i racconti erotici di desiderya

Book fotografico a venezia

Autore: Lara62
Giudizio:
Letture: 696
Commenti: 5
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo
..venezia..estate sto girando da un po' tra i campielli cercando un indirizzo, a Venezia è difficile orientarsi, ci si perde facilmente. Sono un po' stanca e sudata, le calze autoreggenti mi sono calate un po' e non posso sistemarle, non ho le mutandine...il sudore mi bagna l'interno delle cosce...Finalmente all'ultima curva , prima di un ponte, sulla destra ecco il sottoportego...il numero civico è giusto, suono all'interno 3. IL portoncino si apre...nessuno mi ha risposto al citofono, io salgo, le istruzioni sono state chiare, dovrò eseguire quello che m i viene ordinato, non chiedere nulla.

Salgo una rampa, poi un'altra, trovo una porta rossa con il numero 3.. è socchiusa. Apro lentamente ed entro. L'appartamento sembra deserto e buio. la porta d'ingresso si chiude con uno scatto che mi fa sussultare. Avanzo attraverso uno stretto corridoio e vedo una luce filtrare da sotto una porta. Entro e mi trovo in una grande stanza dal soffitto a cassettoni, il pavimento in marmo veneziano, gli scuri accostati dai quali filtra la intensa luce del pomeriggio creando un forte chiaroscuro.

In fondo alla stanza c'è un grande specchio, alla mia destra un tavolino con una maschera veneziana azzurra, blu e nera, con ricami in oro, vicino un biglietto "indossala" c'è scritto. Io mi metto la maschera e la fisso bene con tre lacci poi mi dirigo verso lo specchio, immaginando che dietro lo specchio ci sia il fotografo che deve creare un book su di me e che mi ha impartito le istruzioni.

Non devo parlare, quindi attendo in piedi davanti allo specchio. Mi rigiro ammirandomi nella grande superficie che riflette la mia figura, i minuti passano.

Non so cosa fare, allora decido di spogliarmi, il book deve essere sexy mi è stato detto, perciò mi tolgo la gonna e la camicetta, rimango con il reggiseno bianco , le calze autoreggenti nere..in equilibrio sui miei tacchi dodici.

Con la maschera non vedo quasi nulla, e questo mi fa sentire eccitata. Ad un tratto sento una porta aprirsi alle mie spalle: " rimani ferma così" mi ordina una voce femminile; io mi immobilizzo, la sento avvicinarsi ...e all'improvviso un drappo mi oscura completamente la vista. Mi sta bendando con una sciarpa, non vedo più nulla , sento solo il suo profumo, molto intenso, mi sembra The One..sento su di me le sue mani, comincia a massaggiarmi con olio che è fresco e gradevole sulla pelle. Parte dalle spalle e arriva subito al seno indugiando sui capezzoli che strizza lentamente, sento le sue unghie....sono già molto eccitata..Lei passa quindi a massaggiarmi il culo con movimenti rotondi, io istintivamente mi inarco leggermente e vengo colpita da una forte sculacciata che mi strappa un piccolo urlo di dolore e sorpresa " ferma e zitta" mi dice lei. Mi immobilizzo e lei continua a oliarmi, mi apre un po' le gambe, mi accarezza bene anche il clitoride, io sono tutta bagnata, lo sento...ritorna a pizzicarmi i capezzoli e poi mi applica qualcosa sui capezzoli, una piccola morsa che mi da' una sensazione di piacere intenso, sento una catenella fredda che scorre sulla mia pancia e due piccole pinze vengono applicate alle grandi labbra.. poi la sento armeggiare con la catenella, e mi rendo conto che la sta regolando, finchè grandi labbra e capezzoli non sono collegati, ogni mio più piccolo movimento mi provoca piacevoli sensazioni in entrambi i lati, perciò mi muovo leggermente cambiando posizione sui tacchi, e questo mi costa un'altra sculacciata .... più forte di prima..mi mordo le labbra per non urlare..

