i racconti erotici di desiderya

Gigi e la mamma 2°


Giudizio:
Letture: 4160
Commenti: 4
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo
Gigi e la mamma. 2*























Ciao a tutti, sono tornato ,sono felice di aver ricevuto tanti commenti ,voglio puntualizzare una cosa, ho detto di poter dimostrare con foto e filmati le mie prestazioni , credevo fosse inteso a persone documentate come me sull’argomento ( chi di voi farebbe girare sul web certificazioni del genere ??? ) spero di essere stato chiaro…







new episodi







Era tornata l’estate , solito scenario in casa mia, la mia bambola fu buttata via da mia madre ,le mie sorelline crescevano ed io giocavo sempre più con mamma , ( per quelli che mi hanno detto di essere fortunato…. Non è così ,le nostre madri prima di essere tali sono donne , piace anche a loro divertirsi come a noi ) imparavo nuove posizioni,inventavamo situazioni particolari. Quando uscivamo fuori Salerno ci eccitava molto farci vedere ai semafori dai lavavetri o persone negli autobus mentre lei mi succhiava il cazzo ,farsi toccare negli autobus affollati sotto gli occhi di tutti, ma la nostra ciliegina era di scopare nei bagni delle donne dei centri commerciali o nella stazione ferroviaria .Faccio di tutto con lei e non si tira mai indietro, abbiamo una forte intesa .Quando mi porta il caffè al letto, gli piace vedere la mia erezione ,lo stringe, lo strizza,lo succhia in un modo stupendo. La desidero talmente tanto e lei lo sa molte volte mi provoca, la vedo con una camicetta corta e senza mutandine sbrigare faccende di casa spolvera, aggiusta i tappeti,si chinarsi sulla mia scrivania insomma fa di tutto per mostrarmi quel culone rotondo e quella figona sempre pronta.



Per via del mio lavoro devo seguire dei turni(mattine ,pomeriggi ,notti) così ho la possibilità di restare più tempo a casa e in diverse ore della giornata.







Una mattina mi alzai in casa c’era silenzio, sentivo provenire dal bagno uno scroscio d’acqua, pensai subito a lei sotto la doccia ,senza perdere tempo mi tolsi le mutande con il cazzo tra le mani mi avvicinai alla porta,l’aprii piano piano ed entrai, terrore







Nuda , a gambe divaricate seduta sul bordo della vasca che si depilava la figa non c’era mia madre ma l’ultima delle mie sorelle ,Teresa.



Ci guardammo fissi negli occhi,io tremavo dall’imbarazzo, lei invece pian piano abbassando lo sguardo mi fissa il cazzo in erezione (anch’io lo depilo), io ammiravo il suo corpo ben fatto, capelli lunghi che scendevano lungo le schiena , il seno tondo e rosa con dei capezzoli rossi,ventre piatto ed una fighette liscia e rosastra, gambe lisce come una venere,ero ancora fermo sulla porta nessuno di noi diceva una parola,ad un tratto sentiamo un rumore di chiavi ,era la mamma che stava per aprire la porta,



Teresa a bassa voce sussurra:







- Gino,corri in camera e chiudi la porta.-







Mi sentivo confuso ed anche un po’ impacciato.



Sembrava tutto preparato, un piano perfetto ma questa volta non era stato preparato da me.







Mi infilai nel letto e feci finta di dormire fino a tardi.







Verso l’ora di pranzo mia madre mi venne a svegliare (a modo suo) ,infilando la mano sotto le lenzuola, prese il mio membro tra le dita ,lo trovò gia duro,inizio a segarmi,ma dopo pochi colpi sborrai a fiumi,leccandosi le dita mi domando:







-come mai??, stai gia morendo dal desiderio?-







Eccitato le risposi:







- si,ed ho pensato un altro giochino da fare insieme.-







-quale ?-







Rispose pulendosi le labbra ancora sporche di sperma,



-ti devo confessare che è gia da parecchio che ti fotografo con il cellulare mentre dormi o sei nel bagno….vorrei girare qualche filmino con te….vuoi?-







Lei chinandosi verso di me mi stampa un bacio sulla bocca e mi sussurra:







-vuoi fare i filmini porno con me !!! allora compra tante cassette io ci sto .-







si ricompone e torna in cucina.







Io resto ancora a letto soddisfatto della sega , ripensavo a Tiziana , dovevo capire…. era stato tutto preparato!!! da parte sua no c’era stata nessuna reazione a vedermi nudo,lei non si era scomposta, con una gamba sul bordo della vasca , l’altra divaricata ,si bagnava una mano per togliersi i residui di sapone, l’altra massaggiava ed accarezzava quella fighette appetitosa.







