i racconti erotici di desiderya

Viaggio a roma

Autore: Intensaemozione
Giudizio:
Letture: 466
Commenti: 1
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo
Da tanto tempo sognavo di incontrare una persona che potesse coinvolgere sia il mio corpo che la mia mente..... ho trascorso molte sere seduto nei locali della mia città alla ricerca di una donna che fosse tanto femmina da sconvolgermi nello spirito... ma dopo poco, deluso dal risultato mi ero arreso all'evidenza, fino a quando una mattina, mentre viaggiavo su un treno in direzione Roma immerso nella lettura di un libro noiosissimo, ho percepito un profumo, così dolce da distogliermi dalla lettura, ho alzato gli occhi e di fronte a me si è seduta una donna, 40 anni, molto elegante, finemente vestita, troccata con stile, ha aperto il suo pc e si è messa a lavorare..... il tempo è trascorso rapido e io ogni tanto alzavo lo sgardo nel tentativo di incrociare il suo, ma lei non staccava gli occhi da quel maledetto pc..... all'ennesimo sguardo, non ho resistito e ho iniziato ad osservarla... aveva un paio di sandali con tacco alto, piedi curati e smalto rosso, la gonna era leggermente appoggiata sulle coscie come nella calda carezza di una mano, è in qual momento che credo si sia accorta delle mie attenzioni, senza apparente intenzione a leggermente divaricato le gambe e con una mano si è accarezzata il polpaccio....mi sentivo molto eccitato... e siccome era diventato difficile mascherare il desiderio ho preferito allontanarmi per qualche minuto, sono arrivato fino al bagno, il tempo di fingere un bisogno fisiologico sono rientrato al mio posto, giunto davanti al sedile nr.45 con non poca sorpresa ho trovato il mio posto occupato, giusto qualche istante e comprendo che ad occupare il mio posto era la persona che sedeva vicino a qualla femmina straordinaria e ora quel posto era libero.
con timidezza mi siedo accanto a lei, chiedendo scusa e facendo un imbarazzato sorriso, lei mi fissa negli occhi e mi dice. " si accomodi"; riprendo il mio libro e mi metto a leggere, ma la vicinanza con lei mi distraeva troppo, sentivo forte quel profumo e immaginavo come sarebbe stato respirare la sua pelle....... con la coda dell'occhio la osservo, la spio e continuo a sognare.... ad un tratto guardo il monitor del suo pc e in un piccolo riquadro nell'angolo di sinistra vedo ciò che mai avrei sognato,..... stava gurdando un porno, intravedo una donna che divorava un enorme cazzo..... la guardo negli occhi e sorrido, come per dire" guarda che ho visto!!!". lei finge di non capire ma un istante dopo sento la sua mano sfiorare la mia, la scendo scendere e con le dita mi tocca delicatamente le cosce..... ho vissuto un brivido incredibile... credo mi sia saluta anche la temperatura.....
Non sapevo cosa fare ma ero già eccitato al massimo, non potevo nasconderlo... lei lo ha capito e mi ha sussurato:" spero sia colpa mia e non del video!!"; io le dissi che verebbe potuto chidermi qualunque cosa......
Lei non perse tempo e mi disse a voce alta: "mi segua per favore, vorrei offrirle un caffè nel vagone ristorante"... senza proferire parola mi sono alzato e l'ho seguita.. alla fine del vagone si addentro nel bagno prendendomi la mano....una volta entrato chiuse la porta.....


giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI


I vostri commenti su questo racconto
Autore: Joseph62 Invia un messaggio
Postato in data: 26/08/2015 21:31:59
Giudizio personale:
Capisco sorpresa e imbarazzo, ma l'Italiano.......!!!


Dal Sexy Shop di Desiderya...
In: Coadiuvanti
Dark desire con rilievi 12pz
Dark desire con rilievi 12pz
Preservativo nero con palline in rilievo stimolant...
[Scheda Prodotto]
In: Bdsm
Collare in pelle nero
Collare in pelle nero
Collare realizzato interamente in pelle con fibbia...
[Scheda Prodotto]
In: Sex toys
Vibro cuscino fucsia
Vibro cuscino fucsia
Cuscino gonfiabile provvisto di fallo vibrante int...
[Scheda Prodotto]