i racconti erotici di desiderya

La vacanza fortemente voluta

Autore: Gattavogliosa69
Giudizio:
Letture: 0
Commenti: 3
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo
Dopo aver intrapreso questa bellissima strada, mia moglie è sempre stata continuamente contattata da tanti uomini di tutti i tipi e di tutte le età e ovviamente bisognava come è normale, fare una ampia selezione. C'è da dire che lei ha sempre prediletto uomini maturi. Tra i tanti contatti, l'aveva intrigata Stefano 57 anni, un gran porco romano dal fisico statuario, peloso e un gran viso da maialone barbuto.  A dispetto della sua fisiognomica  era però un tipo molto educato e galante, con cui Lucrezia varie volte si era già vista in cam. Lui pur avendo un cazzo normalissimo,  la intrigava molto  e le piaceva in particolare il suo viso voglioso e la sua inesauribile voglia di fare sesso e soprattutto il fatto di essere un abile corteggiatore come pochi. Viveva da solo (è separato) e ci invitò ad andare a Roma,  per ospitarci da soli in una sua seconda casa. Ci disse che potevamo andare in qualsiasi momento,  dovevamo solo avvertirlo prima, in maniera che lui si sarebbe reso libero e  disponibilissimo per noi.  Potevamo quindi stare durante il soggiorno, nella nostra privacy e se lei voleva,  quando voleva, loro avrebbero  potuto fare sesso in tutta tranquillità. Lucrezia, col tempo ormai aveva un continuo e ostinato desiderio di andare a trovarlo, soprattutto, dopo essersi  visti in cam diverse volte anche in maniera libidinosa ed esuberante mostrandosi anche in maniera spinta, e lui avendo più di qualche volta deriso di  me,   dicendo a Lucrezia  che lei  meritava a letto uno come lui e non un cornuto flaccido e poco maschio come lui mi definiva. Usava al cospetto di mia moglie queste frasi, invogliandola sempre più di andarlo a trovare per montarla e farla godere come meritava. Lucrezia decise e quando giunse il momento del viaggio, ci siamo messi preventivamente d'accordo con lui, per andare a fare una vacanza di una settimana a Roma ospite di Stefano.  Una vacanza riposante ma era chiaro che sarebbe stata sicuramente anche molto trasgressiva. Lui ovviamente per quella settimana si mise in ferie.

Un lunedì partimmo in treno e  al nostro arrivo alla stazione Termini, c'era lui ad attenderci. Come al solito, si presentò come lo avevamo conosciuto in cam e quindi non potevamo non vederlo, visto la sua stazza e visto come si veste sempre con vestiti eccentrici, vistosi e  particolari che si notano subito. Infatti aveva un cappello alla cowboy una camicia mezza aperta e un gilet di colore rosso, un pantalone di panno  nero e una mocassina lavorata a punta, molto particolare.

Ci salutammo, loro si baciarono sulla guancia , mia moglie era vestita normale con un jeans stretto , camicia e maglioncino, poco prima dell'arrivo si era data una ripassata al trucco, ci avviammo alla macchina con lui che con galanteria gli portava il bagaglio e una volta in macchina già pretese che lei si sedesse davanti accanto a lui.

Durante i 40 minuti  circa, di tragitto per arrivare a casa, si parlava del più e del meno, nessun cenno al sesso tranne una sua battuta in cui disse in maniera diretta,  che dopo diverso tempo di conoscenza a distanza, gli era diventato duro solo ad averla a fianco.  Arrivati a casa ci fece sistemare e vedere il nostro alloggio, era molto confortevole devo dire e dopo circa 1 ora ci lasciò soli , dicendoci che andava a casa sua, dove viveva, che distava circa 10 minuti dalla casa nostra  e che ci saremmo visti la sera verso le 20 per venirci a prendere, visto  che eravamo suoi ospiti in un ristorante in cui aveva prenotato.  Alle 20 era puntualissimo  da noi, vestito sempre in maniera vistosa diede dei consigli di vestizione a mia moglie che ancora si stava preparando con cura   e vidi che in un momento fregandosene di me e senza nessun timore,  affondò la sua mano sul culo di Lucrezia che per l'occasione aveva indossato una gonna a tubino molto stretta di colore rosso, che anzi gli sorrise sorniona per nulla infastidita da  quell'uomo estraneo che la palpava.

