i racconti erotici di desiderya

La segretaria

Autore: Arrid
Giudizio:
Letture: 1948
Commenti: 1
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo
È la prima ad arrivare. Mette in ordine la scrivania del suo capo, inizia a rispondere al telefono per prendere appuntamenti. È la classica segretaria che tutti vorrebbero avere: capelli sempre ordinati, gonna e giacca nera camicia bianca, calze, scarpe col tacco, efficiente e precisa. Il capo arriva con calma. Probabilmente non sa nemmeno di che colore sono i suoi occhi, entra e a mezza-bocca fa un saluto. Sempre perfetto e preciso con il suo abito nero e la cravatta. Sicuramente circondato da donne favolose tipo modelle: uno come lui può avere solo il meglio
Si fa sera.. e come al solito restano soli in ufficio, ma qualcosa quella sera è diversa: la guarda come se fosse la prima volta che lavorava lì, come se fosse la prima donna che abbia visto in vita sua.
"sa che non avevo mai notato quei suoi bellissimi occhi verdi?"
"grazie, lei è sempre così impegnato che non si accorge di molte cose" apostrofa lei "finisco di sistemare gli ultimi dati e poi vado."
"beh...vero, non ho mai notato quanto lei sia carina. Perché non finisce di metterli a posto domani mattina quei dati?" gli consiglia lui con leggera malizia.
"perché così li trova sulla sua scrivania già rilegati." spiega lei "ha bisogno di altro?"
"sempre precisa ed efficace."
" È il mio lavoro, mi paga per questo."
"guardi, ci sono dei dossier lì in alto su quello scaffale che mi servono per la riunione di domani
me li prenderebbe per favore?"
"certo come desidera" lei si dirige verso lo scaffale di fronte alla scrivania del direttore, prende la scaletta e sale senza curarsi del fatto che lui potrebbe vedere sotto la sua gonna.
"vuole quelli rossi o quelli blu?"
"quello rosso lì, quello con su scritto elettrocardiografi: è quello su in alto."
"può venire ad aiutarmi?" chiede anche lei con un pizzico di malizia nel tono di voce.
"solo un secondo, qui ho finito: devo solo più inviare la mail" lascia la segretaria qualche secondo lì sulla scaletta. Sposta lo sguardo dal computer su di lei...."eccomi, arrivo."
Lei intanto pensa "cosa aspetta questo imbecille di capo a venire?"
Lui mentre con le mani tiene salda la scaletta pensa: “niente male”
"ecco prenda intanto questo" Lei pensa "però ha delle belle mani.. così grandi e curate.."
"la ringrazio, appoggio solo un attimo il dossier a terra"
"ok, intanto prendo l'altro."
"sì faccia pure..." un attimo di silenzio "volevo farle i complimenti: è impeccabile anche nel vestirsi e...la sua eleganza ha un non so che di sensuale."
"grazie oggi è molto gentile.. ma così mi fa arrossire"
"arrossisca pure, tanto là in alto non la vedo bene."
Intanto lui appoggiando il dossier a terra sbircia
sotto la gonna rischiando di farsi beccare dalla segretaria che sta per girarsi.
Lei pensa: "speriamo che nel piegarsi non si accorga che ho le autoreggenti”.
Lui rialzandosi pensa: "è veramente una bomba sexy, ha persino le autoreggenti".
"questo dossier mi basta, scenda pure. Attenta a non inciampare solo." si preoccupa "se vuole si regga alla mia mano."
"oh si grazie."
Lei pensa: "speriamo di non essere paonazza..."
"eccoci qui, grazie per il dossier." Mentre lei scende lui ne approfitta per sfiorarle il sedere.
" È stato un piacere. Occorre altro?"
"ops, scusi non volevo"
Lei pensa: "oggi è più bello che mai..."
"può capitare."
"hey, cosa sono quelle gote rosse?"
"lei mi sta mettendo in imbarazzo oggi. Sono tre anni che lavoro con lei, ma non mi ha mai degnata di uno sguardo.. oggi tutti questi complimenti!"
"È solo che non ho mai avuto il coraggio di farglieli, è da tre anni che la osservo. È da tre anni che noto la sua efficienza sul lavoro e..." indugia un attimo "...la sua bellezza e sensualità, quei suoi bei vestiti eleganti e sexy allo stesso tempo e ....questi capelli..." si ferma portando la sua mano tra i capelli della segretaria
"non so che dire." dice lei arrossendo ancora.
"non c'è nulla da dire..." avvicina il suo volto a lei e le sfiora le labbra con le sue. "apero non ti dispiaccia...è da tre anni che desidero farlo,"
Lei si avvicina e gli dà un altro bacio "no, non mi è dispiaciuto..spero sia lo stesso per lei."
