i racconti erotici di desiderya

Racconto erotico autobiografico di un sottodotato predestinato cuck.

Autore: Pina Desto
Giudizio: -
Letture: 0
Commenti: 0
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo




Settant’enne sotto dotato, lungo 12 e largo 12, che alle nozze arriva per caso, è attratto, attizzato, arrapato, circuito ed irretito da un bocconcino di femmina, quasi coetanea, minuta e ben messa che i maschi suoi amici e colleghi di lavoro guardano con attenzione e commentano che è una rarità, non è il tipico fisico da letto, ma una brava casalinga, buona moglie.

Invece la ragazzotta aveva vissuto intensa vita sessuale, a 18 anni un dottorino la svergina ci si trastulla per mesi con suo normale cazzo e poi evapora, si fidanza con coetaneo che se la possiede spesso , ma poi ci litiga e la molla, altro moroso stavolta più dotato che la fa godere, ma anche lui sparisce.

Si impiega come commesso e non resiste alle avance del titolare che nei festivi se la chiava in hotel di sua fiducia, lei è ben rodata e disponibile e viene girata ad un imprenditore che come segretaria la mena in giro e chiava più spesso dei precedenti maschi.

Conosciuto il sottodotato la circuisce, lo irretisce, lo ammalia e lo sottomette sessualmente che lui la impalma, benché non illibata, lei gli sgrava a parto cesareo due figli in tre anni e conserva la figa stretta.

Dopo i parti lui la fa ritirare dal lavoro, un poco per gelosia e anche per accudire i figli.

Quando porta in carrozzina i figli a zonzo una miriade di maschi l'avvicinano, la corteggiano, tentano di sedurla smaniosi di scopare una insoddisfatta moglie, la voce pubblica mormora che il coniuge è mini dotato e che lei ha una figa stretta, molto stretta.

Alcuni maschi sono così sfrontati da chiedere il consenso al predestinato cornuto di corteggiargli la moglie ed aiutarli a chiavarsela, perché certi che ella è bisognosa d'essere soddisfatta da grosso cazzo.

Lei, però, per anni irreprensibili, si accontenta del cazzetto che s'è scelto.

Lui, Invece, ha una vita sessuale intensa, si scopa settimanalmente la moglie e frequenta mignotte in rapporti a tre, lui, la mignotta e dotato maschio.

Amica mignotta gli telefona a tarda ora festiva e la moglie scopre il suo vizio.

Così avviene che il sottodotato chiede alla moglie 60enne di trasgredire con maschi dai grossi cazzi.

La notte la pressa di continuo finché la convince, dopo 35 anni di matrimonio, ad avere il suo primo rapporti con un 44enne, alto, fisicamente ben fatto, un adone, ma si guarda bene dal dirle che è superdotato, cazzo 23x17.

E' l'estate del 2011 ed in camera di appartato residence motorista della piana pistoiese, bull dalla scarsa esperienza, infoiato per la vista del pisellino del coniuge e arrapato dal minuto corpo di lei a gambe aperte in mezzo al letto il trepidante attesa d'essere posseduta da extra cazzo conosciuti anni prima .

Lei interrompe il coito perché motorista le penetro senza preliminare in figa e le strina i lembi vaginali.

Si cura e l'aspirante cornuto marito seleziona bull prima normali e sempre più dotati e lei chiava con decina di maschi godendoseli.

Il gran cornuto che è divenuto il sottodotato marito porta la rodata moglie in viaggi di piacere in cerca camerieri, amici di viaggio o avventori d’hotel che se la chiavano con brio e goduria per il trio.

Nello scorso agosto a Treviso avviene un novello incontro, inatteso, m sospirato.

In un bar poco distante dallo hotel dove alloggiavano lui si imbatta in un coetaneo, fisico atletico, alto 190, asciutto, bel viso, e per di più uno del luogo ed attacca bottone.

