i racconti erotici di desiderya

Questione di piani (prima parte)

Autore: Tibear
Giudizio:
Letture: 0
Commenti: 2
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo
Quando ho saputo che dovevo cambiare hotel per un disguido dell'agenzia, mi giravano un bel po'. Ero abituato al mio e non mi andava per niente di provarne uno nuovo per giunta per me più scomodo. La sera stanco mi fermo al ristorante per una cena veloce. Mentre sto ordinando entri anche tu e il cameriere ti fa accomodare a due tavoli da me. Per l'emozione sbaglio l'ordinazione e prendo un piatto che non mi piace... ma tant'è, ormai alla cena non ci penso mica più tanto. Poco dopo ordini anche tu, e ci ritroviamo a condividere quell'attesa, insieme ma separati, vite simili, congiunte, incrociate, ma distanti (..due tavoli). Gli sguardi si incrociano varie volte e sembrano cominciare un dialogo, poi il cameriere inciampa a pochi passi da noi e reprimiamo un sorriso insieme. A quel punto lo chiamo vicino a me, e poco dopo al tuo tavolo arriva un calice di Sauvignon bianco.

Ti vedo sorridere ammiccante ed alzare il calice in mia direzione come per ringraziarmi. Comprendi di avere i miei occhi addosso così accavalli le gambe e inizi a sorseggiare con garbo.

"MI SCUSI"..

ci metto un secondo a capire che è arrivato il cameriere con il mio piatto, esco dal mio stato catatonico di contemplazione delle tue gambe e dal disegno mentale delle sconfinate praterie erotiche che queste mi suggeriscono.

Arriva anche per te il piatto e se possibile lo spettacolo di vederti gustare il tuo cibo è ancora più stimolante. Maledico le convenzioni sociali e la buona educazione, vorrei semplicemente alzarmi, porgerti la mano e portarti via ma non è così che si fa.. mi rassegno a finire il mio piatto -che manco mi piace- e studiare una strategia, quando tu lasci cadere il tovagliolo in terra e ti chini per raccoglierlo, conscia che la tua camicetta bianca avrebbe concesso una visione che mi dà la batosta finale.

Al diavolo le convenzioni sociali, mi alzo e vengo al tuo tavolo, col mio bicchiere e ti propongo un brindisi: "alla caduta del cameriere"... tu sfoderi un sorriso discreto e malizioso e mi fai cenno di accomodarmi. E, devo dirti, un po' mi dispiace perchè da lì non posso ammirare le tue gambe. Facciamo due chiacchiere, usciamo insieme e ci dirigiamo verso l'ascensore... io sono al 3°, tu al 5°... entriamo, schiaccio ovviamente solo il tasto 5...

"Che fa lei non va in stanza?!?"

Impacciata e rossa in viso, ti metti in un angolo ma poi fingendo un movimento ti riavvicini. Sembri combattuta e poi capisco il perchè: "In camera mi aspetta mio marito..."

Eppure trovo quell'imbarazzo molto sexy... ti cingo la vita con la mano stendendo le punte delle dita più giù all'inizio dell'inguine.. ma capisco dove è il caso di fermarsi, schiaccio il tasto 3 e poco dopo sono fuori. Uscendo ti fisso intensamente negli occhi fino a che le porte non si sigillano... "Peccato!" penso...

Scendi al 5 ed entri in stanza, ma per tutto il tempo continui a pensare a me... vorresti scendere ma non sai neanche il mio numero di camera! cominci a pensare alle mie mani, a come ti stringevano poco prima in ascensore, a quel tocco così diverso eppure così rassicurante, a come avresti voluto che scendessero ancora. Non sei più tanto lucida -forse anche per il sauvignon? Ormai sono passati 20 minuti ma decidi di fare una pazzia senza speranza. Inventi la scusa di aver perso una cosa al ristorante e dici di dover scendere a cercarla, ma nell'ascensore il tasto che premi è il 3. Sai bene che è inutile perchè ti troverai solo a girare nel corridoio davanti a tante porte tutte uguali, ma quel desiderio è invincibile... si aprono le porte e mi trovi lì, fermo in piedi ad aspettarti da 20 minuti, con un sorriso di 2 chilometri.

Ti avvicini, senti il mio respiro e mi baci con trasporto.. "Portami in camera" sussurri mentre ti tendo la mano. Entriamo e ti sbatto al muro cominciando ad esplorarti con le mani, ti sento scioglierti e mugolare spingendo il petto gonfio in avanti.. senti le mie mani ovunque finché non ti strappo la camicetta facendo balzare fuori due deliziosi meloni e inizio a leccarli e succhiarli... d'improvviso mi spingi sul letto e mi fai sedere, alzi la gamba e l'appoggi sulla mia mettendo in bella mostra le tue calze nelle quali mi perdo...

Sono in estasi davanti al tuo eros, alzo la gonna, infilo le mani sotto le calze e alzo lo sguardo a cercare il tuo.. tu mi ricambi lo sguardo e nei tuoi occhi leggo il pensiero del desiderio totale di abbandonarti a me. Lentamente comincio a sfilare le calze coprendo di baci le gambe appena scoperte. Tengo la bocca aperta e faccio strisciare il mio labbro inferiore su verso gli slip dove comincio ad annusare quel ben di Dio; le mani scorrono verso il sedere e ti sento mugolare e fremere. Alzo una mano verso quei capezzoli che prima ho consumato con la bocca, ci passo il dito intorno tante volte finchè non li sento di nuovo turgidi e in quello stesso momento sento umido sul mio naso... a quel punto mi sbatti il tacco sul petto e mi butti giù sul letto cominciando a strisciarmi le tettone addosso... ma io le voglio sentire davvero così mi tolgo camicia e finalmente sento quei capezzoli sulla mia pelle, prima sul petto mentre mi lecchi le labbra, poi più giù dove trovano l'erezione più grossa che ricordi...

Non aspetti un secondo e lo avvolgi con quei magnifici seni abbondanti..

(Fine prima parte)


giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI


I vostri commenti su questo racconto
Autore: Masaraj Invia un messaggio
Postato in data: 23/11/2017 15:55:02
Giudizio personale:
In questo momento sto battendo le mani. Mi è piaciuto, bravo, ben scritto.

Autore: Masaraj Invia un messaggio
Postato in data: 23/11/2017 15:54:55
Giudizio personale:
In questo momento sto battendo le mani. Mi è piaciuto, bravo, ben scritto.


Dal Sexy Shop di Desiderya...
In: Sex toys
Pugno penetrante
Pugno penetrante
Avambraccio con pugno realizzato in Silagel materi...
Prezzo: € 64.00
[Scheda Prodotto]
In: Sex toys
Play by night nero
Play by night nero
Classico vibratore in PVC che si nasconde bene al ...
Prezzo: € 12.10
[Scheda Prodotto]
In: Coadiuvanti
Penis xxl crema 200ml
Penis xxl crema 200ml
Grazie alla sua particolare composizione la crema ...
Prezzo: € 23.49
[Scheda Prodotto]
In: Coadiuvanti
Penis xxl crema 200ml
Penis xxl crema 200ml
Grazie alla sua particolare composizione la crema ...
Prezzo: € 23.49
[Scheda Prodotto]