i racconti erotici di desiderya

@bix48 chiava moglie verocuck feedback 2 coiti racconto autobiografico

Autore: Torreann
Giudizio: -
Letture: 0
Commenti: 0
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo
@Bix1948 chiava moglie verocuck , feedback dei 2 coiti è racconto erotico autobiografico.

Premesso che sono stati pubblicati da detto bull i racconti erotici: “la pubertà” – “la zietta” – “la puteolana” “prime corna a Treviso”

"caro amico, volontario, autentico e vero felice contento cornuto, presenza insolita in giro, ti confido che vergo feedback con immane ed immenso sentimento di grata riconoscenza per avermi offerto e concesso di chiavarmi tua moglie ed a bando il riserbo mi vanto con orgogliosa fiera baldanza di essermi posseduto con erotico enorme spasmo una femmina incantevolmente, fatalmente attraente e fascinosa, una fiammata di seducente malia, una abbagliante vamp sexy dall’immenso erotismo sessuale e sensuale, una donna d’estremo interesse e raro charm, quale tua moglie m’è apparsa, si mostra e realmente è, in termini sudici, turpi, volgari e fuori dai denti, la definisco un’originale, autentica , genuina cortigiana in auge e voga, una indescrivibilmente, straordinariamente seducente navigata prostituta, una espertissima e libertina zoccola, una pornografica troia d’alto bordo, benché tu l’hai proposta nei tuoi annunci del 2010 su diversi siti come novizia sposina per i primi suoi giochi di sesso a 3 con extra dotati maschi.

Rendo noto con fiero, gagliardo vanto ai lettori utenti dei siti su cui è pubblicata feedback, che con i due coiti, che mi son fatto, in una camera di appartato residence di tua conoscenza, fiducia e da te prenotato e pagato, fuori Lucca, il primo di 2 ore il mattino del 25.2.13 e il bis di 90’ nel pomeriggio del 5.5.13, con la piccola minuta tenera donnina, mogliettina di verocuck, che ho appurato essere eroticamente sexy e sensualmente piacente ed arrapante, , ti ho fatto prendere coscienza d’essere stato da me e da tua moglie incoronato cornuto, te mini dotato sotto i 12 cm di pisello, ex aspirante cuck, coniuge affabile, cortese e cordiale. A scanso d’equivoci ed a convalida di quanto testé affermato preciso che le dette due scopate con tua moglie, caro amico verocuck, sono state in assoluto ed in giurata fede le migliori ed uniche in cui onestamente ho goduto con somma delizia ed estasiante diletto di celestiali, conturbanti, partecipate, solari, prestazioni erotiche, amorose, sessuali e sensuali, nulla a paragone delle centinaia di monte, scopate e chiavate con assatanate vogliose, insoddisfatte femmine e mogli di impotenti mariti. Verocuck tu sei da

appellare quale solo ed unico attivo gran cornuto, coniuge della più prestigiosa troia e/o zoccola dai tempi di Roma.”

Così inizia feedback di @bix1948, 60 enne livornese, il 2°bull che mi chiava la moglie. Feedback inviata dopo un paio di giorni dalla chiavata bis fattagli fare con mia moglie. Un bull che enumero senza tema di errore od esagerazione tra i maschi veri tori da monta. Egli rivela di volerla pubblicare per rendere noto quanto si gode chiavandosi mia moglie. Precisa @bix48 che l’ha vergata d’impeto la sera stessa del 2° coito per il sito d’annunci. Chiede che la leggo e se condivido l’approvo in modo che sia pubblicata per la straziante lettura d’invidiosi bull ai quali verocuck ha già negato e negherà la rizzante soddisfazione di scoparsi la bona sua moglie. @bix1948 mi ricorda ancora che nei siti feedback sono consentite solo agli utenti per rapporti a sfondo erotico realmente vissuti. Afferma d’essersi sentito in obbligo di compiere il gesto quale minima riconoscenza per essere stato da me prescelto tra la miriade di bull che mi pressano e si offrono di disinibire la mia tenera mogliettina, di recente convertitasi ad aprire le sue bianche e lisce cosce alle loro smanie amorose sessuali. Feedback così continua.

“@bix48, esperto bull, definisco la fragranza che sento spanso copiosamente nell’alma e in ogni parte del corpo, in primis il cazzo, un soave sensazionale eros mai provato in precedenti giochi a tre (bull-sweet- cuck), quale tangibile effetto di 2 ore di passionale, impetuoso, ma spossante sesso che la cara mogliettina di verocuck m’ha erogato.

Sono da giorni ancora sotto l’effetto di questo inebriante piacevole aroma erotico sensuale che la moglie di verocuck mi ha iniettato nelle arterie nel coito del 25.2 e ancor più nel bis del 2.5.2013.

