i racconti erotici di desiderya

La moglie del poliziotto 2°


Giudizio:
Letture: 1129
Commenti: 1
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo
Un saluto a tutti!! eccomi di nuovo qua a raccontare la mia storia segreta con la donna che vi ho descritto nel primo racconto(ho visto che lo avete letto in molti, Grazie!!)



Passarono circa 3 o 4 giorni da quella notte indimenticabile di sesso con quella donna sposata di nome Natalie e la mente mi riportava sempre indietro a quei momenti vissuti quella notte in hotel, poi io avevo 22 anni e lei ne aveva 37 e per un ragazzo di quella età è uno dei desideri più forti fare sesso con una donna pigrande e gia matura.



Aspettavo impazientemente quei giorni un nuovo incontro con lei, aspettavo che lei mi chiamasse e avevo il timore che quella notte sarebbe stata l'ultima.



Ero impaziente, volevo chiamarla ma avevo paura di rovinare tutto, perchè lei mi aveva detto di non chiamarla in quanto non poteva correre il rischio che il marito venisse a scoprire qualcosa.



passavo in continuazione sotto casa sua con la macchina, con la speranza di incontrarla.... ma nulla..... niente.....



lei non chiamava ed io non riuscivo ad incontrarla.



Ma dopo 3/4 giorni mentre ero a cena con Valentina la mia ragazza...



ecco che squilla il telefono....



era Natalie, non risposi perchè Valentina si sarebbe accorta...così dopo qualche minuto feci finta di andare in bagno, mi alzai e andai a richiamare subito lei.



Erano circa le 22 e lei mi diede appuntamento per le 1:30 davanti all'ingresso dell'autostrada, gli chiesi: dove andiamo ? e lei rispose: "questa sera sarò cattiva, preparati perchè sono molto cattiva, ci vediamo dopo, ciao" e richiuse.



tornai al tavolo da Valentina già eccitatissimo e il cuore palpitava fortemente dall'emozione...finimmo di mangiare e poi con una scusa gli dissi che non misentivo bene, così riaccompagnai Valentina a casa verso le 24:00 e attesi al bar l'1:30.



Mi recai all'ingresso autostradale alle 1:00 e dopo un'attesa che sembrava interminabile arrivò lei con la sua auto.



Parcheggia la macchina nel parcheggio di un Motel di fronte l'ingresso dell'autostrada e salì sulla mia auto.



Aveva un abito lungo marrone, con una spaccatura davanti dove si intravedevano le sue splendide gambe una scollatura abbondante e un paio di stivali neri col tacco molto alto.



Mentre il mio sguardo cadeva sul suo corpo lei mi disse:" questa sera sono molto cattiva"



io risposi" in che senso?" e lei"ti voglio vedere soffrire e godere".



Mi fece prendere la strada che porta nelle campagne vicino Pescara, io continuavo a chiedergli dove stavamo andando ma lei mi diceva "sono cattiva questa sera e non te lo dico".



Mentre guidavo allungai la mia mano destra alla ricerca del suo seno, ma lei fermava le mie intenzioni ed io non capivo!!



Dopo circa 20 minuti arrivammo in una casa in campagna, una villetta molto bella e grande, mi disse che era di amici loro, ma che vivevano in america e venivano qui solo a trascorrere il Natale.



Entrati in casa mi fece sedere sul divano, mi disse "fumati l'ultima sigaretta".....Mi fumai la sigaretta quasi con un tiro solo!!!.



Finito di fumare mi fece alzare e mi fece spogliare facendomi restare solo con la maglia, poi mi disse di rimanere in piedi.



Si avvicina a me e prende una corda dalla sua borsa, mi lega le mani dietro la schiena stringendole abbastanza...



Lei rimase vestita, si avvicina e comincia ad accarezzare il mio corpo, si mise dietro di me sfiorandomi con il seno la schiena,per poi passarlo sulle mie mani legate che cercavano di entrare nei suoi vestiti per toccare il suo seno e suoi capezzoli, sentivo le sue mani che si infilavano sotto la mia maglia e incessantemente continuavano ad accarezzarmi, leva le mani da sotto la maglia si inginocchia dietro di me e sento la sua lingua sulle mie mani legate, la passa tra le mie dita e comincia a succhiarle e morderle, succhia tutte le mie mani che erano bagnate dalla sua saliva, mentre da dietro mi toccava il mio cazzo che era durissimo, passava la sua mano tra le mie gambe nel mio sedere mentre le mie dita dentro la sua bocca mi facevano sentire il suo calore.



Parlava dicendomi"voglio che il tuo corpo sia mio, lo voglio possedere, voglio bagnarti da tutte le parti con la mia figa, la voglio passare su tutto il tuo corpo, voglio vederti venire e spalmarmi il tuo sperma sopra di me".



Ero eccitatissimo e il mio sesso era duroe bagnato, volevo toccarmi ma non potevo in quel momento, mi sentivo un suo schiavo, mi sentivo inferiore a lei.



Dopo un pò lei si ferma e mi dice di seguirla, salii le scale che portavano alle camere, mi slega le mani mi toglie la maglia, mi fa sdraiare sul letto e mi lega le mani ai bordi del letto. spegne la luce e mi dice "aspettami senza chiamarmi".Mi faattendere una decina di minuti(non so cosa stesse facendo).



Passati quei dieci minuti risale sopra, accende la luce ed era nuda, indossava solo gli stivali e un paio di mutandine rosse con il filo dietro.