Gli si rivolge per chiedere informazioni sulla città invitandolo ad accomodarsi al tavolo. L’uomo posizione la sedia accanto alla sua moglie, quasi a contato fisico e s’accomoda. Parla forbitamente, è uomo di classe, intelligente ed arguto da intuire a volo ciò che il turista vorrebbe che lui facesse con sua moglie, cioè concupirla e menasse a letto.

Lui vede la moglie per la prima volta essere attratta, interessata e disposta ad accettare i cortesi galanti complimenti dello sconosciuto e rapportarsi con lui amabilmente.

L’aspirante cuck ci mette del suo perché la conoscenza divenga intima ed appurano i loro reciproci interessi culturali che la città offre.

Per la moglie è ovvio che il coniuge aspira ad essere reso cuck per la 2° volta, il 1° è stato @bix48., che vuole levarsi il suo capriccio e che ha trovato l’occasione e l’uomo giusto perché lei ci gioca a letto, la voglia del presunto bull è appurare quanto piacere può trovare nel chiavarsi una novella zoccola.

Escono dal bar, lui s’è attaccato a lei, si soffermano a sbirciare la merce esposta nei negozi ed in particolare la biancheria intima, sexy e spinta, confabulano sotto voce, ed è palese che l’uomo saggia la disponibilità di lei per menarla nell’atelier e farle un gradito acquisto.

S’accosta al coniuge e chiede con garbo se cerca chi gli disinibisce la moglie, avutone conferma gli dice che la farà sua con costoso regalo.

È un signore, danaroso donnaiolo, che avuto l’assenso ad osare, ritorna a contatto della femmina, la prende sottobraccio, le tocca le parte intime, sedere e seno e tranquillizzato dalla sosta a sufficienza distanza dell’aspirante cuck si ferma ad un angolo tra due case. La mette spalle a muro, le liscia ed accarezza le cosce fino all’inguine e le chiede di seguirlo nel successivo negozio di abiti sexy per provare quelli da lei scelti e graditi onde lui possa omaggiare il suo splendido fisico e corpo.

Offerta che la troia in pectore con fare civettuolo e schernendosi rifiuta, ma acconsente ed invoglia i palpeggiamenti fisici, la mano del bull tra cosce e tocco di figa.

Giunti avanti al negozio entrano per uscirne non presto con lei che felice e raggiante sorregge una grossa sacca con sgargiante logo del negozio e procedono verso l’hotel.

Lui, il predestinato cornuto segue a debita distanza sul marciapiedi opposto.

Entrano nell’hotel mano nella mano, la donna si dirige alla reception, prende la chiave della camera, e con lui entra in ascensore.

Una decina di minuti dopo in camera entra l’aspirante cuck e trova i due a centro letto, nudi e intendi a lascive effusioni e che lo ignorano.

Né lui si sorprende quando la moglie piega la testa tra le cosce del bull e preso in bocca il cazzo repentinamente comincia a succhiare prepuzio e cappella, cazzo che nella boccuccia della moglie cresce rapidamente di consistenza fino a divenire più lungo del doppio del suo e largo come un manganello di poliziotto e che la spalancata a dismisura mascella della moglie si scende in trachea fino alle palle.

Senza sosta lei succhia avidamente i 26 e passa cm di cazzo e la molto larga cappella a testa di fungo tonda 20cm, un pene mostruoso.

Il bull infila e rinfila il cazzo nell’avida e ingorda bocca della femmina che fa chiaramente intendere che è inesperta ed impreparata a spompinare tali dimensioni di cazzo.

La moglie apre le cosce ed il bull si sforza per penetrarle la figa, contorsione e spasimo di piacere di lei sono un tutt’uno con quelli del bull che inaspettato riscontra la stretta vagine in cui con difficoltà potrà ficcare fino a fondo delle palle il suo cazzo.

Lui, l’aspirante cuck teme che la moglie sospenda il coito, come avvenuto con motorista, cazzo un poco meno grosso di Adelchi, invece lei con appropriati suoi movimenti di bacino agevola la penetrazione del grosso cazzo nella sua stretta figa e ne scaturisce una goduriosa chiavata con plurimi orgasmi di lei, robe da mille e una notte come pompino che ne segue per la voglia del bull di sborrare con ingoio in trachea di lei.