Aggiungo a scanso di equivoci, ma a convalidante test, di essere lieto, gioioso e sempre grato al generoso cornuto, quale considero e confermo essere verocuck per avermi messo a disposizione la moglie alla sua prima completa esperienza di sesso con un genuino bull, quale io mi reputo e sono, perché quale bull, potessi con agio, con garbato metodo e pertinente cordialità, irretirla e conquiderla onde lei giocasse con autentico entusiasmo e partecipazione palese con un cazzo lungo si, ma dalla larga cappella. Una copula in modo che il mio dotato cazzo, duro e duraturo, si chiavasse di verocuck, aspirante cornuto, la picciola conturbante mogliettina onde le facesse sprigionare effetti apprezzabili di meravigliosi effetti sessuali, continuati orgasmi, proprio ciò che un bull fa produrre in presenza di femmina dalle leggiadre grazie e non comuni arti erotiche amorose possedute come nella fattispecie la fresca mogliettina di verocuck. Rammento con enfasi gli auguri di buon anno 2013 inviati a te e tua moglie, nella speranza d’incontrarla ed essere il primo bull a chiavarmela come sembrava che mi proponessi negli annunci, dopo la non esaltante esperienza con il bull motorista nel 2011. Mi proponevo di rimediare alla negativa opinione di tua moglie sui bull per l’esperienza nel 1° gioco.

Nel sito era palese la tua delusione verso l’impaziente 1°bull contattato per i suoi 23 cm di cazzo che aveva usato irruentemente con l’esito di letteralmente sfondare la stretta, semi vergine fica della tua dolce affettuosa metà, che se le dovuta curare per oltre un anno e non voleva più chiavare in tre, tu, lei e bull.

Feedback da me fatta per gradevole, simpatica, affettuosa, cordiale lettura dei mini dotati cornuti tuoi pari.

Ti confesso che le 2 monte fatte nel 2013 l’ho vissuto da sogno e che non voglio che svaniscono e cessino.

Per me tutto nasce nel 2011. Risposi all’annuncio su a69 di un mini dotato, appunto tu, verocuck che offrivi alla prima monta di un extra dotato bull tua moglie di 56 anni. La negativa risposta mi abbatte. Sono arrivato tardi al contatto con l’aspirante cornuto che da poco s’è impegnato con altro bull, appunto motorista, baciato dalla buona sorte d’essere il primiero bull a chiavarsi una moglie con fica restata intatta, non usurata dal mini pene del coniuge.

Poi, la svolta del gennaio 2013 con l’invito ad incontrarti a Pisa in piazza sopra il parcheggio sotterraneo. Sovente rammento quel 1° incontro nel soppalco del bar, quando complice il tuo gesto di aspirante cornuto di andare ad ordinare la consumazione mi desti modo di circuire tua moglie ed irretirla con la sfrontata corte che tu sapevi ch’io possedevo di cui al mio annuncio, certificata da feedback di più coppie da me scopate.

Ho sempre negli occhi il palpeggio delle cosce e dei grossi capezzoli del seno fatto a tua moglie e gli audaci apprezzamenti sulla sua graziosa personcina, dallo charme conturbante e nel contempo promettente letizia. “Accidenti che femmina arrapante” ho commentato in modo che lei e te verocuck sentiste.

Poi, ho stretto fortemente al mio petto la donnina appena incontrata e sono stato lieto che lei gradiva, anche se il mio ardente desio è stato di spogliarla, adagiarla sul divano accanto e scoparmela all’istante e per tutto il lungo tempo restante alla chiusura del locale. Ho desistito dal farlo, ma ammetto che è stato duro controllare i miei animaleschi istinti di bull e rimpiango che non ha osato andare oltre, verificare se m’avreste lasciato fare sia te che tua moglie, nei cui lucidi languidi occhi ho letto il fervido ardente ed inconfessabile desio che la chiavassi subito certa che si sarebbe goduto orgasmi a iosa.

feedback rivelatrice ai bull delle debolezze che ha la moglie del gran cornuto verocuck, è frigida apparentemente, ma calda e assetata di essere montata da prestante e promettente extra dotato maschio, l’esatto contrario di quello con cui divide il talamo. Mi vanto di saperci fare con le spose. Ci piacemmo e ci fu feeling. Fui infastidito quando tua moglie rinvia di fissare data del gioco. Temetti che tutto svanisse e vi dissi “Addio sogno di essere il 1° bull che fa provare alla picciola mogliettina del mini dotato aspirante cuck orgasmi plurimi tali da farle dire con spontaneità palese d’essere felice e lieta di aver promosso verocuck di certo contento cornuto.” A mio avviso tua moglie non crede alle vantate, ostentate capacità dei bull di far provare goduriosi orgasmi plurimi ad inibite moglie di cuck , impotenti e/o mini dotati, peni meno di 12 cm, con coiti avvenuti con modesto assenso della femmina avanti al cornuto coniuge. Dubita che un bull sia in grado di provocare e scatenare in mogliettine insoddisfatte la tenera, inebriante e sprizzante passione di spinto erotismo sessuale da vere cortigiane di razza, moderne prostitute troie.

Caro cuck scusa e perdona se il testo che come @bix1948 ho proposto per i siti non è per nulla casto anche se circonciso e di non essermi fatto scrupolo di svelare ciò che penso della consorte di te, verocuck, l’ho fatto in modo ampio, sincero e dettagliato.

