i racconti erotici di desiderya

Lei - 4

Autore: Bobo45sex
Giudizio:
Letture: 0
Commenti: 1
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo


lunedì, in ufficio, lui naturalmente ricominciò a tessere le lodi di mia moglie, con sempre maggiore audacia: che bel corpo, che donna simpatica, che femmina arrapante, e io che sicuramente non l'apprezzo come merita, che sicuramente non la soddisfo, perchè una femmina così ha bisogno di un vero maschio, passionale, potente, porco, che sappia soddisfarla fino in fondo...

io fingevo di prendere questi discorsi come uno scherzo, ma in effetti mi eccitavano da pazzi, immaginavo che lui la possedesse sul nostro letto mentre io li guardavo e mi masturbavo, mmm, mia moglie che mi cornificava con quel toro arrapato...

quel giorno andai due volte al bagno, per sborrare... il maiale mi mandava in tilt con le sue parole e la mia immaginazione galoppava...

da casa quella sera ci fu il solito scambio di mail e di foto, ma l'atmosfera era ancora più carica di sesso e il mio collega si spingeva sempre più in là, e lei accettava anche i complimenti più spinti ed anzi si eccitava senza ritegno...

al martedì lui mi raccontò tutto e come al solito mi mostrò pure le foto, esprimendo la sua meraviglia che nè la mia "amica" nè suo marito mi avessero fatto cenno alla situazione e aggiunse che era certo che lei avesse un bel viso, che fosse bella in volto quanto lo era nel corpo, però l'accordo a cui si attenevano entrambi era che nè l'uno nè l'altro dovesse svelare le proprie fattezze...

quella sera dovevamo uscire con amici e quindi il nostro solito appuntamento saltò...

ma mercoledì mi balenò un'idea: le chiesi di indossare un anello molto vistoso e molto particolare che le avevo da poco regalato e lo inquadrai bene quando le scattai le foto mentre si sditalinava, perchè pensavo di farglielo mettere al mare prima o poi, quando avessi deciso di svelare a lui il mio gioco perverso... mi incuriosiva vedere la sua reazione...

il tempo intanto peggiorava e sicuramente quel week-end non saremmo andati in spiaggia...

al sabato mattina infatti pioveva e proposi a mia moglie di invitare a cena il mio collega... la porca ne fu ben lieta e lui, appena gli telefonai, accettò con entusiasmo... mi era scattata un'idea...

acquistammo solo cibi già pronti ed ottimi vini, così che lei ebbe tutto il tempo per prepararsi con cura, ed infatti ci mise molta attenzione: trucco accurato, profumo inebriante, abito sexy... le chiesi di mettere l'anello che mi piaceva moltissimo, che le stava così bene ... non si meravigliò più di tanto...

lui arrivò con dolci, spumante, fiori, esattamente come avevo immaginato, e fu una cena brillante e divertente, mangiammo benissimo, ma soprattutto bevemmo molto...

quasi subito lui notò l'anello e io capii che aveva compreso tutto... però seppe fingere indifferenza, anche se notai che ogni tanto mi guardava di soppiatto e immaginavo che si stesse chiedendo a quale gioco io avessi giocato finora...

comunque, fu abile nello stuzzicare mia moglie e nel passare da una corte discreta a complimenti man mano più pesanti ed espliciti, sempre più espliciti... spesso la sua mano era sotto la tovaglia ed io ero certo che stesse palpandole le gambe, le cosce (ma fin dove si spingeva?) non sapevo se lei avesse indossato o meno le mutandine, sicuramente il reggiseno non lo aveva, perchè si vedevano chiaramente i capezzoli

duri sotto il tessuto leggero dell'abito...

mi accorsi che iniziavo ad arraparmi, e che pure lui era allupato e mia moglie non era meno eccitata di noi...

oramai l'atmosfera era al limite dell'ebollizione...

quando lei volle portare in cucina alcune stoviglie, lui si offrì di aiutarla...

io dissi che avrei intanto preparato un drink per il dopocena...

erano in cucina da un bel po', sentivo le loro voci, le risatine, i silenzi...

non resistevo... andai piano nel corridoio, fino alla porta della cucina, appena appena socchiusa...

si stavano baciano, eccome si stavano baciando... un silenzio inframmezzato da sospiri, da mugolii a stento trattenuti... le bocche incollate, ma le mani, soprattutto quelle di lui, scorrevano con impeto,

si infilavano sotto l'abito di mia moglie, esploravano il suo corpo - che lei muoveva simuosamente non certo per sfuggirgli ma anzi per eccitarlo ancora di più... e lui si eccitava, sì, cazzo, quanto si eccitava...

il maialone si strofinava senza ritegno contro la sua coscia e si lasciava sfuggire sottovoce parole porchissime che lei - non l'avrei mai creduto - lo incitava a ripetere: maiala, porca, troia, vacca... sembrava che non avesse mai desiderato altro che essere trattata così da un maschio infoiato, aveva perso veramente ogni ritegno, era irriconoscibile...

pensando fossi ancora in soggiorno, lanciò a voce alta un "Arriviamo subito...!" forse temendo che entrassi in cucina e li sorprendessi...

io rientrai in salotto e da lì rilanciai un "Sto finendo...!" per rassicurarla.



giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI


I vostri commenti su questo racconto
Autore: Alemarcprm Invia un messaggio
Postato in data: 12/12/2018 19:14:41
Giudizio personale:
Genio di un cuck perverso con moglie gran vacca quasi quanto la mia


Dal Sexy Shop di Desiderya...
In: Abbigliamento
Collant nero rete
Collant nero rete
Classico collant a rete con fascia elasticizzata i...
Prezzo:14.09 14.09
[Scheda Prodotto]
In: Abbigliamento
Reggiseno autoaderente trasparente
Reggiseno autoaderente trasparente
Il reggiseno che aderisce e la soluzione definitiv...
Prezzo: € 29.00
[Scheda Prodotto]
In: Sexy party
Ricarica da 24 euro
Ricarica da 24 euro
Acquistando la ricarica limporto verra automaticam...
Prezzo: € 24.00
[Scheda Prodotto]