i racconti erotici di desiderya

Vacanza indimenticabile in egitto.

Autore: MAIALINABSX
Giudizio:
Letture: 0
Commenti: 4
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo
Qualche estate fa siamo andati con mia moglie in vacanza in Egitto, in uno di quei villaggi multinazionali con la formula all inclusive.

La vacanza è durata una settimana, e siamo andati noi due da soli, liberi da tutti e da tutto.

Durante tutta la vacanza abbiamo “giocato” in più occasioni, dando sfogo alla nostra voglia di esibizionismo ogni volta che ne abbiamo avuto voglia e occasione.

Un pomeriggio abbiamo deciso di fare una sauna, entrando abbiamo trovato già due giovani coppie straniere, che abbiamo capito non conoscersi tra loro, le rispettive donne erano coperte da asciugamano, e quando cambiavano posizione sono riuscito a sbirciare che erano nude, quindi anche mia moglie si è tolto il costume e si è coperta con l’asciugamano, ma dopo tutte le donne si erano messe con il seno scoperto, anche mia moglie, coprendosi appena la parte intima di sotto.

Un’altra situazione che si è creata è stata quando una sera siamo usciti per andare in città, visitando il tipico centro dove vi sono innumerevoli artigiani di ogni tipo, uno in particolare ci ha colpito, cioè quello che faceva i tatuaggi henne, di cui mia moglie è stata sempre incuriosita ed attratta, quindi siamo entrati trovando un signore che sapeva parlare solo in arabo, superati i limiti linguistici mia moglie si è adagiata su una specie di lettino, e il tipo ci ha mostrato una specie di catalogo per scegliere il disegno da fare, ma quando mia moglie si è alzata la lunga e larga gonna che indossava mostrando il punto esatto dove voleva essere tatuata, il signore posa il catalogo e si mostra ancora più interessato con un bel sorriso stampato in faccia, praticamente mia moglie voleva essere tatuata tra l’inguine e la parte bassa del pube, cosi il tipo si posiziona davanti a mia moglie e inizia la sua opera partendo dall’inguine destro, dicendogli in arabo di tenere un po' spostato il perizoma che gli impediva di lavorare liberamente, così dopo sposta di qua e sposta di la, gli dico a mia moglie: ma perché non lo togli che gli da fastidio a tatuare? Tanto siamo da soli e poi sposta di qua e sposta di la ha già visto quello che doveva vedere, che poi chissà quanto può coprire un perizoma! Cosicché lei alza il sedere e si sfila le mutande, restando con la gonna alzata alla vita e completamente nuda dall’ombellico in giù.

Ora il signore lavorava liberamente, senza che si fosse più di tanto scandalizzato della mossa improvvisa di mia moglie, anzi la posizionava al meglio per agevolare la sua opera, che partiva dall’inguine e si spostava attorno all’attacco delle labbra vaginali, posizionandola come se fosse un ginecologo.

All’improvviso, in quella piccola bottega priva di anticamera e con la sola porta chiusa senza mandata, entrano due signori del posto, che parlando in arabo stavano chiamando il tatuatore, trovando mia moglie con le gambe spalancate e il tatuatore all’opera. Mia moglie fa un solbazzo e di istinto chiude le gambe, anche io rimango sorpreso, ma il tatuatore ci tranquillizza, continuando a parlarci sempre e solo in arabo, facendoci capire che era tutto ok, che non ci dovevamo preoccupare, rassicura soprattutto mia moglie, invitandola a riposizionarsi come prima, ora gli appoggiava le mani sulle gambe invitandola, con le mani a stendersi e aprire le gambe, e poco dopo si fece convincere, con i due che nel frattempo si erano seduti poco distanti.

Riepilogando, vi era mia moglie sdraiata con la gonna alzata fino all’ombellico, senza intimo, con le gambe divaricate, con un signore che disegnava attorno la figa e altri due soggetti seduti che guardavano, dato che nel locale non vi erano telecamere e nessuno aveva un cellulare in mano, con mia moglie abbiamo lasciato che tutto ciò continuasse.