Mi complimento con sincerità e del pari t’invidio che hai per moglie una splendida femmina, una amante assai ganza con intrinseche qualità sessuali proprie delle troie, pure zoccole e perfette prostitute, ancor più m’arrapo per il pompino che tua moglie t’ha propinato, alla quale ho invano chiesto di farmelo. Una prestazione da mignotta d’alto bordo, fatto con magistrale maestria tipica di troia con maturata esperienza professionale che manda in visibilio bull e cuck, come l’ho visto fare. Oltre le qualità già mostrate a letto da tua moglie, ti svelo che ne ha altre latenti e meno vereconde che un esperto stallone da riproduzione quale sono gliele farei sprigionare se la stimolassi con lo svettante, duro e possente mio cazzo. Ti prometto che se tua moglie mi accorda altri bis, farò in modo che tu, verocuck, lieto e contento cornuto, quale sei e mostri d’essere, abbia piena cognizione di quanto sia effettivamente gran porcella, zoccola e troia la tua cara moglie. Caro verocuck, sono certo ch’hai preso coscienza d’essere divenuto contento e lieto cornuto nell’istante che hai assodato che il mio cazzo, cioè i 21 cm di lunghezza e i 19cm di larghezza, nel bis ha aperto le rosse grandi labbra della fica di tua moglie, fino ad all’ora strette, strettissime, e dilatatole è penetrato fino a fondo utero, ove il tuo cazzetto non è mai giunto, in modo che tua moglie avesse conoscenza della goduria di orgasmi plurimi man mano che il cazzo sprofonda sotto la sua pancia e lei emetti mugolii come gatta in calore e sbalzare in su il bacino ed incitarmi con un chiaro sgridato vai!, vai sempre più forte!!!, mi piace tanto come sai scoparmi!!!

Ometto di raccontare i particolari delle 2 chiavate fatte con tua moglie per il semplice motivo che ogni bull che si rispetti ha conosciuto e ricorda i comportamenti femminei dei coiti, i flebili lamenti come gli scomposti strilli.

Quale esperto extra dotato bull, repentinamente mi son reso conto che la 57 enne moglie di verocuck, che s’approcciava ad un’intima relazione solo in fica, quella mattina del 25.2 in un letto di una camera d’appartato e riservato hotel è una femmina che da 30 e passa anni ha sofferto nel dover prendere solo il mini pene, 12 cm, di te maturo cornuto. Difatti assai impacciata, tesa ed agitata come la giovincella che concede la prova d’amore al fidanzatino, cioè volgarmente s’appresta a farsi sverginare, quindi presumo che s’è tenuta casta nei 30 trascorsi anni.

Sono convinto che tu, come tutti i mini dotati, la notte le hai proposto di accogliere nel talamo nuziale dotato maschio per giocare in tre e che è suo il merito di aver ceduto solo nel luglio 2011 al giovane, 44 anni, bello e aitante, alto 188 cm, tale motorista di giacerle accanto e sopra, prima che capitasse farlo con me.

Nelle tante esperienze da me fatte mai m’era capitato di imbattermi in un mini dotato, 12 cm di pene, aspir. cuck come te, un coniuge solo per caso non ancora reso effettivamente contento cornuto, quale all’epoca che t’ho incontrato tu eri. Motorista, di certo più fortunato di me, m’ha preceduto nel montare tua moglie, ma per impaziente frenesia le ha sfondato letteralmente la vagina, il coito è interrotto, tua moglie non gode e tu non sei ancora contento cornuto, ma resti asp. Cuck.

Ora che m’accingo a chiavare la tua mogliettina e lo faccio con perizia e cautela, non disgiunta da vigorosa, energica lena per renderla felice e gioiosa a iosa di partecipare al coito in cui manifesta a me e a te gli orgasmi provati e ti confessa che finalmente sei con certezza cornuto e chiede bis con il vero cazzo che posseggo e poi si farà chiavare con letizia sua e tua da altri parimenti dotati bull perché ha tanto desio di godere e non le basta più il tuo mini pene.

Sogno che tua moglie mi voglia per bull fisso, 3-4 scopate al mese, così vedo crescerti lunghe corna in testa.

