i racconti erotici di desiderya

Un cambiamento inarrestabile. 2° parte

Autore: Siryus
Giudizio:
Letture: 0
Commenti: 2
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo
Per tutto il viaggio lei si è lentamente esibita toccandosi. Mi sento il cazzo alle stelle. Arriviamo al faro che ha nelle vicinanze una vecchia torre. Ci sediamo un poco, sul muretto e lei mi chiede di scattare una foto a loro con il cellulare. Mentre la scatto, lui l’abbraccia e lei lo guarda con occhi compiaciuti, poi vuole che siamo io e lui insieme e lei fa la foto, poi è lui che ne vuole una con noi due. A quel punto gli passo anche il mio cellulare per averne una copia anche per me.

“Dai Mario, stringila un poco, sembra che stai facendo una foto con tua sorella!”

Lei mi abbraccia e mi guarda con occhi languidi pieni di desiderio, scatta la foto con il suo poi è la volta del mio, e a quel punto lei si mette davanti a me appoggiando il suo culetto direttamente sul cazzo, e lo spinge indietro piegandosi un poco in avanti mi viene durissimo all’istante! Lui ne scatta due, dicendo che non sono venute bene, lei intanto si struscia sul mio palo, che sapendo che sotto è nuda rischia di uscire dai pantaloni e infilarla al volo. Passiamo un pò di tempo a girellare nei paraggi facendo altre foto. In particolare ne facciamo una su di una scogliera. Prima loro con lei che sta quasi nascosta da una roccia, poi quando è il mio turno, lei solleva la gonna e mi invita a toccare la sua fichetta completamente fradicia mentre lei mi stringe il cazzo in mano sussurrando che ha passato la notte pensare a quando lo avrà dentro. La guardo e poi che lui è un po lontano le chiedo cosa le ha chiesto ieri sera per essersi prolungata a casa mia. Lei mi sorride divertita.

“Nulla, ma quando siamo andati a letto era in tiro da paura. Mi ha scopato, ma è durato pochissimo, fortuna che ha fatto in tempo a mettere il preservativo altrimenti sarei di sicuro incinta.”

Poco dopo andiamo al ristorante. Un bel posto con tavoli all’aperto sotto una veranda che da direttamente sul mare. Il pranzo è ottimo e lui beve un po troppo ovviamente aiutato da lei che sa che quando è quasi ubriaco lui si addormenta. Nel pomeriggio andiamo di nuovo verso il faro, lungo il tragitto lui si addormenta e noi invece scendiamo verso la base della scogliera dove c’una grotta che da sopra non si vede, ma ci si arriva attraverso una piccola scalinata. Appena dentro lei mi bacia e mi e tira fuori il cazzo già durissimo.

….huuhm…daiii scopami che non posssooo….più resistere….

La spoglio e l’ammiro per la sua acerba bellezza. La faccio distendere su di una pietra liscia e incomincio a leccala, è abbondantemente fradicia. Mugola farsi incomprensibile mentre io scateno la mia lingua. Le strappo ben presto un primo orgasmo.

….sssiiiii…..venggooooo!!!!! che bellooooo.. ssi..daiiii….ti vogliooo….

Trema e mi prende per i capelli cercando di tirarmi su di lei, ma io ho altre idee. Mi sollevo e le pianto in bocca il palo di carne durissima che è diventato il mio cazzo.

..Succhia troia!!! Impara a far godere il tuo maschio come si deve!! Poi se te lo meriti ti monto come una vacca. Spera che non ti farcisco sborrando dentro di te tutto il mio piacere….

Le impongo di leccare il mio cazzo in tutta la lunghezza, poi le faccio leccare e palle e buco del culo. Lei esegue sempre più infoiata, mi supplica di prenderla, ma io la faccio soffrire ancora un poco. La giro e le lecco il culo. Lei ha uno scatto quando infilo dentro un dito, le mollo due sonore sculacciate che la rilassano.

…ferma troia!!! Lasciami preparare anche questo foro, tanto te lo sfondo tutto….

La rigiro e le imbocco il cazzo fra le labbra fradicie della fica che al solo contatto sembra calda come un vulcano.

Lei mi implora di prenderla.

..daii scopamiiiii……….

Due affondi decisi e sono tutto dentro di lei che spalanca la bocca per gridane. Ma nessun suono le esce dalla gola. Sento il mio cazzo aprirsi la strada fra le pareti della sua strettissima vagina, la dilato, e scivolo su un lago di umori. Sbatto la cappella sul fondo. Lei ha un fremito e viene scossa dal primo orgasmo.

…sssiiiiii…venggggooooooooooo……..

