i racconti erotici di desiderya

Quella monella di mia sorella


Giudizio:
Letture: 7434
Commenti: 2
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo
Eccoci qui , io a scrivere e voi ( spero tanti ) a leggere di quella monellina di mia sorella.



Mi chiamo FLAVIO ho quarant'anni e sono un libero professionista. Vivevo agiatamente con i miei genitori e la mia sorellina, che ha 10 anni meno di me. Gran bella gnocca ,alta e bionda, con un culetto da sballo e due tettine capricciose che sparano verso il cielo; ha un unico difetto , ho sempre pensato, è mia sorella. Devo dire che il mio lavoro mi crea veramente moltissime occasioni e, ad essere sincero, non mi mancano le avventure , ma quando vedo mia sorella penso sempre < beato chi ti scopa >.



Torniamo a noi, come ho detto vivo con i genitori in un appartamento fuori città , su due piani molto grande , a tal punto da garantire una discreta privacy a tutti i componenti della famiglia. Quella mattina nostra madre mi chiama da parte e mi dice < dobbiamo assentarci un paio di giorni io e tuo padre, per favore dai un occhio a Silvia(mia sorella all'epoca 19enne)> ho detto aggiunge mia madre< secondo te perchè ti sto chiedendo di fare da baby sitter??> e così dicendo mi saluta e se ne va.



Tutta la giornata del venerdì passa in un lampo ritorno a casa e quando entro in cucina vedo Silvia ai fornelli. La serata prosegue tranquilla e la cena è ottima.Ad un tratto lei mi dice< ora però mi aiuti a lavare piatti> rispondo e così facendo sparecchio tavola e poso tutto sul lavabo. Lei indossa un jeans attillato e con gli spacchi sulle chiappette ,una maglietta senza spalle che le va da tutte le parti ed un grembiulino della mamma che le incornicia la vitina da vespa.



Dopo pochi minuti , finito di lavare i piatti le dico guarda che hai tutta la maglia bagnata, vatti a cambiare, ma lei per tutta risposta si volta di schiena e se la sfila via, per appoggiarla al termosifone ad asciugare. Vorrà dire che mi riscalderai tu sul divano, mentre guardiamo uno dei tuoi filmacci horror.



Detto fatto siamo sul divano uno vicino all'altra, lei sdraiata sulle mie gambe. Sarà la luce bluastra della tv oppure non so, che volete che vi dica, mentre lei guarda il film, io le guardo le tette.E' mia sorella, penso, ma è anche una bella fica. Mi faccio sotto, allungo una mano sulla sua spalla e gioco distrattamente con la spallina del suo reggiseno, e lei invece di dirmi di smettere, muove la sua nuca sul mio cazzo, che sta diventando duro come il marmo. Continuo sempre più giù, verso il capezzolo, e ad un certo punto lei Adv ha un sobbalzo per una scena cruenta e la mia mano cade proprio sulla sua tettina, lei la afferra e se la stringe al petto impaurita (ma proprio per niente).Ho il cuore in gola , il cazzo durissimo e la mia mano nelle sue tette.Cerco di sfilarla e se ne viene via anche il reggiseno...< maialino > è l'unica cosa che mi dice sorridendo , poi < ora puoi fare due cose, o lo rimetti a posto,o lo sfili via del tutto, perchè così a metà mi da noia > .Non ci credo un invito esplicito ...detto fatto.



Lo sfilo e vedo due tette meravigliose, bianche e sode,con due capezzoli che puntano verso il lampadario. aggiunge con aria maliziosa, si alza in piedi e mi fa segno di alzarmi.Si avvicina , afferra la mia cintura e mi slaccia i pantaloni, facendomeli cadere alle caviglie.Sono in mutande con un cazzo duro allo spasimo di fronte a lei,< poverino -dice-chissa come è scomodo così sacrificato lì dentro> aggiunge e mi abbassa lo slip facendo rimbalzare il mio cazzo durissimo fuori , ma lo dico senza troppa convinzione e lei ha gia stretto la sua mano intorno all'asta e mi sta segando lentamente.



< dimmi che non ti piace e smetto subito - aggiunge sorridendomi in faccia-anzi te lo rimetto a posto io>



La abbraccio e la bacio sulla bocca con forza.



