i racconti erotici di desiderya

Ho incontrato gli dei (quarta puntata)

Autore: Millumino_dimmenso
Giudizio:
Letture: 0
Commenti: 2
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo
A questo punto Lucia raggiunse l’orgasmo. Urlò per liberarsi del fiato che aveva trattenuto e la sua bellissima fica cominciò a stringere e ad allargarsi, a chiudersi e schiudersi intorno al mio cazzo durissimo conducendolo ad una esplosione di sperma di cui lei dovette sentire i fiotti caldi perché urlo con la stessa frequenza dell’ eiaculazione poi mollo tutto e quasi svenne, come svuotata di qualsiasi energia.

Mi era successo lo stesso e mi lasciai cadere sul letto, al suo fianco, senza forze, ma sentendo di amarla per l’intensità del piacere che mi aveva donato, prima esasperando per una settimana il mio desiderio, poi facendolo esplodere in pochi intensissimi momenti di totale annichilazione.

Anche Salvatore era venuto in contemporanea e guardava la moglie con la gratitudine di chi gode di una complicità così totale che gli consente di godere guardando la bellissima amata che scopa con un altro uomo.

In realtà avrebbe voluto partecipare anche lui, magari dandoglielo in bocca, toccandola, sborrandole sulle labbra o indosso, ma tutto si era svolto così rapidamente che nessuno di noi tre aveva avuto modo di pensare, di capire cosa stava avvenendo.

Era solo stato bellissimo! Non avevo mai visto un donna godere in quel modo e capii che si era lasciata andare completamente, forse rassicurata dalla mia signorilità; dal fatto che, pur avendo lei capito quanto mi piacesse, non avevo mai tentato advances o soltanto allusioni.

Certamente ne aveva parlato col marito cukold e mi avevano preparato la magnifica trappola, si fa per dire, del mal di testa, della sera prima della partenza.

Sicché il giorno dopo, non vi sarebbe stato l’imbarazzo d’incontrarci pensando a quanto era accaduto la sera prima.

Avrei voluto restare con loro ma Lucia era così rilassata che, per quanto desiderassi godermela con più tempo e migliore attenzione, preferii andar via, magari a farmi una sega per placare il mio desiderio di lei.

Non mi trattennero, ma restammo d’intesa che ci saremmo rivisti a Napoli o a Salerno.

Ma questa è un’altra storia!



giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI


I vostri commenti su questo racconto
Autore: Theafortree Invia un messaggio
Postato in data: 15/02/2017 15:00:14
Giudizio personale:
Scritto molto bene. Grande cura dei particolari. Ottima intensità delle sensazioni condivise

Autore: Passionflowers Invia un messaggio
Postato in data: 13/02/2017 12:32:12
Giudizio personale:
Molto coinvolgente


Webcam Dal Vivo!