Partimmo per il  ristorante, all'andata, lui alla guida e lei accanto e tutto andò normalmente, anche al ristorante massima discrezione e tranquillità senza nessun cenno al sesso ma solo discorsi su vari argomenti.  Quando finimmo e dovevamo tornare a casa, lui indicò la strada al navigatore e pretese che guidassi io, mentre loro si accomodarono entrambi dietro. Lungo la strada lui molto intraprendente iniziò a baciarla in bocca e sul collo corrisposto da mia moglie e si toccavano le parti intime a vicenda, lui voleva qualcosa in più di baci e carezze,   ma lei si rifiutò con me presente. Arrivati a casa, lui mi fece parcheggiare la macchina nel garage e mi dice di salire in casa che loro mi avrebbero seguito a breve, capendo subito quello che sarebbe accaduto da lì a poco nella macchina. Infatti dopo circa un 25 minuti  salgono anche loro, lui la bacia sulla guancia e la lascia in casa,  mi saluta senza dire nulla e va via dicendo che ci saremmo rivisti l'indomani, disse che non voleva dilungarsi immaginando la nostra stanchezza dovuta al viaggio.   A letto chiesi a lei cosa avevano fatto in macchina e lei confermando i miei timori mi disse che gli aveva fatto un pompino prendendogli la tanta sborra in bocca ma sputandola subito dopo, visto che lei non ingoia e, mi disse inoltre che lui mentre sborrava godeva a voce alta come un maialone e che avevano rimandato all'indomani la prima scopata pur essendo entrambi molto vogliosi reciprocamente.  L'indomani mattina verso le nove lui arrivò a casa e portò 2 colazioni e preciso' che erano per loro due, io ero costretto a dover uscire per fare colazione e andare al bar. Così fu, io andai via senza portarmi le chiavi di casa  e dopo circa un'ora lui mi manda un  sms dicendomi di rientrare . Li trovai che si stavano sistemando per uscire (era chiaro che avevano scopato) per andare in giro per Roma.  Girammo per la città come se lui era il marito ed io l'accompagnatore, ma mai con toni sprezzanti o con umiliazioni, tutto si limitava ad essere loro a prendere le decisioni su cosa fare ed io, che le dovevo accettare. Quando la sera rientrammo, lui ordinò in un locale di sua conoscenza, del cibo da asporto erano circa le 18.30 e mi disse che io alle 20.00 circa dovevo ritirare la cena.  Loro se ne salirono sopra ed io dovevo aspettare in macchina fino all'orario del ritiro. Nel frattempo ovviamente pensai  che loro avrebbero sicuramente fatto sesso di nuovo. Infatti dopo la cena lui andò via e mia moglie a letto mi confermò che avevano scopato sia al mattino che la sera. Disse che lui era un gran porco e un bravo toro pur avendo un cazzo di misure normalissime. Gli piaceva essere leccato lungo tutto il corpo soprattutto i capezzoli di cui era sensibilissimo. Diceva inoltre che era un  instancabile leccatore di fica, cosa che ha fatto impazzire mia moglie, gli piaceva da morire sentire godere mia moglie mentre la leccava in maniera continua affondando il suo viso   ed avendo la barba, la faceva godere a più non posso con quello sfregamento della barba sulle labbra della fica eccitata. Lei più volte gli è venuta in bocca e lui imperterrito leccava ancora più intensamente e con più foga i suoi umori, insomma un vero porco come lei immaginava e come soprattutto voleva.