La sollevo in braccio e la stendo sul divano, mi tolgo i pantaloni e gli slip mentre lei mi osserva soddisfatta,mia avvicino e le slaccio i jeans lei mi aiuta ad abbassarli.Ha un intimo da sballo, rosa con i coniglietti, mi avvicino e le bacio l'ombelico fino al monte di venere, poi con le dita le abbasso lo slip e scendo fino alla fessura < cazzo sei magnifica, neanche un pelo> e lei < è così che piace a voi maialini, vero??> cazzo, ha ragione. Le allargo le labbra della vagina e infilo la lingua che saetta velocemente sul clitoride gonfio e dolce come il miele.



Lei geme ed è in un lago,le infilo prima un dito ,poi due, lei mugola e si dimena su e giu per farsi penetrare più in profondità ,mi alzo sulle ginocchia le sollevo il bacino e la lecco in profondità affondando tutto il volto fra le sue gambe, lei le stringe intorno fortissimo e mi spinge sulla nuca con le mani, geme e trema, la mia SIlvia ha un orgasmo meraviglioso.Si ferma, mi guarda e sorride, ha due capezzoli turgidi e lunghi come due chiodi; si volta e mi offre il suo meraviglioso culetto , si inginocchia con il seno sulla seduta del divano e la testa contro lo schienale....< non farmi troppo male > e con le mani si allarga il buchino.



Non posso crederci, mi sta offrendo il culo, quel culo che mi faceva arrapare di nascosto, che popolava i miei sogni ed ispirava le mie seghe era a mia portata.



Mi metto dietro di lei, le infilo la cappella nel solco e la avvicino al buchetto. Con la mia saliva lo bagno e con un dito provo ad allargarle l'orfizio...lei ha un sussulto e con una voce fievole



< dai, muoio dalla voglia, non l'ho mai fatto > Piano piano entro in lei, sento le sue contrazioni intorno alla cappella, poi all'asta che entra a fatica; spingo e mi ritiro, la pompo piano, poi sempre più forte,con gusto; la sento gemere e godere, le prendo le braccia e la tiro verso di me, ho tutto il mio cazzo piantato nel suo culetto e lei si dimena ed inarca la schiena, la tiro e la mollo per pomparla più in profondità.



Lascio le sue mani che subito corrono alla fica bagnata e comincia un furioso ditalino.



la maiala sta godendo ancora.



Sono allo stremo con il cazzo enorme e durissimo, sento la cappella gonfia ,lo sfilo dal suo culetto



urlo.



Uno, due , tre schizzi potentissimi le inondano la schiena , lei si gira e mi guarda , sono immobile e sudato ,ho ancora il cazzo duro , lei sorride ,avvicina le sue labbra curiose e....< voglio assaggiare il tuo sapore > dice; lo prende in bocca e lo lecca tutto ,gira intorno alla cappella con la lingua e lo mordicchia, comincia a segarmi con la mano e con l'altra massaggia le palle. Va su e giù con la testa e la mano prima veloce e poi lenta, si ferma , mi guarda negli occhi e continua a leccarlo come un gelato.< SCHIZZAMI IN FACCIA ,PORCO > e così dicendo aumenta il ritmo della sega e delle slinguate.



Dopo pochi secondi ....< vengooooooooo> le schizzo in faccia tutta la mia virilità. Calda sborra sul viso e fin sugli occhi , lei se la spalma con le mani ovunque e mi dice < adesso basta maialino, per stasera siamo andati oltre > ed aggiunge < chissà se mamma e papà quest'anno andranno via ancora ...>



Purtroppo già da alcuni anni nn sono più l'amante di mia sorella , ci vedevamo una o due volte a settimana dove possiamo e senza dire nulla ci concedevamo uno all'altra con vigore.

Oggi vive felicemente con il suo attuale marito e 2 figli.

Lei è sempre più bella. Mha chissà se forse un giorno...............





giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI


I vostri commenti su questo racconto
Autore: Marco&vanessa Invia un messaggio
Postato in data: 13/05/2009 11:17:35
Giudizio personale:
moralmente vergognoso :) ma per il resto super !!!

Autore: Daniele_tuo Invia un messaggio
Postato in data: 13/05/2009 10:46:38
Giudizio personale:
Complimenti......hai una sorellina devvero troia


Webcam Dal Vivo!