i racconti erotici di desiderya

Una femmina con qualcosa in più.


Giudizio:
Letture: 600
Commenti: 1
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo
Una femmina con qualcosa in più.

La vita a volte ci porta a fare delle riflessioni su noi stessi sbattendoci in faccia, senza complimenti, i nostri difetti e i nostri limiti. Sino ad un anno fa mi sono reputato una persona mentalmente aperta, in particolare davanti alle diversità, religiose, etniche e di orientamento sessuale. Insomma un tipo corretto, uno che le altre donne le guarda, certo, ma non ho mai cercato storie extra. Insomma non ho mai tradito la mia compagna, ma non perché le occasioni non si sono presentate, semplicemente perché non le ho create e /o alimentate.

Tutto questo sino a quattordici mesi fa.

Ormai sono trascorsi molti anni da quando io e Claudia ci conoscemmo. Siamo entrati in sintonia subito, entrambi uscivamo da esperienze esaurite ci siamo frequentati per un bel po’ e poi è arrivata la decisione di convivere. Abbiamo avuto subito una notevole intesa intellettiva, una discreta complicità e una scatenata attività sessuale. La mia donna è una grande scopatrice è sempre stata disponibile al sesso, i suoi mal di testa sono stati e sono rari. E’ disinibita, ci è successo per 5 volte, se non ricordo male, di scopare davanti ad altre persone e lei non si è mai tirata indietro, anzi, la cosa la eccitava ancora di più, allora come oggi, intendiamoci non mi riferisco a Club di scambio, ma a situazioni accadute con naturalezza, al mare ad esempio e al cinema, su un treno, cose così. In quelle occasioni quello ad avere qualche disagio sono stato io, ma lei ha sempre saputo coinvolgermi e rassicurarmi, guidandomi attraverso quelle situazioni piccanti sino a trovare quella naturalezza che non sapevo di avere.

Bisogna anche dire che la storia d’amore, tra me e Claudia, va avanti da svariati anni e che possiamo collocarci tranquillamente tra le coppie di mezza età. Questo però non ci impedisce, almeno sino ad ora, di scopare allegramente. La sua figa e sempre pronta ad accogliere il mio uccello e il mio cazzo è impazientemente felice di riempire, di calda sborra, quella passera accogliente. Per non parlare dei pompini, la mia compagna è una maestra in quest’arte. La nota negativa è imputabile alla monotonia, abbiamo ormai abbandonato le acrobazie da kamasutra e la complicità del sovrappeso in accordo col mal di schiena, fanno si che, sino ad alcuni mesi fa, le nostre posizioni dell’amore potessero essere elencate in numero di due: quella del missionario e lo smorza candela. C’era una pratica sessuale che la mia compagna ha sempre vietato e cioè, l’introduzione del mio uccello o di altri oggetti, nel suo buco del culo. E’ sempre stata categorica in merito, non ha mai nemmeno voluto provare, neanche ora; -“sborrami in faccia, sulle tette, dove vuoi, ma nel mio culo non ci infili niente”-, e diceva “niente” in modo consapevole poiché la volta che pronunciò “un cazzo” la presi in parola ricevendo come risposta un sonoro ceffone che ancora oggi mi fa male se ci penso. Era arrivata al punto che non toglieva nemmeno la camicia da notte; -“ho freddo”- diceva. Io l’ho sempre rassicurata che il suo corpo, come il mio del resto, è cambiato nel tempo ma riesce ad attizzarmi come prima, mi basta vedere un centimetro in più della sua pelle scoperta, il pizzo delle sue autoreggenti, o anche solo la scollatura della sua maglietta che si sposta sulla scapola a scoprire la spallina del reggiseno ed è come se il trombettiere del 7° cavalleggeri suonasse la carica, quel coso che mi ritrovo tra le gambe si gonfia e non vede l’ora di depositare il suo nettare dentro di lei. Nonostante le mie rassicurazioni, niente, rimaneva vestita. Tranne d’estate dove la necessità di sudare il meno possibile, visto il caldo e dato che noi odiamo i climatizzatori, la porta a mostrarsi, per la gioia dei miei occhi, come mamma l’ha fatta, il suo bel seno ancora tondo, il suo culo dalle proporzioni perfette, la sua passera parzialmente depilata, mi fanno ingrifare come un ragazzino. La stagione calda, su Claudia, esercita una sorta di potere portandola ad essere più disinibita e quindi torna a provare piacere nel mostrarsi totalmente nuda anche ad altri, ma mai per esibizionismo, solo per opportunità. Come l’estate scorsa al mare quando, una notte, salimmo nel terrazzo sovrastante l’Hotel per trovare refrigerio nella brezza d’Agosto, prendemmo posto su un materassino, e complice, forse il cielo stellato o la luna piena, cominciammo a limonare duro toccandoci in modo spinto. La terrazza era deserta e dato che una cosa tira l’altra ben presto i nostri vestiti trovarono migliore collocazione su una vicina sedia , avevo la lingua infilata nella sua figa quando qualcosa ci fece sobbalzare. Erano in modo inconfondibile gemiti femminili, e provenivano da lì vicino. Ci voltammo contemporaneamente verso l’origine del nostro turbamento e ci trovammo di fronte la figlia del proprietario che, nuda dalla cintola in giù, si stava massaggiando la clitoride. Senza smettere di masturbarsi e continuando a gemere riuscì a farfugliare qualcosa tipo: -“scusatemi, ma per favore continuate a fare quello che stavate facendo”-. La mia compagna non se lo fece ripetere due volte, mi fece sdraiare di schiena e voltandomi le spalle si mise sopra di me, spalancando le gambe ad esporre la sua figa bagnata, si sporse all’indietro inarcando la schiena per mostrare, all’intrusa, come riusciva a far scomparire dentro di lei tutto il mio cazzo. Ai gemiti della guardona unimmo anche i nostri triplicando così il vocalizzo, ma questa è un’altra storia.

Mi sono sempre considerato un buon amante con una dotazione normale in lunghezza ed un pizzico sopra alla media in diametro, mi considero un eterosessuale irriducibile, sebbene quanto vi racconto, da qui in avanti, potrebbe farvi puntare il dito per dirmi che sono una contraddizione, io amo le donne, o meglio, amo le femmine.

>>>--- IL PASSATO --->--- IL PPRESENTE ---


giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI


I vostri commenti su questo racconto
Autore: Coppia Libertina Invia un messaggio
Postato in data: 24/04/2014 11:26:03
Giudizio personale:
Bellissimo ! Mi ricorda la nostra coppia; ci somigliamo, in alcune cose !


Dal Sexy Shop di Desiderya...
In: Sex toys
Excellerator up and down
Excellerator up and down
Fallo a stantuffo dal design naturale con vibrazio...
Prezzo: € 48.18
[Scheda Prodotto]
In: Sex toys
Vibro perline nero
Vibro perline nero
Perfetto per entrambi gli usi anale o vaginale le ...
Prezzo: € 21.00
[Scheda Prodotto]
In: Sex toys
Telo impermeabile bordeaux vinile
Telo impermeabile bordeaux vinile
Telo in vinile lucido impermeabile da usare per og...
Prezzo: € 30.88
[Scheda Prodotto]