i racconti erotici di desiderya

La vedovella


Giudizio:
Letture: 3319
Commenti: 0
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo
Quella che sto per raccontare è una storia realmente accaduta ad inizio febbraio tra il sottoscritto e una vedova di 59 anni. L’ho conosicuta a casa di un mio cliente, sono un consulente informatico, e svolgo anche visite a domicilio.

La signora, Anna, sorella di questo mio cliente si mostra subito interessata al mio lavoro e per tutto il tempo non fa altro che farmi domande su domande, mi parla di una figlia lontano e dei soldi che spende in telefonate.

Io le propongo di utilizzare skype, cosi’ telefona e vede la figlia e nipoti gratis. Lei accetta ma a una condizione che le dia delle lezioni private a casa sua.

La settimana dopo sono a casa sua, mi accoglie con un sorriso, il caffe sul fuoco, era vestita normalmente con una veste leggero per la casa, ma chissa xché appena entro il mio cazzo ha un sussulto.

Dopo aver installato, il modem, internet, e aver telefonato alla figlia, mi chiede, dopo avermi fatto giurare di non rivelare niente a suo fratello, di mostrargli alcuni siti porno... sono 5 anni che è vedova e da 7 nn ha un orgasmo decente.

Passiamo in rassegna vari siti, visioniamo vari mpeg, scene di scopate, inculate, ompini e altro.... A questo punto decido di rischiare il tutto x tutto e gli infilo una mani tra le gambe, invece di protestare, serra le gambe, e mi da un bacino sulla guancia.

Doveva avere un lago nella fica, era tutta bagnata, la tiro a me e le affondo la lingua in bocca, lei dapprima risponde passivamente poi inizia a mulinare la lingua, infilandomela fino alle tonsille

Inizio a svestirla lentamente, la bacio sul collo, sul seno, le succhio le mordicchio i capezzoli e... qui Anna viene per la prima volta emettendo rantoli e gridando “dio santo, dio santo”, ma nn mi fermo qui le sfilo gli slip e affondo la lingua nella sua fica pelosissima, devo dire che seppur matura ha un buon odore e dopo altri due minuti zac, secondo orgasmo... magari fossero tutte cosi penso tra me e me

A questo punto tiro fuori il cazzo e lei si avventa contro, iniziando un pompino con una foga che non ho mai visto, in due minuti è andata un centinaio di volte dalla cappella alle palle, accidenti se non glielo tolgo faccio la figura del pivellino meglio passare all’attacco, x cui la spingo sul letto e le dico, adesso ti scopo come una troia. Tutto quello che vuoi ma niente parolacce, il tono deciso mi fa desistere da dirne altre, per cui dopo aver giocato un poco con la fica e con il clitoride glielo infilo fino alle palle.

Non pensavo fosse così stretta, ma sono bastate poche spinte perché la fica si adattasse al mio cazzo e un orgasmo la scuotesse tutta, sembrava avesse le crisi epilettiche.

Adesso tocca a me, mi dice e si impala sul mio cazzo prima davanti e poi mostrandomi la schiena, a un certo punto si è fermata e ha iniziato a contrarre i muscoli vaginali, ho dovuto pensare a qualcosa di butto per non riempirla la fica di sborra. Superato il momento critico la giro e la prendo a pecorina, e anche qui altri oragasmi. Ora però dopo aver fatto il giro del mondo col mio cazzo voglio sfondarle il culo. Anna nn vuole dice che nn l’ha mai dato a nessun nemmeno alla buonaanima inoltre da due giorni nn va in bagno, ma dopo l’ennesimo orgasmo acconsente. Mi infilo 1 preservativo e inizio a forzare il buchetto, ma sarà stato x i troppi orgasmi, lei nn ha sentito nessun dolore anzi solo piacere, e indovinate ha avuto un altro orgasmo. :L’ inculata è durata circa 5 minuti sento che sto x arrivare e voglio sborrarle in bocca, mi tolgo il preservativo, sporco di cacca, e glielo infilo in bocca pochi colpi di lingua e le verso una quantita industriale di sborra in bocca,

da allora ci siamo visti altre volte, ma questa è un’altra storia, se volete...


giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI



Webcam Dal Vivo!