i racconti erotici di desiderya

Glory hole

Autore: Senzanomerm
Giudizio:
Letture: 1873
Commenti: 1
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo
La prima volta lo notai in un privè,eravamo andati con il mio amico,basto poco per capire il suo utilizzo….era il glory hole(buco della gloria). Ne fummo attratti. Tornando a casa decidemmo di stuzzicare la fantasia delle coppie coscruendone uno noi da poter trasportare all’occorrenza.

Notammo che in un annuncio una coppia cercava singoli con idee non banali….era la coppia giusta a cui proporlo.

Li conoscemmo tramite email,poi tramite msn,una coppia giovane,lei 25enne lui 30enne. Di loro ci colpi la bellezza e la simpatia di entrambi che si percepiva sin dalla prima chiacchierata telefonica.Ebbi modo di appurare tramite qualche foto la notevole bellezza della lei di coppia.

Ci accordammo con il lui della coppia(che chiamerò Alan)su come gli piaceva che il tutto si svolgesse,su cosa piaceva a lei ecc.

Alan ci disse che lei (Gaia)amava essere trattata da vera troia,che in quei momenti si trasformava,amava essere scopata con vigore,sentirsi aperta,riempita,che le piacevano le sburrate abbondanti e che lui si sarebbe divertito a fotografare e riprendere il tutto.

Arrivo finalmente la serata dell’incontro,un normale sabato sera,il posto un tranquillo appartamento che il mio amico aveva a circa 25km fuori Roma.

Cerchi di immaginare quello che ti aspetta, ne parli col il tuo amico, si ride si scherza. Due minuti di attesa prima che arrivino, che sembrano eterni, e poi vedi arrivare una grandissima figa e pensi "porca troia quanto è bona quella!!!", poi si avvicinano e ti salutano "Ciao, sei tu?" e pensi "non può essere vero!" e subito dopo guardi le gambe "che figa..." poi il culo "quel vestito che indossa le fascia le forme in una maniera stupenda..." Lei sorride, ricambi e pensi "che le foto rendevano solo una minima parte l’idea della sua bellezza" vorresti dirlo, ma riesci solo a sorridere. Entriamo in casa dove abbiamo preparato una buona bottiglia di prosecco e degli stuzzichini. Due chiacchiere di rito per rilassarci un po. Intanto il soprabito tolto lascia vedere meglio il vestitino corto nero, molto corto, molto sexy, molto da troia, ed è giusto così, siamo qui per quello, per lei per divertirci,pensi ancora che è una grandissima figa, chissà come sarà senza. Si chiacchiera allegramente, lui è simpaticissimo, tanto quanto la tua voglia di renderlo cornuto.

