugnisce,lei si morde le labbra e geme come una cagna in calore.

Con una mano le da ogni tanto una sculacciata e con l'altra la tiene per una spalla. In questo modio può spingere più a fondo e lei ha la sensazione di sentirlo fino alla bocca dello stomaco.

Dopo dieci sfiancanti minuti di assoluta goduria giunge il momento dell'estasi......"ooooooo sto per venire,siiiiiiiiii non fermarti,godooooooo" e libera l'ennesimo orgasmo che la fa ridere e piangere da quanto è intenso. Lui la segue a ruota e le regala una magnifica sborrata che le riempie e le riscalda le viscere. Quando estrae il cazzo ormai sazio dal suo culo sfondato dall'apertura sfacciatamente aperta cola il suo seme lungo le cosce. Lei lo raccoglie con le dita che poi si porta alla bocca e lecca da vera porca.

Per concludere lui le porge il cazzo dalla cappella vlolacea e gocciolante e le impone di pulirgliela con la lingua. Lei ubbidisce e glielo lecca diligentemente restituendoglielo pulito e lucido della sua saliva.

Il film è quasi finito quando li vedo ricomparire.

Si sono ricomposti ma non possono nascondere un espressione stravolta.

Lei si siede accanto a me e mi bacia,sento il sapore dei loro orgasmi nella sua bocca che trovo inebrianti. "amore è stato fantastico,a casa ti racconto tutto nei minimi particolari e scoperemo come mai fatto prima,te lo garantisco" "ti prendo in parola cara la mia adorabile puttana"-

Il film non è ancora finito ma decidiamo di andarcene.

Lei saluta il tipo dandogli un bacio sulle labbra ed io passandogli davanti gli faccio un occhiolino complice al quale risponde sussurrandomi "se fortunato,hai una moglie che è una fantastica troia".

Ci dirigiamo verso casa,io impaziente di ascoltare la cronaca delle sue porcate e lei di raccontarmele.

Aveva ragione......quella notte abbiamo scopato come mai fatto prima.


giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI


I vostri commenti su questo racconto
Autore: Pegasoio Invia un messaggio
Postato in data: 01/10/2019 23:18:20
Giudizio personale:
Ottimo, magari lo facesse mia moglie.......

Autore: Io58anni Invia un messaggio
Postato in data: 01/08/2019 10:15:19
Giudizio personale:
Bellissimo. Anche io ho una moglie troia come la tua. Scrivimi e parliamone.

Autore: Maturoprestante Invia un messaggio
Postato in data: 04/06/2019 11:31:21
Giudizio personale:
Stupendo


Webcam Dal Vivo!