i racconti erotici di desiderya

La mia prima volta iii parte

Autore: Jackthetender
Giudizio: -
Letture: 984
Commenti: 0
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo
Anna si mise a cavalcioni su di me prese con dolcezza il mio membro, che era diventato persino violaceo dall'eccitazione e se lo infilò tutto dentro la

sua tana, ancora umidiccia dalla copiosa eiaculazione di prima, e prese a

cavalcarmi lentamente nel frattempo chinatasi su di me mi porse un suo

gigantesco e durissimo capezzolo affinchè io me ne potessi cibare lo azzannai come un poppante affamato e cominciai a suggerlo con ingordigia come a cercare di farne uscire il latte! Ormai il mio attrezzo pulsava con impeto come se volesse esplodere in un orgasmo liberatorio; lei se ne accorse ed estrattolo dal suo nido se lo portò alla bocca e con due sapienti succhiate mi fece venire come un fiume in piena lo bevve tutto di gusto, però le ultime gocce se le spalmò sui suoi capezzoloni. In men che non si dica il mio affare s'ingrossò di nuovo è lei prese a strofinarselo sulle sue splendide colline mentre io col pollice ed il medio avevo cominciato astimolarle contemporaneamente la vagina ed il suo buchetto posteriore, lei cominciò a mugulare come una cagna in calore poi spostandosi velocemente mi ritornò a cavalcioni e brandendo il mio uccello ritornato al suo spendore se lo diresse in mezzo alle natiche indirizzan- dolo nel suo pertugio più scuro e infilandoselo, senza il benchè minimo sforzo, tutto per intero con un colpo solo; io mi aggrappai alle sue generose mammelle e cominciai mungerla con forza, e lei mugolando mi disse leggendomi nel pensiero: - lo so, ti piacerebbe che avessi il latte, ma non preoccuparti se ti va domenica verrà la mi amica Laura che ha appena finito di allattare il suo piccolo e un po di latte lo dovrebbe avere ancora per noi due! eccitato da questa promessa gli scaricai nell'intestino un altro mare di sborra. Lei rimase sopra di me e si addormentò con il capezzolo nella mia bocca. Alle sei mi svegliai con ancora il suo capezzolo eretto nelle mie fauci e il cazzo semieretto che sfregava contro i suoi glutei lei aprì un occhio mi si avvicinò con esasperante lentezza e cominciò a suggermni il capezzolo con sapinte maestria, il piacere che provavo era sublime raccolsi, con tutta la volontà, le mie forze e la staccai dal mio seno montai a cavallo del suo torace misi il cazzo in mezzo alle tette e strin- gendole con forza cominciai a stantuffare. in poco tempo la schizzai dappertutto e lei con un ghigno soddisfatto: - non mi sono sbagliata neanche stavolta: sei il vero maschio da letto!



giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI



Dal Sexy Shop di Desiderya...
In: Abbigliamento
Guanti lunghi rosso latex
Guanti lunghi rosso latex
Per gli amanti del latex un dettaglio che fara sic...
[Scheda Prodotto]
In: Bdsm
Mascherina asiatica rosso raso
Mascherina asiatica rosso raso
Mascherina per gli occhi in raso rosso con draghi ...
[Scheda Prodotto]
In: Coadiuvanti
Profilattici anos per uso anale 12pz
Profilattici anos per uso anale 12pz
I preservativi ANOS sono particolarmente resistent...
[Scheda Prodotto]