i racconti erotici di desiderya

La sorpresa

Autore: Chinotto
Giudizio:
Letture: 1919
Commenti: 1
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo
Quella mattina Rita era strana, c'era molta eccitazione nei suoi occhi, la salutai come tutte le mattine prima di andare a lavoro e lei mi disse:



"Oggi torna un po' prima che ho una bella sorpresa!"



Così feci, la sera tornai a casa un paio d'ore prima, tutto era stranamente silenziosa, Rita mi accompagnò in camera da letto, arrivati lì mi disse "Ora farai tutto quello che ti dico io!".



Mi fece sedere per terra con la schiena poggiata al letto, poi mi bendò e mi legò le mani al giro letto, cominciavo ad avere una vaga idea di quello che poteva essere la sorpresa, in fondo sapevo che Rita era una gran porca, ma la mia idea era lontana anni luce dalla realtà che di li a poco avrei scoperto.



Immobilizzato e cieco, sentivo dei rumori concitati, ad un certo punto un piede cominciò a carezzarmi il viso, "Annusalo" disse Rita, era un piede fasciato da morbide calze il suo odore me lo fece diventare subito duro, era un odore che conoscevo molto bene, era il piede di Rita, sentivo il cazzo che mi si gonfiava e spingeva, ma immobilizzato com'ero, non potevo nemmeno sfiorarlo. Quell'odore mi entrava dentro e mi scuoteva, Rita aveva sempre saputo quanto mi arrapasse l'odore dei piedi di una donna, improvvisamente un altro piede cominciò a sfiorarmi da prima in petto, poi saliva sempre più su verso la mia faccia, Rita mi ordinò: "Annusa e bacia anche questo", in quel momento ebbi una sorpresa che mi lasciò quasi di stucco, annusai quel piede, ma l'odore che salì mi era nuovo, mai sentito prima, stavo annusando il piede di qualcun'altra, mia moglie aveva portato qualche sua amica per divertirsi.

L'odore di questo piede, per me nuovo, mi fece eccitare come non mai, avevo i piedi due donne sul viso e quegli odori che si fondevano mi stavano stordendo, sentii delle mani che iniziavano a spogliarmi, "no, non è possibile!" pensai, i piedi erano ancora sul mio viso, doveva esserci una terza persona, mi spogliò completamente, il mio cazzo ora era duro e teso nell'aria. Sentii altri due piedi che iniziavano a carezzarlo!

Rita disse: "Ora puoi guardare!" Mi strappò la benda dagli occhi, venni investito da un'immagine che mi eccitò fin nel profondo: Davanti a me erano sedute in tre, tutte e tre vestite solo di calze autoreggenti, la prima era mia moglie Rita, sapevo già che fosse porca, ma non immaginavo fino a questo a punto, la seconda era Francesca, la ragazza di un nostro amico, era suo il secondo piede che mi avevano fatto annusare, avevo sempre sospettato che dietro quell'aria da ingenua ci fosse nascosta una grandissima padrona , la terza era Cristina, la migliore amica di mia moglie, lei mi stava carezzando il cazzo con i suoi piedi.

A quella vista la mia eccitazione superò ogni limite, cominciai ad annusare baciare e leccare quei due piedi che avevo vicino al naso, Rita continuava a dirmi "ti piace verme schifoso eh?" ed ancora "oggi sarai il nostro schiavo!", poi fece togliere il piede dalla mia faccia a Francesca e disse a Cristina di mettere il suo "Annusa il piede della mia amichetta, è una settimana che non li lava, apposta per te! Forza!" un nuovo odore intensissimo mi entro entrò dentro!