L'indomani, lui ci disse che aveva degli impegni e sarebbe venuto a casa nostra solo la sera , noi quindi avevamo un giorno intero per girare in città.

Durante quel giorno le telefono' varie volte e in una di queste, gli propose se lei da sola  era propensa a trascorrere la notte da lui. Lei me lo chiese dicendomi che si sarebbe rimessa alla mia decisione, ma vedevo chiaramente nella sua espressione  che era entusiasta di quella proposta e voleva fortemente andare da lui e trascorrere la notte con lui. Io gli dissi che poteva, lei mi diede un bacio liberatorio  e gioiosa diede subito la risposta affermativa a Stefano.  Non era assolutamente difficile pensare che sarebbe stata per loro  una bella notte di grandi porcate. Lui verso le 19.00 passò a prenderla a casa ma non sali nemmeno sopra, le telefonò che era sotto casa e che la aspettava in macchina, lei premurosa e già pronta,  dopo la doccia si era preparata vestita sexy con una altra gonna nera a tubino stretta e attillata, con stivali con tacchi a spillo e con un intimo in pizzo con perizoma da porca, si trucco' da zoccola e si portò anche abiti di ricambio, mi salutò e felice andò via. Li vidi dal balcone che lei appena sali in macchina nell' oscurità lo baciò in bocca e subito andarono via.

Pensavo e ripensavo  a come si sarebbero divertiti quella notte. A confermare quella ovvietà verso le 22.30 lei mi telefonò per darmi la buonanotte dicendomi che già erano a letto e subito dopo aver chiuso la telefonata mi mandò un breve video di un pompino in cui lui tenendola per la coda dei capelli,  gli diceva " dai troiona succhiamelo tutto, leccami pure i coglioni". Lei era in intimo con perizoma e autoreggenti mentre glielo succhiava.

E il video finisce con un primo piano di lui  con la faccia  sorridente, sarcastico nei miei confronti e arrapato che godeva e ansimava e con le mani che facevano il segno delle corna mentre lei glielo leccava.

Il mattino seguente fino alle 9 nessuno si fece vivo, poi lei  mi telefonò per sincerarsi che tutto era ok e mi disse che erano ancora a letto e che sarebbero tornati a casa verso mezzogiorno per andare tutti assieme a pranzo fuori.

Quando arrivarono, erano entrambi con aria soddisfatta , lui sorridente e pure un tantino irriverente nei miei confronti,  di chi aveva perfettamente fatto il suo dovere di bull, montando e dando piacere alla donna di un altro. Quando, in un momento che eravamo soli, gli chiesi come era andata , mi rispose "alla grande, stanotte abbiamo scopato fino alle 2 e poco fa prima di venire qui, gli ho dato un'altra bella botta, quanto è calda e quanto è troia , mi ha prosciugato  ma l'ho montata, sbattuta in tutti i modi e soddisfatta come Dio comanda per una come lei". Quel giorno andò tutto normalmente, io poi la sera a letto, chiesi pure a lei come erano andate le cose la notte precedente e mi disse che avevano scopato intensamente e che si era fatta pure inculare da lui. Lui aveva preteso che per tutto il tempo entrambi in casa stessero solo in intimo, lei vestita da troia con autoreggenti e tacchi e lui in slip con il cazzo che durante l'eccitazione si vedeva negli slip pronto per montare mia moglie. Mi confermò che quando lui sborrava aveva una copiosa sborrata e gridava come un porcone,  che lei  lo aveva cavalcato di sopra senza tregua e che lui a pecora l'ha sbattuta vigorosamente schiaffeggiandogli il culo. Insomma mi confermò in tutto che avevano fatto sesso in ogni angolo della casa. Lui, per essere ancora più carico, si era preso anche una pastiglia blu che a detta di mia moglie aveva dato ottimi risultati visto le sue prestazioni. Insomma, mi confermò che l'aveva montata a dovere e soddisfatta tanto. Il venerdì, lui  la mattina aveva impegni pregressi e sarebbe venuto da noi a pranzo, infatti arrivò verso le 12.30 e pranzammo in casa . Durante la preparazione del pranzo  non perdeva occasione di strusciarsi la patta gonfia che si intravedeva nei pantaloni   al culo di mia moglie e di allungare le mani sui fianchi e sul culo, lei si era vestita provocatoriamente con dei fuseux strettissimi con sotto il perizoma che gli  solcavano benissimo le pacche del culo e gli facevano intravedere lo spacco della fica sempre eccitata, facendo scatenare in chi la vedeva la libidine sessuale. In tutta sincerità devo dire per onestà, che mia moglie mai si scompose  minimamente alle "palpate" di lui, anzi annuiva sorridente come se non aspettasse altro.  Era chiaro che entrambi volevano scopare di nuovo.

