i racconti erotici di desiderya

Portare la moglie in vacanza dal bull


Giudizio:
Letture: 5944
Commenti: 1
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo
un racconto di fantasia, un progetto, una speranza.

Come fare per mettere un bull in condizioni di corteggiare senza fretta ma con una certa assiduità una moglie fedele?
Inutile tentare di improvvisare "incontri" in città, tanto non avrebbero seguito: nella vita di tutti i giorni, tra lavoro e impegni familiari lei è sempre molto presa e non ci sarebbero molte occasioni per improvvisare delle nuove amicizie. Questo potrebbe succedere con colleghi di lavoro, o in situazioni particolari (frequentando circoli, associazioni, palestre ecc.). Poi qualcosa potrebbe creare imbarazzi nella città in cui vivi e lavori, con qualcuno che ti conosce e può spettegolare sui fatti tuoi.

Così ho pensato a organizzare qualcosa per le vacanze.

Di solito affittiamo una casa in qualche posto di mare per un mese intero; così ho cercato in anticipo di mesi, grazie al forum, la presenza di bull adeguati ad una situazione dall'esito per niente scontato; una situazione che richiede tatto e pazienza e, al limite, anche l'accettazione sportiva di un rifiuto senza recriminare sul tempo sprecato appresso a una che non poi ci sta.
Trovare un bull sul posto poteva essere un modo per dargli tutte le occasioni possibili nell'arco di un mese.

Ho coltivato diversi contatti, senza creare aspettative.
Scelto con mia moglie il luogo di villeggiatura, ovviamente io suggerivo le località più "interessanti" in base ai miei contatti,e trovata una casa da affittare, ho informato il bull locale (che d'ora in poi chiamerò con il nome di fantasia di Paolo).
Consultandomi con Paolo ho scelto uno stabilimento balneare.

Al momento di concordare come riconoscerci, lui mi ha chiesto una foto di mia moglie in costume, anche se con il volto coperto.
Già, ma io come l'avrei riconosciuto? Ha detto che siccome io sono molto pessimista lui vuole vedere che coppia siamo prima di farsi riconoscere, visto che comunque lui in quello stabilimento ci passa molto tempo e non vuole ci siano da parte di nessuno comportamenti imbarazzanti.

Arriviamo finalmente, io sono tranquillo, se Paolo non troverà la situazione di suo gradimento sarà comunque il mese di vacanza programmato.

L'ambientamento è "frizzante" perchè io spero sempre che qualcuno inizi a stare appresso a mia moglie e la incoraggio a indossare con disinvoltura tutto il nuovo guardaroba glamour (qualche costume e abitino me lo ha suggerito Paolo inviandomi immagini di cataloghi, ma non ho potuto farle comprare i più "spinti").
Io saluto e sono cordiale con tutti gli uomini del posto: i ragazzi del bar, altri tizi in vacanza, il personale in genere dello stabilimento, della confinante discoteca ecc., ovviamente allo scopo di far prendere confidenza con più gente possibile anche a mia moglie. Ho deciso che in tutte le occaioni possibili devo lasciarla sola: al bar quando fa colazione la lascio discorrere con i ragazzi, nelle prime ore del pomeriggio scende da sola e io arrivo dopo.

In discoteca, io non ballo gli svelti, solo qualche lento, ma poi anche per questi insisto perchè balli con quelli che la invitano.
Ogni approccio può sembrare un tentativo di corteggiamento e tutto serve allo scopo di "riscaldarla" e farla sentire apprezzata e
desiderata.

Ma tra tutti questi, chi è Paolo?
Proprio uno di quelli che hanno saputo meglio intrattenere mia moglie nelle serate in discoteca. Si fa riconoscere da me dopo ben 4 giorni che ci studiava. È uno che spesso se ne va in giro con un gommone.

Ci propone di uscire con lui in motoscafo.
Al largo, mi propone di provare a guidare io; dopo un pò invita mia moglie a provare; lei ha paura e lui le dice che deve "sentire la barca" mentre manovra la piccola ruota del timone.

