i racconti erotici di desiderya

Mia moglie si convince


Giudizio:
Letture: 0
Commenti: 1
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo
Ci siamo, finalmente si scopa in tre con mia moglie al centro delle attenzioni. Si alla fine ha accettato, dopo tanto penare, dopo tanto insistere, dopo tanti discorsi e incitamenti, dopo aver usato tutte le tecniche possibili ed immaginabili per poterla portare a dire “si ci sto, facciamolo in tre, mi voglio sentire riempita in tutti i buchi, forse hai ragione tu ci vuole un terzo nel letto con noi, ora lo voglio, facciamolo, portami uno stallone e scopiamo come pazzi, sei riuscito a convincermi, ora lo desidero davvero”. Ragazzi a quelle parole non ci ho visto più, ero felicissimo finalmente si realizzava il mio sogno, vederla scopare con un altro e con me partecipe. Dio come ero felice. L’ho abbracciata, baciata e palpata tutta, l’ho stretta a me e le ho detto:

 Grazie amore mi rendi l’uomo più felice del mondo, lo sai quanto l’ho desiderato tesoro. Sei fantastica e una brava moglie, davvero.

Dopo abbiamo scopato come mai prima, è stata una scopata stupenda, l’ho scopata in tutti i modi e le ho fatto bere litri di sborra, avevo le palle proprio piene di sborra tanto mi ero eccitato. Potreste pensare: come, sei contento di diventare cornuto? No, non stavo diventando cornuto, non è questo essere cornuti. Questo significava per me, e lo significa ancora, che il rapporto con mia moglie stava progredendo, si stava rinvigorendo, stavamo passando ad una fase del rapporto più completa, più genuina, più viva, più vera, più intima, più coinvolgente e che ci legava di più, in cui conta solo l’appagamento dei nostri sensi; l’altro era necessario per completare questo percorso e doveva avere certe caratteristiche ma eravamo, e tuttora siamo, noi al centro del gioco e della scena. Avere un terzo a letto con noi non è solo trasgressione, è qualcosa di più e così che io dimostro l’immenso amore che provo per mia moglie ed è così che lei mi dimostra il suo, no ragazzi questo per me non è essere cornuti è solo qualcosa di meraviglioso che finalmente competa il mio rapporto con mia moglie.

Ma andiamo con ordine. Come ho avuto modo di dirvi in un altro racconto “Il mio primo trio”, mia moglie è sempre stata restia a qualunque pratica trasgressiva che andasse al di fuori degli stereotipi di un sesso ritenuto dalla maggior parte “normale”, figuriamoci al sesso in tre. Al massimo mi concedeva il pompino senza ingoio, cosa che lei riteneva schifosa, e l’inculata. Avevo tentato alcune volte di affrontare il discorso in maniera più o meno spiritosa, come una battuta buttata lì sulla quale poi costruivo scenari in cui eravamo in tre a letto:

 Amore ti immagini un uomo che scopa con noi, potremmo metterti al centro dell’attenzione.

 Che dici, dai smettila, che discorsi fai. Non scherzare su.

 Non scherzo gioia, immaginati due uomini che ti baciano per tutto il corpo fino a leccarti nelle parti più intime. E poi pensa come sarebbe bello avere un cazzo in figa ed uno in bocca. Sentirti riempita da due cazzi. Mmmmmmmmmmmm, amore pensaci, non sarebbe bellissimo?

 Ma che dici, vuoi essere cornificato?

 Che c’entra, sarebbero corna se lo facessi di nascosto e a mia insaputa, ma così sarebbe solo mettere un po' di pepe nel nostro rapporto e poi mi piacerebbe vederti felice così.

 E tu pensi che così sarei felice?

 Si penso proprio di si, anche se tu non lo vuoi ammettere.

 Ma dai smettila, finiscila con queste cazzate.

Ecco questi erano i discorsi che ogni tanto riuscivo a fare con lei, ma lei la prendeva sempre in tono scherzoso o offeso. Stavo sempre a studiare qualche strategia che riuscisse a convincerla. Ma niente, non ne trovavo. Sono andato anche su siti di cuckold per cercare consigli, ma niente. È vero: ogni caso è un caso a parte e va trattato in maniera diversa dagli altri. Noi eravamo un caso difficile e non comune, a quanto pare, perché di tutti i consigli che ho trovato nessuno si adattava alla nostra situazione. Ero disperato non sapevo che fare. Poi ho avuto quell’incontro con la coppia descritta nel racconto citato sopra, e questo ha dato una svolta, lieve si ma decisiva.

