i racconti erotici di desiderya

Grazie alle ricorrenze

Autore: Peo
Giudizio:
Letture: 2707
Commenti: 1
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo
Martedì scorso è stata la ricorrenza dei morti , io ho preso lunedì di ferie e sabato mattina con mia madre sono andato al paesello per onorare la tomba di papà che non onoravo da circa tre anni . Avrei voluto andare in aereo ma mia madre non ha voluto . Un viaggio duro e massacrante per me che non sono abituato ma per certi versi piacevole . Per tutto il viaggio ho tenuto la mano sulla coscia di mia madre , che indossava un paio di pantaloni abbastanza aderenti ed un camiciotto largo sotto il quale si vedevano ballonzolare i seni senza reggiseno . La mia mano vagava dalla coscia al seno e praticamente ho fatto il viaggio con quasi sempre il cazzo duro . Più volte ho preso la sua mano e l'ho appoggiata sulla mia coscia ma lei l'ha sempre ritirata mentre quasi alla fine del viaggio lei stessa , di sua iniziativa , l'ha trattenuta accanto al cazzo e ne ha sentito il turgore . Un paio di volte gliel'ho tirata più su fino a farglielo tenere stretto e lei compiacente lo ha carezzato ma subito dopo l'ha abbassata . Ho ritenuto opportuno non forzarla . Sono già alcuni mesi che mi concede di baciarla in bocca ed accetta che giochi con la sua lingua , non mi scaccia quando le ciuccio i seni ed accetta che la mia mano s'insinui tra le cosce e la titilli fino a farla godere . Alcune volte mi ha stretto il cazzo in mano e dietro mie preghiere mi ha masturbato facendosi sborrare in mano ed un paio di notti sono arrivato a sborrarle addosso mentre era a letto . Ha giocato colla sborra spalmandosela sul petto ma si è categoricamente rifiutata di farsi sborrare in bocca . E contina a rifiutarsi quando cerco di cavalcarla o d'incularla e si schermisce quando cerco di leccarle la fica . Fin quando si tratta di giocare con le mani accetta ma rifiuta il contatto , la penetrazione . Io so che lei brama un cazzo tra le cosce ma un residuo di pudore , di falso pudore , le impedisce che la prenda come si usa prendere una donna , un'amante . Un po' di tempo fa aveva espresso il desiderio di depilarsi l'inguine e siccome le avevo imposto di non farlo ogni volta che torno a casa le abbasso i pantaloni o le apro la vestaglia per verificare se si sia rasata . Lei lascia che le prenda il ciuffo rigoglioso dei peli odorosi che glielo carezzi che li tiri che le prenda in mano tutta la fica dalle grandi labbra gonfie che le massaggi il grilletto fino a che la senta godere mentre le spingo contro le chiappe messe a nudo il mio cazzo che cresce e cresce e desidera fotterla . Lei continua a ripetermi di lasciarla stare perchè è mia madre ma intanto spinge il culo contro di me per sentire meglio quanto la desideri ed è lei stessa a guidare la mia mano che le carezza la vagina . Spesso finiamo sul divano dove l'adagio e la penetro con l mano e la faccio gemere quando le tocco la cervice dell'utero e sento gli umori allagarmi il braccio ed intanto lei gioca col mio cazzo . Ho cercato diverse volte di salirle sopra per chiavarla ed ogni volta si è divincolata accavallando le cosce ed impedendomi di continuare a fotterla col braccio . Una sera mi è sembrata più infoiata del solito ed io più voglioso che mai di chiavarla : le ho preso la testa ed ho avvicinato il cazzo che stava per scoppiare alla sua bocca semiaperta e con la lingua che leccava le labbra . Ero sicuro che voleva sentire un bel cazzo in bocca ma appena mi sono avicinato ha girato la testa e si è rifiutata . Ogni volta che gliene parlo lei mi ricorda di esere mia madre e mi dà del porco se desidero depositare il mio sperma nel corpo di mamma . Secondo lei non è naturale . Ma ritiene naturale sentire il mio cazzo duro allo spasimo quando mentre la stringo e la bacio glielo faccio crescere contro la pancia o le chiappe . Siamo arrivati a notte fonda e siamo stati ospiti di zia Matilde , sempre più brutta sempre più zoppa e con un culo sempre più appuntito , ricongiunta ormai col marito in pensione . Ci hanno informato degli ultimi avvenimenti, uno in particolare che al momento faceva scalpore . Un pecoraio , che anni prima era stato nostro bracciante , si era suicidato gettandosi in un pozzo perchè aveva messo incinta