Infatti subito dopo pranzo, mi chiesero se potevano chiudersi in camera da letto perché disse lui "abbiamo una pratica da sbrigare che a te, non ti riguarda "

Andarono in bagno a lavarsi e poi si chiusero a chiave in camera da letto, lui mi disse di non rompere e al massimo mi concedevano di origliare dietro la porta. Fu così, che poco dopo,  iniziarono le danze e li sentivo entrambi gemere, andai dietro la porta e non mi vergogno a dirlo, guardavo per quello che si vedeva dal buco della chiave. Riuscì a vedere un immagine che mi rimarrà per sempre in mente, lui con quel fisicone portentoso  era a carponi sul letto e mia moglie da dietro che gli leccava il culo e lui godeva da matti muovendo sinuosamente il corpo per poter farsi leccare meglio lo spacco in lungo e in largo. Il resto delle immagini erano quelle di una scopata molto movimentata con posizioni che si alternavano,  rumori, effusioni, gemiti e parolacce  che si susseguivano. Dopo circa 40 minuti,  lui uscì nudo e andò in bagno a lavarsi e poi anche lei andò a lavarsi. Si rivestirono e come se nulla fosse, i due amanti vennero da me per uscire in giro insieme. Ancora una volta devo ammettere che quando andavamo in giro il  comportamento del bull di mia moglie, era tranquillo e insospettabile anche nei miei confronti.

Quando la sera andammo a letto, lei mi parlava  entusiasta di quelle scopate quotidiane con lui e  quando gli dissi che avevo visto la sua leccata di culo,  lei ammise che gli piaceva tantissimo leccargli il culo (lo ha sempre fatto anche con altri bull) ancor di più a quel bestione perché averlo almeno per qualche momento ai suoi piedi , in cui lei dirigeva i giochi e lui era alla sua mercé la faceva sentire dominante al cospetto di un uomo così virile. Gli piaceva da morire e la eccitava infinitamente leccare quel peloso solco  e contemporaneamente solleticargli il cazzo,  sentirlo godere perché , anche a lui gli piaceva tantissimo subire quel bellissimo trattamento e la incitava a leccarglielo con il massimo impegno. Mi disse inoltre che l'indomani essendo l'ultimo giorno di soggiorno a Roma,  pur venendo lui già di mattina da noi, si erano messi d'accordo che nel pomeriggio sarebbero andati di nuovo a casa sua a farsi l'ultima grande scopata.

Infatti l'indomani mattina, lui alle 08.30 era già da noi e tutti assieme, prima, andammo a fare colazione  e poi tranquillamente in giro per Roma. Pranzammo pure fuori e vidi che  lui durante il pranzo si prese un'altra pillola blu e dopo aver pranzato,  verso le 14.00 rientrammo sotto casa, dove io scesi dall'auto, e loro invece come da accordi, andarono via a casa di lui  per farsi l'ennesima e ultima scopata. Tornarono a casa verso le 19.00 ancora una volta sereni e soddisfatti. Lui mi disse che l'aveva inculata di nuovo e che si erano divertiti tanto, e in un periodo di break tra una scopata e l'altra mentre erano a letto avevano visto pure un film porno e lui  gli aveva anche fatto vedere un paio di video che aveva sul telefono di suoi altri incontri pregressi con altre coppie. Non so se  per farmi ingelosire, ma mi disse anche che" è una gran troia fa dei pompini indimenticabili con la sua bocca calda e avvolgente, sei un gran cornuto da sempre, ma domani ti faccio un regalo ".