Il lui della coppia che ho incontrato, Gaetano, voleva scoparsi mia moglie e coinvolgerci in un trio o in uno scambio di coppia. Dopo l’incontro con loro iniziò a darmi consigli. Ma di tutti i consigli che mi ha dato uno solo ha funzionato, coinvolgerla nella visione di filmini porno con tematica principalmente, ma non solo, di sesso a tre. Questa è stata la strada che ho seguito, d’altronde, anche se era da un po’ che non lo facevamo, con mia moglie ogni tanto vedevano filmini porno. Ho iniziato quindi a scaricare filmini porno da vari siti e piano piano li ho introdotti nel nostro rituale sessuale.

Il rituale dei nostri accoppiamenti era standard. Avevamo dei giorni stabiliti, Martedì, Giovedì e Sabato nei quali ci confermavamo la volontà di scopare salvo qualche imprevisto tipo mal di testa o altro. Quando ci apprestavamo ad andare a letto io mi preparavo prima di lei, lavandomi in maniera adeguata, sapone intimo ecc. Appena finivo e mi coricavo toccava a lei prepararsi. Nell’attesa che lei completasse le sue abluzioni mi trastullavo menandomelo un po' pensando a scene spinte fino a quando non si coricava anche lei e iniziavamo a scopare. Poi ebbi il consiglio dei filmini porno, allora nell’attesa che lei si preparasse io l’aspettavo guardando questi filmini che avevo accuratamente memorizzato nel tablet. Lei veniva a letto e le prime volte faceva la schifata:

 Ma che fai, vedi sti filmini?

 Non è una novità, l’abbiamo fatto alcune volte, se ricordi.

 Si, ma non a letto.

 A letto viene meglio, siamo già pronti a scopare e i preliminari li facciamo guardando il film.

 No, dai lascia stare, perché guardare sto schifo.

 Ma dai prova almeno, vedi come va. Vediamo se ci eccita di più.

 E va bene.

All’inizio l’ha presa molto alla larga e quasi cercava di fare in fretta per iniziare a scopare e terminare presto al visione del filmino. Poi con il tempo la cosa l’ha iniziata ad apprezzare fino a diventare un cosa normale guardare i filmini per eccitarsi al punto giusto. Infatti iniziò piano piano a guardare lo schermo del tablet appoggiandosi alla mia spalla e rannicchiandosi contro il mio corpo. Iniziò a masturbarmi mentre guardavamo il filmino e notavo che in certe scene la presa diventava più decisa e passava anche a strofinarmi le palle salendo con la mano lungo l’asta per poi ridiscendere in un andirivieni stupendo, lo faceva benissimo, più si eccitava guardando le scene del film meglio lo faceva. In queste occasioni mi sono accorto che il suo modo di baciarmi e di trastullarmi dipendeva dalle scene che guardava e questo è quello che mi ha fatto capire quando fu pronta al passo successivo e cioè al terzo a letto. Infatti io ho usato la tecnica consigliatami di guardare filmini prima di coppie singole e poi introdurre piano piano filmini in cui c’erano dei trii mmf, principalmente coppia marito-moglie con amico. In questi casi mi accorgevo che quando nella scena c’era la donna con un cazzo in bocca e uno in figa o uno in culo e l’altro in figa lei aveva dei fremiti e accentuava le sue attenzioni sul mio cazzo. La masturbazione migliorava e diventava più sensuale, addirittura sentivo dei fremiti nella sua mano in certe scene particolarmente spinte, come quando si vedeva la lei del trio con un cazzo in bocca e l’altro che le leccava la figa.

Finalmente arriviamo, dopo circa tre pazienti mesi di questa procedura, alla sera in cui acconsente a cercare un uomo da introdurre nel nostro letto. Mentre eravamo intenti nella visione del filmino e nei preliminari alla scopata, quella sera il filmino proponeva un marito che invitava a cena un amico e, preventivamente d’accordo con il marito, si presentava con un terzo amico, un nero con un cazzo enorme, ho notato che alla vista del cazzo di quel nero che entrava nella bocca della donna e di lei che magistralmente riusciva ad infilarne più di metà, mentre gli altri due si contendevano la sua figa e i seni, la sua attenzione si accentuò e la sentiti tremare dl piacere.