Hai un particolare carattere duro e porcello come pochi in giro. M’hai messo a conoscenza d’aver cacciato in malo modo dal letto di gioco un bull che non gli si è rizzato il cazzo e, quindi, non è riuscito a chiavarsi e far felice tua moglie. Penso che sia il presunto bull che m’ha sostituito perché io ero impegnato con altra più giovanile sposina alla loro prima volta in 3. Avevo rinunciato titubante a scopare la tua mogliettina per la terza volta. Lungi da me l'idea di causarle una spiacevole disavventura, non avrei mai voluto che lei aprisse le sue leggiadre, incantevoli e morbide cosce invano, cioè senza ricevere la sospirata penetrazione in fica di un cazzo di tutto rispetto, 21 cm, rapportato al tuo mini pene di patentato cornuto, quale t’ho reso con 2 mie monte, gradite e partecipate di tua moglie, e ti sei fatto convalidare le corna abbondantemente cresciute e messati in fronte dalla dozzina e passa successivi bull a cui hai consentito di scoparsi tua moglie. Mi duole non essere stato libero di affondare il mio largo pistone, 21 cm, nella stretta fica di tua moglie perché sbavasse e smaniasse di repentina estensiva goduria come hai assistito che prova e ti mostra e nel contempo non appurassi la delusione di essere incappato in un millantatore sessuale, visto la tua notevole esperienza acquisita nel contattare e valutare maschi da monta. Però, devo riconoscere che in questo gioco un maschio mini dotato, ma molto attivo, anzi più che attivo come tu sei, un vero toro, ha rimediato al peggio, l’insoddisfazione di tua moglie cagionata dal millantatore bull. Affermo con certezza, per come ti ho visto chiavare tua moglie, che non mi eguagli e non ti puoi paragonare a dotati bull con cazzi lunghi altre i 21 cm e larghi oltre i 18 cm, visto che tu l’hai sotto media, l’hai 12x11, ma che ti arrangi e ne esci egregiamente dal rapporto sessuale.

Sappi e sii certo che tua moglie se un bull le è sopra e se la sta chiavando, lei fotte con tanta foca che il cazzo del bull gli diviene ritto e duro come ferro, anche se fosse eunuco, un senza palle. Mi hai detto che tua moglie dopo la disavventura non vuole più scopare perché per l’età non è più attraente. Caro il mio cornuto assicura tua moglie che non deve essere sfiorata da alcuna ombra di dubbio di essere sessualmente poco sexy, appetibile e desiderabile perché avanti con gli anni. Se fa la troia come fatto con me il bull lo fa svenire, si ecciterà celestialmente, perderà il controllo di se medesimo, in sintesi impazzisce. Dille da parte mia che si sbaglia a pensar male, che è una splendida femmina, con tutte le virtù, doti e qualità per infoiare, eccitare, far arrapare un normalissimo stallone da monta al quale succede che per l’eccessivo rizzarsi ed arraparsi la cappella del suo cazzo gli si scoppia gli si spappola. Nessun bull desisterebbe dallo scoparsi la tua femmina. Quel mattino del 25 maggio del 2013, entrato in camera, mi elettrizzo alla vista del tappo di bottiglia quale mi si è palesato il tuo cazzetto. Mi soffermo il tanto che basta sulla dimensione del tuo pisellino e procedo a mettere fuoco mentalmente che fica potrebbe avere tua moglie. Mi concentro e deduco che mi sono imbattuto in una vagina semi vergine, stretta fica, quasi intatta come natura l’ha creata e per nulla usurata dalle penetrazioni seppur frequenti del solo tuo mini pene, altra cosa sarebbe se vi fosse affondato un pistone tipo il mio cazzo, che tua moglie osserva, se lo squadra, lo valuta in modo che se la godrà a dismisura.

Quindi, i miei occhi si sgranano alla visione del taglietto, la fica di tua moglie, appena visibile in una alquanto modesta peluria del pube palesemente di recente depilato, magari la mattina stessa per farmi ben rizzare.

La procace, attraente e provocante tua moglie si è posizionata di fianco in mezzo al lettone dicendomi di usare il preservativo. La cosa mi scoccia, ma eseguo. Tu la fai sistemare, però, a bordo del letto ed apertele le gambe inizi ad ungere fica ed ano. L’ultimo gesto mi eccita e fantastico che tu vuoi che l’inculi, che sfondi il sano ano. Io ti sposto e con le dita cerco il clitoride per frizionarlo, ma lei mi dice che le è stato rescisso al primo parto. Con il medio esploro la fica e chiedo a tua moglie in quale posa vuole che la monti, missionaria, in spaccata di fianco o a pecora. Mi risponde nella seconda posa. Lei torna a centro letto e si posiziona su un fianco, proprio come fa con te mini dotato per avere una totale entrata del cazzo in vagina. Mi ci pongo accanto le alzo la gamba di sopra e do modo alla cappella del mio cazzo, che come avesse per bussola le grandi labbra della vagina di tua moglie, punta diritto la, al centro fica e si piazza e posa sopra le labbra della vagina per penetrarla. Con mia sorpresa, però, il mio cazzo non entra nelle rosee labbra della fica di tua moglie con facilità, anzi trova resistenza e avanza con non poca difficoltà. Che splendido evento, che indescrivibile emozionante momento. Caro amico cornuto sono celestialmente rapito dal rimembrare i lieti e fecondi attimi sessuali che tua moglie mi ha insegnato ed elargito. Ho alle spalle una lunga vita da gigolò.