Si tende e trema senza fine, lo estraggo per metà e poi lo riaffondo con decisione. La sua bocca spalancata non emette nessun suono. Gode a ripetizione. Le stantuffo il cazzo dentro, affondando sempre più dentro di lei che lentamente si adegua alle dimensioni. Gode e sborra incitandomi a prenderla sempre più forte.

…ssiii..sfondamiiiii….ssiii daiii vengoooo…che toro….. sei un torrooooo… ssiii….d aiiii più forteee…godoooo…..

La scopo con incredibile maestria. Mi piace vederla godere e la sfondo con sempre più gusto. Sento che potrei sborrare dentro di lei, ma ho altro in mente. La faccio scendere e la giro appoggiando le braccia alla pietra, infilo un dito in culo e la sento abbastanza rilassata. Lubrifico la cappella con della saliva e lo appoggio al suo inviolato fiorellino che accenna a dilatarsi. Lei ha un attimo di esitazione poi si lascia andare.

….tti..prego fai piano…. Ssi spingi…pianooooo

Le do due spinte decise. Lei geme e si lamenta un poco. Mi fermo per farla abituare.

…hhaaiiii…piano….togliooo fa maleee…

Le mollo due sculacciate, le metto una mano davanti e la masturbo mentre con un affondo deciso le sfondo il culo.

…aaahhhiiii..piannnooo…. mi spacchhhiiii..

Resto un momento immobile per farle dilatare e abituare il culo alla penetrazione, poi la sbatto con decisione senza pietà. Le sfondo il culo che ben presto si dilata e si adegua alla chiavata. Gode quasi subito e mi incita a scoparla più forte.

…ssiii..daiii…..mi…….piaceeeee…..daiii …..godo!!!..cazzo godo di culoooo!!!! ..siii..

Mi sento il cazzo avvolto dalle pareti che lo risucchiano e lo spremono sono al limite e dopo l’ennesimo orgasmo mi scarico dentro di lei.

..eccomiii..sborrooo!! te lo scarico tutto dentroooo….bella troia…..

Sentendomi venire ha un nuovo orgasmo.

….sssiiii..bellssiimooo!! mi stai inondandoooo…venggooooo……

Le continuo a scopare il culo fin quando stremati ci appoggiamo al masso sfiniti. Lo estraggo, lei mi guarda e poi senza che io dica nulla, lo prende in bocca, lo succhia e pulisce tutto. Sento il piacere scorrere di nuovo. Lei, lo sta godendo in bocca. Mi limito solo a darle dei suggerimenti che lei mette subito in pratica, è brava nell’apprendere. Me lo succhia per diversi minuti fin quando non riceve in gola la mia ennesima sborrata. Sono spremuto come un limone. Lei gode. Beve e ingoia tutto lasciandolo perfettamente pulito. La sollevo, la bacio con passione, poi lentamente risaliamo e torniamo alla mia macchina dove Luca sta dormendo ancora profondamente.Mi sussurra che il culo le brucia un poco, ma che ha della crema per lenire il bruciore. Sulla via di casa le chiedo come mai da deciso di cedere così velocemente alla mia voglia di scoparla.

“Sono sempre stata affascinata dalle persone autoritarie, sicure, forti e determinate, tu sei tutto questo. Luca è dolce, mi ama e io amo lui, ma è tremendamente insicuro su tutto. Il sesso poi, un vero disastro. Ha sempre paura di venire subito, si ferma sempre quando sto per godere, poi viene e finisce lì. Mai che si sia imposto, mi abbia leccato o fatto godere come hai fatto tu. Mi sono sentita subito tua. Mi piace che mi domini, mi imponi la tua virilità, potenza e mi dai della troia, mi sento felice di esserlo per te. Sono disposta a qualunque cosa per te.”

La guardo mentre il sole tramonta sento che insieme faremo grandi cose. Giunti a casa mettiamo lui a letto che continua dormire e pesantemente, lei viene da me, mi riprende il cazzo in bocca e lo succhia devotamente.

“Mi piace da morire sentirlo in bocca. È una sensazione bellissima che mi eccita tantissimo. Credo che non ho mai provato nulla del genere a succhiare il cazzo, ma adesso voglio recuperare, ti prego lascia che lo succhi sempre. “

Le lascio succhiare un po il cazzo mentre le dico cosa faremo l’indomani. Vorrebbe che sborrassi di nuovo, ma sono scarico, lei mi bacia con passione e a malincuore se ne va. L’indomani mattina ci vediamo al bar per la colazione. Lui arriva con la faccia di chi smaltisce una sbronza. Lei è raggiante. Seguendo i consigli che le ho dato ieri sera, ha indossato una gonna abbastanza corta a pieghe, sandali con zeppa e una camicetta. Mi fa notare che non ha il reggiseno. Lui è talmente stordito che nemmeno l’ha notato. Un breve caffè e poi salutato il maritino ce ne andiamo. Poi che è presto per la visita ne approfitto per rinnovare il suo guardaroba. Andiamo in un centro commerciale che a quell’ora è già aperto. Lei mi chiede dove la porto così presto. La mia risposta è semplice.

