i racconti erotici di desiderya

A volte in ufficio nn si lavora....


Giudizio:
Letture: 1104
Commenti: 2
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo
...pomeriggio tardo, arrivo, posteggio e avvicinandomi al portone chiamo, mi blocco, dallo stesso sta uscendo una donna brutta, bassa e larga, immagino chi sia, con disinvoltura effettuo la chiamata, "pronto" "sono qui, apri" "ehm... senti.." "si, è appena uscita, aveva in mano una radio vero?" "si, ma come..." "tesoro, io sò..." " ok apro"....



..entro, un sorriso mi rallegra quella che fino ad ora è stata una giornataccia, ma la voglia di possederla è forte, più forte del mio malumore. Un bacio, poi mi accomodo disinvolto sulla sua sedia, la fisso e lei si butta su di me baciandomi. Languidamente continuiamo a scambiarci convenevoli linguistici mentre le nostre mani automaticamente stanno già effettuando opera di svestizione, il suo capezzolo mi saluta orgoglioso e festante, avrà dolore e gioia, lo sa già.... Siamo ormai nudi e le offro la sorpresa del giorno, mi sono rasato, il mio pene è libero e felice della sua nudità e lei apprezza, chinandosi immediatamente per leccare. Sa ormai dove mi piace di più, desiderandomi, sa come portarmi subito su di giri.. Mi risiedo e la prendo per i fianchi, la faccio accomodare su di me e lascio che si penetri da sola. I miei occhi nei suoi, adoro leggerli in questi momenti, subito si modificano, il dolce sguardo lascia posto alla cattivona che è nel suo ventre, si anima la bestia che dorme nella sua umida tana. Dopo pochi colpi è già pronta ad inaugurare una serie di orgasmi, ma solo dopo il terzo vedo finalmente i lampi di odio partire verso di me dai suoi dolci occhi, in questi momenti mi odia, sappiamo entrambi perché, non c'è bisogno di dircelo, le mie grandi mani sono sui suoi fianchi, la bloccano, a volte stringendo a volte governando il ritmo. 5! La vedo che si rilassa un attimo, allora inizio a parlare mentre la costringo a mantenere un ritmo scomposto, innaturale, rapido, lento, delicato, brutale, senza senso, senza un filo logico. Nuovamente si eccita grazie alla mie parole, le parlo di uomini e donne di quel forum in rete, gente che adesso magari legge, ma il bello è questo, le commento le persone, li nomino, li giudico, i suoi cagnolini che sbavano immaginando di poter essere qui adesso.. E le donne, quelle con cui parla, dice battute e si confronta, quelle che dicono che non hanno più di un orgasmo alla volta... quelle multiorgasmiche... ridiamo... ci diamo dentro finché abbia lei quelli che non avete voi.... siamo a 9. ..."Sublime, ma tu non vieni?" "no gioia è lunga questa"... 10!



.. La sollevo, la giro appoggiata alla scrivania, e mi prendo il suo corpo da dietro, pochi colpi e sento il mio scroto umido, un leggero rivolo scende. Mi eccita scoparla, le blocco i capelli con la mano sinistra, li tiro a me, inarca la schiena per alleviare il dolore, la mano destra corre verso la clitoride, che ormai è tesa come la corda di un violino, la sfioro, poi la schiaccio brutale, provocandole degli scossoni di un sensuale mix tra dolore e godimento. 12! .. Ormai le tremano le gambe e mentre me ne accorgo, lei me lo conferma, "non ce la faccio più, non mi reggono le gambe" ed in effetti mi rendo conto che la tengo sollevata con il braccio destro, se togliessi la mano dalla clitoride si accascerebbe al suolo.



Mi risiedo e la riprendo sopra di me, ormai è totalmente abbandonata, non ha più forze, si sorregge con la scusa di passarmi le mani nei capelli, ma l'unico motivo è poter incrociare le dita dietro la mia nuca per sorreggersi... 13! Non ne può più è sfinita, mi guarda e mi chiede se devo venire, ma è ancora lontana, allora si lascia andare, scivola ai miei piedi, ma più che scivolare, cade sulle ginocchia per mancanza di forze, inizia a leccare, masturbare e succhiare, ma vedo che se non l'aiuto non potrà tornare dal suo maritino in tempo per la cena... prendo in mano la situazione ed inizio a menarmelo, sempre più forte, lei sa dove mettere la lingua e lo fa con la riconoscenza verso chi le ha dato tutti questi orgasmi, sento arrivare il momento, mi alzo in piedi, lei sempre accucciata sotto di me, si rende conto che il momento è vicino, sente i miei muscoli pulsare per l'avvicinarsi del momento, si contraggono, appoggiata con una spalla alla mia gamba sinistra ha un dettagliato report del momento, infatti senza che dica nulla, alza la testa quel tanto da mettere il suo bel viso davanti a lui che rosso di eccitazione è pronto ad inviarle il dolce miele, non vuole berlo, vuole sentirlo arrivare addosso, sul viso, sulle spalle sul seno, le piace, la fa sentire viva e donna, appagata di avermi soddisfatto.. Ed infatti ecco il premio di tanta fatica.... Mi toglie la mano, lo prende e se lo passa sul viso, ci gioca con la bocca, lo lecca tutto, appagandosi del sentirlo rilassarsi dolcemente..... E' li ai miei piedi, sudata, sporca della mia sborra. Guardo i rivoli di liquido che fanno presa sulle sue spalle, sui suoi capezzoli, sul suo viso.... la alzo, e la bacio, sentendo il mio sapore in lei.... il trasgressivo bacio degli amanti, quello che ti ricordi sempre, quello che ti segna dentro..



... ci spostiamo in bagno, ripulita rapida, mentre riprendiamo un filo di forza, siamo stremati entrambi, le gambe mi reggono a fatica, e vedo lei che ancora trema sulle ginocchia.



Qualche dolce bacio e siamo pronti ad uscire...



Strada, saluto senza bacio, come due conoscenti, ma i nostri occhi hanno già trasmesso il messaggio, non serve un bacio.. Sarebbe solo un'inutile rafforzativo ai nostri discorsi muti.





Accendo il cellulare, parte la prima chiamata... Si ritorna alla normalità!!









giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI


I vostri commenti su questo racconto
Autore: Bresciano21 Invia un messaggio
Postato in data: 06/09/2007 17:00:30
Giudizio personale:
bellllllo

Autore: Spider64 Invia un messaggio
Postato in data: 05/09/2007 17:58:47
Giudizio personale:
Poco credibile e finale squallido


Webcam Dal Vivo!