 Vedi com’è bello amore?

 Si, è vero, avevi ragione.

 Toccati anche tu tesoro, con l’altra mano senza smettere di masturbarmi. La posizione non mi consente di entrare la mano nella tua figa.

 Sono già bagnatissima tesoro, senti.

La toccai in figa e in effetti sembrava che avessi introdotto il dito in un buco pieno di liquido, tanto era bagnata. A quel punto si buttò sul mio cazzo e se lo mise tutto in bocca, sempre con gli occhi rivolti allo schermo del tablet, come mai aveva fatto prima. Iniziò a succhiarmi le palle, salendo con la lingua lungo tutto il mio cazzo fino ad arrivare alla punta per introdurlo quindi tutto in bocca, entrandolo di colpo fino a farlo arrivare alla gola, non lo aveva mai fatto così, era proprio eccitata e pronta al passo successivo. Stavo posando il tablet per iniziare la scopata ma lei mi fermò.

 No, non toglierlo voglio spompinarti mentre guardo il filmino, tienilo così in modo che possa succhiarti e contemporaneamente guardare lo schermo.

 Ok tesoro, come vuoi.

Continuò a succhiarmi, mentre guardava il quartetto impegnato nelle loro evoluzioni, in modo così intenso da farmi anche male alcune volte, quando aumentava il risucchio della bocca e quando scendeva freneticamente con la testa per poterlo infilare tutto in bocca fino alle palle. Fece anche una cosa che non aveva mai fatto, si introduceva il cazzo tutto in bocca e con la lingua mi leccava le palle mentre mi spompinava. Ad un certo punto lo esce dalla bocca e mi dice.

 Scopami la bocca.

Non ci ho visto più. Mi sono quindi messo in ginocchio in modo da poter muovere il cazzo per poterla scopare in bocca con foga, in modo comunque da consentirle ancora la visione del film. Inizialmente davo dei colpi lunghi e veloci in modo da uscire completamente il cazzo per poi rientrarlo fino alle palle, sentivo la parete della sua gola sbattere sulla punta del mio cazzo, tanta era la foga con cui entravo dentro la sua bocca. Ad un certo punto mi prende i glutei con tutte e due le sue mani e mi invita a restarle dentro la bocca, muovendomi si ma con movimenti meno ampi per non farlo mai uscire da quella caverna calda e accogliente. Lo voleva sentire tutto dentro, voleva sentire la sua bocca piena del mio cazzo, quasi come se non sentirlo dentro la facesse soffrire.

Non voleva più soffrire, voleva liberarsi dei suoi tabù, finalmente cercava di recidere i legami con la sua mentalità costruita su falsi pudori e dettata da stupide convenzioni sociali che confondevano il rispetto del prossimo e delle regole etiche con la ricerca di una condizione di felicità, trasgressiva si ma pur sempre rispettosa delle regole fondamentali di civiltà e volta al soddisfacimento delle voglie sia proprie che altrui senza prevaricazioni di sorta. Una condizione in cui la scopata non è solo una scopata che ti porta a sborrare e quindi all’orgasmo, ma un momento di ricerca del soddisfacimento di chi partecipa al rapporto sessuale senza prevaricazioni di sorta: in poche parole un rapporto di dare ed avere, donarsi completamente all’altro e ricevere tutto se stesso dall’altro. Era questo che volevo e finalmente ci ero riuscito.

Mentre la stavo scopando in bocca, e visto il momento propizio, ho pensato bene di iniziare a dare la svolta decisiva alla strategia adottata.

 Tesoro se solo potessi leccarti la figa, ma in questo modo devo togliere il film.

 No ti prego, fammelo finire voglio vedere come glielo entra nel culo quel cazzo enorme.

 Se ci fosse un altro ora, potrebbe leccarti lui.

 Mmmmmmmmmmmmmm, si sarebbe bello.

Cazzo ho pensato, ci siamo, è la volta buona.

 Allora vediamo di trovare qualcuno?

