i racconti erotici di desiderya

Secondo giorno di villaggio vacanza


Giudizio:
Letture: 3000
Commenti: 3
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo
Oramai siamo pratici del villaggio, ma una cosa non l’avevamo ancora capito.



Andiamo alla spiaggia, riprendiamo possesso del nostro ombrellone, in ultima fila. L’ombrellone affianco è gia aperto. Mannaggia… non ci possiamo spaparanzare. Ma dagli indumenti capiamo che non sono molti.



Dopo dieci minuti, io e mia moglie con lo sguardo d’intesa, prendiamo a conoscenza di un’altra cosa del villaggio. I vicini di casa sono anche vicini di ombrellone.



Metto la faccia nel giornale per non ridergli in faccia, mia moglie ad alta voce mi dice… “Caro, non ti fai la doccia?” A sentire ciò, mi scappa da ridere e rispondo :” No cara, altrimenti poi non resisto… “



A questa frase si ride. Io, mia moglie ed il vicino. Ma si siamo grandi e vaccinati.. Perché essere così ipocriti. Io so che tu sai che io so.. l’ho sempre odiato. Comunque, il vicino di nome Rossano si avvicina. Si presenta e sorridendo dice: “Grazie per il gadget di benvenuto”



Un'altra cosa io e mia moglie abbiamo capito.. In casa nel villaggio si sente tutto da fuori.



Si parla del più e del meno, di dove è, ed alla fine ci dice che sta qui da solo perché ha litigato con la sua ragazza, e avendo pagato quasi interamente il pacchetto vacanza, non gli andava di perdere i soldi. Sta qui per riposarsi e forse, si confessa, con la speranza che la ragazza lo raggiunga.



Ci è simpatico. E’ un bravo ragazzo… Ma un po’ birichino … La sensazione non sarà tradita.



E’ ora di pranzo… Ce ne saliamo, e lui ci segue.



Mia moglie.. ‘ingenuamente” gli dice “Ma chi ti cucina”



Rossano :” O qui al ristorante, che si mangia male ma molto caro, o i surgelati del market! Semplice”



Mia moglie mi guarda ed io la capisco. Ovvero capisco che lei lo cucinerebbe, ma il pesce …



Così sempre per il fatto che io so che tu sai che io so, dico :”Ma dai Rossano, vieni a mangiare con noi, mia moglie cucina alla napoletana.”



Accetta volentieri, ed al suo si, io aggiungo : “Ma la doccia non te la fai?”



Mia moglie ride istericamente alla grande..eccitata e dice” Beh, mentre cucino se la può fare da noi.



Lui tomo tomo, cacchio cacchio annuisce. Alla fine che c’e’ di male!



Beh… la casa è aperta, E’ fresca. Lui imbarazzato chiede dov’è la doccia, ed io con il cuore alla gola rispondo: “Cara gli fai vedere l’altra ala del castello, la doccia per gli ospiti mi sembra che stia lì”



Ci si ride, forse per non far capire il momento caldo di eccitazione. Lui è sorpreso che lo lascio andare con mia moglie nell’altra stanza. Mia moglie vi vorrebbe riempire di baci in questo lasciapassare d’occasione che le ho dato. Ma nessuno ha parlato di niente.. E’ tutta fantasia.



Allora io, sperando che non rimanga tutta una fantasia, mi faccio coraggio, e penso. Ma si… ora lo dico, forse scherzando mi viene meglio :” Rossano l’acqua è poca a quest’ora nel villaggio, forse è meglio che la economizzi. Io e te insieme, non mi va proprio, quindi, VEDETE VOI….”



E VAI…. L’ufficialità dell’invito della doccia con mia moglie l’ho dato…. Adesso tocca a mia moglie. Ce l’ho fatto… Speriamo bene.



Rossano va dritto nell’altra stanza,mia moglie lo segue,e girandosi mi lancia un bacio!



Le piace, e le sue tette si sono fatte più belle. E’ eccitata da morire. Ed io anche.



Non li vedo più. Un po di silenzio e sento aprire la porta del bagno. Facile da capire. Oltre alla stanza c’e’ solo una altra porta, quella del bagno!



