i racconti erotici di desiderya

La signora luigina atto finale

Autore: Sparty
Giudizio:
Letture: 2028
Commenti: 3
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo
La Signora Luigina Atto Finale



Chi non avesse ancora letto le prime tre parti nel racconto può trovarle nelle pagine seguenti dell’elenco dei racconti, colgo l’occasione per ringraziare tutti coloro che hanno apprezzato questo piccolo manoscritto erotico liberamente tratto da fatti realmente accaduti, preciso che ogni fatto o riferimento relativo a persone reali è da ritenersi puramente casuale in quanto sono stati modificati i nomi e i luoghi della storia.



………



Ero tornato a scegliere la scopa quando una cosa nell’armadietto del balcone attira la mia attenzione, è un cofanetto chiuso con degli elastici da pacco e dalla sua chiusura sbuca fuori il lembo di una foto.



Incuriosito prendo in mano il cofanetto e dopo un secondo sono seduto sul tavolo di cucina a guardare una ventina di foto in bianco e nero un po’ ingiallite forse dal caldo estivo; ah quello stipetto sul balcone non è certo il luogo più adatto per conservare le foto.



La prima foto è venuta mossa e ritrae una donna inginocchiata davanti ad un uomo, anzi no pare più un ragazzo ma non riesco a distinguere bene, poi osservando meglio intravedo sullo sfondo l’inconfondibile testata in ferro battuto del letto della signora Luigina.



Cavolo era proprio lei! Una profonda emozione mi assale mentre sento come un fremito scendere giù per tutta la schiena, passo alla seconda foto e stavolta la Signora Luigina si riconosce proprio bene è seduta a gambe aperte sulle ginocchia del giovane che adesso riconosco, è Michele un mio amico che lavora dal falegname del paese, però … quando si giocava a calcio la domenica si vedeva nella doccia che era ben messo …. ma non credevo proprio arrivasse a quelle dimensioni.



Nella foto la Signora con la mano destra si accarezzava la clitoride mentre sul volto si notava una espressione estasiata, Michele era contratto forse stava per esplodere?



Ecco che nella terza foto si ripete il rituale, ormai conoscete i gusti della mia maestra di sesso ed infatti è ripresa mentre beve avidamente dall’uccello di Michele.



Sono eccitatissimo ed i testicoli iniziano a dolermi davvero, ma quanto ci mette la signora Luigina a fare la spesa?



Andando avanti nella visione delle foto sono sempre più eccitato e mi immedesimo nei panni, o meglio nell’uccello di Michele in quanto ormai era completamente nudo, l’angolazione delle foto è sempre uguale come se fossero fatte da un fotografo appostato con un cavalletto in una zona ben precisa della stanza da cui non si muoveva mai.



Allora una intuizione; ma Michele era a conoscenza di essere ripreso? Di corsa vado in camera e vedo che nella posizione da cui sono state riprese le foto c’è un armadio con due grandi specchi sulle porte, piano piano apro l’armadio e … sorpresa ci trovo proprio un cavalletto, sul fondo dell’armadio una porta coperta che sicuramente unisce la camera della Signora Luigina a quella accanto, gli specchi sono trasparenti e dall’interno si vede perfettamente quello che succede nella camera.



Allora La Signora Luigina aveva un complice ??? e chi era mai? E perché facevano quelle foto? Mille domande mi passavano per la testa ma anche una forte eccitazione che mi faceva quasi tremare le gambe, così torno in cucina finisco di guardare le foto e dopo le rimetto esattamente come le avevo trovate, avendo cura del loro ordine e lasciando lo stesso lembo rivelatore a fare capolino dal cofanetto.



Mi sforzo di tornare lucido così preparo il colore ed inizio a dare la prima mano di vernice alla porta mentre in testa mi stava maturando una certa idea, ricordavo un servizio su un periodico porno che leggevo sempre quando aspettavo il mio turno dal barbiere del paese (i più giovani forse non lo sanno), fino ad una ventina di anni fa era quasi normale trovare dai barbieri riviste porno o scandalistiche tipo “Le Ore”, “Cronaca Vera”, etc etc.



Nel servizio si parlava appunto di una marito guardone che organizzava incontri per la moglie e si divertiva ad osservare tutto nascosto nell’armadio.



Ecco che sento aprire la porta appena in tempo, avevo giusto finito la prima mano, ripulisco bene tutto e vado in terrazza a sciacquare i pennelli, mentre la Signora Luigina mi sorride e mi dice che si sente accaldata ed ha bisogno di farsi una doccia (ci credo penso io che è accaldata ehehe dopo il servizio di Mastro Bruno…)



Io quasi ingenuamente dico “Signora ho finito la prima mano alla porta ora si deve aspettare un’oretta prima di dare la seconda, posso fare qualche altro ritocco nel frattempo?”, la donna mi fissa profondamente e mi dice “Sì caro aspettami in camera che ti faccio vedere io una cosina da ritoccare”.



Io avvampo tutte quelle cose accadute in una sequenza così rapida, stento persino a crederci io stesso, così mi spoglio e mi distendo sul letto fissando quasi con aria di sfida il finto specchio, in quel momento appare la Signora Luigina con una bella vestaglietta sotto la quale si vede bene che lei non indossa null’altro.