“A comperare indumenti che dovresti avere addosso, sembri una suora da come ti vesti.”

Lei scoppia in una sonora risata. Ben presto saccheggiamo due negozi, uno di intimo, e l’altro di scarpe. Ovvio, l’intimo è di un sexy da far paura, e le scarpe sono col tacco vertiginoso. Mentre provava l’intimo ho fatto in modo che fosse la commessa a spogliarla, la conosco, so che ha tendenze lesbiche. Maria all’inizio mi ha guardato con occhi un po stupiti, io le ho fatto capire che andava tutto bene e ben presto ho visto la commessa che indugiava sul suo corpo palpando sia i seni che lo splendido culetto. Mentre per le scarpe, ho fatto in modo che il commesso le si inginocchiasse davanti, ovvio, dopo la prova dell’intimo Maria era nuda sotto. Dopo un attimo di imbarazzo, la giovane troietta a dimostrato subito di gradire gli sguardi del giovane che ha avuto una bella erezione. Usciti le ho chiesto se avrebbe avuto il coraggio di scoparlo. Lei mi ha guardato stupita.

“Ma che ti viene in mente!”

Mi guarda seria, poi scoppia a ridere e mi confessa che un bel pompino lo avrebbe fatto volentieri. Le rispondo che non dovrà attendere molto. All’ora concordata ci presentiamo nello studio di Bruno. Davanti a noi ha solo una signora anziana che lui visita molto velocemente, poi ci fa accomodare. Dopo un rapido consulto le chiede di spogliarsi e mi guarda con complicità mentre lei si denuda e si distende sul lettino. Lui le fa appoggiare le gambe sui appositi braccioli che mettono ben in evidenza il fatto che adesso è davanti a due maschi già eccitati a gambe ben aperte. Lui le visita la giovane fichetta e commenta guardandomi che ho già iniziato bene ad aprirla, ma che sarà lui a completare l’opera. Per tutto il tempo lei non ha dato nessun segno di disagio, ma mi ha guardato con occhi languidi. Mentre lei resta immobile e ci guarda con occhi carichi di desiderio io e Bruno ci scambiamo una occhiata d’intesa e subito dopo ci mettiamo uno per parte e le diamo da succhiare i nostri due cazzi. Il suo stupore ne vedere quello di Bruno è tale che la fa quasi tremare di paura.

… Accidenti!!... ma ….èèèèè….. èèè ENORME!!!!

Li afferra e li porta decisa alla bocca. Lecca il mio poi si concentra su quello di Bruno che riesce a mala pena ad infilare la cappella in bocca. Lui le lascia libero il movimento del capo e assapora tutto il piacere di quella giovane lingua poi si mette seduto fra le sue gambe e la lecca in maniera divina. Lei ha subito un forte orgasmo.

….smmhuummm….ssisiii… venggoooooo…

Trema scossa dal piacere e lui si alza e le pianta in corpo tutto il palo che la dilata e sfonda in maniera decisa.

…sssii…. Sentilooo tutto dentroooo!!!!

La vedo aprire la bocca e cercare di gridare, ma ha il mio in gola e i suoi occhi sembrano brillare. Dopo un momento lui la pompa con decisione e lei gode si agita sul lettino scossa dal piacere. Le stantuffa dentro tutto il cazzo che adesso la giovane fichetta sembra ricevere senza esitazione. Le slabbra tutta la fica e poi quando lei ha raggiunto almeno tre orgasmi lui si sfila e lo avvicina alla bocca che io ho lasciato libera.

…daaii bevii..senti come ti inondo al gola.. bevvi e ingoia….. daiii ssi sborro……. Ssiii…..

Le schizza in faccia e in bocca una bella dose di sperma che le ricopre il viso e le riempie la bocca. Lei ingoia e lecca con avidità, poi mi guarda convinta che pure io le voglio schizzare in faccia, ma non vengo, lo rimetto dentro e le raccolgo i suoi vestiti, la visita è finita. Lei le fa i dovuti prelievi, poi gli dice che ci vorranno due giorni per le risposte e poi le assegnerà il tipo di pillola da prendere. Mentre lei si riveste sussurro una cosa all’orecchio di Bruno che mi guarda compiaciuto e in fine da le ultime raccomandazioni alla loro.