Venti minuti di rapporto sessuale e, poi, loro due abbracciati a bordo letto ed il novello contento cornuto seduto di fronte a cinguettare sull’accaduto, due ore prima sconosciuti ed ora una imprevista amicizia carnale piena di eccelsa gioia, piacere e voluttà.

A sentir lui, il bull, quello della moglie è il migliore bocchino fino ad ora ricevuto.

Ghiotto come si comanda e praticato da una assatanata succhia cazzi in astinenza da sempre, anzi golosa per non avere avuto prima a sua disposizione un vero cazzo, cosa che lei attende da una eternità.

Quindi rivolto alla moglie le dice “sai vorrei farti un complimento molto spinto, ma temo che mi fraintendi e ti offendi, però mi ci provo lo stesso, cara signora, ti confesso che sei una eccelsa pompinara, m’hai fatto succhiotto e pompino di alta maestria e qualità che supera ampiamente quelli goduti con centinaia di mogli di cuck che mi sono chiavato nella mia lunga vita di gaudente gigolò, nonché di costose escort d’alto bordo e/o di troie da marciapiede che ho conosciuto, t’assicuro che la tua boccuccia da goduria al un vero cazzo come il mio attribuibile invero a pratica fatta da lungo tempo e a numerosi peni.”

Il lui, il coniuge è teso come una corda di violino, prevede la reazione della moglie che vanifichi la riuscita del coito che lo rende cuck. Invece la moglie si lascia scappare una formidabile risata e gli dice: “ ti confermo e mi devi credere che ho succhiato solo il mini pene del marito, se mi reputi esperta il merito non è della mia bocca ma del enorme cazzo che possiedi, che mi ha costretto a spalancarla per accoglierlo e mi ha dato la giusta ispirazione, cioè oltre il consueto di come va fatto un bocchino ad un magnifico esemplare attrezzo, il tuo invidiabile pene., tutt'altro impegno rispetto al cazzetto del marito ”

Capisce e giustifica che la moglie non cerca gli occhi suoi, il contento cornuto, perché intenda a procedere di godersi la imprevista grazia di Dio, una manna non dal cielo, ma di un lungo e ritto cazzo che sporge enormemente dall’inguine del bull, un qualcosa che lei da sempre ha rifiutato di conoscere e di cui ora si pente di averlo fatto pria.

Intanto i suoi occhi, cessato il lampo di felicità d’essere stato reso cuck, si abbassano spenti e chiusi del sottomesso che non regge il confronto con quelli ben fissi sfavillanti e vittoriosi del bull che senza stima gli esprime gratitudine e riconoscenza per avergli fatto fare una inaspettata, voluttuosa goduriosa chiavare la assatanata sua moglie.

Il distinto signore trevigiano che non è il primo maschio che si chiava la moglie e lo rende cornuto, resosi conto che la sua presenza è imbarazzante, propone di scambiarsi le generalità e togliere al momento il disturbo e telefonicamente sentirsi per i prevedibili commenti.

L’amico bull si veste e ci si scambia le generalità.

Gli uomini si stringano la mano per amicizia e la donna fa bocca a bocca col bull.

Segue il racconto del coito bis.

.



giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI



Dal Sexy Shop di Desiderya...
In: Coadiuvanti
Largo crema massaggio pene 40ml
Largo crema massaggio pene 40ml
Crema incentivante per il pene aumenta la tonicita...
[Scheda Prodotto]
In: Coadiuvanti
Secura kamasutra condom 3pz
Secura kamasutra condom 3pz
Profilattici con bordo sdrotolabile estremamente r...
[Scheda Prodotto]
In: Sex toys
Intimate spreader punto g viola
Intimate spreader punto g viola
Prodotto innovativo unico nel suo genere introdott...
[Scheda Prodotto]