A quel punto Rita rivolta alle altre due: "Ora basta con i piedi, mettevi sedute, che ci facciamo leccare per bene!" E così si misero sedute tutte e tre a cosce aperte, con quelle fiche scure in mostra, bagnate ed odoranti di sesso, iniziai a leccare quella di Rita, gli passavo la lingua intorno al clitoride ed intanto con un dito all'interno la sditalinavo a dovere, la bocca iniziò a riempirsi di quel sapore dolciastro il sapore della fica di Rita, quanto mi piace, mentre facevo questo, le altre due si misero sotto di me ed iniziarono a succhiarmi il cazzo a turno un po' per uno, sentivo le loro lingue che scorrevano sulla mia cappella gonfia. A quel Punto Rita scostò la mia testa dalla sua fica, "Ora lecca la sua!" Indicando Francesca, Francesca si sedé sulla sedia a cosce aperte, aveva una fica pelosissima e riccia, Iniziai a leccargliela era bagnata fradicia per l'eccitazione, lei aveva un sapore più pungente, mentre gliela stavo leccano Rita tirò fuori due enormi cazzoni finti, uno lo indossò e iniziò ad infilarmelo nel culo violentemente, "prendilo tutto verme!" continuava ad urlare, sentivo quell'enorme cazzo nel culo, mi faceva un po' male ma il godimento che provavo era superiore al dolore, a quel punto Rita prese il secondo cazzone e disse a Cristina "Vieni qua, mettiti a pecora!", e gli infilo quell'altro enorme cazzone nel culo tutto insieme, per il dolore Cristina sobbalzò e gli uscì una lacrima, ma Rita continuava a stantuffarglielo nel culo, a quel punto il viso di Cristina si fece rosso, il godimento aveva preso il posto del dolore, e anche lei cominciò a muoversi per sentirsi scorrere quei due cazzoni nel culo. Rivolta a me Rita disse "Smetti di leccare la fica a Francesca, e vieni qua a leccarla a quest'altra porca!", e così mi misi sdraiato sotto Cristina, e iniziai a leccargliela, era bagnata e la sua fica si muoveva a ritmo delle botte che gli dava Rita, ogni tanto delle grosse gocce cadevano e mi riempivano la bocca, mentre facevo questo, Francesca si alternava un po' leccava il culo di Rita e un PO' mi succhiava il cazzo, a quel punto Cristina venne, inondandomi la bocca, Rita tirò fuori il cazzo che aveva infilato nel culo di Cristina, mi guardò e Mi disse "Devo sciacquarti la bocca, ce l'hai piena del succo di questa porca!" E così mi fece sdraiare, si accucciò sopra di me e iniziò a pisciarmi in bocca "Bevila tutta Porco!", a quella vista Cristina iniziò a pisciare nella bocca di Francesca che nel frattempo si era messa a cavallo sul mio cazzo, ficcandoselo ben bene dentro la fica, e così mi trovavo tutta la piscia di Rita in bocca e quella di Cristina che colava addosso a Francesca e finiva per inzupparmi per bene, una volta che ebbero finito tutte e due di pisciare, Rita e Cristina iniziarono a leccarsi la fica a vicenda, intanto Francesca si alzo in piedi ed mi prese la testa e mi premette la faccia con forza sulla sua fica, sentii un sapore acidulo in bocca, si anche lei mi stava pisciando in bocca, Rita, che intanto se la faceva leccare da Cristina, mi disse "Bevi tutto il piscio di quella porca di Francesca, non farne cascare nemmeno un goccio", per quanto mi impegnassi a ingoiare quella cascata di piscio, inevitabilmente un po’ fini per colarmi addosso e poi per terra, Rita se ne accorse, appena Francesca ebbe finito di pisciare mi fece pulire per bene la sua fica con la lingua, e poi ci mise a tutti e tre, io, Francesca e Cristina a leccare tutto il piscio dal pavimento, mentre lei con un piccolo frustino, ci frustava sul culo. Appena finito, Rita mi disse "Ti avevo detto di non farne cascare nemmeno una goccia, ora sarai punito", tirò fuori i due cazzoni di prima più un terzo, e li indossarono tutte e tre, "ora sarai la nostra troia" disse Rita, e vidi le facce di Francesca e di Cristina illuminarsi di un sorrisetto sadico.

Si rivolse quindi alle altre due: "Scopatevelo per bene", la Prima a scoparmi fu Cristina, m’infilò violentemente il suo cazzo nel culo e cominciò a spingere come se volesse spaccarmelo, Francesca intanto si mise davanti a me e mi disse "Succhiamelo troia!" intanto Rita cominciò a Succhiarmelo, e come me lo succhiava bene, stavo godendo come il porco che sono, Francesca e Cristina si scambiarono il posto e Francesca mi inizio a inculare ancora più violentemente di Cristina, mentre Cristina me lo faceva succhiare. A quel punto Rita si alzo e ci mise tutti e tre vicini a Pecora, tolse il cazzo alle altre due, infilò il suo nel mio culo, e con le mani spinse gli altri due nei culi di Cristina e Francesca, godevamo tutti e tre e le due troie intanto si sditalinavano e venivano strillando di piacere. Allora Rita tolse il suo cazzo mi girò e s’infilò tutto il mio cazzo dentro, cominciò a saltare su e giù finché non venimmo insieme, il mio cazzo sembrò esplodere in fiume di sborra che riempì la fica di Rita, che se la fece pulire immediatamente dalle abili lingue di Francesca e Cristina.

Ormai allo stremo delle forze avevo goduto tantissimo, e pensavo "Ed ora quale sarà la prossima sorpresa di mia moglie?"



giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI


I vostri commenti su questo racconto
Autore: Dr.Jackil&Mr.Hyde Invia un messaggio
Postato in data: 04/04/2014 17:45:09
Giudizio personale:
...bellissimo racconto...fortunatissimo ad avere una moglie così fantasiosa e porca


Dal Sexy Shop di Desiderya...
In: Abbigliamento
Leggings nero latex
Leggings nero latex
Leggins a vita alta realizzati interamente in late...
[Scheda Prodotto]
In: Sex toys
3 palline velvet rosa
3 palline velvet rosa
Trio della lussuria Palline dellamore in ABS scorr...
[Scheda Prodotto]
In: Sex toys
Big jelly blu
Big jelly blu
Vibratore in jelly molto flessibile con glande e v...
[Scheda Prodotto]