i racconti erotici di desiderya

Trasgressione


Giudizio:
Letture: 1518
Commenti: 1
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo
La moglie del tuo migliore amico....



Erika,questo il suo nome....ma che posso fare, quando la vedo ,mi sale il sangue al cervello,divento geloso di una donna che non mi appartiene. Da quando ho assaporato il suo corpo e aprezzato il suo modo di fare l'amore,non riesco più a togliermela dalla testa.

Quella sera,maledetta e stupenda sera,non la dimenticherò mai più.

Lei venne a trovarmi verso le 5 del pomeriggio,di solito a quell'ora sono a casa, le apro la porta e lei bella come sempre mi lancia il suo sorriso ammaliatore insieme a uno sguardo mozzafiato,è vestita con un vestito aderente che mette in evidenza il suo seno e il suo spettacolare sedere. La faccio entrare ,ci scherzo come faccio sempre,battute sul sesso,su come potrei saltarle addosso approfittando del fatto che siamo soli,che mi annoio,che così potrei passare un oretta da favola,e lei?lei che fà? si alza viene verso di me e mi dice "visto che abbiamo poco tempo è meglio che ci muoviamo"

le sue mani vanno verso i miei calzoni,li slaccia e mi bacia.Io sono ancora incredulo,solo il calore della sua bocca mi riporta alla realtà,il mio pene ha reagito prima di mè,ha già capito cosa lo aspetta e subito si è gonfiato al tocco delle sue dita,vedo la sua bocca lasciare la mia e scendere piano ,la sua lingua lascia una scia sui miei capezzoli,poi bacia il mio ombelico e arriva ai miei peli,le labbra si appoggiano sul glande mentre le mani mi accarezzano le palle,sento il calore delle sue labbra,la bocca si stringe attorno al mio membro e comincia a fare un lento su e giù,sento le palle contrarsi dalla pelle d'oca che questa situazione mi ha creato,sono appoggiato al tavolo con le mani e con l'inguine proteso verso questa magnifica donna,sono talmente preso da questa fellatio che solo ora mi accorgo che non l'ha ancora toccata.

é lì vestita e piegata sul mio fallo,vedo solo la testa e penso a quanto ben di Dio cè sotto quel vestito. Sento le vene del mio membro pulsare forte,capisco che se non la stacco in fretta non potrò più fermarmi,le metto le mani sulla nuca e le dico di fermarsi,lei per tutta risposta mette le sue dita trà le mie e aumenta il ritmo stringendo ancora di più le labbra. Adesso è tardi,ormai sono troppo avanti ,sento il mio sperma uscire e cercare la sua gola,sento i miei gemiti spingere come il mio bacino,lei continua imperterrita a tenermi dentro di lei,sento le mie gambe tremare negli ultimi spasmi di quel piacere infinito,poi mi abbandono sul pavimento. Lei mi guarda con occhi soddisfatti,lascia il mio pene svuotato e inerme e sale a baciarmi,il bacio che mi dà è un bacio di passione,le sue mani giocano col mio pene ,lo accarezzano,io le slaccio i bottoni del vestito e le tolgo il reggiseno,con la lingua vado a cergare i suoi capezzoli,punta estrema di una terza ben fatta,adesso sento i suoi gemiti mentre con la mano sono tra le sue gambe,le mie dita cercano il suo slip,sento che è bagnata,lo sposto,e comincio a penetrarla con due dita,i miei denti mordono dolcemente i capezzoli,sento i suoi gemiti di piacere,le dita sono entrate senza fatica,hanno aperto una porta schiusa,tutti questi giochi hanno risvegliato il mio membro che piano si irrigidisce,smetto di baciarle i seni,la prendo in braccio e l'appoggio sul tavolo,le alzo il vestito sino all'inguine,con un movimento deciso le strappo lo slip,le guardo la strisciolina di peli al centro del suo pube,ben curati,esteticamente perfetta. Vorrei entrare in lei col mio membro e cominciare a godere di quel corpo così incredibile, ma con uno sforzo mi fermo e con la bocca vado a cercare i suoi umori,vedo le sue mani prendermi la testa e spingermi verso il suo fiore oscenamente aperto,senza più ritegno mi spinge dentro di sè e comincia a gridare frasi convulse,io so come farla venire,tocco i tasti giusti,lei accavalla le gambe dietro la mia testa ,mi obbliga a entrare il più possibile e così mi immergo tra i suoi flutti.

Sento i suoi umori travolgermi come le sue grida,poi sento i tremiti crescere,e la sento esplodere ,quasi un pianto di felicità mentre mi tiene dentro di se,sento i muscoli vaginali rilassarsi e le gambe perdere forza,io continuo a leccarla come fosse un gelato,la sento dirmi di smettere dirmi che mi vuole dentro,la sento togliere le gambe dalla mia schiena e dischiudersi per ricevermi.

Il mio membro che ha sofferto nell'attesa cerca il suo premio,mi alzo,lei lo prende in mano e lo dirige verso il suo pube,io vado a cercare le sue labbra e contemporaneamente entro in lei,le forzo dolcemente la bocca e la passerina,sento i suoi gemiti di piacere sbattere contro la mia lingua e sento il suo corpo adattarsi a quella deliziosa intrusione,il tavolo bagnato dai nostri sudori le permette di ancheggiare con quel suo bel sedere . Le mie mani sono adesso sulle sue natiche e palpeggiano la sua pelle, il mio membro sta perdendosi dentro la magnificenza di quella vagina,i colpi sono sempre più decisi fino a sentire le mie palle toccare il suo inguine,le nostre voci crescono come il nostro piacere,stacco la mia bocca da lei,voglio guardarla mentre sto per venirle dentro. Vedo le sue natiche sobbalzare sotto le mie spinte ,le tette,seguono il corpo e si muovono in modo erotico come un ballo proibito, il ritmo è arrivato al suo culmine,i miei affondi ,sono affondi di passione e insieme ci lasciamo travolgere dai nostri corpi e lo scambio di umori è uno scontro di vita che presto vorrò ripetere con questa forza della natura che mi ha stregato.....



giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI


I vostri commenti su questo racconto
Autore: Comp84 Invia un messaggio
Postato in data: 06/03/2008 15:50:03
Giudizio personale:
ottimo.anche se resta un sogno


Webcam Dal Vivo!