Andiamo in un’altra camera io con il mio amico dove abbiamo preparato il tutto: due pannelli in legno con dei buchi al punto giusto,delle tende ai lati a far si che non si veda niente altro che i nostri cazzi duri che escono da quei fori pronti per essere usati come meglio vuole lei. Ce l’hai bello in tiro, e sfoderi la cinta come se fosse una spada, non vedi più niente, ma senti che la porta inizia ad aprirsi, e allora tiri fuori il cazzo bello duro e tramite il buco lo esponi, spavaldo e turgido come non mai. La senti entrare, e ti senti sempre più arrapato, senti ridere, e senti esclamare da Alan”vedi amore che sorpres che hanno preparato i ragazzi per te,fammi vedere quanto sei troia”, tu intanto non sai cosa succede li fuori. Senti qualche click della macchinetta fotografica “Bravo bravo, scatta che così poi me le rivedo con calma.” Lui è il nostro spettatore, e sei estremamente contento di questo. Cerchi di immaginare la scena all’esterno, ma non ci riesci, non importa, anzi tutto sommato è meglio così, la cosa ti eccitta ancota di più. Il glory hole ti piace per questo. Ancora qualche scatto, e poi senti la sua mano afferrare il tuo cazzo. In quel momento riesci solo a pensare “Si, brava…” Click, click, il rumore della macchinetta fotografica di eccita ancora di più. Senti la sua mano calda, caldissima, e pensi che sia un buon segno. Non vedi, non capisci quello che succede, riesci a spiare un po’ e proprio in quel momento senti il colpo di grazia, il colpo che da li in poi non ti farà capire più niente. La sua calda bocca accoglie il tuo pisello che non vedeva lora, la senti andar su e giu, lentamente, la lingua ti passa intorno alla cappella, sei sempre più duro, sempre più arrapato. “Cazzo che donna…” pensi in un attimo di lucidità, poi affonda ancora, ancora, la senti godere del tuo cazzo e ti piace “Brava bravissima, continua…” lo senti succhiare e sparire “Madonna, ci vorrei morire dentro sta bocca”. Poi na piccola pausa, la mano però non lo molla il cazzo, si vede che piace, e quanto gli piace, sei contento, e vuoi goderti ogni momento. Poi ancora in bocca, senti di nuovo una vampata di calore che ti arriva fino al cervello, godi e fai godere lei. Sei curioso di vederla in azione, di togliere quel vestitino, che le dona si, ma vuoi mettere senza!? “Dai usciamo e continuiamo fuori.” Ti eri abituato al buio, ma cazzo non vedi l’ora di sfiorare quella pelle morbida e profumata, di stringere quel seno, di afferrare quei fianchi e sbatterglielo dentro. Lei si mette a pecora sul letto, il vestito sale su al punto giusto, “Minchia che gambe, e che culo” le autoreggenti e gli stivali ti fanno morire, per non parlare del perizoma, che fa da cornice ad un culo da urlo. “Fantastico!” esclami. Il collega, mette la testa tra le sue gambe, e lei apprezza la leccata allupata. Io voglio ancora sentire il cazzo in quella bocca, le prendo la testa e l’accompagno verso il fratellino bello duro, lei gradisce e accoglie… Su e giu, su e giu “Prendilo tutto bene…”chiedi da Alan “passa la macchinetta, faccio due foto io!”. La senti godere, e la cosa ti manda in estasi. “Wow cosi, succhia…” Lui il mio amico sposta il perizoma, e inizia a trombarsela alla grande. Lei gode sempre di più,e i suoi versi si fanno più intensi… Lui affonda, lei gode e continua a prendertelo in bocca, si gode due bei cazzi. E’ molto molto figa, bella da morire, e quando la vedi così, così porca, così impegnata a godere sei felice.Alan si avvicina a lei e fa le prove generali anche del culo, lo stuzzica con un dito,vuole farci capire che quel culo deve essere rotto dai nostri cazzi. A lei non dispiace. “Cambiamo?” ti chiede il tuo amico e tu infili un preservativo, vesti il tuo cazzo che scalpita e vai verso di lei, che nel frattempo inizia a pomparlo a lui. Guardi quel culo e pensi “Ma quanto è bello…” sei quasi paralizzato da quella visione, fortuna che il pisello ti ricorda quello che devi fare. Lo afferri e affondi in quella figa bagnata e vogliosa. Lei gode, tu afferri i fianchi e spingi, lei apprezza poi una mano la dirigi verso la figa, la stuzzichi, la accarezzi quasi avessi paura di infrangere il sogno che stai facendo, ma non è un sogno è tutto vero, spingi ancora e ancora, prima piano poi forte. Il sangue è al cervello, inizi a dare in numeri, spingi ancora, fai due foto “Immortaliamo sto momento, che sto culo è spettacolare…” lei succhia e gode. “Dai proviamo qualcosa di nuovo” dice qualcuno. “Tu sdraiati, pancia all’aria Tu mettiti sopra così, che proviamo due insieme.” Sorridi e non vedi l’ora, lo piazzi dentro in attesa dell’altro compagno di giochi, eccolo che arriva, lo senti entrare lo spazio si fa stretto “Ahì, fa piano…” si sente “Si scusami” è la risposta. Pian piano la manovra diventa più agevole, vedi la sua schiena quasi su di te, le afferri le tette, le stringi, lei inizia a godere… si va avanti per un po’, ma la posizione è eccitante quanto scomoda… si cambia ancora, rimango sdraiato, e lei si mette a cavalcioni su di me, ora si prova due insieme, ma uno per parte, un po di crema, io entro e mi accomodo nella bella figa rasarta, lui il mio amico dietro “Piano, piano…” “ok”. Come prima l’ambiente col passare del tempo migliora, lei gode, noi anche e continua, tu afferri le tette che stavolta ai difronte, le baci le lecchi, nel frattempo continui a spingere, per quel poco che puoi. Lei inizia a godere molto, le piace essere presa così da due, cerchi di darle di più, affondi ancora, inizi a sentirla eccitata come non mai, fino a sentirle dire “Vengo..” e la vedi godere fino a quando l’espressione cambia, e diventa serena, l’espressione di chi ha ottenuto quello che voleva, nel modo in cui voleva… Si chiacchiera, si va in bagno, si ride si scherza. Sembra di conoscersi da una vita, poi però le chiacchiere stufano. Lei vuole essere ricompensata come merita e ci chiede di tornare dietro il glory hole perché ha sete di sburro, “Ottimo dai vai dietro, che riprendo tutto..” dice Alan .Noi non ci lasciamo pregare e in due secondi siamo ia dietro i pannelli, lei si inginocchia, e inizia a prenderlo tutto in bocca, lo stuzzica con la mano,senti la sua bocca prendere il tuo cazzo, e godi godi come un pazzo… “Si, continua…” lei continua fino a quando esplodi, vorresti dirlo, ma non hai la forza di farlo…due secondi dopo sentio anche il mio amico venire. Esci da dietro i pannelli e vedi lei con il viso ed i seni inbrattati di sburro che lei con un sorriso ha apprezzato. Alan è sul letto a farsi una sega lei in ginocchio come una cagna va da lui ed inizia a succhiarglilo fino a quando anche lui non gli viene in faccia e nella bocca chi mandola”troia,ti è piaciuta la serata”..

Questo racconto non ha nulla di inventato tranne i nomi dei personaggi,si ring razzia la coppia che ci ha regalato la fantstica serata..







giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI


I vostri commenti su questo racconto
Autore: Cindyssima Invia un messaggio
Postato in data: 29/03/2009 10:50:33
Giudizio personale:
eccellente...ci piace pensare che sia stato tutto vero!!


Dal Sexy Shop di Desiderya...
In: Sexy party
Darsi and ritrarsi
Darsi and ritrarsi
Betta si innamora. Della persona sbagliata.Un pedi...
[Scheda Prodotto]
In: Abbigliamento
Miniabito sheila viola lucido
Miniabito sheila viola lucido
Look metallico per il miniabito trendy a tubino se...
[Scheda Prodotto]
In: Sex toys
Casalinga naughty
Casalinga naughty
Maliziosa bambola casalinga con abitino sexy e reg...
[Scheda Prodotto]