i racconti erotici di desiderya

Diario di una moglie perversa 1


Giudizio:
Letture: 5309
Commenti: 5
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo




Ciao a tutti.



Sono Simona, sposata con un marito stupendo, Luigi. Voglio mettere per iscritto questa storia stupenda che lui mi ha voluto regalare.



Siamo una coppia molto aperta e disinibita, non ci siamo mai nascosti nulla, e pur di non tradirci abbiamo sempre condiviso le nostre fantasie.

Una delle mie piu' forti voglie era quella di provare il sesso di gruppo, con piu' coppie e amici.

Non volendo pero' sputtanarci abbiamo messo in giro a tale scopo un po' di annunci su vari siti web del settore. Li' abbiamo conosciuto un sacco di persone come noi.

Uno di questi e' Oreste, nome d'arte, o nick se preferite, BigOreste.



Dopo una cena con lui e una sua amica abbiamo deciso di incontrarci in un luogo tranquillo per mettere in atto le nostre passioni.

Ecco quello che e' successo.



Oreste ci comunico' che per la fatidica data avrebbe portato con lui anche una coppia di suoi amici, che ancora non conoscevamo, assicurandoci che non saremmo rimasti delusi.

Bene tutto era pronto, il posto, una magnifica villa al mare, Costa Smeralda in Sardegna, in cui avremmo passato un'indimenticabile settimana di fuoco e passioni.



Appena giunti, per primi, nella splendida dimora, ci rilassammo nella vasca idromassaggio, cominciando a stuzzicarci come al solito. Mentre eravamo intenti a baciarci ecco che suona il citofono...bene erano loro.

Oreste e Lory, la sua amica (splendida mora bisex, scoprii dopo), erano giunti belli freschi e pimpanti, ma mancavano ancora i due ospiti segreti.

Decidemmo cosi che per approfondire la conoscenza era indispensabile andare sulla spiaggia (riservata solo per noi e molto isolata).



Ci mettemmo subito in costume e ci dirigemmo sulla battigia a prendere un po' di sole.

Subito pero' le cose si incamminarono verso argomenti concreti quando gli uomini dissero:" ehi perche' non ci mettiamo in liberta', facciamo il bagno nudi".



Allegria, rispondemmo subito noi donne e via anche i pochi cm di stoffa che ci ricoprivano, cosi ci buttamo in mare senza niente addosso....ma proprio mentre ci stavamo divertendo vidi due figure venire verso di noi dalla casa......erano gli amici di Oreste, una coppia di colore, conosciuta tanti anni fa in un giro in America.

Di famiglia molto facoltosa erano soliti raggiungere Oreste durante i periodi estivi per passare con loro le vacanze.



Lei una splendida mulatta alta e slanciata, con tutte le sue cosine a posto. Lanciai una occhiata di fuoco al marito che gia' cominciava a fendere l'acqua col suo attrezzo. Anche Oreste non era da meno e Lory se la stava gia' mangiando con gli occhi.

Lui era il classico bell'uomo, alla Denzel Washington tanto per capirci, spalle larghe, sorriso smagliante e pacco in bella vista negli aderenti short da bagno.



"Ciao io sono Tom e questa e Guenda, mia moglie" disse tendendo la mano per una calorosa presentazione.



Una volta finiti i convenevoli, scuse per il ritardo incluse, si spogliarono anche loro ed entrarono in acqua. L'iniziale frescura del mare sembro' volatilizzarsi in un istante quando Tom volle uscire per scambiare 4 chiacchere, cosi mentre ci asciugavamo al sole potei ammirare i miei 4 nuovi amici.



Mentre ero tutta intenta a squadrare i maschietti ecco avvicinarsi Lory, che mi propose un bel massaggio con olio profumato.



Mi stesi sulla schiena mettendo in mostra il seno svettante, gia' inturgidito dalla nuotata.

Lory spalmo' con cura l'olio al sandalo, massaggiando tutta la pelle, ma sempre escludendo per il momento le zone "calde". Quando vide che mi agitavo e che non riuscivo a stare ferma, facendo leva sul fatto che tenevo gli occhi chiusi, mi mise di colpo le mani sui seni, stringendomi tra le dite i due capezzoli contemporaneamente.

Fu' come una scossa elettrica e non riuscii a trattenere un gemito di piacere.



Oreste commento' con la sua solita ironia "ehi guardate che effetto che ha fatto la mia Lory sulla nostra Simona, ehi hai tutta la fica allargata". "Si e' vero" disse di rimando Luigi, passandomi una mano nel taglio roseo "si direbbe che sei riuscita ad eccitarla solo con un massaggio". "Ehi giu' le mani" disse scherzando Lory "vuoi cogliere il frutto del mio lavoro, io mi impegno e tu te ne approfitti subito".....dicendo cosi mi chiese di girarmi e riprese a spalmare olio sulla schiena, i fianchi e le natiche. Nel contempo potevo vedere che ero diventata il centro dell'attenzione. Tutti fissavano me e Lory tutta intenta nella sua opera di seduzione. Tom aveva la verga gonfia e pulsante, un vero tronco di pino....Oreste non era da meno e l'unica cosa che lo distingueva da quel punto di vista era il colore paonazzo del suo membro. Luigi, dotato al pari dei due, si era invece adagiato alle spalle di Guenda e l'accarezzava dolcemente mentre guardava noi due.



