i racconti erotici di desiderya

Cronaca di un sogno


Giudizio: -
Letture: 361
Commenti: 0
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo
E' un posto sconosciuto ma che risulta familiare. Il profumo di fiori in quel giardino mi ricorda qualcosa di intimo che non riesco a riconoscere. Il vento muove gli alberi, la piccola casetta, in quel bosco, risulta familiare, conosciuta; il cinguettio degli uccelli mi rassicura.

Ho guidato per due ore sotto il sole caldo di quella giornata di mezza estate. Il climatizzatore spento come aveva detto lui, il pungente odore della lana del maglione che ho tirato fuori dagli scatoloni per l'occasione sulla pelle nuda e sudata.

"Potrai portare con te solo dell'acqua calda per dissetarti" aveva detto. Ho obbedito.

Ora sono nuda, solo il maglione ed il pantalone di lana, stivali alti neri e quel fastidioso odoredel sudore sulla lana. La mia pelle ha rapidamente rilasciato tutta l'acqua che ho usato per

dissetarmi, ed ora sento scorrere il sudore sul corpo.

"Odio sudare" avevo detto, "odio sudare" ora penso.



"Nel vaso accanto alla porta troverai le chiavi" aveva detto, la prendo e faccio scattare la serratura.

Il suono metallico della serratura è come un interrutore dentro me. Fino a quel momento ho solo sofferto per il caldo, per il sudore, per il maglione, ora quel click è come se mi avesse fatto cambiare canale.

Ora non sento più il sudore scorrere sulla sua pelle, ma brividi, fremiti, ansia, paura.

Entro e richiudo la porta alle spalle. Un suono secco, cupo, ed il calore del mondo esterno viene tagliato fuori.

Capisco che tutto quello che ho provato nel varcare la soglia è solo l'inizio.

La prima sensazione è di sollievo, all'interno l'aria era fresca, nessun rumore, poca luce.

Sensazioni, il sudore sulla pelle ora è gelo, solitudine, silenzio glaciale, brividi percorrono la schiena. Odo distintamente il cuore battere, l'aria gelida gonfiare i polmoni, il respiro reso affannato dal caldo e poi da quella improvvisa quiete.



Resto immobile a guardare il vuoto che sento dentro...



L'ambiente che mi circonda è caldo ed accogliente, luci soffuse di fari alogeni puntati verso il soffitto, morbido e caldo il legno del pavimento coperto da tappeti raffiguranti scene, momenti della mia immaginazione.

Un enorme caminetto spento è al centro della stanza, un tappeto di pelliccia, dei divanetti bianchi, un tavolino, una mensola con delle bottiglie. Alle spalle una scala sale su, verso un soppalco su cui scorgo

un letto.



Mi guardo intorno ripensando alle sue parole, "trovarai le istruzioni". Un foglietto: "Nel bagno troverai tutto il necessario per rinfrescarti, profumarti, massaggiarti e vestirti." Corro nel bagno, una enorme vasca tonda, idromassaggio, saponi e sali, odore di incenso, specchi. In un attimo sono nuda, non vedevo l'ora, posso vedere il luccichio del sudore sulla pelle, resa ancor più morbida dal calore e dal sudore, riflessa negli specchi. Vedo il mio corpo riflettersi prepotente, il seno

sembra ancora più grande e sodo, il gioco di luci mi permette di scorgere il mio culo sodo ed alto, le mie gambe slanciate.

I capelli raccolti a coda di cavallo come lui aveva detto, i peli rasati a formare solo una piccola folta chioma riccia a coprire le grandi labbra, come lui aveva imposto.



"Piega tutto e riponilo sulla sedia" dice un biglietto, e così faccio. Piego accuratamente tutto e lo ripongo sulla sedia.

Scivolo nella vasca piena di bolle e di sapone e sento il calore avvolgermi. Vedo piano piano, da tutte le angolazioni possibili

ed impossibili, il mio corpo sprofondare nelle bolle di sapone, prima le gambe, poi piano piano l'addome...mi soffermo sul seno

e lo faccio affondare piano.



Sento il calore dell'acqua avvolgermi e mi guardo intorno. Ha preparato tutto come desideravo e la situazione dovrebbe aiutare

a rilassarmi, ma non è così. L'idromassaggio mi avvolge in un turbine di bolle ma non riesce a rilassarmi. Sento dentro di me un vuoto freddo, è l'ansia .... penso a tutto quello che mi diceva e provo una sensazione di ansia. Mi sento in attesa ed osservata.

Questo mi imbarazza e non mi permette di godere di quello che mi ha preparato....e penso che lui sapesse che sarebbe stato così...

perchè sa esattamente cosa provo in ogni momento in ogni situazione .... e questo mi rende vulnerabile ed accresce la mia angoscia.



Eccola, immersa, è bellissima avvolta da quelle bolle. La vedo così come l'ho sempre immaginata.

Lei è in preda all'ansia, lo so .... ho fatto tutto quello che so che l'avrebbe portata in quello stato di angoscia che la rende ansiosa ed intrigata. Posso guardarla dalle telecamere ... so che lei si sente osservata ... ma non sa che sono qui a godere di ogni suo piccolo movimento, di ogni sua piccola vibrazione. Allungo le mani verso lo schermo e la sento vibrare.

Sento che le mie mani le trasmettono il calore che ora la fa distendere nella vasca e le fa provare quella sensazione di tranquillità che voglio che provi.