Sento rumore alle mie spalle, qualcuno sta spostando qualcosa di pesante, sento uno scatto e un calore dietro di me, e capisco che è stata accesa una luce molto forte...questo mi fa sentire smarrita, non so chi ci sia nella stanza e io sono così esposta.. sento passi dietro di me...e due mani che questa volta sono grandi, un odore intenso di maschio..

Le mani sono leggermente sudate, mi prende per le spalle e mi gira verso la luce..il calore adesso lo sento sui seni e sulla pancia, lui mi fa raddrizzare le spalle, portandomi le mani dietro la schiena e legandomele con una corda un po' ruvida, che mi costringe a stare stare immobile perchè mi fa male,. Con questo movimento delle braccia i miei seni sono portati in alto.. tirano la catenella, sento un forte piacere ai capezzoli e alle grandi labbra; lui mi mette una mano tra le cosce facendomele divaricare leggermente, poi si allontana, sento gli scatti della macchina fotografica, davanti a me e poi dietro , ci sono più persone che fotografano..io sono immobile , eccitatissima ..spaventata..

Sento che qualcuno si avvicina alla mia destra. Il profumo mi dice che è lei , la donna dell'olio...comincia a baciarmi, la sua lingua è nelle mia bocca, le sue mani mi strizzano forte le tette, sento i suoi capezzoli duri contro la mia pancia, che si strusciano mentre lei scende giù...sento che mi apre di più , mi divarica le grandi labbra tirando le catenelle e comincia a darmi piccoli colpi con la lingua e io mi sento sciogliere in un intenso piacere. Intanto gli scatti delle macchine fotografiche sembrano impazziti intorno a noi. Io mi muovo leggermente per consentirle di mettermi la lingua più in profondità , ma sento un sibilo e subito un vivo dolore al gluteo sinistro, sono stata frustata...mi immobilizzo...sento un movimento alle mie spalla, l'odore di lui , le sue mani sul culo, mi divaricano...il suo dito unto d'olio mi massaggia l'ano e lo penetra.. sento intorno a me gli scatti..continui delle fotografie...ma non me ne importa.. lui mi fa piegare in avanti e io sento che sto perdendo l'equilibrio, ma mi trovo appoggiata a lei che mi sostiene dalle braccia..sento la mia figa che viene allargata completamente....e vengo sbattuta in modo selvaggio...più e più colpi..a ritmo con gli scatti delle foto, con il respiro di lui, di lei davanti a me che mi bacia e mi stimola i capezzoli tirando le catenelle...non riesco a trattenermi, devo godere...la mia figa comincia a vibrare forte... e sento il sibilo della frusta..il dolore...il piacere immenso..orgasmo..un urlo alle mie spalle, mi inonda ...


giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI


I vostri commenti su questo racconto
Autore: Erotic_mind Invia un messaggio
Postato in data: 22/05/2013 13:05:09
Giudizio personale:
Sublime fantasia... rara eccitazione...

Autore: Nefertiti63p Invia un messaggio
Postato in data: 05/04/2013 17:06:10
Giudizio personale:
dopo la lettura ti viene voglia di provare certe esperienze!

Autore: Soter & Magda Invia un messaggio
Postato in data: 27/03/2013 22:53:54
Giudizio personale:
M A G N I F I Q U E

Autore: Soter & Magda Invia un messaggio
Postato in data: 27/03/2013 22:53:25
Giudizio personale:
M A G N I F I Q U E

Autore: Mysterx Invia un messaggio
Postato in data: 27/03/2013 15:14:43
Giudizio personale:
grande attesa


Dal Sexy Shop di Desiderya...
In: Sex toys
Sean michaels dong
Sean michaels dong
Fallo ultrarealistico in R5 ultimate skin inodore ...
[Scheda Prodotto]
In: Sex toys
Androerectest misura erezione
Androerectest misura erezione
Il pene e il barometro della vostra salute e la ri...
[Scheda Prodotto]
In: Coadiuvanti
Xxl for the big one 3pz
Xxl for the big one 3pz
Il preservativo trasparente extra largelunghezza 2...
[Scheda Prodotto]