Si siede vicino a me ai bordi del letto e comincia a toccarmi il pene mentre mi fissava negli occhi, lo accarezzava ,poi comincia a toccarmi da per tutto mi toccava e leccava dai piedi fino alla testa.



arriva con la sua lingua sul mio cazzo duro e la mia cappella gonfia e comincia con la lingua a leccarmi le palle, le mordeva e le succhiava, vedo la sua lingua che gira intorno al mio sesso bagnato, poi ferma la punta della sua lingua nel buco del mio cazzo cercando di entrare.



Comincia a succhiarlo, faceva su e giù,si fermava,mi leccava la cappella e ricominciava a succhiarlo con forza, mentre vedevo che con una mano si toccava.



In quei momenti ero come andato in trans.....stavo per venire....gli ho detto"sto venendo", lei si ferma di colpo si alza si leva gli stivali e si siede sul mio petto, sposta le mutandine rosse allarga le gambe e comincia a toccarsi il clitoride davanti ai miei occhi, quasi sulla mia faccia, si tocca con il tacco degli stivali facendolo entrare e uscire....ero in suo possesso non potevo toccarla non potevo nulla....ero legato e lei si masturbava davanti ai miei occhi....lei come per dispetto continuava a masturbarsi sul mio petto e sentivo il suo liquido sul mio corpo... ogni tanto mi passava la sua figa bagnata sulla mia faccia ma subito la tirava indietro.



Si gira di schiena e comincia a passare la sua figa su di me sulle mie gambe, arriva ai miei piedi e si lascia penetrare dal mio dito mentre lei si muove sopra il mio piede...e il mio dito si muove dentro di lei...la stavo scopando con il piede...

Si ferma.....si gira...e con il suo sesso comincia a risalire il mio corpo strisciandolo sulle mie gambe fino ad arrivare al mio pene...

comincia a strisciare la sua figa sulle mie palle... e dopo qualche istante lascia entrare il mio cazzo dentro di lei...comincia a muoversi su e giu e roteare sopra di me, mentre allunga i piedi per passarmeli sulla faccia....si ferma con un piede sulla mia bocca accarezzando le mie labbra...mentre la mia lingua leccava il suo piede....poi lo fa entrare nella mia bocca....continua così per un po....facendo uscire ed entrare il suo piede dalla mia bocca....e vedevo che la sua eccitazione saliva quando mi penetrava la bocca con i piedi....

Si ferma tira fuori il mio cazzo dalla sua figa....

risale il mio corpo strisciando la passera sul mio petto.... si rimette seduta mio petto, si toglie le mutandine e porta la sua mano sul suo buco del fondo schiena, nuovamente davanti ai miei occhi, comincia a penetrarsi con un dito, poi lo tira fuori me lo mette in bocca, dicendomi"succhialo porco", lo leva dalla mia bocca e lo rimette dentro il suo buco, lo fa entrare prima poco per poi penetrarlo tutto dentro.



Si gira mettendosi a 69 e inizia a leccarmi di nuovo.....



Si ferma nuovamente va giù in cucina ma questa volta risale subito e portava in mano un mestolo di quelli di legno.



Mi slega le mani dandomi il mestolo e mi dice:"ora voglio che mi sfondi dietro con questo,prima però voglio farti venire"



Sale sopra di me e comincia a scoparmi prima lentamente per aumentare la sua velocità, fino a farmi raggiungere l'orgasmo, gli dico "dai continua che sto per venire"...così si ferma e porta la sua bocca sul mio cazzo che sta per esplodere....mentre me lo succhia mi da dei colpetti ale mie palle...e dopo qualche attimo raggiungo l'orgasmo schizzando inizialmente nella sua bocca, per poi sopra il suo seno che aveva portato sul mio cazzo,.....prende quel mestolo e lo passa nel suo seno pieno di sperma per lubrificarlo....



Mi ripassa il mestolo e mi dice:"dai sfondami dietro"....si sdraia sul letto allarga le gambe e con la lingua gli comincio a leccare la sua figa tutta bagnata.... mentre inizio a far entrare quel mestolo di legno dentro il suo buco più intimo, fino ad infilarlo quasi tutto dentro, mentre con l'altra mano gli infilo due dita dentro la sua figa e con la lingua gli stimolo il clitoride.... lei era un lago, muovo in contemporanea le dita dentro il suo sesso e faccio roteare il mestolo dentro il suo buco, senza farlo uscire lo muovo per scoparla....sento i sui gemiti di piacere sempre più forti e insistenti, il suo corpo era in balia di un orgasmo bellissimo e vedevo la sua faccia immersa dal piacere che stava provando in quel momento....la sua figa era ormai un lago dove io,con la mia lingua,prendevo quel liquido dolciastro per sentire tutti i suoi umori per assaporarli nella mia bocca....arriva il suo orgasmo tra urla di piacere e immersa dal sudore provocato dal caldo e dall'intensità di quel rapporto.

Prima di andare mi fermai sul divano mentre lei risistemava la casa...

Scese sotto e mi vide seduto sul divano ancora nudo...

Si siede sopra di me girata di spalle e cominciamo nuovamente a muoversi sul mio cazzo che era rimasto ancora duro....

Erano le 4 passate e se non era per l'orario avremmo continuato non so fino a quando...



Andammo via verso le 4:30 e prima di salutarla mi disse"a settembre vado a fare un corso di lavoro per 4 giorni a Salò, vieni anche tu, ti prendi una stanza nello stesso albergo" , senza esitazioni gli risposi di si.....



dopo un bacio molto lungo che ha provocato qualche toccata ai nostri sessi ci salutammo....


giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI


I vostri commenti su questo racconto
Autore: Carino6423 Invia un messaggio
Postato in data: 10/12/2007 12:13:25
Giudizio personale:
wow ......... ancor più eccitante del primo, nel leggerti ho immaginato la scena e ....... la mano è scivolata tra le cosce.
Aspetto ......... Salò.


Webcam Dal Vivo!