Preparai un piano,collegai il filo del lettore dvd all’antenna centrale delle nostre televisioni ed aspettare il momento giusto e trovare qualche video da proiettare. Pensavo ad uno amatoriale ma era troppo azzardato per il momento.



In quel periodo, tra i miei colleghi di lavoro, giravano dvd porno, i più gettonati quelli che come protagonisti avevano cani ,cavalli e scimpanzé .(Si proprio cosi …animali ).



Arrivo il mio turno di spettatore , ricordo che la prima sera pioveva molto e faceva freddo ,in casa i riscaldamenti erano accesi ed io indossavo il pantalone del pigiama e una maglietta di cotone, mancava un’ultima cosa,qualche stuzzichino e qualche birra.



In cucina c’erano le mie 4 sorelle ,i miei erano andati a cena da degli zii.



Verso le 19.00 due di loro escono con i loro fidanzati,restiamo io, Terry e Tizziana.







Una volta organizzato per la lunga maratona mi chiusi in camera.



Verso le 22.00 un po’ pere l’effetto della birra con la complicità dell’eros decisi di fare quel ponte creato da me sull’antenna,feci partire il video, abbassai l’audio mio e accostai l’orecchio al muro confinate alla camera delle mie sorelle,passavano i minuti e sentivo provenire dalla loro camera il telefilm che stavano vedendo,avevo quasi perso le speranze quando ad un certo punto….la pubblicità, appena cambiarono canale ,iniziarono mugolii e gemiti .Abbassarono la voce ma non cambiarono canale,io eccitato come un mandrillo accostavo sempre di più l’orecchio al muro stringendo il cazzo duro tra le mani,ad un tratto sento la loro porta aprirsi …Terry va in bagno…. (morivo dalla voglia di vederla masturbarsi), sento il rumore delle pantofole avvicinarsi alla mia porta , con un salto balzo nel letto, la mia porta si apre ,era Tiziana , il perizoma bianco…visibilmente macchiato in mezzo alle cosce , camicetta mezza aperta con un top nero, prima da un’occhiata al mio televisore scoprendo tutto, poi con uno sguardo malizioso dice:







- Potevi invitarmi a vederlo con te, o no? O ti vuoi divertire solo tu?" –







Strizza l’occhio, chiude la porta e torna in camera sua , indimenticabile non mi ero mai fatto tante seghe come quella sera.











Passarono i giorni,fui chiamato da una coppia (ho annunci di relazioni su riviste e internet) della mia città,mi proposero di fare un video clip per poi postarlo sul web,accettai al volo, il marito mi insegno dove inviare i filmati ed altri trucchetti tipo convertire le videocassette da analogico a digitale. Capitava tutto a pennello,il desiderio mio e di mamma si stava per avverare, preparai web-cam , videocamera e cellulare per riprendere le mie avventure con lei.







Una mattina presto , circa le 4.00 , mi alzai per andare a bere in cucina , trovai Teresa affacciata alla finestra che fumava una sigaretta ,indossava la maglia di un mio pigiama,sotto si intravedeva il culetto nudo, il mio cazzo divento duro,usci dagli slip,volevo toccare quel culetto sodo , ero letteralmente fuori di me non ero più cosciente delle mie azioni, ero estremamente arrapato e vedere Tiziana in quella posizione mi sembrava un invito irrinunciabile. ma avevo paura,con un voce tremante le domandai:







-che fai alla finestra a quest’ora di notte,vai a dormire-







- Luigi vieni qui vieni a vedere cosa succede in quel palazzo di fronte-







Mi avvicinai alla finestra , feci in modo che la punta del mio cazzo capitasse proprio al centro del culo



lei non disse nulla, alzo il braccio e mi indico una finestra che aveva la luce accesa ,una coppia stava scopando , l’uomo sotto la donna sopra che saltava sul suo cazzo, il sangue mi bolliva, decisi di provarci, abbassai gli slip,misi il cazzo in mezzo alle sue gambe,lei divaricò le gambe e con una torsione del bacino accompagnava i miei colpetti a penetrare la sua fighette,infilai le mani sotto la sua maglietta massaggiandole quei seni sodi,lei si curvo un po’ di più e con la infilo dentro il mio uccello.







- Ohh…siii Gino, ummmm…hai un cazzo bellissimo!"..-







- Aaah…è bellissimo ….mi fai morire….aahh!!!