A 13 anni ho sverginato la prima mia fidanzatina di 15 anni. Sotto i 20 anni ho deflorata l’imene di altre 5 ragazzine

coetanee, comunque mignotte in erba, meno dei canonici 18 anni ritenuto il limite massimo per una fanciulla vergine. A 22 anni sfondo il sano ano alla vedova zietta di 45 anni ed ingravido la ventenne sposina puteolana. Dai 30 ai 45 anni insemino due infermiere quarantenni, una di Siena e l’altra della maremma. La professionista massese d’età un poco meno della tua l’ho resa mamma del 5 figlio poco prima che incontrassi tua moglie. Se nel periodo fertile di tua moglie tu mi chiedessi d’ingravidartela con 3-4 chiavate di seguito ci riuscirei, si rafforzerebbe l’amicizia, e te cresceresti il quarto figlio sgravato da tua moglie da me inseminata, che tua moglie amerebbe al pari degli 3, mentre io ne avrei 2 in casa e 5 fuori

Senza reticenza ti confesso che con tua moglie ho fatto chiavate da visibilio, da estasi, da esaltante meraviglia e di intenso piacimento, le migliori e indimenticabili rispetto alle centinaia fatte. Torno al punto che sono intendo a spingere con decisione e prepotenza la cappella del mio cazzo per farle superare le labbra della fica di tua moglie, con te che sorpreso guardi attentamente quel che avviene. Le labbra della vagina di tua moglie non si dilatano come dovrebbero per dare spazio alla larga cappella del mio cazzo di entrare dentro agevolmente, anzi oppongono una resistenza come fossero unite, incollate, cioè mai apertesi al passaggio di precedenti cazzi, una vagina sana, anzi intatta. Capisci la mia gioia e felicità che m’avvince di stare scopando tua moglie che scopro essere semi vergine. Certo è che il tuo pene essendo corto e sottile non ha aperto per nulla la fica e che il cazzo di motorista per l’entra ed esci fatto non ha lasciato traccia.

Una straordinaria strana sensazione mi invade mente e cazzo. Non credo a quel che constato e provo, un aspirante cornuto poco dotato mi ha offerto di montare la moglie semi vergine, un evento raro, anzi unico.

Tu sai come è andata. Ho intuito che tu volevi che chiavassi a pelle tua moglie e furtivamente ho rimosso il condon. Dopo un prevedibile sbandamento per non causare a tua moglie il medesimo trauma del primo bull, ho messo sotto controllo l’eccitazione e ho proceduto a carezzarle guance, baciarla nel collo, titillare i grossi capezzoli ed assicurarla e tranquillizzarla che l’avrei presa con cautela ed avrei fatto scivolare il mio cazzo fino in fondo al suo utero con la lenta progressività in modo che i lembi vaginali secernessero il necessario umore. Poi, come tu ben ricordi, ho inarcato il bacino e piano piano ho affondato il mio cazzo sempre più giù nella fica di tua moglie che per agevolare la penetrazione agitava bacino e fianchi.

Ero nella posizione detta a cucchiaio nel kamasutra, una posizione che consente la totale penetrazione del cazzo del bull a fondo utero. I prolungati ah, ah di tua moglie all’unisono con miei mmhuh, mmhuh hanno sancito che tua moglie sentiva ed era conscia che il mio cazzo era affondato in fondo all’utero e vi depositava l’abbondante denso seme dei miei rigogliosi coglioni pieni come uova sode, mentre te tiravi un liberatorio respiro di sollievo, essere reso finalmente cornuto. Ho iniziato a stantuffare nella stretta fica di tua moglie sempre più celermente e veementemente al fine di conseguire il prefissato sogno d’essere il primo bull che gliela allargasse, ma al contempo avesse orgasmi. Mi hai bussato sulla spalla e chiesto di cederti il posto. Ti ho sussurrato di pazientare quel tanto che tua moglie venisse all’unisono con me, che ero alla seconda sborrata. Tua moglie percependo che la vagina era allagata ha intuito che il mio cazzo era nudo e se chiesto come avvenuto. Sei stato lesto nel dirle che era scivolato fuori in uno dei tanti entra ed esci del cazzo dalla bocca fica. Poi, coricatoti di fianco come ero prima io, hai unto la cappella del tuo pene e l’hai puntata diritta nel buco dell’ano. Ho capito perché glielo avevi ben unto prima. Vai di tua moglie è il segno che il tuo pene è abbastanza dentro l’ano e che te spingi per affondarlo tutto nel collaudato culo.

Pistoni ansimando, sbuffi come un cinghiale, 2-3 forti colpi di schiena e ti accasci. Dall’ano esce un piccolo, quasi invisibile cazzettino, di uno o 2 cm, circostanza che mi stupisce, il tuo pene in entrata misurava 12 cm.

Andate insieme in bagno, tu ritorni e ti stendi supino a centro letto con testa prossima al muro, il pene ritto e svettante con tua moglie che vi sale sopra a speni moccolo, è a pecora e mi invita a montarla. Punto la cappella in culo, ma lei si svincola precisando che lo vuole in fica. Vuole vantarsi di aver provato la voluttuosa ebrezza di 2 cazzi che insieme le hanno stantuffato nella sua stretta fica.

