i racconti erotici di desiderya

l uomo del mistero

Autore: Melissa47
Giudizio: -
Letture: 574
Commenti: 0
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo
Una sera stanca di starmene a casa sono uscita a bere un drink al bar.indossavo un jeans molto aderente metteva bene in risalto i miei fianchi e un top altrettanto aderente aperto ai lati che risaltava molto il mio seno (una 4) e il mio punto vita. Ordinai un caffè al posto di un analcoolico mentre seduta con le gambe accallate sorseggiavo il mio caffè mi accorsi della presenza di un uomo sui 38 anni alto capelli neri mossi corti okki verdi un fisico possente palestrato molto bello notai che mi guardava e mi sentivo imbarazzata.Lui si accorse del mio imbarazzo e mi sorrise.Pensavo a quanto sarebbe stato stupendo essere tra le braccia di quell uomo quegli okki mi guardavano io ero arrossita dei miei pensieri al che lo vidi che si dirigeva verso il mio tavolino.Oddio pensai e adesso? lui si fermo e mi chiese se potava sedersi con me accettai nn mi era mai successo nn vi dico l imbarazzo nn riuscivo a dire parola . lui pero mi mise subito a mio agio ordino un drink per me e per lui io nn bevevo mai quel drink mi avrebbe dato alla testa pero lo accettai. Mi chiese come mai una donna cosi bella da sola al bar. io sorrisi e risposi capita .ci presentammo e lui mi chiese se volevo andare con lui a fare un giro in macchina e magari in discoteca accettai di corsa.ero molto eccittata da quell uomo Marco era il suo nome.entrammo in macchina e io mi sedetti con le mani giunte stavo ferma nn riuscivo a muovere un muscolo paura che lui intuisci il desiderio che avevo di essere baciata.Marco mi guardava guardava i miei seni le mie gambe all improvviso mise una mano sulla mia coscia dio che tremito se ne accorse vidi il suo viso arrossato mentre carezzava la mia gamba fino al ginocchio io nn dicevo nulla nn riuscivo a parlare .pian piano la sua mano comincio a salire verso l alto fino a fermarsi la le mie gambe ero al settimo cielo in quel momento quel tocco della sua mani mi mandava in delirio.Si fermo con l auto eravamo vicino al mare si giro e mi bacio un bacio carico di elettricità e mi carezzava dolcemente la schiena. comincio a baciarmi sul collo sulle spalle fino ad arrivare al mio poi si allontano.Mi disse di scendere dalla macchina di fare una passeggiata,mi apri lo sportello e scesi inciampai mi prese al volo mi strinse a se chiudendo lo sportello e poggiandomi vicino la macchina comincio a carezzarmi e baciarmi.mi tolse il top comincio a carezzare i miei seno a succhiarli piu nn posso ero persa volevo solo che lui mi baciasse dappertutto.mi svincolai lo feci mettere vicino la macchina cominciai a baciarlo io sbottonai la camicia pian piano e slinguavo i suo collo arrivai ai capezzoli cominciai a succhiarli e con una mano la infilai nei suoi pantaloni ma sui box massaggiandogli tutto lo sentivo gemire e mi piaceva tanto quei suoi versi.Gli abbassai i jeans e i box mi girai di spalle appoggiandomi a lui sentivo il suo pene duro e caldo sul mio sedere cominciai a muovermi piano piano piegandomi in avanti lui mi prese un seno e con una mano mi infilo il suo cazzo in vagina e l altra mi massaggiava il clito oooo si stupendo ma nn volevo che venisse ancora volevo baciarlo tutto lui mi giro mi appoggio sul cofano della macchina mi allargo le gambe e mi penetro di nuovo io lo bacai le nostre bocche si cercavano con le mani mi teneva il bacino per nn farmi cadere che forza che aveva

Ci spogliammo entrambi e andammo in acqua io cominciai a baciargli il petto e scendevo pian piano giu con una mano gli toccavo e muovevo le palle con l altra mi reggevo alla sua vita scendevo giu giu con la lingua fino ad arrivare al suo punto piu nascosto cominciai a baciargli il pene lo slinguavo intorno lui gemeva di piacere lo misi in bocca e cominciai a succhiare con mivimenti lenti lui era quasi all arrivo lo sentivo glielo stringevo tra le labbra e la lingua massaggiava la sua cappella e succhiava cosi veloce che lui mi comincio a far uscire tutto il suo sperma mi esplose in bocca ma nn lo sentivo aveva messo il preservativo mi disse che nn aveva mai provato cosi e che era incredibile quello che aveva provato .mi abbraccio e comincio a leccare il mio clito l acqua fredda del mare e il suo movimento farevano da amaca.Stringevo la sua testa tra le mani e lo premevo su di me volevo che mi leccasse tutto volevo che mi prendesse si alzo mi giro alla pecorino e infilo il suo pene nella mia vagina comincio a montarmi di brutto io urlavo di piacere e lui con la mano mi massaggiava la patatina e il cazzo dentro faceva il resto era ancora lungo e duro aveva di nuovo voglia lo sentivo stavo per venire e lui di nuovo insieme a me urlammo entrambi di piacere dopo di che facemmo una nuotata sempre gli vicini e ogni contatto era un brivido.andammo via e ci saremmo rivisti la sera dopo.la notta nn facevo altro che pensare nn vevo mai goduto cosi e senza imbarazzo.Lo avrei rivisro la sera dopo insieme ad una sua coppia di amici chissa che succederà


giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI



Webcam Dal Vivo!