Calda, stretta , umida, celestiale,inizia a muovermi







- ahhh!!!!.....noo… Gino fermati.-







si volta verso di me ,mi accarezza e va in camera sua.







Ero tutto eccitato , andai in bagno per farmi una sega , ma mentre stavo per chiudere la porta spunta mia madre, ci guardiamo per un attimo la prendo per mano e ci rechiamo ne bagno di sopra.











Arrivati dentro chiusi la porta, lei si abbassò il perizoma e si sedette sul bagno







-tesoro…. aspetta un attimo devo fare la pipì.-







Io la tirai a me ed entrammo nella vasca, mi sedetti sul bordo e la presi imbraccio







-falla ora, se ci riesci ,con questo paletto dentro voglio vedere come fai-







Lei accetta , inizia a muoversi lentamente su e giù,io le succhio i seni, lei inizia a gemere,



la sento stringere la figa …una goccia di pipì le scappa quando io forzo qualche colpo , l’accarezzavo il culo e con un dito la penetravo l’ano.







- Gigi è bellissimooo….siii amore di mamma …siiiiiii….non resisto… sto esplodendo-







- mmmmmmmhhhhh .. AAAHHH….mamma….mamma….mmmhhhhh……..aahhhhhhhh!!!....... sento la tua figa umida e bollente……… Ahh, sto per venire......











lei a quel punto si ferma un minuto , sento la sua figa stringere tutto il mio cazzo, un piccolo mugolio da parte sua e sento inondare suo piscio caldo,ci baciamo per non mugolare forte ma al mio sborrare dentro di lei urlammo di piacere.







Ci accorgemmo di aver fatto troppo rumore,io dovetti scappare in camera tutto sporco, lei rimase in bagno per lavarsi, si era fatto quasi ora di alzarsi per me e mio padre per andare a lavorare.







A fine giornata mi squilla il telefonino,era mia sorella ,mi chiese se volevo passare a prenderla,io subito capii che si trattava di una scusa per continuare quella faccenda in sospeso della sera prima,alle 17.30 mi trovai sul luogo dell’ appuntamento , io imbarazzato non sapevo come cominciare e cercavo di trovare strade trafficate per guadagnare tempo e cercare di allacciare il discorso, nessuno parlava eravamo in una fase di stallo ,decisi di tornare a casa.







Alla fine della cena mi ritirai in camera mia ed accesi il computer per leggere le e_mail nelle mie caselle elettroniche.







Dopo un po’ entra mia madre con un budino al cioccolato e panna.







- Gino non vuoi il dolce.-







Un bicchiere di mouse al cioccolato con della panna montata sopra.







-no mamma , ho un’idea per dopo ,conservalo.-







Preparai la web-cam,decisi che era il momento di debuttare come attori porno, la puntai verso il letto accesi qualche luce e aspettai la nostra ora.







Verso le 2.00 mi venne a svegliare.







-tesoro sono qui.-







-mamma io preparo il computer, tu vai a prendere il dolce.-







Presto fatto lei in cucina ed io che armeggiavo con la web-cam, entrò e chiuse la porta.







- eccolo porcellino mio-







mi avvicinai a lei,la carezzavo i capelli,lei mi abbassò gli slip,il mio cazzo schizzo fuori come una molla,



lo presi e lo immersi nel bicchiere si cioccolato e panna, lei si inginocchiò prese il bicchiere in mano lo faceva roteare intorno al cazzo, lo tolse, sembrava un grande cannolo,con un solo boccone lo inghiotti,la cioccolata e la panna fuoriuscivano dalla bocca ,lei per non farlo cadere dava dei colpi di lingua e delle ciucciate spettacolari,quando lo pulì per bene toccava a lei godere,la misi sul letto, la sollevai la vita con il cuscino,le divaricai le gambe e le versai il contenuto del bicchiere nella fessura della figa.







- tesoro mi fai impazzire,dove trovi queste idee…… OOOHHH SIIIII……..hai preso tutto da me-







io con il viso immerso nella sua figa assaporavo i suoi umori,mischiati al gusto del dolce un sapore davvero delizioso…..alzando i la testa lei mi invito a baciarla.







-mmmmhhhh……ti piace il sapore della tua mamma.-







-siii……sei buonissima……. Mmmmmmmhhhhh-







Eccitatissimo le presi le gambe,le portai sulle mie spalle,presi il mio cazzo e lo puntai verso la sua figa, lei agguanto il mio sedere stringendolo e con uno strattone lo tiro verso di lei facendo entrare tutto il mio pene dentro di lei .