Lory diresse le sue attenzioni nella zona del solco e io volontariamente aprii un poco le gambe per permettegli di manovrare al meglio. Mi sfioro con un dito la fica ormai fradicia di umori, e l'ano che gia' cominciava a contrarsi ritmicamente come prima di un orgasmo, indugiando per lunghi momenti sul mio clitoride eretto spudoratamente tra le grandi labbra.



Mi giro' delicatamente e comincio' a suggere il nettare che la mia topina emetteva copiosamente. Questo fu' il segnale per le partenza dell'orgia........mio marito si lancio' in un 69 con la testa affondata nella stupenda fica rosea di Guenda, che glielo imbocco' tutto pappandoselo in un boccone. Oreste invece si mise didietro a Lory posizionata alla pecorina, e lecco' rumorosamente sia l'ano che la fica alla scatenata morettona.

E Tom direte voi?

Il mio stupendo nuovo amico trovando tutto occupato penso' bene di farmi assaggiare il suo bastone d'ebano, cosi si avvicino' alla mia bocca spalancata per il piacere e strusciandolo sulle mie labbra mi fece apprezzare l'afrore di maschio selvaggio che contraddistingue gli uomini della sua razza.

Non mi feci pregare piu' di tanto e cominciai a leccare la cappellona tesa, l'asta e i coglioni come la piu' consumata della battone. Poco dopo venni rantolando come una ninfomane, con un urlo strozzato dall'immensa massa di carne che mi occupava la bocca.

Con lo sguardo annebbiato dal piacere vidi che Oreste stava inculando di brutto la Lory, che boccheggiava flebilmente come un pesce fuor d'acqua.



Cosi decisi di ricambiare il favore mettendomi sotto di lei, leccadola avrei attenuato il dolore di cotanta penetrazione. Il maritino intanto si stava fottendo Guenda con evidente soddisfazione, cosi potei concentrami sulla topa di Lory. Dalla mia posizione potevo vedere l'uccello di Oreste, che le stava straziando le viscere, entrare e uscire con ritmo indiavolato dal suo povero sfintere. Mi diedi da fare a leccare a piu' non posso tutta la spacca gocciolante e in breve Lory, benche' abituata a quegli assalti, comincio' a mugolare di piacere. Tom che all'inizio era stato a guardare dopo il mio pompino, non era ancora venuto e con il suo affare lucido di umori, si avvicino' alla mia topina, puntandomelo all'ingresso, tanto per avvertirmi dell'imminente intrusione......poi all'improvviso mi ficco' tutta la sua picca fino a ottenerne uno schiocco quando questa penetro' fino all'utero, impalandomi con vigore.



Il suo andirivieni aggiunse piu' foga alla mia lingua saettante sulla fica di Lory, che adesso sculettava come una cagna in calore, andando perfino incontro al maglio che la squartava.

Preso da tutta la situazione, Oreste venne con un grugnito da animale, Lory sentendo le bordate di sperma raggiungerle gli intestini venne accasciandosi su di me, sfinita. Tom invece dopo avermi fatta godere nuovamente, mi sfilo da sotto la mia nuova amica e mi invito' a finire il lavoro di bocca, lasciato a meta' poco prima.

Che bello sentire il mio sapore sulla sua nerchia, ma dopo pochi risucchi Tom venne nella mia gola eiaculando come un cavallo fiotti di denso e caldo sperma.

Per evitare che uscisse durante questo frangente mi tenne ferma per i capelli, scopandomi la bocca al pari di una prostituta.



Proprio in quel momento sentii i gemiti di godimento di mio marito e della sua attuale compagna che vennero all'unisono....rilassandosi spossati ma contenti sulla stuoia che era stata la loro alcova.



Fu' cosi che riprendemmo le nostre cose e ci avviammo verso la villa, contenti e sicuri che questo era solo il preludio ad una fantastica settimana di godimento.....ma se siete curiosi ve lo raccontero' la prossima volta......



(continua)



giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI


I vostri commenti su questo racconto
Autore: Sensual Man Invia un messaggio
Postato in data: 05/08/2012 16:57:07
Giudizio personale:
da sballo, pure noi.............. laprossima volta..

Autore: Curiosop Invia un messaggio
Postato in data: 13/01/2012 15:28:17
Giudizio personale:
bello...peccato non esserci...!!!

Autore: Versatile2007 Invia un messaggio
Postato in data: 15/12/2008 19:44:10
Giudizio personale:
ciao, bellissimo racconto, auguro a tutti una situazione del genere

Autore: Carino6423 Invia un messaggio
Postato in data: 20/11/2008 09:58:08
Giudizio personale:
..... molto eccitante e travolgente ..... da farmi gustare il membro tra le mie mani, voglioso di ........ ancor e più letture. Bravo!

Autore: Joseph62 Invia un messaggio
Postato in data: 20/11/2008 06:47:04
Giudizio personale:
Buona la stori.... descrizione particolareggiata sin troppo.. ma comunque realistica quanto basta.......
kiss kiss


Dal Sexy Shop di Desiderya...
In: Bdsm
Morso deluxe breathable ball gag nero
Morso deluxe breathable ball gag nero
Non dire una parola Insegnate al vostro partner il...
[Scheda Prodotto]
In: Sexy party
The erotic drabbles 2012
The erotic drabbles 2012
Cosa sono le Drabbles Nascono come sfide tra autor...
[Scheda Prodotto]
In: Sex toys
Play by night nero
Play by night nero
Classico vibratore in PVC che si nasconde bene al ...
[Scheda Prodotto]