i racconti erotici di desiderya

Corna scoperte

Autore: Maschiettafree
Giudizio:
Letture: 2338
Commenti: 2
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo
Apro gli occhi faccio fatica ad orientarmi, mi sento un pò rinco, ma un rinco felice estasiato, devo aver passato una bella notte di bagordi, mi stiracchio per bene nel mio lettone, sono nudo e approvitto per godermi la mia bella erezione mattutina.

E' domenica mattina, tarda mattina, sento un leggero languore, ma non di "ho saltato la colazione", piuttosto di "fame tossica" di quello che ti farebbe mangiare qualunque schifezza che si trova nel frigo.

Rotolo giù dal letto con pigrizia, anche la vescica si è svegliata e con sommo godimento faccio pipì come se avessi fatto sesso sfrenato tutto la notte

Hey, ma io ho fatto sesso sfrenato tutta la notte!!!

Squilla il cellulare, è la mia lei, chissà che fine ha fatto ieri sera...

"Sei a casa?"

"Si" rispondo io

"non ti muovere, arrivo"

Che voce incazzata che aveva, ma non ci voglio pensare, tutto nudo con il pisello ritornato al suo stato naturale mi avvicino al frigo e...

Toc, toc

Ma che stava qui sotto?

Apro nudo come mamma mi ha fatto e sbem, uno schiaffone a mano piena su tutta la guancia mi fa barcollare

"Buongiorno!!!"

poi una spinta che mi fa cadere sul divano, nudo a gambe aperte con il pisello in bella mostra la mia guancia rossa e un'esperessione da ebete mista a stupore

"Brutto stronzo, ieri sera ti sei scopato Maria la mia migliore amica!!!"

O pork, sa già tutto!!!

Non so cosa dire, farfuglio delle parole incomprensibili anche a me stesso, cerco di alzarmi da quella strana posizione, ma lei subito: "Non ti azzardare ad alzarti bastardo!!!"

"Non mi raccontare cazzate che avete bevuto e fumato e poi pensavi che non mi dicesse nulla?"

"Sei veramente un idiota, non sai che con Maria ci raccontiamo tutto nei minimi particolari?, mi ha raccontato tutto anche di quanto ti piaceva leccargliela"

La situazione si stava facendo strana, lei era veramente arrabbiata, ma sembrava anche eccitata dalla cosa e non sembrava che le desse troppo fastidio che fossi andato con Maria, ma piuttosto che l'avessi cornificata.

La cosa iniziava ad eccitare anche me, ma non sapevo che fare, ero completamente nudo, con lei in piedi vestita intenta a sfogare la sua rabbia con quel filo di eccitazione.

"Scusami" balbettai umilmente "non lo faccio più"

Lei mi rispose con un sorrisino perfido e mi dice "non ti credo e poi ti stai eccitando solo ricordando quello che hai fatto ieri, sei un porco!"

Su questo aveva ragione, adoravo il sesso senza tanti moralismi e taboo

"è inutile che sorridi e mi fai vedere il pisello duro, non lo voglio nemmeno più vedere" detto questo salì sul divano facendomi vedere sotto la gonna.

Mmmm, niente mutandine la porcella, la sua bella figa o come la chiamava lei, la sua troietta era li in bella mostra, all'ombra del gonnellino, come sempre ben curata e, immagino, vogliosa di una bella leccatina.

Inizia ad inginocchiarsi puntando direttamente sulle mie labbra mentre da sopra la vedo sorridermi beffarda

"Adesso me la lecchi anche a me fino a quando avrò voglia, e dopo deciderò che fare di te"

Ero li sotto di lei, con quelle stupende labbra che si stavano avvicinando, iniziavo a sentire il suo profumo che mi innebriava la mente, un brivido di estrema eccitazione mi percorse tutto il corpo dalla testa al pisello e finendo dietro il mio sedere.

Che strana eccitazione, che fantastica eccitazione, in quella posizione, sottomesso a lei che mi dominava dall'alto che avrebbe potuto fare e chiedermi qualunque cosa che io l'avrei eseguita senza nessuna esitazione, avrei fatto qualunque cosa per poter finalmente assaporare le sue grandi labbra carnose, innebriarmi del suo profumo di femmina eccitata, di succhiarle il clito fino a farla venire ed ingozzarmi del suo orgasmo.

"Lo sai che mi dovrò vendicare, vero?"

"si amore, è giusto, ma solo una volta e non farmi sapere quando lo fai per favore" dissi con un filo di voce...

"Col cavolo" rispose lei "sei tu che mi hai messo le corna e adesso decido io e credo che saranno tre volte e tu dovrai guardarmi mentre mi diverto a farti cornuto, voglio che mi vedi mentre godo con altri!!!"

Cercai di obiettare, ma ormai il profumo della sia micia che per me era come una droga, stava annullando la mia razzionalità lasciando sempre più libero il mio istinto maiale

"o accetti o me ne vado da qui immediatamente e non vedrai più ne me ne Maria!!!"

Non ce la facevo più, avevo voglia di affondare la mia lingua nelle sue calde e ormai bagnatissime labbra, ciucciargli il clito ed esplorare la sua vagina con l'indice alla ricerca del suo punto G e poi stava mettendo in mezzo anche la sua migliore amica...

"Ok, fai quello che vuoi. Mi vuoi trasformare nel tuo cornuto? scoparti il mondo intero davanti a me? Fallo basta che me la fai leccare te e quella porca di Maria!"

La lascia interdetta, non si aspettava che avrei accettato, ma sopratutto che avrei rilanciato.

Mi prese per i capelli quardandomi fisso negli occhi

"Sei un porco, un gran bel porco, ma la cosa mi eccita. Potrei finalmente giocare con Maria senza tanti problemi e con quel gran bel maiale del mio ex"

Detto questo si abbandonò sulla mia bocca, strofinandosi forte sulle mie labbra in estasi totale, venne in un attimo, il mio viso si riempì dei suo umori.

Quando riuscì a fermarsi dai suoi forti tremori, mi accarezzo, mi diede un bacio sulle labbra e sorridendomi di dice "cornutone, ti sei meritato un premio, il miglior pompino della tua vita"



giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI


I vostri commenti su questo racconto
Autore: Bisexlussuriosi Invia un messaggio
Postato in data: 08/05/2014 13:40:44
Giudizio personale:
Favolosoooo, mi ecciterebbe molto conoscerVi

Autore: Bisexlussuriosi Invia un messaggio
Postato in data: 08/05/2014 13:40:44
Giudizio personale:
Favolosoooo, mi ecciterebbe molto conoscerVi


Webcam Dal Vivo!