Stavolta anche se il canale vaginale è spianato dalla appena sospesa monta, la cappella non si immerge d’acchito nella vagina di tua moglie, ove s’è fermamente insidiato il tuo mini pene. Mi rendo conto che la novità piace ed è voluta ed attesa da tua moglie. Traggo profondi sospiri d’esultanza ascoltando i paradisiaci flebili lamenti di gradevole goduria, sempre più accentuati tipo frignare, il miagolio della gatta in calore. Ignoro che sotto il mio cazzo c’è il tuo pene ed inizio una delle mie solite selvagge e violente cavalcate nelle femminee vagine. Il ventre di tua moglie sobbalza in modo continuamente meraviglioso da confondersi con l’orientaleggiante danza del ventre. Non mi sono stancato di acquisire le numerose arti erotiche sessuali sciorinate da tua moglie a letto tra il mio grosso cazzo ed il tuo mini pene. Le sensuali e sessuali sorprese che tua moglie ha in serbo non sono finite. Difatti ti invita a rimanere supino, ti pulisce con panno umido il mini pene ed inizia a spompinarti alacremente. Il bucchino a cui assisto è meraviglioso, rizzante e da manuale d’espertissima femmina che deve averne già fatti a bizzeffe. La lingua avvolge il prepuzio, spende con perizia a leccare sotto il glande e con le labbra lo serra e stringe come a staccarlo, indi passa a succhiarlo avidamente e se lo fa sparire in piena gola. Un pompino da manuale, ho desiato anch’io un servizio così. Il tuo cazzeto si fa duro e ritto nella bocca di tua moglie e cresce forse 10 volte tanto. Istintivamente mi complimento con tua moglie per la bravura mostrata a sbocchinare ed azzardo il sospetto che n’abbia fatti una infinità a grossi cazzi di amici e conoscenti. Che abbia un naturale istinto femminile di pompare unito ad un intimo desio. Avrà come ho costatato solo voglia di farsi chiavare in fica da grosso cazzo e non nell’ano sano, ma in fatto di pompini non la conta giusta. È pura civetteria il suo negare, come non è convincente la tua difesa, le timide impacciate risposte sembrano conferma che s’è allenata a far bucchini da gran troia.

Per telefono e chat abbiamo a lungo dissertato sul brio, abilità, perizia ecc. di tua moglie a fare pompe.

Mi sei sembrato convinto e concorde che hai per moglie una espertissima pompinara, una zoccola e troia.

Mentre sbatto il cazzo in fica a pecora con gran palese goduria di tua moglie, sborro e mi sfilo il condon per cui il mio e suo seme cola lungo le sue gambe, dalla uretra del tuo mini, mini pene esce una bianca gocciola.

Poi, una volta che ho goduto come mai prima, le ho leccato di nuovo collo e capezzoli e l’ho stretta sotto me. Ho appuntato ben fissi i miei fiammanti, raggianti, sfavillanti e vittoriosi occhi nei tuoi, inebetiti, spiritati, stralunati, vinti e bassi, incredulo che il bull@bix1948 ti ho incoronato cornuto rendendoti felice tua moglie.

Nel breve attimo che i nostri occhi si incrociano, pongo tua moglie a bordo letto e rimesso condon me la cavalco furiosamente e selvaggiamente con te che mi aizzi e le che sprona e chiede ancora più cazzo.

Mi sono sentito appagato e consolato constatando che te apprezzavi il mio impegno di farla felice e lei era pronta a riconoscere e provare quanto sia piacevole e dia goduria un grosso cazzo che dona tanti continui orgasmi. Poi, l’età confessatami mi consente di dire che tu hai per moglie un bel tocco di fica. È assai attraente, è sensuale e sexy, è un bocconcino di interessante femmina. Non dimenticherò più mai le sue belle forme, la sua immagine, le sue piccole tette con pronunciati capezzoli, ed ogni particolare di come è fatta. Immantinente è stata la voglia di chiedere una chiavata bis e sono grato che me stata subito concessa. Ti ricordo che ogni settimana ti ho cercato al cellulare per avere nuove di tua moglie e la chat tra noi è stata di bollente erotismo. Hai avuto certezza che non ti eri imbattuto nel bull di una botta e via, ma in uno che aspirava ed era voglioso d’essere amico fisso di letto per far piacevole sesso con la tua insaziabile moglie. Se tu avessi avuto dubbi che sono il bull che ha fatto conoscere il piacere del sesso a tua moglie devi far mente locale a come s’è svolto il coito bis del 5 .5 2013. Breve battute su come avevamo trascorso i mesi di marzo e aprile e veloce ripercorso dei piacevoli ricordi della prima monta. Poi, ti chiedo di fissare come fare sesso in quelle due ore, in un clima cordiale, amichevole stemperato dal precedente coito, ma intenti a godere con coinvolgente promettente maliziosa disponibilità fisica e mentale della smaliziata tua moglie, non è più inibita come nel primo rapporto, anzi una tutt’altra femmina, spigliata, sicura e sbarazzina intenda a fare la sua parte, di prendersi ciò che è suo senza attendere che glielo si offre e dare a me bull ed a te cornuto coniuge grande apertura sessuale da vera cortigiana moderna prostituta e gran troia, non di fatto. Il pomeriggio del secondo incontro inizio io a menare le danze chiedendo con suadente supplichevole voce a tua moglie di voler chiavarla a pelle e lei ha rivolto lo sguardo verso di te che hai prontamente approvato, atto che mi manda in visibilio. Stavolta preliminarmente ti chiedo di non usar crema, ma la lecco con la mia lunga e abile lingua a fondo, oltre le sue larghe e pronunciate labbra, la vagina e vedo te che assisti rosso in viso, occhi luminosi e fuori orbita menandoti il cazzetto ce ti cresce bene tra le dita con lei dimena il ventre e sobbalza sulla schiena. Ho lampante certezza di 2 ore di bollente sesso.