"certo, vieni qui." Le dice mettendo una mano sulla sua nuca e avvicinandola al suo volto. La bacia intensamente e intanto pensa: "com'è passionale"
Lei pensa: "sono tre anni che aspetto questo momento ho il cuore a mille..."
"sa cosa signorina?" dice lui staccandosi un momento da lei.
"cosa?"
"dovrebbe mettere un pochino più in mostra quel suo bel seno." osa lui ormai eccitato dalla situazione "magari sbottonando leggermente questo bottone per esempio"
"e che non riesco a sbottonarlo da sola.. può farlo lei?"
"volentieri." Lui porta la mano sulla camicetta bianca della segretaria e le sbottona con facilità il bottone
"vede? Guardi che bel seno che ha, è un peccato tenerlo tutto nascosto."
"lei non ha caldo ancora con la giacca?"
"sì, parecchio, qui tengono sempre il riscaldamento altissimo. Me la può togliere lei per favore?"
"si certo." lei pensa: "che spalle perfette, che braccia muscolose..""aspetti l'aiuto a sbottonare la sua camicia.. così ricambio il favore."
Mentre lei gli toglie la giacca ne approfitta per sbottonarle un altro bottone della camicetta "faccia pure...sbottoni pure tutto se vuole...siamo soli io e lei."
Una volt sbottonata tutta la camicia la segretaria ne approfitta per toccargli il petto e asseconda l'impulso di baciarlo sul collo..
"mmm amo i baci sul collo. Ha un seno bello sodo....lo sento sul mio petto; si lasci sbottonare del tutto la camicia."
"certo..." La segretaria lascia cadere la sua giacca a terra. Lui sbottona la camicia con delicatezza e sicurezza. In pochissimo lei rimane con la camicetta sbottonata: solo il reggiseno nero copriva quel seno così sodo "dai...togliti il reggiseno..." dice mentre le sfila la camicetta.
In poco tempo anche il reggiseno stava a terra vicino alla giacca e alla camicia.
"questo sì che è un bel seno. Vieni qui, fattelo palpare tutto!" e la porta a se cingendole un fianco. Portandola a sé, affonda il suo viso nel seno e inizia a baciarle i capezzoli, a palparlo con entrambe le mani. Porta poi le mani sui suoi glutei e...."ah però, complimenti signorina, fa palestra?"
La segretaria cominciò ad eccitarsi sempre di più..Portò le sue mani sulla vita di lui, tolse la cinta, slacciò i pantaloni … "prende lei l'iniziativa? Si ricordi che sono io il capo. Si sieda pure sulla mia poltrona..." le ordina.
Fece un sorriso malizioso e complice e, senza batter ciglio, si mise seduta come lui le aveva detto.
"perfetto..." intanto finisce di sbottonarsi i pantaloni, li sfila e sfila anche le mutande...
Lei pensa: "è più grande di quanto mi aspettassi.. "
"che ne dice signorina di assaggiarlo?"
Lei avvicina le sue labbra, lo prende in bocca e comincia. Prima movimenti lenti e delicati, poi sempre più veloci.
"mmm, che bocca goloso che ha signorina...e... non è brava solamente nel lavoro"
Lei stacca la bocca e inizia con le mani..
"che mani... ... Mi sta facendo impazzire, lo sa?" Nel mentre che lui si gode il lavoro della sua segretaria con quelle mani delicatissime, allunga una mano e inizia a toccarla sotto la gonna. Percorre tutta una gamba e arriva sul suo sesso e.... "sei parecchio eccitata eh?!"
"si, lei mi fa questo effetto … Ora però voglio comandare io.." si stacca da lui, si slaccia la gonna, lo fa sedere sulla sedia di pelle e si sfila le mutande ormai bagnate. Si siede sulla scrivania, porta le sue gambe sulla sedia di lui e si sdraia sulla scrivania.
"wow...che bella visione e..che bella patatina: curatissima anche lei."
"curo ogni dettaglio..."
"ed è questo che mi piace di lei e...mi fa eccitare. Però non posso resistere qui seduto, non resisto a non leccargliela..."
" È lei il capo: faccia quello che vuole." lo istiga.
"allora allarga bene le gambe, non vedo l'ora di assaggiartela e di poter giocare con la mia lingua." avvicina la sedia alla scrivania, afferra le gambe di lei e le porta sulle sue spalle. Porta il viso in mezzo alle sue cosce e inizia a leccarle il suo sesso tutto liscio se non per un piccolo ciuffetto sul pube. Le bacia il clitoride, lecca prima pian piano le grandi labbra, stuzzicando con un dito l'interno del suo sesso. "lei sa come far eccitare una donna" a questa frase inizia a leccare avidamente il clitoride e affonda la lingua all'interno del suo sesso. Si diverte a fare movimenti circolari al suo interno, tornare sul clitoride e succhiarlo "sei stupenda e hai un buonissimo sapore. Starei ore a leccartela" e intanto affonda due dita dentro di lei, torna con la lingua dentro di e, con un dito bagnato dei suoi umori, la penetra nel suo buchino più stretto... "spero non ti dispiaccia."