Solo dopo che il tatuatore finalmente aveva finito il suo lavoro, che tra l’altro devo dire che era venuto veramente bello, abbiamo capito perché quei due erano entrati (sicuramente la porta chiusa era il segnale che dentro vi era un cliente) e che cosa stavano aspettando, praticamente dopo il tatuaggio, si erano alzati e avvicinandosi a mia moglie, le stavano offrendo un massaggio mostrando una bottiglietta di olio di argan, facendo con la mano il segno di 5 (sicuramente volevano dice che costava 5 euro), mia moglie con un chiaro accenno di testa accetta, e mentre si sfilava la gonna mi chiede se era il caso di mettere lo slip ma … uno dei due tipi gli stava già versando l’olio addosso, cosi lei resta sdraiata senza perizoma, anzi si toglie anche la maglietta, mostrando le tette, ora giaceva sdraiata completamente nuda, davanti a tre uomini, con due dei quali le stavano facendo un massaggio a quattro mani.

Uno dei due massaggiatori stava massaggiando la parte superiore del corpo, prestando maggiormente attenzione alle tette di mia moglie, praticamente insisteva soprattutto sul seno, tanto che la mia lei aveva i capezzoli turgidi, evidentemente si stava eccitando.

Mentre l’altro massaggiatore stava massaggiando la parte inferiore del corpo, facendo scorrere le sue mani lungo le cosce di mia moglie, spingendosi insistentemente fino all’interno coscia, sfiorando sempre di più la figa di mia moglie.

Inutile dire che stavo mostruosamente godendo, la vista di quello che stava accadendo sotto i miei occhi mi provocava molto piacere, ma guardando la figa di mia moglie, mi accorsi che anche lei si stava divertendo, tanto che le stava sgocciolando sul lettino, segno che era eccitatissima e, conoscendola, feci la mossa che sapevo l’avrebbe fatta scattare …

Mi alzai, mi avvicinai a lei e, con due dita le toccai, strofinandogli il clitoride, improvvisamente lei emise un forte gemito, che sorprese gli uomini che la toccavano, chiuse gli occhi e allungò la mano verso il pisello di quello che le stava più vicino, che immediatamente si alzò la lunga veste e tirò fuori un cazzo turgido, e mia moglie con una mossa repentina si girò e lo prese in bocca, iniziando uno spettacolare pompino.

L’altro massaggiatore prima mi guardo, come per chiedermi qualcosa, e subito dopo senza proferire parola, come se il mio silenzio lo avesse incoraggiato, tirò fuori il suo cazzo e salendo sul lettino si posizionò alle spalle di mia moglie, e lo appoggio sulla figa e con movimento cadenzato e continuo, faceva aventi e indietro con il bacino, ed io a distanza ravvicinata vedevo distintamente quel cazzo uscire dalle labbra della figa di mia moglie e riaffondare, per poi uscire e nuovamente rientrare, praticamente la stava scopando a dovere mentre lei stava spompinando l’altro.



giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI


I vostri commenti su questo racconto
Autore: Cpnoie1 Invia un messaggio
Postato in data: 20/01/2024 18:40:46
Giudizio personale:
Eccitante situazione per me il lui si cp

Autore: Coppia2004new Invia un messaggio
Postato in data: 09/01/2024 16:31:09
Giudizio personale:
Ottima situazione

Autore: Franco56 Invia un messaggio
Postato in data: 26/12/2023 17:43:08
Giudizio personale:
Insomma

Autore: Totuccio2010 Invia un messaggio
Postato in data: 26/12/2023 10:02:16
Giudizio personale:
Complimenti se risulta a verità


Dal Sexy Shop di Desiderya...
In: Coadiuvanti
Replay ritardante sessuale 20ml
Replay ritardante sessuale 20ml
Spray intimo maschile ad effetto desensibilizzante...
[Scheda Prodotto]
In: Sexy party
Teglia per dolci piccanti
Teglia per dolci piccanti
Stampo per dolci a forma di pene. Anche per fare o...
[Scheda Prodotto]
In: Abbigliamento
Copricapezzoli commestibili vari colori
Copricapezzoli commestibili vari colori
Per rendere piu dolci ed eccitanti i tuoi giochini...
[Scheda Prodotto]