Chiedo a tua moglie se vuole scopare prima alla missionaria o a pecora e lei si posiziona a bordo letto.

Alzo le sue gambe sulle mie spalle in modo che la fica sia centrale e ben visibile, mi scappello più volte il cazzo che è turgido e ritto del tutto e poso la larga cappella ben assestata tra le rosee larghe labbra.

Stavolta sono sicuro che con dovuta costante pressante pigiare la cappella si farà largo tra le estese labbra

fica e lei con la vagina ben dilatata ed allagata dai suoi continui orgasmi della precedente chiavata mi concede senza tuo consenso di venirle dentro e mischiare i nostri semi, s’avvinghia alle mie terga ed appuro che tua moglie è una mia schiava del cazzo e che a te ho reso cornuto con corna già ramificate come di un cervo finlandese. Poi ti chiedo di pazientare e consentirmi di continuare io il gioco, mi stendo supino, ho il cazzo ritto e duro che svetta in area ed invito tua moglie ad impalarsi sopra, cosa che fa repentinamente e con enfasi. Tengo il cazzo fermo così che aperte le labbra vaginali inizia ad entrare in fica alquanto velocemente, ora la via è larga e ben unta. Tua moglie sentito la cappella a fondo utero parte per un portentoso movimento di culo in modo che il cazzo sale e scende in fica senza mai fuoruscire.

Dieci e passa minuti di ingroppo ed esausti sborriamo all’unisono. Vorresti anche tu scopare, ma tua moglie ti frena, stavolta in bagno andiamo io e lei, avevo idea di lavarle la fica, ma invece e lei che mi lava il cazzo.

Tornati lei è a pecora e chiede che la chiavo ancora mentre ti fa un pompino. Stavolta non si sa per qual motivo è meno caldo e sensuale della volta scorsa. La lingua scivola ma non avvolge e in bocca entra solo la cappella, però due colpetti ben assestati e sei fuori gioco, mentre io ti pompo la mogliettina per ben 15’. Poi invano tenti d’incularla, non ti si rizza, io ne approfitto e me la chiavo prima a sponda letto con gambe in spalla e poi la prendo in braccio con cazzo in fica e me la sbatto con cazzo che entra tutto dentro e le labbra fica che mi carezzano di continuo le palle, erano anni che no chiavavo così perché le femmine erano robuste e no pesavano 50 kg come tua moglie. Anche questo evento è un gradevole ricordo. Ero così allupato che preso il telefono scattai foto a lei a gambe aperte e fica ben in mostra ed al tuo moscio cazzettino.

La cosa vi fece infuriare e fui costretto a vestirmi in fretta e varcare la soglia d’uscita. Poi in un incontro di

chiarimento consegnai la pellicola assicurando che non possedevo copie foto scattate. Così è svanita l’occasione d’essere bull fisso di tua moglie. Con le tante perplessità avuto nei mie confronti come mai le hai proposto ad un mulo e non ad uno stallone da monta per la riproduzione, di chiavarsi la tua lei come merita. Poverina come deve esserci restata male a vedere il tizio scendere dal letto senza prima averla fatta felice. Per fortuna che tu caro amico cuck pur se piccolo, 12cm, hai un cazzo duro e duraturo e come ho avuto modo di assistere, con il levitra, sei in condizione di chiavare per un paio d’ore. Mi scuso ancora una volta con la tua femmina per l’inconveniente capitatole. Con me certo non sarebbe accaduto e mi spiacerebbe se desistesse dal continuare il gioco che m’è sembrato apprezzasse molto. Sono sicuro che con il tuo modo di fare saprai convincerla per il piacere suo e tuo a fare altri incontri. Ti considero un vero amico e mi onoro dell'amicizia anche della tua donna. Dubito che scopandomi tua moglie per ben due volte ti ho reso cuck, perché tu sai bene che non è così. È Il tuo grande amore che ti fa compiere il gesto di offrirla ai cazzi più grossi perché abbia orgasmi a go, go che tu non le puoi dare. Quando l’ho vista propinarti un pompino caldo e lussurioso fino all’ingoio ho compreso che era il suo modo di ringraziarti per averla fatta sentire ancora femmina e desiderata alla sua matura età, che non mostra per niente. Io l’ho trovata graziosa e minuta donna, una ragazzina bramosa di chiavare e di godere. Credo che sia vero che dopo il matrimonio tua moglie ti è stata fedele e abbia fatto sesso solo con te.