Per aiutarla a sentire la barca le poggia le mani sui fianchi guidandola come se il timone lo stesse tenendo lui: lei deve assecondare i suoi suggerimenti tattili: se ruotare a destra o a sinistra.
Per una buona mezzora sono un tutt'uno lei la barca e Paolo.
Raggiungiamo una località dove passiamo tutta la giornata.
Al tramonto rientriamo e guido a lungo io mentre loro due bonariamente mi sfottono per l'eccessiva prudenza e paura di essere avvistati da qualche motovedetta (io certo non sono abilitato), e lui intanto suggerisce altri divertimenti per i giorni in cui potrà stare con noi.
Rientriamo giusto in tempo per la discoteca e ballano spesso insieme: Lui comunque la lascia anche ballare con altri.

Quando siamo soli mia moglie mi avvisa che secondo lei Paolo è uno che ci potrebbe provare - io dico mah.
Per due giorni Paolo ha da fare altrove, ma per mia moglie la tensione erotica non si allenta a causa dei tentativi di prendere confidenza da parte di altri uomini, cui ci eravamo gentilmente presentati nei primi giorni.

Paolo si rivede direttamente in discoteca, mia moglie balla spesso con lui - io mai - e con altri. Fino a tardi.

Il giorno dopo mia moglie mi ripete che Paolo è uno che potrebbe provarci, e le sembra pure uno che ci sa fare.
Io dico che non mi dispiace che lei possa piacere ad altri, per me significa che ho una bella moglie e che ogni corteggiatore è una conferma.
Lei: E se piacesse pure a me? Non ti preoccupi?
Io: A me piace che a te possa piacere.
Lei: Che significa?
Io: Che l'essere intrigata da un'altra persona ti renderebbe più vitale, più giovane. Credo che il tuo viso e il tuo sguardo diventerebbero ancora più belli, radiosi.
Lei: Allora sei un fesso, e penso pure che non ti interesso più.
IO: Mi interessi, sei sempre mia moglie, ma desidero vedere che ti diverti che ti godi situazioni fuori dal quotidiano.
Lei: Non ci credo che ti piacerebbe se andassi con un altro, però quasi ti meriteresti che lo facessi; se mi capita l'occasione ti faccio prendere la paura, magari proprio con Paolo. Devo trovare il modo per farti capire quello che rischi. Domani ti faccio vedere, così la smetti di dire stupidaggini.

Il giorno dopo Paolo è libero e sta in spiaggia insieme a noi; facciamo il bagno, io esco quasi subito, loro scherzano ancora in acqua, poi lei si fa aiutare ad asciugarsi e si fa spalmare la crema. Lui è attento a non strafare.
Lei (a me solo): visto che se voglio me la spasso? Ti piace così?
Io: sei molto bella mentre giochi così.
Peccato che questa sera non c'è, mi dice lei.

Il giorno dopo Paolo viene solo nel pomeriggio. Io lo sapevo e scendo molto tardi in spiaggia.
Il giorno dopo lui non c'è per niente, lei mi racconta che lui approfitta delle mie assenze per mostrarle il suo interesse, proporle
escursioni (anche con quel pigro di tuo marito, le dice), farle capire senza dubbi residui che lei gli piace.
Rispondo che l'importante è che lei sia a suo agio e si goda la situazione: l'idea che a te Paolo possa piacerti ti rende ancora più desiderabile ai miei occhi.
Lei: Sei uno stupido incosciente.

Per tre o quattro giorni Paolo non poò venire.
Finalmente ritorna e usciamo di nuovo motoscafo tutto il giorno. Solita lezione di guida per mia moglie: un tutt'uno lei il motoscafo e Paolo.
La sera li lascio ballare insieme, ballano bene, sembra che stiano insieme, Mi sembra che lui provi a toccarle l'orecchio con le labbra, lei si ritrae, lo rimprovera, lui si scusa, lei accetta bonariamente e continua a ballare.

La bacia sul collo, lei si ritrae sorpresa per guardarlo in faccia ma lui ne approfitta per darle un delicato bacio sulla bocca, lei scuote la testa, come se lo invitasse a stare buono, a non rovinare l'amicizia e farsi cacciare, ma continua a ballare.