- AAAHHH……sbatti tesoro,lo sento tutto cosi…..bellooo.!! hooooo Gino come é grosso............. hai un mostro per pisello...... che bello.......-







Ad ogni colpo si sentiva il solito rumore “cick-ciack” a noi piaceva molto, la feci mettere alla pecorina.







- mamma voglio leccarti il buco del culo-







le allargai le chiappe ed iniziai l’esplorazione di quel bellissimo orifizio che aveva un vago sapore aspro e dolciastro, con un salto mi ritrovai a galopparla.







Nel controllare se eravamo inquadrati dalla web-cam,mi voltai verso la finestra, mi accorsi che Tiziana era li che spiava,i nostri sguardi si incrociarono ma lei non si nascose… anzi …



Mi sentivo al settimo cielo ad un certo punto un forte brivido mi prende e senza rendermi conto sborrai.







-mammaaa….gooooddooooo…-







--AAAHHH….siii amore…siiiiiii….bello, AAAHHH….siiii.. siiiiii.. aaaaahh o mio dioooooo, Gigi.-











Scarico tutta lo sperma dentro la sua figa







- Luigi sta uscendo tutto fuori vuoi leccare la mamma!?!-







Leccando all’interno di lei ,mi riempio la bocca del mio sperma,lo ingoio,era buonissimo.



(mi è gia capitato di assaporare sperma quando faccio un trio con delle coppie).







La mamma con la sua espressione dolce mi fa un sorriso,io la bacio poi le dico sussurrando nell’orecchio:







- sei davvero grande , sei il mio angelo,non ti lascerò mai.-







lei con un’aria soddisfatta ed incuriosita mi dice:







-vediamo il nostro primo esordio nel cinema porno.-







Presto detto, mi alzo faccio partire il filmato e mi siedo vicino a lei







-hai preso tutto da me porcellino.-







-è vero, chissà se le mie sorelle sono anche loro così!-







Con un aria severa lei mi fissa negli occhi:







- non provarci mai con loro questo è un reato potrebbe nascere uno scandalo pauroso, non oso nemmeno pensare alle conseguenze.-







-non preoccuparti,sei tu l’unico amore mio,poi loro sono fidanzate il divertimento a loro non manca-.







Finito il discorso continuammo a vedere il clip girato al computer.







Mi sentivo un po’ sporco nei suoi riguardi per averla mentita,Il mio pensiero era rivolto a Teresa,da quanto tempo mi spiava?perchè non mi ha detto nulla?







Il pomeriggio seguente la telefonai io con la scusa di riportarla a casa. Questa volta andai sul Lungomare,ci fermammo in un bar a bere un caffè e subito fui diretto.







-da quanto tempo ci spii-







Lei con occhietti furbi ribatte:







-spiare chi? Non capisco di cosa parli.-







-vuoi farmi capire che quello che abbiamo fatto nella cucina io e te è normale!!!



Che l’altra notte non eri fuori alla finestra della camera mia a spiare me e la mamma!!!-







Si avvicina al mio viso , chiude gli occhi e mi bacia.







-ti ho sempre desiderato ,avrei voluto regalare a te la mia verginità,ho cercato molte volte di provocarti ma senza successo,poi una notte quando ho visto la mamma entrare in camera tua senza mutande mi sono incuriosita , ti ho visto possedere lei ed ho capito di poter avere una speranza -











Era come pensavo io il suo era tutto un piano, uguale a me quando ero più giovane.



Finito di prendere il caffè ci avviammo verso la macchina,mi diressi verso la pineta dove vanno a scopare prostitute ,coppiette ho fanno lo scambio, arrivati in zona i posti erano tutti occupati,noi ci fermammo in un angolo ad aspettare,era eccitante vedere quelle auto ballare a ogni colpo di cazzo,le luci accese dagli abitacoli che facevano intravedere le ragazze che succhiavano o si vestivano,stupendo,eravamo eccitatissimi.







Teresa era tutta infoiata si volta verso di me e dice:







- Gino,usciamo fuori,sul cofano della macchina.-











Si toglie il perizoma si abbassa la gonna ed esce dalla machina, io la seguo mi avvicino al lei ci baciamo,lei mi tira giù i pantaloni incomincia a succhiare il cazzo







- "Mmmhh…ggghhllll…mmhhlll…" gorgoglia beata poi alza la testa e mi dice







-scopami alla pecorina.-







Ancora qualche colpo di lingua per bagnare il cazzo e poi si gira,appoggia le mani sulla macchina mi porge il culo,le alzo la gonna le allargo le gambe r con piccoli colpetti la penetro,lei inizia a respirare fortemente, con dei movimenti di bacino accompagna la penetrazione,ad un tratto inizia ad ansimare :







-MMMHHH!!!...........SSSSSSSIIIIIIII……..SBATTI…SBATTI …. AAAHHH….….siiii.. siiiiii-







Le sue urla erano così forti che le altre auto accesero i fari per vedere cosa stesse succedendo,lei abbassa la testa dalla vergogna ma quello che accadeva era bellissimo,avevamo attirato dell’attenzione di tutti.