"assolutamente."
"sei proprio golosa allora!"
"sì. ma dopo voglio sentirti dentro.." Lui si alza e l'avvicina un po' a sé sempre con le gambe aperte, le punta il membro sul suo sesso, lo struscia un po' e lo fa entrare tutto dentro di lei. Rimane un attimo fermo a godersi l'espressione di lei "godi pure quanto vuoi, tanto non può sentirci nessuno" e inizia a spingere dentro di lei con movimenti lenti e decisi. Le grida di piacere si fanno più forti, la situazione è eccitante. Lui è tutto quello che voleva.
"si, mi piace sentirla godere! Mi fa godere ancora di più" sentendo le sue grida di piacere spingeva sempre più forte e sempre più veloce "dai, godi ancor più forte!"
Si toglie da dentro di lei e le ordina: "girati, mettiti a novanta che ne diamo un po' anche all'altro buchino."
Così lei si gira e si posiziona come ordinato: non aveva mai contraddetto il suo capo, figuriamoci ora..
"oh, sì brava così...allargalo bene" intanto bagna un dito degli umori di lei e la penetra nel suo sederino
"fai piano"
"non ti preoccupare sarò delicato" e intanto avvicina la lingua al sedere e lecca tutto intorno al dito che nel frattempo inizia a muoversi lentamente su e giù. Toglie il dito per tornare a lubrificarlo nel suo sesso sempre più eccitato. Ne mette due, mentre con la lingua continua a lubrificare il suo sedere. Soddisfatto della lubrificazione delle dita inizia a infilargliene uno, poi pian piano infila anche il secondo... "faccio male?"
"no.. mi piace.."
"mmm si vede...ti si sta allargando per bene il buchetto. Sei pronta?"
"si.. quando vuoi" Pian piano sfila le due dita da dentro il sedere; rimane un attimo ad osservare quel magnifico spettacolo "hai proprio un bellissimo sedere sai?!" intanto le punta il membro all'entrata del buchetto ormai pronto ad essere penetrato
"sono contenta che l'apprezza"
"ora ti faccio sentire quanto lo apprezzo" e lo spinge piano dentro di lei "dimmi se ti faccio male"
continua a farlo entrare pian piano, fissa il volto di lei, vuole vederla godere. Spinge ancora un po' ed è tutto dentro-
"non mi fai male"
Rimane un attimo fermo per far sì che entrambi si adattino a questa penetrazione, poi inizia a muoversi su e giù dentro di lei.. "ti piace eh? Sei una maialina"
"si mi piace.. mi stai facendo godere come nessuno c'è mai riuscito!!!"
"sì, fammelo sentire allora: godi, godi per me!" e a quelle parole lui aumenta le botte dentro il suo sedere
"sto per venire.."
"sì vieni!!! Sto per venire anch'io! Voglio farti sentire il mio calore dentro di te!"
"sai continua.. non fermarti!!"
"sì, anche tu, continua a godere! Fammi sentire come ti piace" e le prende i capelli con una mano. Sta per venire, le spinte sono sempre più forti e i suoi ansimi anche "dai, godi con me! Sììì" e così dicendo, un'ultima botta forte che lo fece esplodere dentro di lei! Vennero insieme in un orgasmo pieno di grida di piacere.
"e’ stato stupendo..non sa da quanto lo desideravo"
"io lo desideravo da tre anni"
"anch’io-" I due rimangono ancora un po’ abbracciati nudi.. attaccati.. poi si rivestono.
"ora si è fatto tardi, le va una pizza?"
"basta che offre lei."
"certamente" Chiudono l'ufficio.


giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI


I vostri commenti su questo racconto
Autore: Joseph62 Invia un messaggio
Postato in data: 18/11/2011 06:53:37
Giudizio personale:
Carino come acconto......un sogno che chi come me ha delle segretarie di tanto in tanto si materializza!!


Dal Sexy Shop di Desiderya...
In: Abbigliamento
Tanga aperto con effetto special nero elasticizzato
Tanga aperto con effetto special nero elasticizzato
Se vuoi mettere in risalto il tuo amico questo e l...
[Scheda Prodotto]
In: Sex toys
Conchiglia stimolante bianco
Conchiglia stimolante bianco
Mini vibratore dallaccattivante design a conchigli...
[Scheda Prodotto]
In: Abbigliamento
Manette di perle bianco
Manette di perle bianco
Polsini elastici di perle molto pratiche da indoss...
[Scheda Prodotto]