i racconti erotici di desiderya

Io e mia moglie quattro


Giudizio:
Letture: 2588
Commenti: 1
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo
La sera dopo, andammo nella villetta di Sandra, trovando sia Massimo e Sandra con altri tre uomini di colore, erano molto giovani di circa 25 anni, per dire il vero erano delle sculture visto che erano a dorso nudo indossando solo dei parei. Subito dopo le presentazioni Ramon, Eliseo, Pablo, Massimo and˛ a mettersi su di una poltrona, invitandomi a seguirlo dicendomi, che ora ti facevo vedere come era troia mia moglie, risposi che tu non sai quanto lo sia la mia. Sandra e laura si misero d'avanti a loro togliendogli il pareo, con mio stupore vidi i tre cazzi neri, enormi, uno di loro Pablo lo aveva spaventosamente grande che assomigliava ad una proboscide di un elefante sia per la circonferenza che per la lunghezza, mia moglie vedendo quel cazzo sgrano gli occhi dandomi una occhiata che mi fece capire tutto. Sandra si prese cura di Ramon e Eliseo iniziando a prenderli in bocca per farli diventare duri vedevo che quei cazzi neri si ingrossavano con una cappella rosea, mentre mia moglie cercava di prendere in bocca il cazzo di Pablo ma non ci riusciva, era costretta solo a leccarlo fino a che lo vidi in tutta la sua erezione che non riusciva a stare dritto per la sua grandezza e lunghezza. Laura lo fece distendere sul tappeto, gli sali sopra prendendolo con due mani che ancora si doveva chinare, gli arrivava quasi alla fica, se lo porto all'entrata della fica chinandosi lo faceva entrare, come ne entro un poco Laura iniziava giÓ a godere, i suoi umori gli lubrificavano la fica facendolo scivolare dentro, era entrato per circa tre quarti iniziando a mandarlo su e gi¨, in preda ad orgasmi lo fece entrare pi¨ dentro, con grido di dolore si alzo togliendolo dalla fica rimando qualche minuto ferma. passo tutto si distese lei sul tappeto invitando Pablo di mettere il cazzo di nuovo nella fica con delle raccomandazioni di non spingerlo pi¨ di tanto, Pablo capi conoscendo l'italiano, prese il suo cazzo e inizio a metterlo dentro fino ad un certo punto, vedevo mia moglie che non era rilasciata per paura della foca lo spingesse dentro, mentre Sandra si stava facendo scopare da Eliseo che gli aveva messo il cazzo in fica mentre Ramon in culo, mentre io e Massimo ci stavamo masturbando vedendo ci˛ che facevano le nostre mogli. Siamo stati per circa 4 ore, mia moglie mi confidava, tornando nel villaggio che gli era piaciuto quel cazzo ma non lo aveva gustato a fondo per paura di farsi male, non essendo soddisfatta disse se si poteva ripetere l'incontro con lui. Le dissi di si cosi dopo 2 giorni ci incontrammo di nuovo con Pablo in una casetta di sua proprietÓ, entrammo, Pablo ci porto in camera da letto, spigandoci che lui aveva sempre dei problemi a scopare per via della sua lunghezza dicendoci che li aveva risolti, facendoci vedere degli anello fatti da lui mettendoli a secondo delle donne che riuscivano a prenderlo in profonditÓ. Mia moglie si era tranquillizzata e non se lo fece ripetere 2 volte che subito si denud˛, iniziando a leccargli il cazzo fino a che gli venne duro, si mise due anello che facevano uno spessore di circa 8/10 centimetri, mentre io le leccavo la fica per farla inumidire quando era pronta presi il cazzo di Pablo indirizzandolo sulla fica di Laura, lui spingeva piano piano vedevo che la fica di mia moglie che si dilatava sempre di pi¨ facendo posto a quel cazzo fino a che arrivo alla protezione che si era messo, Laura gridava per il godimento ad ogni volta che andava dentro Pablo la stava pompando con violenza Laura aveva dei spasmi di goduria, ne guardare quel grosso cazzo che andava avanti e indietro dentro la fica mi masturbavo, per circa 30 minuti la fica di mia moglie fu in balia fino a che Pablo godette. Laura era esausta di quanti orgasmi aveva avuto, ma non contenta ritorn˛ alla carica facendogli ritornare duro questa volta si sedette lei sul cazzo, si calo sopra facendolo sparire dentro la fica, ora e lei che gestiva l'affondi, chiamandomi mi fice mettere il mio cazzo nel culo che con fatica entrava in quanto era pieno del cazzo di Pablo cosi lo misi in bocca venendo dentro, Laura sfilo il cazzo di Pablo portandolo nel suo culo ma non entrava dopo vari tentativi desistette, si distese riprendendolo in fica, questa volta prima che Pablo godette pass˛ del tempo mia moglie era in preda al piacere, dimenandosi, urlando, quando tutto fini andammo via. Laura nella strada del ritorno era spossata, stanca per i troppi orgasmi che aveva avuto ma nello stesso tempo era dolorante, arrivati in camera si fece subito una doccia distendendosi nuda sul letto dicendomi se gli portavo lo specchio che usava per il trucco, si guardo la fica vedendola bene in quanto si depilava esclamando amore guarda anche tu come e gonfia e arrossata, le risposi che con un cazzo di quelle dimensioni era una cosa logica e nello stesso tempo tutto il tempo che e stato a pomparti.

Prima di ripartire abbiamo avuto un altro incontro sia con Pablo che con Sandra e Massimo rimanendo d'accordo che ci vedevamo in Italia loro rimanevano per altri 20 giorni. Laura era soddisfatta di tutto ringraziandomi sempre di avergli potuto permettere tutto.

Essendo ritornati la Stagione estiva era ancora lunga cosi decidemmo di andare al mare nei giorni che non avevamo impegni di lavoro, andavamo in una spiaggia di naturalisti, prendevamo il sole nudi al riparo di una duna, Laura quando decideva di fare sesso diventava ingovernabile, infatti Quando era distesa, passava qualcuno che si fermava ad ammirare la fica depilata, lei apriva le gambe per mostrare bene la sua fica vedevo che alcuni si masturbavano, Laura vedeva tutto facendo finta che dormiva eccitandosi, ripetendolo spesso ma un giorno mentre delle persone si stavano masturbando lei mi prese il cazzo iniziandolo a succhiare girandosi mostrando il suo dietro, alcuni si avvicinarono lei moveva il culo come se invitasse di farselo toccare e fu cosi 2 di loro la cominciarono a palparla fino a che le prese i cazzi in mano masturbandoli mentre la facevano godere con le mani. Quando andavamo la giÓ si facevano trovare questi uomini che non aspettavano altro ma quel giorno cambio musica distesa sul telo da mare aprendo le gambe, si era formato un campanello di uomini circa 7 o 8 facendogli cenno di avvicinarsi ed a uno a uno si fece scopare, in mezzo a loro vi era un bisex che si fece mettere il mio cazzo in culo mentre scopava mia moglie. segue



giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI


I vostri commenti su questo racconto
Autore: Falco 5 Invia un messaggio
Postato in data: 12/12/2012 23:26:24
Giudizio personale:
bellissimo racconto come sarebbe piaciuto essere in mezzo al gruppo


Webcam Dal Vivo!