 Si dai, ma per ora continua a scoparmi la bocca. Poi ne parliamo. Concentrati su di me ora.

Continuammo così fino a quando nel film non si arrivò alla conclusione con la solita abbondante sborrata da parte dei tre maschi sulla faccia della donna e nella sua bocca. A quel punto io venni e mia moglie, cosa che non aveva mai fatto, iniziò a bere la mia sborra, ed avendo le palle gonfie per la troppa eccitazione avevo nu bel po' di sborra da far uscire, lei sfilò il cazzo dalla sua bocca e iniziò a strofinarselo in faccia e sui seni fino ad essere tutta imbrattata dal mio sperma. Iniziò anche a leccare la parte di sborra che era vicina alla sua bocca. Ero esterrefatto, mai aveva voluto bere la mia sborra, non aveva mai voluto neanche farsi eiaculare sul corpo. Era successo il miracolo tanto atteso.

La baciai sulla bocca, imbrattata di sborra, e ci abbracciammo in una stretta piena d’amore e sensualità.

 Che ne dici amore, ti è piaciuto?

 Si, è stato fantastico.

 Non pensi che se fossimo stati in tre, sarebbe stato più completo e più eccitante?

 Si, in effetti ad un certo unto avrei voluto avere un cazzo in figa mentre ti spompinavo, ma un altro con noi, è consigliabile? Che sappiamo che tipi sono, e come lo scegliamo? Senti amore cerchiamo di restare così, il rapporto si è evoluto un po’, basta così perché andare oltre?

 Ma tesoro lo hai detto anche tu, che un altro uomo avrebbe potuto darti ciò che uno solo non può darti. La penetrazione doppia, sentirsi riempita in tutti i buchi contemporaneamente, succhiare e farsi scopare nello stesso tempo. Perché ci stai ripensando, pensaci bene un altro a letto con noi stasera non sarebbe stato perfetto?

 Si, è vero ma ho paura, chi scegliamo? Come lo scegliamo?

 Per questo non ti preoccupare, non scegliamo uno a caso, ma faremo una scelta oculata e condivisa. Sarai tu a sceglierlo.

 Ma dove lo cerchiamo?

 Faremo un analisi degli amici possibili, quelli che pensiamo possano avere queste inclinazioni. Se non ne troviamo o se preferisci cercheremo nei siti di incontri.

 Ok, domani ci penseremo e inizieremo a cercare una soluzione, tesoro.

Non volevo che il momento passasse senza nulla di fatto, quindi l’indomani dopo pranzo, iniziai il discorso della ricerca del terzo.

 Allora come facciamo per cercare il nostro uomo?

 Cosa?

 Ricordi ieri sera abbiamo detto che avremmo cercato uno da introdurre nel nostro letto

 Ma ne sei proprio convinto? Vuoi essere proprio cornuto?

 E dai ti ho già spiegato che non è la stessa cosa e poi ieri era decisa. Pensa a ieri sera.

Dopo aver riflettuto qualche istante esclama.

 Si ci sto, facciamolo in tre, mi voglio sentire riempita in tutti i buchi, forse hai ragione tu ci vuole un terzo nel letto con noi, ora lo voglio, facciamolo, portami uno stallone e scopiamo come pazzi, sei riuscito a convincermi, ora lo desidero davvero.

Fu così che iniziammo a cercare l’uomo giusto da inserire nei nostri rapporti.



giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI


I vostri commenti su questo racconto
Autore: Maturicatania50 Invia un messaggio
Postato in data: 10/08/2018 21:30:21
Giudizio personale:
Bel racconto


Dal Sexy Shop di Desiderya...
In: Sexy party
Perizoma caramelle commestibile vari colori
Perizoma zuccherino da strappare a morsi. Hai la p...
Prezzo: € 16.45
[Scheda Prodotto]
In: Coadiuvanti
Wingman condom 8pz
Wingman e il profilattico che puo essere indossato...
Prezzo: € 14.00
[Scheda Prodotto]
In: Sexy party
Candeline pene 6pz rosa
Set da sei candele a forma di pene da usare per to...
Prezzo: € 14.09
[Scheda Prodotto]
In: Sexy party
Candeline pene 6pz rosa
Set da sei candele a forma di pene da usare per to...
Prezzo: € 14.09
[Scheda Prodotto]