i racconti erotici di desiderya

Avventura in belgio parte 2

Autore: Willywin
Giudizio: -
Letture: 0
Commenti: 0
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo
I nomi sono di fantasia, la storia è vera, e sarò molto sintetico.

Il rapporto con Tina a Mario continuava, ogni volta che andavo in Belgio per lavoro ci vedevamo, a Tina piaceva scopare con me e Mario, anche se Mario interveniva poco, scattava foto, con visi anche ripresi e Tina si eccitava, a Tina piaceva prendere 2 cazzi insieme e se Mario non interveniva usavamo un vibratore.

Un weekend andai a trovarli, avevano una festa con amici nel pomeriggio e ci divertimmo con circa una 10 di persone coppie e no.

Finita la festa naturalmente io dovevo rimanere e dormire con loro, alla porta Tina salutando gli amici si intrattenne con una ragazza giovane, piccola vestita di nero, ben fatta, tatuata, io durante la festa l’avevo notata poco, partecipava ma era sempre molto silenziosa.

Tina e Jennel tornarono in soggiorno mentre io e Mario sistemavamo le stanze.

Finito di sistemare io e Mario ci prendemmo un calice di vino (di vino e liquori ne avevamo consumati a fiumi) ci sedemmo in soggiorno e iniziammo a conversare. Dopo un po vennero con noi anche Tina e Jennel sempre bevendo alcolici, mi dissero che Jennel faceva parte di un complesso Rock locale non cantava e non suonava, gestiva gli audio, gli feci i complimenti e gli dissi di mettere su della buona musica cosa che fece. Noi parlavamo e le ragazze si misero a ballare scalze, prima normalmente, poi sempre più sexy, poi si tolsero le magliette e reggiseno e iniziarono ad accarezzarsi, io smisi di parlare e le guardai, con Mario iniziammo a fare il tifo. Pensavo che si fermassero lì, Tina si tolse anche le mutande e Jennel continuò a ballare, adesso si baciavano con più ardore e io ero eccitatissimo, io e Mario ci togliemmo la maglietta, e Mario andò a prendere da bere, Tina si avvicino a me e mise le tette sulla mia faccia, io naturalmente partecipavo, dopo poco vidi che Jennel si muoveva verso Mario, che intanto si era seduto, bevve un bicchiere di vino, si inginocchiò, prese il cazzo di Mario e iniziò a sbocchinarlo, io presi Tina la adagiai a terra, le apri le gambe e iniziai a leccargli la figa, dopo un po vidi che Mario si alzava, vidi l’ombra di Jennel che si infilava sotto di me, io leccavo la figa di Tina, Jennel prese il mio cazzo e se lo mise in bocca, aveva una bocca piccola, calda, la lingua si muoveva veloce, se lo mise tutto in bocca, e lavorava quasi a farmi venire subito, io smisi con Tina, presi la testa di Jennel e la baciai in bocca, non la conoscevo, non sapevo neanche il suo nome e si era avvicinata a me sbocchinandomi, la baciai appezzò ma era sempre silenziosa anche perchè aveva bevuto molto.

Mario si alzò e disse di andare tutti in camera da letto, cosa che facemmo, seguiti anche da bottiglie di vino e liquore, questo non mancava mai. Avevo capito che tra loro c’era già complicità lo avevano già fatto altre volte

Con Tina ormai io avevo un rapporto speciale, avevamo scopato diverse volte, solo con me e Mario, anche se Mario interveniva poco, scattava sempre fotografie a noi due, anche con il viso, e interveniva raramente, solo quando Tina voleva due cazzi, a volte per ovviare usavamo anche dei vibratori, a Tina piaceva, cazzi, vibratori, e farsi foto in tutte le posizioni e quando venivamo voleva le foto con lo sperma in bocca, avevamo centinaia di foto, anche con il mio volto e le divideva con certi amici.

Con Tina usavo un metodo di dolcezza e calma, carezze, baci e penetrazioni, poi quando lei si arrabbiava e mi sputava in faccia dicendomi le peggio cose io dovevo diventare violento, prenderla per i capelli, trascinarla per il letto, legarla con le cinghie, picchiarla, inculandola di forza, naturalmente Mario interveniva a parole, incitandomi a farle del male, dopo un po diventavo ancora dolce, la accarezzavo, la baciavo e la penetravo con dolcezza. Con Jennel cercavo di usare lo stesso metodo, ma vedevo che lei era nel letto, gambe aperte, ogni tanto la penetrava Mario, poi io poi Mario e a lei piaceva cosi, quando Mario la penetrava io le mettevo il cazzo in gola e lei succhiava tutto, poi ogni tanto si alzava, beveva, leccava la figa a Tina, si faceva leccare da me da Mario e da Tina.

Mario era già venuto, forse su Jennel io continuai ancora per un po, poi quando stavo venendo, Tina chiamò Jennel si mise dietro Tina, io sborrai in bocca a Tina con Jennel che cercava di limonare Tina, Mario guardava era sfinito. Prima di andare a letto feci la doccia con Jennel, non stava in piedi e la lavai io.

Sono stato molto sintetico e ho tralasciato tantissime cose.

Ci divertimmo





giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI



Dal Sexy Shop di Desiderya...
In: Abbigliamento
Sydney fondo 4.5 tacco 14.5 trasparente
Sydney fondo 4.5 tacco 14.5 trasparente
Con questi sarai la regina del fetish Particolare ...
[Scheda Prodotto]
In: Sex toys
Play by night nero
Play by night nero
Classico vibratore in PVC che si nasconde bene al ...
[Scheda Prodotto]
In: Sex toys
Classico butt plug small natural
Classico butt plug small natural
Classico butt plug anale realizzato in silagel con...
[Scheda Prodotto]