La donna apre le finestre ed una intensa luce penetra nella stanza, poi mi guarda e dice “voglio vederti bene Filippo sei così bello che mi voglio ricordare questa cosa in tutti i particolari”, così dicendo si avvicina e si inginocchia proprio lateralmente allo specchio allora io non resisto le guardo il culo che è tondo come un mandolino mi porto dietro a lei e la abbraccio baciandole il collo e carezzandola delicatamente sui fianchi.



La mano si abbassa e le sfiora la fica sempre più calda ed umida, mi soffermo un po’ sul buco del culo che pulsa invitante, così da dietro le bacio il suo delizioso buchetto ormai ben aperto e pronto (grazie mastro Bruno).



Provo ad infilare un dito sento la signora emettere un gemito di piacere e continuo a leccarla così finché non capisco che è perfettamente rilassata è il momento, delicatamente e lentamente le infilo la cappella nell’ano stando ben attendo a non contrarmi troppo per non far gonfiare ancora la cappella, finche non lo sento scivolare dentro liscio liscio .



Le allargo le mele con i pollici per fare entrare il cazzo completamente dentro mentre lei si sgrilletta velocemente e mugola in continuazione, ecco che mi torna in mente il nostro “spettatore” e la cosa mi eccita ancora di più, così chiedo sfrontatamente alla Signora Luigina “Ti piacerebbe adesso avere un altro uomo a tua disposizione?”



La donna mugola ancora di più, allora insisto “Dai che ti piacerebbe adesso farti penetrare anche davanti vero?”, la donna ormai preda dei sensi e della sua sfrenata eccitazione urla “Sì Sì mi piacerebbe davvero è tanto che ci penso ….. e tu saresti capace di prendermi con un altro uomo?”

Senza la minima esitazione continuando a incularla con vigore annuisco e finalmente mi decido apro la porta dell’armadio e ti vedo proprio il marito della signora Luigina nudo intento a masturbarsi … mentre aveva montata sul cavalletto la sua macchina fotografica.



Guardo l’uomo e gli faccio un cenno d’intesa lui capisce immediatamente che ero disposto a possedere insieme a lui sua moglie.



Ecco che la Signora Luigina si avvicina al marito e lo bacia in bocca con grande passione e desiderio, l’uomo si stende sul tappeto mentre sua moglie inizia a cavalcarlo, io sto un po’ in disparte, mi eccita vederli fare l’amore si capisce che hanno un’affiatamento perfetto, i gemiti aumentano di frequenza e la signora Luigina si gira e mi fa cenno di avvicinarmi.



Mi inginocchio dietro la coppia e abbocco la cappella nel culo della signora Luigina che si inarca per farlo infilare meglio ecco che siamo in due dentro, sento il cazzo del marito che la fotte davanti sento i suoi colpi sul mio glande è una sensazione nuova mai provata inizio ad ansimare anche io al ritmo dei due amanti.



Ricordo i gusti della Signora ma non riesco a trattenermi oltre e le dico “Sto per venire…” e di contro “Anche ioooooooo” allora esplodiamo tutti e tre in un orgasmo enorme , ci ritroviamo abbracciati e sudati esausti ma sazi di quell’esperienza veramente speciale.



Ci ricomponiamo e stranamente senza imbarazzo da parte di nessuno riprendiamo a fare le nostre cose, io finisco la porta, la signora Luigina prepara il pranzo ed il marito mi confessa che dopo tante fantasie aveva trovato la complicità della moglie, mi prega di non dire niente in giro e mi dice che quella sarebbe stata l’ultima volta con me (era una piccola regola che si erano dati), io rispettando la loro volontà ancora spero di sentirmi richiamare a fare qualche lavoretto per la Signora Luigina.





Un abbraccio



Sparty



giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI


I vostri commenti su questo racconto
Autore: Cplipari Invia un messaggio
Postato in data: 02/02/2007 18:51:35
Giudizio personale:
In effetti valeva la pena di leggersi tutto il racconto dall\' inizio bravo sparty adesso forza con un\' altra storia

Autore: Pertutto77 Invia un messaggio
Postato in data: 31/01/2007 16:20:06
Giudizio personale:
una crescente carica erotica....mai volgare.....ma molto stuzzicante.....

Autore: Romana Invia un messaggio
Postato in data: 31/01/2007 09:11:11
Giudizio personale:
Non mi aspettavo niente di meglio una continua escalation fino a questo splendido finale , bravo a quando la prossima ?


Dal Sexy Shop di Desiderya...
In: Sexy party
Omaggio a sorpresa
Omaggio a sorpresa
E possibile scegliere questo omaggio al raggiungim...
[Scheda Prodotto]
In: Abbigliamento
Miniabito classico rosso
Miniabito classico rosso
Ultra sexy il miniabito che mette in risalto ogni ...
[Scheda Prodotto]
In: Abbigliamento
Body sex opener nero
Body sex opener nero
Provocante body monopezzo con neckholder da legare...
[Scheda Prodotto]