La sera cenammo fuori, l'indomani nel pomeriggio dovevamo ripartire, e lui   ci doveva accompagnare in stazione,  quindi avrebbe pranzato da noi. Quando arrivò verso mezzogiorno ci disse che aveva ordinato il pranzo. Verso l'una ci fu consegnato, pranzammo assieme e poi, lui senza dire nulla  se la prese per mano e si avviarono in camera da letto,  davanti a lei mi disse di restare li, ma di nascosto, mi fece anche un segno di intesa, dopo circa 10 minuti passai verso la camera da letto che lui sicuramente di proposito aveva lasciato  socchiusa e lo  vidi di spalle  in piedi con i pantaloni abbassati e lei in ginocchio che ancora una volta lo stava spompinando, mentre lui glielo porgeva in bocca. Si girò e si accorse di me, mi guardò con viso da bull superiore e soddisfatto di chi, ancora una volta stava dando e ricevendo piacere alla femmina di un altro,  mi fece segno di restare e si girò con il corpo, per farmi vedere bene mia moglie che aveva  il suo cazzo in bocca, era il regalo che mi aveva detto il giorno prima. Lei si accorse di me ed ebbe un cenno di tentennamento ma lui subito la incalzo' ordinando di continuare a lavorare e leccare perché "devo far vedere a quel cornuto come si trattano le mogli calde e porche come te"; e continuò a darglielo in bocca,  mia moglie obbedi' continuando a succhiargli il cazzo. Io continuai a guardarli fino a quando lui non cominciò ad emettere urla di piacere, segno che stava per sborrare e così fu, uscendo il cazzo dalla bocca di mia moglie e sborrando la sua abbondante  sborra a terra. Mia moglie si alzò e lui la prese per la testa e si baciarono intensamente con la lingua in bocca.

Quella era l'ultimo momento di piacere carnale prima di partire.

Si risistemarono e dopo circa mezz'ora ci avviammo alla stazione, lui pretese sempre che lei sedesse davanti e arrivati alla stazione gli portò il bagaglio, ci promise che appena il tempo e il lavoro lo avrebbero permesso, in qualche modo ci saremmo rivisti o a Roma o da qualche altra parte. Si baciarono furtivamente di nuovo in bocca e salimmo sul treno. 

La sera quando arrivammo ed eravamo a letto, parlando di lui, lei mi disse che era stata una gran bella vacanza in tutti i suoi risvolti e che lui gli piaceva perché era un bull certamente duro in certi aspetti ma mai violento, che mai ha abusato della sua indole di dominante ,sempre educato, galante premuroso ai piaceri della donna. Uno che ci sapeva fare veramente sia tra le lenzuola che fuori. La sbatteva in maniera si pesante ma mai violenta che chiedeva sempre prima di osare ed a lei piaceva molto quel modo di porsi nei suoi confronti. "Spero di rivederlo ancora" mi disse Lucrezia e infatti lo rivede ancora.



giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI


I vostri commenti su questo racconto
Autore: Totuccio2010 Invia un messaggio
Postato in data: 04/03/2023 10:26:59
Giudizio personale:
Se vero e avete possibilità di venire in Sicilia fatemelo sapo

Autore: Franco56 Invia un messaggio
Postato in data: 20/12/2022 17:25:34
Giudizio personale:
Eccitantissimo

Autore: Educatissimo Invia un messaggio
Postato in data: 20/12/2022 15:03:02
Giudizio personale:
Entusiasmante


Webcam Dal Vivo!