Cosa succede .... cos'è questo rumore .... perchè improvvisamente ho questa sensazione di freddo.

Riapro gli occhi e vedo che l'acqua è quasi scomparsa...sul fondo della vasca l'acqua si ritira, posso scorgere dei segni...

un nuovo messaggio .... "apri l'armadio...indossa quello che trovi, metti il rossetto rosso con contorno di matita leggermente piu'

scuro per evidenziare il contorno labbra, matita per gli occhi, nero mascara per le ciglia ed un velo di fard".

Mi alzo infreddolita ed apro l'armadio: uno straordinario bustino rosso aperto sul seno e al cavallo, impreziosito da fiocchetti in

satin con perline color argento con perizoma a retina, calze autoreggenti nere, un kimono a fiori con larghe maniche.



E' stupenda, immaginavo il suo corpo perfetto appena coperto da quel body...

La sua immagine erotica e sensuale è esaltata, il suo prosperoso seno sodo ed abbronzato viene tenuto su perfettamente.

Posso ammirare la bellezza dei capezzoli induriti dal getto d'aria fredda che sto facendo entrare nel bagno.

L'apertura del body scopre le sue morbide curve, posso ammirarne i glutei marmorei avvolti dalla morbida seta del body.

Adoro il suo modo di accarezzarsi e guardarsi allo specchio mentre si veste...è sensuale, incosciamente maliziosa

nei movimenti, nell'accarezzare i capelli, nel muovere gli occhi.

Mette il kimono e sembra una perfetta geisha, le gambe scoperte sono come colonne, il seno sodo realizza delle perfette pieghe

sul tessuto che la rendono ancora più affascinante.



"Quando avrai finito di vestirti, lega i capelli a coda di cavallo e vai nel salone, troverai una benda sul tavolo, prendi una sedia e siedi al centro della stanza bendandoti ed aspettare il mio arrivo".

Così faccio, mi sento perfettamente a mio agio con gli indumenti che mi ha preparato.



Lei rimane seduta ad aspettarlo...passano minuti interminabili.

La sera precedente, nel letto, aveva pensato, a come sarebbe stato ed era stata turbata nel sonno.

Ora era li ad aspettarlo sussultava ad ogni rumore.

Sente dei passi avvicinarsi alla porta, il rumore delle chiavi, la porta che si apre per poi richiudersi, il silenzio.

Nessun passo avvicinarsi, non sà cosa fare, vorrebbe alzarsi corrergli incontro ma sa che lui si arrabbierebbe e rimane dov'è.



Sento che è qui, avverto la sua presenza, sento il suo sguardo sul mio corpo, sento che mi percorre, una piacevole sensazione,

la paura di non piacergli, i brividi, la voglia, il desiderio, la rabbia per l'attesa di questo momento e per dover sentire lo scorrere del tempo in attesa.

poi ho avvertito le tue labbra umide sul mio collo e un sussurro all'orecchio "non tremare piccola sono qui".



D'improvviso tutta la rabbia si è trasformata in desiderio ..... ed hai sentito il calore esplodere in te ..... e ti sei resa conto improvvisamente

di essere completamente bagnata. Senti il mio profumo, le labbra scorrere sulla sua pelle.

Mille volte ho immaginato di percorrerla, di gustarla, di accarezzarla, ma la strada che percorrono ora è nuova, dolce.

Mi riempio del tuo sapore, ti sento vibrare mentre accarezzo la tua voglia con la mia bocca e sento i brividi percorrere la tua pelle.

Il desiderio, la voglia, l'attesa rendono questo momento così speciale......

Voglio vederti così .... fermare il tempo ..... e mi fermo.



Sussulti improvvisamente per l'assenza...senti il vuoto...ed il calore...fremiti...posso vedere la tua voglia luccicare nell'apertura del body.

Prendo le palline dal ghiaccio...le lascio scorrere lentamente all'interno...ammirando l'estasi del piacere e della consapevolezza sul tuo viso.

Le faccio scorrere piano fino a farle scomparire...ed immediate iniziano le contrazioni.

Ti sei esercitata ad averle dentro...a resistere quando si deve resistere, a lasciarti andare se ti viene chiesto, ma ora non sai cosa fare.

La voglia vince sull'autocontrollo...e ti abbandoni in un movimento sensuale, spingendo e contraendo i muscoli...facendo vibrare il corpo.

Senti il calore crescere, non ti rendi conto di quello che sta succedendo quando un'onda ti riempie e ti trascina in una tempesta di fremiti e contrazioni.

Nessun muscolo del tuo corpo è fermo...solo le tue labbra strette tra i denti per tacere quello che sta succedendo.

Quando ritorni in te, la tua testa leggera vola, senti le palline uscire...non sai quanto tempo è passato, ti abbandoni navigando nel mare del piacere.



To be continued....















giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI



Dal Sexy Shop di Desiderya...
In: Sex toys
Bambola kneeling nikki
Bambola kneeling nikki
Bambola gonfiabile Doggy Style al limite tra la re...
[Scheda Prodotto]
In: Abbigliamento
Perizoma farfalla rosso
Perizoma farfalla rosso
Particolare tanga a forma di farfalla con strass e...
[Scheda Prodotto]
In: Coadiuvanti
Durex top gel hot 50ml
Durex top gel hot 50ml
Il lubrificante Durex Play Warming amplifica la se...
[Scheda Prodotto]