i racconti erotici di desiderya

Quello sguardo di troppo


Giudizio:
Letture: 1294
Commenti: 3
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo
Vendere pc non è sicuramente il lavoro più emozionante del mondo, ma se sai approfittare delle situazioni giuste, può regalarti emozioni molto intense. Qualche giorno fa, si presenta in negozio una coppia di coniugi molto distinti. Lui si dirige subito verso i notebook, lei si perde tra gli elettrodomestici. Iniziano i convenevoli di rito, le spiegazioni varie sulle ultime tecnologie etc etc. Dopo circa venti minuti di trattative ecco ricomparire la moglie ormai stanca di attendere le titubanze del marito. Con piglio deciso e autoritario lo estromette letteralmente dalla conversazione e dopo aver puntato un bellissimo sony vaio bianco latte, costringe il marito ad acquistarlo senza se e senza ma. L'uomo obbedisce senza battere ciglio, si vede che è abituato a farlo... Mi chiedo se anche in camera da letto non sia la donna a dettare le regole del gioco. Preparo il computer e durante il tragitto che ci separa dalle casse lo sguardo mi cade più volte sulla scollatura provocante della signora. Due belle bocce sode fanno bella mostra di se e nemmeno il reggiseno è in grado di nascondere i due "chiodini" che fanno capolino. Inizia un gioco di sguardi, io guardo le tette della signora, il marito mi fissa il pacco e la signora lancia occhiate di intesa a tutti e due. Arriviamo alla cassa, e dopo aver pagato richiedono assistenza per il primo avvio del pc. Avendo fretta di andare chiedono se per caso il negozio metta a disposizione un servizio di assistenza a domicilio. Solitamente non è la prassi, ma in casi eccezionali sono i venditori stessi che a fine turno vanno a casa dei clienti per aiutarli. Sono quasi le 21.00 ormai il negozio è in chiusura, mi candido immediatamente per questa assistenza e mi faccio lasciare il recapito della coppia. Ci sentiamo telefonicamente, hanno fretta di utilizzare il pc, mi chiedono se per me è un problema raggiungerli intorno alle 22.00. Giusto il tempo di mandare giù un boccone da mac donald's e sono al loro portone. Mi apre il padrone di casa e mi fa accomodare nel suo studio; il pc è ancora imballato. Lo sistemo e lo accendo per il primo avvio. L'operazione dura si e no 10 minuti, il pc è pronto, il tempo di configurare il router e siamo su internet. Arriva la padrona di casa, si complimenta per la professionalità del servizio, poi mi offre da bere per mettermi a mio agio. Con un gesto quasi impercettibile manda il marito a prendere non so cosa in cucina. Siamo soli... Mi alzo per poggiare il bicchiere, lei nota il tatuaggio che fa capolino dalla manica della camicia e mi chiede quanti ne ho, poi senza lasciarmi spazio per una reazione inizia a sbottonarmi la camicia. Dice di adorare i maschi tatuati e senza chiedere permesso comincia a baciarmi il tatuaggio sul petto, passa in rassegna i capezzoli e scende verso l'ombelico. Mani sapienti eliminano cintura e pantaloni e in men che non si dica e lì che mi alita sul pacco. Non lo prende subito, ci gioca. Segue le venature con la lingua, carezza le palle con le unghie finemente laccate di rosso. Sono nelle sue mani, incapace di qualsiasi reazione (erezione mostruosa a parte).

Anche i boxer sono ormai un ricordo, il mio uccello è in balia della sua bocca e delle sue mani, lo vedo scomparire e poi ricomparire sempre più grosso. Quel rivolo di saliva che lega le sue labbra alla mia cappella mi fa impazzire e lei lo sa... Avverto una presenza alle mie spalle, il marito è ritornato. L'abito impeccabile di prima ha lasciato il posto ad una più comoda mise da casa, in pratica anche lui è in mutande. Accenna a balbettare qualcosa ma come sempre la moglie lo zittisce e lo costringe a prendere in bocca la mia verga. Iniziano le umiliazioni. Lo vedi com'è fatto un cazzo urla al poveretto che con aria sommessa annuisce mentre tiene tra le labbra il mio pisello. Lo costringe a spogliarsi ed effettivamente il paragone è imbarazzante. L'uomo esibisce un "mignolino" da pochi cm e per giunta ancora moscio, segno di evidente impotenza. Lei incalza con le umiliazioni e pretende che lui assista alla monta lubrificando per bene sia me che lei. Mi sbatte sul divano, mi offre le spalle e mi si siede sopra. Il marito inizia a leccarle la passera poi passa al mio uccello, riempie tutto di saliva poi riempie la moglie col mio cazzo. Inizia un su e giù selvaggio, lei sembra assatanata e lui sempre a leccare per bene. Mi appendo a quelle splendide tette, le strizzo per bene i capezzoli e inizio a montarla con foga sempre crescente. Sarà pure abituata a dominare il marito, ma quando sono infoiato il gioco lo conduco io. La rivolto a pecorina e comincio a sbatterla selvaggiamente ricoprendole le natiche di manate. Passo con disinvoltura tra primo e secondo canale, naturalmente senza chiedere permesso... Ad un certo punto, quando so di avere in mano la situazione, per una specie di solidarietà tra uomini, concedo al povero martire la bocca vogliosa della moglie costringendola a succhiarglielo mentre la stantuffavo da dietro. Sarà stata la concessione, sarà stata la scena che gli si parava davanti ma al mite maritino devoto sembrava pure rizzarsi l'uccello. Diciamo che stava apprezzando. La furia sessuale della donna era stata domata a suon di sculacciate e colpi di cazzo, adesso era un agnellino pronta ad esaudire anche le voglie del marito. Malgrado la scarsa dotazione di bordo, abbiamo azzardato una doppia penetrazione per poi passare ad un pompino doppio. Per una vota il carnefice diventava vittima e dopo un paio di accurati colpi di lingua si beccava in faccia due bei fiotti di sborra calda e densa. Costretta a ripulirci per bene i cazzi ci serviva da bere direttamente dalla sua fica. Dopo essermi ripreso e ricomposto li salutavo cordialmente complimentandomi con loro per l'ottimo acquisto! Bello vendere Pc...



giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI


I vostri commenti su questo racconto
Autore: Jeroboam Invia un messaggio
Postato in data: 24/06/2013 16:07:25
Giudizio personale:
Ci vorrebbero piu clienti cosi, farebbero amarti di piu il tuo lavoro 👍👍👍

Autore: ZizziRoma Invia un messaggio
Postato in data: 20/06/2013 15:31:12
Giudizio personale:
ottimo racconto! bravo

Autore: Ragusa31 Invia un messaggio
Postato in data: 11/06/2013 03:26:59
Giudizio personale:
Sexy! Bel toro da monta...


Webcam Dal Vivo!