“Per un mese di sesso davanti nemmeno a parlarne, solo anale o pompini.”

Lei lo guarda stupita, mentre io già gongolo la pensiero di come mi divertirò nei prossimi giorni.

Mentre torniamo a casa mi chiede ulteriori spiegazioni sul perche dell’astinenza, e io le ricordo che quando si inizi a assumere la pillola il primo mese è più ricettiva e con un fidanzato che appena la tocca schizza è meglio non rischiare.

“Tu non ti devi preoccupare, ci penso io farti smaltire la voglia di godere, quanto a lui lo facciamo soffrire e un poco, e mi piacerebbe che alla fine mi chiedesse di sfondarti il culo, perche dubito che lui abbia la capacità di farlo.”

Lei mi guarda divertita.

“Sei un porco meraviglioso, e Bruno è il tuo degno compare. Va bene ti accontento, a patto che mi scopi sempre e poi a lui racconterò che è meglio fare così. Se poi un giorno dovesse provarci farò in modo che non ci riesca e che venga da te a chiedere dei consigli su come rompermi il culo che tu hai già abbondantemente sfondato.”

Passano alcuni giorni, e quando andiamo di nuovo da Bruno per la ricetta lo troviamo con l’ambulatorio pieno, ci riserva solo un minuto, il tempo di darci la ricetta e un breve consiglio sul come usarla. Il venerdì successivo lei lavora di pomeriggio e al mattino si presenta da me e ha una voglia di scopare che non si tiene. Appena dentro casa mia si struscia come una gatta in calore, lo vuole e io l’accontento. Ci mettiamo nudi dentro il mio letto e dopo un bollente 69 dove ha subito un orgasmo, la metto sotto di me e la penetro davanti con lei che ha un attimo di stupore, ma mi accoglie con piacere.

…ssi..dammello. tutto…ssi morivo dalla vogliaaaa… ssi sfondamii..sei mervigliossoooo..

La pompo e le faccio provare due orgasmi sconvolgenti, poi la guardo fissa negli occhi e le sussurro una frase che la stordisce.

…ssi gdaii godii che ti sborro dentrooo e ti ingravido!!!...si mia troietta ti riempio la fica tutta di sborraaa!!!!!...

Mi guarda per un attimo stupita, poi mi stringe a se e mi implora di venire dentro di lei.

….sssiiii…..daiiiii…ingravidammmiiiiii….sssiiii….

La sbatto con forza e poi al limite mi scarico dentro di lei che sbarra gli occhi per lo stupore che fa seguito ad un orgasmo sconvolgente.

….ssiii.. tiii sentoooooooooo!!! Cazzo.. sei bollenteeee…… ssiii ddaii ingravidamiiiii……vengooooooo!!!!..vengooooo!!!

Trema scossa dal piacere. La sento stringersi a me con tutta la su forza. Poi sfinita crolla con me e si distende al mio fianco. La guardo e vedo nei suoi occhi languidi solo amore.

“Mi spiace che sia solo un sogno. Sei all’ultimo giorno prima del ciclo e non hai più ovulazione, quindi non potevi essere messa incinta nemmeno volendolo, ma è stato bellissimo sborrati dentro.”

Lei mi abbraccia e bacia con passione.

“Grazie lo stesso. Avrei avuto tanto piacere a farmi ingravidare da te. Sei un toro meraviglioso e con te mi sento la tua vacca, e quindi mi puoi ingravidare a tuo piacimento. Promettimi che quando sarà la prima volta che mi scopi davanti protetta dalla pillola tu sarai il primo a venire dentro di me. Voglio sentire, come oggi, i tuoi schizzi che mi inondano la vagina. Ti prego promettimelo. Poi potrai lasciare che tutti quelli che vorrai mi sborrino dentro, ma il primo schizzo deve essere il tuo.”

Le faccio questa promessa, lei mi bacia e poi mi saluta per andare al lavoro. La sera dopo quando ci riuniamo a casa mia per la consueta cena lei ha dei dolori mestruali che annunciano l’inizio del ciclo e per me l’inizio di una nuova fase di trasformazione sia di lei ma soprattutto di lui. Adesso devo giocare bene le mie carte per farmi anche lui.


giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI


I vostri commenti su questo racconto
Autore: LILLY83 Invia un messaggio
Postato in data: 26/04/2019 22:24:17
Giudizio personale:
sempre più interessante! mi aspetto grandi cose nel seguito.

Autore: Baxi18 Invia un messaggio
Postato in data: 26/04/2019 16:08:40
Giudizio personale:
caspita è un crescendo di pure emozioni! bellissimo.


Webcam Dal Vivo!