Credo che tale è restata anche con i 3 rapporti avuti. Quando desidero chiavarmi una donna il mio pensiero

mi conduce tra le gambe di tua moglie sperando che lei voglia ridarmela. Questa è feedback su a69 di elogio di un quotato bull che s’è montata la moglie di verocuk due volte e ne conserva un ottimo ricordo per averla fatta godere ed averci goduto. Però, qualche settimana ci si incontrò in albergo e tutti e tre chiavammo di brutto per due ore difilata. Tu, maestro del favoloso concerto e persona educata. Lei, timida e un po' impacciata. Mi viene chiesto di giocare con guanto. Si scopa un po' io ed un po' tu. Mi sono sbizzarrito a fottertela in varie pose, lei emozionata, inesperta ed impacciata mi lasciava fare e si adeguava con letizia alle mie brame. Ebbi certezza che era vera la tua asserzione da verocuck che avevi offerto la tua moglie prima di me ad un extra dotato giovane bull con 23cm di nerchia, il quale a tuo parere di contento cornuto non aveva fatto una prestazione sessuale adeguata e rispondente alle tue attese. Il primo bull di tua moglie non l’ha resa felice e fatta godere per via che come prima chiavata era stato troppo frettoloso nel penetrarle in fica, quindi, tua moglie non aveva avuto orgasmi e il bull non aveva forgiato pi stonando nella vagina di tua moglie e con il contributo di lei la corona da posare sul tuo capo ad emblema che eri un autentico cornuto. Come detto al gioco a cui ha partecipato anche tu con il tuo mini pene è stato gradito da tua moglie che mi chiese il bis proposta che subito approvasti. Tre mesi dopo, sempre nel medesimo albergo, ma in altro letto, il coito si è svolto molto meglio che pria. Ho fissato i miei occhi in quelli di tua moglie implorandola di farsi chiavae a pelle. Tua moglie senza fiatare ma fissando a sua volta i suoi occhi nei tuoi t’ha carpito il consenso che il bull poteva chiavare a pelle come aveva fatto con te per oltre 30 anni. Tu reclinasti la testa da sottomesso cornuto e gli desti l’assenso da le i voluto che si chiavava a pelle. Non speravo che avrei potuto penetrarla senza condon. In un lampo affondo il mio cazzo nel suo pancino. Le danze sono durate a lungo. Mentre il mio cazzo è stato sempre in fica tu ti sei alternato con il tuo mini pene nel fare doppia in fica e doppia fica ano. Tua moglie sussultava e spingeva a fondo ogni volta che era il mio cazzo a penetrarle la fica e ci godeva al massimo. Quando sono arrivato al limite ho puntato fisso i miei occhi luminosi e vittoriosi nei tuoi che erano stati fino ad allora spiritati, eccitati e luccicanti, ma che divennero spenti e bassi in segno di sottomissione e consenso di adempiere all'enorme sacrificio che ti chiedo di sborrare in fica a tua moglie. Non notai tua riluttanza a farmi andare avanti, sbrodare in fica e non fuori come nel mio primo rapporto e di

motorista. Non ero certo che tu mi concedessi una così grande prova d’amicizia, ma avvenne.

Una sferzata di caldo vento in pancia e cazzo fu udirti dire, VAI !!! Vai!! Svuota tutto il caldo e abbondante seme dei tuoi rigogliosi coglioni nella fichetta di mia moglie spingilo nel profondo del suo utero, proprio coli dove mai vi è giunto il mio. D'impeto inarco i fianchi e via in galoppo avanti e dietro nella vagina di tua moglie per svariati minuti fino a svuotare nella topina della tua donna una lava di sperma. Lei si sente per la prima volta inondata di un seme che non sono le due gocce conosciute quando a sborrare dentro eri tu.

La tua dolce metà ed io veniamo congiuntamente. Lei mi si è stretto al petto facendomi sentire le contrazioni della sua stretta vagina. Sicuro di aver dalla mia tua moglie che pur se ti vuole bene, ho osato chiederle che controllasse da vicino quanto era ancora lungo il mio cazzo uscita moscio dalla sua fica e come il tuo fosse di circa 2 cm rispetto ai 12 cm di quando chiava. ha Anche tu cornuto che ti sei segato durante il lungo periodo finale del coito hai cacciato dalla tua uretra alcune goccioline di seme dell’unico tuo coglione sano.

Tu hai capito che stavi ricevendo il premio da te ambito d'essere reso cornuto con aureola perché per la prima volta il seme di tua moglie si mescolava con quello di altro maschio, il mio di bull @bix48. Non ci siamo più visti, ma la colpa è mia che non ho coltivato una amicizia che aveva tutti i requisiti di per trasformarsi in una tresca amorosa ed io divenire bull fisso della vostra cp ed essere, con il certo tuo assenso l’amante di tua moglie e scoparmela almeno ogni settimana, come a te piaceva e volevi.

Non demordo di riallacciare l’amicizia con te, verocuck ed ovviamente tua moglie per godermi altre esaltanti chiavate.



giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI



Webcam Dal Vivo!