Il mio cazzo era durissimo mi faceva quasi male, non avevo mai scopato una patatina giovane e stretta, il mio sarà stato il secondo membro che era entrato dentro di lei , giovane e con poca esperienza, avvertivo ad ogni suo gemito un flusso uscire dalla figa , spruzzava i sui umori ad ogni fendente che le davo,nel frattempo ci accorgevamo che i fari puntati su di noi aumentavano, io pompavo sempre di più ma non riuscivo a venire ero troppo eccitato il cuore mi batteva fortissimo, la feci girare,l’appoggiai sulla schiena le alzai le gambe e le infilai nuovamente il cazzo dentro,entro senza accompagnarlo con le mani ,il mio pene e la sua patatina erano bagnati da una sostanza rosea, appiccicosa che sprigionava un profumo inebriante,vedevo il mio membro scomparire in quella fessurina liscia, senza peli,con una mano le stringevo un seno, polposo e grande.



Sentivo che stava per raggiungere un altro orgasmo , mi incitava a venire :







- dai Gino….daiiii Gino….sborra io sto per venire di nuovo.











la fissai negli occhi e in un attimo di lucidità mi resi conto che la quella donna che gemeva sotto i miei colpi era la mia piccola sorellina ,non faccio in tempo a tirarlo fuori,ho iniziato sborrare dentro di lei altri schizzi partono e la colpiscono la faccia ed i capelli imbrattandola tutta il vestito,le macchine che assistevano alla scena iniziavano a lampeggiare,a suonare,qualcuno scese e si recava verso di noi,Teresa dall’imbarazzo corse in macchina io la seguii con i pantaloni ancora abbassati,misi in moto e scappammo via.







Eravamo tutti sporchi e sudati mi recai verso una spiaggetta del lungomare di Salerno dove potevamo lavarci un po’ prima di tornare a casa.







Eravamo felici , promettemmo entrambi di non lasciarci più.







Sono passati ormai degli anni io mi sono sposato, Tiziana e fidanzata e mamma ora vive sola con papà , quando ci incontriamo per noi è sempre la prima volta.











Anche questa avventura per ora è finita, io rinnovo il mio invito a tutti voi lettori a mandarmi i vostri commenti , aspetto donne e uomini incestuosi con filmati e foto , ci possiamo contattare alla mia mail pool2005@libero.it .







P.S. un saluto allo staff del sito siete grandi.

































giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI


I vostri commenti su questo racconto
Autore: Vitasa Invia un messaggio
Postato in data: 02/08/2007 01:13:25
Giudizio personale:
sei fortunato

Autore: Lolalove_2006 Invia un messaggio
Postato in data: 27/06/2007 09:53:02
Giudizio personale:
bel racconto

Autore: Stukas Invia un messaggio
Postato in data: 29/01/2007 19:01:28
Giudizio personale:
-...verità...fantasia...mezzo e mezo...non capisco...non sò.
-Sono d\'accordo con Aerobico, il racconto si fà leggere tutto d\'un fiato.
-E\' piacevole e scorrevole come narratura.
-Continua, non farci interrompere \"il film\" a metà...

Autore: Aerobico Invia un messaggio
Postato in data: 29/01/2007 16:14:45
Giudizio personale:
Non so se tutto ciò sia vero ma so per certo che là realtà supera di gran lunga la fantasia,ti faccio i complimenti perchè sai usare come pochi le parole e la mente corre veloce leggendo il tuo racconto.


Dal Sexy Shop di Desiderya...
In: Sexy party
Mouse sexy rosso
Mouse sexy rosso
Ogni clic con questo mouse e un vero piacere Mouse...
[Scheda Prodotto]
In: Sex toys
Bambola dianna stretch
Bambola dianna stretch
E diversa dalle altre bambole perche appena gonfia...
[Scheda Prodotto]
In: Coadiuvanti
Dark desire con rilievi 12pz
Dark desire con rilievi 12pz
Preservativo nero con palline in rilievo stimolant...
[Scheda Prodotto]