sua figlia . La ragazza aveva al momento 22 anni e da una decina era l'amante di suo padre sotto gli occhi della moglie . La ragazza , che io conosco di vista , è una piccoletta , quasi nana , ma con una quinta di seno che non la fa passare inosservata . Ha sempre la testa all'aria , come incantata di chissà quali visioni e non molto sveglia . E quando le si chiede perchè lo abbia fatto risponde che è il suo fidanzato . Lo scandalo non è perchè il padre ha messo incinta la propria figlia nè la connivenza della madre ma il fatto che lui si sia suicidato . Ha lasciato una moglie con altri due bambini più piccoli senza sostentamento , una figlia stupida senza compagno ed un nascituro senza certezza per l'avvenire . Che abbiano copulato è in secondo ordine . Già una decina di anni prima era successo che una madre era stata messa incinta da suo figlio down , mongoloide . Il marito era muratore e lavorava come un dannato e rientrava sempre stanco . Lei , giovane , aveva notato la dotazione del figlio che s'induriva quando gli faceva il bagno ed una volta aveva ceduto ai desideri della carne e si era fatta chiavare . Da quella volta il figlio pretese più volte al giorno di farla sua e spesso le saltava addosso in presenza di altre persone . Alla fine era obbligata a cedere altrimenti lui diventava violento . Quando rimase incinta non potè negare l'evidenza e decise di andare in un altro luogo a partorire un figlio , a quanto sembra , normale . Non si è più saputo nulla di loro . Nelle comunità contadine l'incesto è quasi all'ordine del giorno e tra fratelli è più che diffuso . Questo a prova della mia teoria che quando l'uomo è in tiro è molto simile alla bestia : basta sfogarsi non importa nè con chi nè dove . La domenica sera ho portato mia madre a mangiare il pesce in riva al mare e dopo cena , mano nella mano , siamo andati a fare una passeggiata sul lungomare . Abbiamo raggiunta una zona in penombra abbastanza lontana dalla città e qui , seduti sui bordi di una barca in secca , ci siamo stretti in un abbraccio e scambiato un bacio degno di due focosi innamorati . Aveva gli occhi che alla poca luce che proveniva da lontano brillavano di voglia . L'ho distesa sull'umida sabbia e sempre baciandola le ho cavato i pantaloni e le mutande mettendo a nudo il caldo inguine . Lei stessa mi ha aperto la pattina e si è impadronita del cazzo e mentre io la penetravo con la solita mano lei mi stringeva i coglioni mentre l'altra mano lo segava con lenti movimenti . Ho ritirato il braccio e ne ho leccato gli umori e mi sono disteso sulla sabbia attirandola sopra di me . :- Adesso impalati , le ho imposto invece lei ha chiuso le cosce e si è distesa accanto a me . Mi sembra di diventare pazzo . Non so cosa pensare . Lei mi vuole e lo so ma non osa . Infatti continua a ripetermi che non è il momento . Eravamo distesi a guardare le stelle carezzando uno il sesso dell'altra e andando indietro coi ricordi . Io la rivedo nella stessa posizione di ora quando sotto gli sguardi curiosi miei e di mia sorella Vittorio la chiavava con delle potenti spinte e lei cogli occhi lucidi c'implorava di allontanarci con la voce sempre più flebile . Noi testardi siamo rimasti fino a quando il cazzo di Vittorio è uscito gocciolante dalle sue viscere con la capocchia lucida e ci ha chiesto di aiutarlo a ripulirsi . Lei stando sempre sdraiata a cosce spalancate si è pulita con dei fazzoletti di carta . E quella non è stata l'unica volta in cui ho assistito al suo godimento . Le ho ammirato la fica illuminata dalla luna ed il pelo pubico che la nasconde ed ho sognato di farla godere come Vittorio . Ha ancora accettato la mia mano e nulla più . Mi sono messo in ginocchio sul petto per farle ciucciare il cazzo che voleva godere ma lei mi ha masturbato non accettando di baciarlo . Finalmente le ho sborrato in mano mentre girava la faccia dall'altra parte .


giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI


I vostri commenti su questo racconto
Autore: Joseph62 Invia un messaggio
Postato in data: 29/11/2015 22:14:27
Giudizio personale:
Posso dirti che..................sarà la cultura rurale e/o contadina ma a me l'incesto fa un pò Schifo!!!
Non penso manchino donne vogliose oltre a tua madre...................


Webcam Dal Vivo!