La serata continua con lui irreprensibile e sempre galante, con grande sicurezza, mettendo mia moglie di nuovo a suo agio, come se non fosse successo niente (io ufficialmente non ho visto niente).

Per diversi giorni non potrà venire, ma non mancano corteggiatori occasionali che le fanno rimpiangere Paolo.

Finalmente Paolo mi avvisa che in serata sarà in discoteca e mi
raccomanda di farla essere e sentire sexy per l'occasione.

Shopping nel pomeriggio.

Visto che è divertente anche per lei vedere come Paolo prova a flirtare, propongo a mia moglie di sorprenderlo e "torturalo" con un abbigliamento provocante. L'idea di divertirsi a provocarlo le piace.
Compra con il mio aiuto e consiglio entusiasta: magliettina corta in vita, giacchettino di cotone, molto leggero, per la sera sul mare,
e leggins leggerissimi e decisamente sexy. Ma tanto siamo al mare, le dico, ci vai pure in costume.

Lui nota e gradisce moltissimo.
Ballano, lui è come sempre gentile e cortese, noncurante e divertente.
Un paio di volte lei torna a dirmi se voglio ballare io un pò con lei.
La prima volta le dico che con lui balla meglio, che mi piace vedere come balla.
La seconda volta le dico di stare tranquilla riguardo a me, perchè sto bene così, e di godersi la serata e il cavaliere.
Certamente voleva che io la salvassi da se stessa, per questo è tornata un paio di volte a dirmi che ora toccava a me ballare con lei.

Col passare della sera ballano con lui che tiene le labbra vicinissime al collo di lei, che non dice niente.
Le bacia il collo, lei fa per ritrarsi e lui la bacia in bocca, lei lo guarda e lui la ribacia lei non dice niente, disapprova con lo sguardo, ma riappoggia la testa.
Lui la lavora al collo (gli ho detto che è sensibilissima)
lei si gode i baci sul collo per qualche secondo, poi fa per ritrarsi ma lui coglie subito l'occasione per baciarla e questa volta il bacio è più passionale, ma lei subito riappoggia la testa.
Ballando, lui infila una mano sotto il giacchetto, sul seno.
Passano diversi minuti.

Lei è totalemte sua ormai.
Non vedo se con la mano lui è entrato anche sotto la magliettina, ma mi sembra di sì. Con il giacchetto che copre non si vede bene (il giacchetto è stato un suggerimento di Paolo per far si che lei non
reagisse se toccata troppo apertamente sotto gli occhi di tutti) ma lui la sta portando su di giri, per tutto il tempo necessario, per il buon esito della serata.
Lei si gode il palpeggiamento del seno e i baci sul collo, cambia posizione per farsi baciare anche dall'altra parte del collo, come fosse un massaggio di benessere.

Nel cambiare posizione incolla per alcuni secondi le sue labbra a quelle di Paolo.

Paolo mi fa segno, è ora di andare nella stanza da me riservata nell'albergo a lato della discoteca (albergo dove Paolo è conosciuto).

Si incamminano, lui la tiene cinta con il braccio sinistro, la avvolge stando sempre con il braccio sotto il giacchetto, la tiene molto vicina, un pò davanti a lui, e sono sicuro che con la mano sinistra continua a titillarle un capezzolo, per tenerla calda. Le parla all'orecchio e la bacia sul collo e sulle guancie mentre la guida fuori dalla folla e verso l'abergo.

Io li precedo in camera e mi nascondo.

Entrano, lui le toglie il giacchetto e la maglietta quasi tutta già tirata su, anche il reggiseno è già sollevato, forse da quando ballavano.

Le bacia i seni, i capezzoli, non si stacca. Lei, con la testa reclinata all'indietro per il piacere finalmente pienamente goduto senza dover sembrare impassibile, gli attira la testa verso il suo seno, le mani affondate nei capelli (che io non ho).