Li sento parlare. Prego.. si..il sapone è qui, il telo qua.. Poi lo scroscio dell’acqua.



Che faccio li spio, domando, oppure vado a fumarmi una sigaretta?



Il mio uccello pensa a mia moglie, le sue tette, e le mie voglie. Propendo ad andare nell’altra stanza, ma non nel bagno.



La porta del bagno è aperta. Sono in due sotto la doccia. Si proprio in due. Il plexiglass fa capire bene la situazione. Il corpo di mia moglie con le braccia alzate appoggiate al muro e Rossano che la spinge da dietro. Ci sa fare il giovane, penso. Il ritmo è insistente. Intravedo le mani di Rossano che stringono le tette di mia moglie. L’acqua che li bagna. Non resisto.



Entro nel bagno, apro lentamente il plexiglass per non dare la sensazione che voglio interromperli. Mia moglie si gira, l’acqua mi bagna, lei mi cerca volendomi baciare. Rossano si ferma, estrae il suo uccello dal corpo di mia moglie.



E’ grande, e pensando che stava nel suo corpo, mi fa quasi venire. Mia moglie mi bacia, il mio viso è bagnato e la sua lingua non l’ho mai sentita così dura nella mia bocca. Freme, non capisce più nulla e mi toglie il costume. Lo stringe tra le sue mani. Ora siamo in tre. Ci dobbiamo posizionare, ma non è cosa nella doccia.



Ci capiamo e ci spostiamo sul letto. Mia moglie mi cerca, mi continua a baciare. Io la faccio mettere in ginocchio sul letto mentre mi siedo, Rossano la segue dietro, e la penetra. Sento dai suoi baci che l’uccello di Rossano la fa godere tantissimo. Io continuo a baciare, poi le si sposta e cerca il mio uccello. Lo ingoia, gemendo, e ritmicamente alle spinte di Rossano, mi fa godere tantissimo. I nostri occhi si incrociano, io ho la sua testa in mano e le sue tette. Non posso credere, il mio sogno si è avverato, mia moglie gode tantissimo con uno sconosciuto mentre si dedica a me.



Cambiamo posizione, mi stendo, e lei mi segue. Mi cavalca e con le mani cerca Rossano. Rossano si alza sul letto e spinge il suo uccello sulle tette di mia moglie. Non posso non vedere, dalla mia posizione vedo tutto e sento tutto. Lei glielo lecca prima dolcemente e mentre se lo gusta mi guarda. Quante volte abbiamo giocato con le mie dita, ma ora è un’altra cosa, la sua bocca è deformata da un uccello, le sue mani stringono il bacino di un altro uomo.



Rossano sta per venire, ed anch’io. Lei vuole gestire tutto. Si sposta, ci avvicina e ritmicamente ci fa inondare sul suo seno. Cerco di tutto per far venire prima Rossano, per dare più tempo a mia moglie a guardare ancora per una volta il suo gadget da parte del villaggio.



La vacanza, purtroppo dura solo due settimane.













giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI


I vostri commenti su questo racconto
Autore: Carino6423 Invia un messaggio
Postato in data: 10/08/2009 10:48:13
Giudizio personale:
Molto eccitante, ma manca un qualcosa per renderlo ottimo, riprovaci.

Autore: Dolcemiele35 Invia un messaggio
Postato in data: 09/08/2009 23:55:25
Giudizio personale:
ho avuto un\'esperienza simile, e\' FANTASTICO!!!

Autore: Ivanoo Invia un messaggio
Postato in data: 07/08/2009 20:03:56
Giudizio personale:
BISSSSS


Dal Sexy Shop di Desiderya...
In: Abbigliamento
Gonna lunga nero viola
Gonna lunga nero viola
Gonna lunga molto particolare la parte esterna e n...
[Scheda Prodotto]
In: Abbigliamento
Guepiere slip e calze nero pizzo
Guepiere slip e calze nero pizzo
Sensazionale stupenda strepitosa bellissima un sog...
[Scheda Prodotto]
In: Sex toys
Anal plug celeste
Anal plug celeste
Butt plug semitrasparente vibrante in morbido jell...
[Scheda Prodotto]