Lui scende, la finisce di spogliare, la bacia sotto, e inizia a lavorare di lingua. Lei quasi non sta in piedi, vorrebbe poggiarsi. È lei che si sdraia sul letto per farsi slinguare comodamente.
Poi lui risale a baciarle i seno mentre con un paio di dita della mano destra la penetra, muove le dita un pò dentro-fuori e un pò, tenendole dentro, le muove in avanti, verso il pollice che intanto
massaggia il clitoride, come se volesse farla squirtare.

Lei gli toglie con impazienza la camicia, gli slaccia i pantaloni e allunga la mano sul suo membro, ora massaggiandogli il glande per
"ricompensarlo" di quello che lui le sta facendo, ora afferrandolo tutto in mano per "sentirlo".

Lui torna con decisione a slinguarla sotto. Mentre lui lavora di lingua lei, ormai completamente partita, allarga di più le gambe e spinge verso di lui il bacino. In altri momenti alza le gambe e poggia i piedi sulle spalle di lui e sul collo come a carezzarlo.

È il momento. lui le sale sopra e lei lo asseconda disponendosi alla monta.
Nel momento in cui lui entra sento il rantolo di piacere di mia moglie. Io arrivo: mi stavo segando da quando erano entrati in camera.
E così, mentre per loro inizia il meglio, per me è già finito.
Mi ero ripromesso di non toccarmi affatto, ma, quando sono entrati e ho visto che già non aveva quasi più maglietta e reggiseno e lo baciava come mai aveva baciato me, sono partito.

Vanno avanti per mezzo'ora almeno senza interruzione. Lei lo abbraccia, passa le sue mani sul suo dorso, sul sedere, sui fianchi, lo vuole sentire tutto, si baciano e lui la lavora "scopandola" in bocca con la lingua.
Lei lo incita semplicemete, ma con convinzione: si muoviti così!, ecco si!, mmmmmm, ahhhhhh, si, dai, ecco! ora vengo sopra un pò io.
Cambiano posizione, lei passa sopra; ruota il bacino per sentirlo meglio, si tuffa su di lui per baciarlo e "penetrarlo" lei con la lingua, perchè ora tocca a lei (è un pò portata al comando mia moglie, o almeno a esercitare la famosa "parità").
Arrivano insieme.

Lui finito, la aiuta a rivestirsi. Lei si preoccupa di me: chissà che penso non vedendoli più in pista da un pò.
Lui la tranquillizza e scherza perchè in fondo sono stato io a dirle di godersi la serata e il cavaliere.
Lei riflette qualche secondo su tutto quello che è successo e, dalla sua espressione capisco che ha "capito". Uscendo dalla camera sento che gli chiede: Allora sarà contento?

La serata non è finita; appena ci rivediamo in discoteca mi chiede se voglio ballare con lei finalmente. Accetto.
Mentre la tengo tra le braccia la sento ancora calda e sensuale. Ho una moglie che sa godere.
E non mi succede come quando scopavamo (da anni noi due non facciamo niente ,e fino a stasera lei si era matenuta proprio casta): sempre io mi sentivo nel dubbio se lei avesse goduto o no. Questa volta sono tranquillo e, all'idea di una moglie che può godere come l'ho vista stasera, mi torna duro. Lei se ne accorge e mi dice: non ti montare la testa, a cuccia.


giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI


I vostri commenti su questo racconto
Autore: Gigi Invia un messaggio
Postato in data: 22/05/2020 17:10:37
Giudizio personale:
Veramente intrigante.


Dal Sexy Shop di Desiderya...
In: Sex toys
Kit plug anali blu fucsia rosso
Kit plug anali blu fucsia rosso
Set di 3 plug anali in jelly scorrevole con profum...
[Scheda Prodotto]
In: Sex toys
X-10 beads viola
X-10 beads viola
Palline anali con diametro crescente per una maggi...
[Scheda Prodotto]
In: Sex toys
Strap on con doppio dildo e slip
Strap on con doppio dildo e slip
Double Tip Strapon Penis Dong.Questo magnifico gio...
[Scheda Prodotto]