i racconti erotici di desiderya

Pomeriggio con trans


Giudizio:
Letture: 0
Commenti: 4
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo
Un pomeriggio d’estate, la voglia era tanta, che decisi di indossare calze velate con reggicalze, un perizoma merlettato di colore nero e, indossato una tuta leggera e delle scarpe da ginnastica e una maglietta azzurra, uscii di casa in giro per le strade di Roma.

Il corpo era tutto eccitato e il fatto di essere depilato completamente, mi donava delle sensazioni fantastiche specialmente nel buchetto dietro che fremeva quanto prima di essere allargato.

Camminavo in lungo e in largo, ma la meta della destinazione era l’abitazione di una cavallona trans della quale avevo preso indirizzo e organizzato un incontro.

Giunto all’abitazione, con mani tremolanti citofonai e il portone si aprii. Arrivato al pianerottolo vidi una porta già semi aperta e una voce molto calda mi invitava ad entrare.

La luce era già accesa e appena entrai una creatura molto femminile mi fece cenno di chiudere la porta e farmi avanti.

Lei era già nuda. Con il seno di una quarta abbondante, portava solamente un perizoma bianco e delle calze anch’esse bianche con la riga posteriore; un profumo molto forte mi aveva fatto perdere già la testa e anche le movenze e il sorriso erano molto ammalianti.

Giungemmo nella stanza da letto e mi fece cenno di spogliarmi e di mettermi a mio agio.

Tolta la tuta e le scarpe, rimasi con perizoma e calze e lei mi fece i complimenti per la lingerie e il culetto.

Anche lei era molto bella: dei capelli lunghi neri che arrivavano ai seni bello prosperosi; due fianchi molto accentuati e delle gambe molto slanciate.

Si avvicinò e iniziò a toccarmi in tutto il corpo e con le labbra iniziò a bacarmi sul collo.

La lingua correva sul collo fino a premerla sulle mie labbra e si fece spazio dentro per trovarci a baciarci sdraiati sul letto.

L’eccitazione era tale che il mio cazzo era fuori dal perizoma già tutto bagnato e le mie mani assaporavano quel corpo femminile e vellutato.

La sorpresa fu quando feci la mossa per toccare la parte intima di lei che nel frattempo aveva fatto scivolare il suo perizoma e solo con il tatto della mano capii che era un cazzo molto grosso.

Posai lo sguardo sotto e vidi che non avevo affatto sbagliato.

Ancora dormiente quel bastone era di notevoli dimensioni e lei, con gentilezza, spinse la mia testa fra le sue gambe.

“Troietta , inizia a farlo indurire…………….., vedrai che ancora cresce se lo prendi in bocca; inizia a leccarlo per bene e assapora il gusto del mio cazzo”.

Non riuscivo a farlo entrare tra le labbra e lei spingeva fino in fondo alla gola come se stava scopando e iniziava ad eccitarsi ancora di più.

Non avevo mai visto un bastone di quelle dimensioni; era impossibile ingoiarlo e inizia a leccarlo come un lecca lecca.

In ginocchio e alle prese con quel bastone lei nel frattempo, spostando il perizoma, mi ungeva il buchetto con la crema e iniziava a dilatarmi lo sfintere scopandomi con le dita.

“Penso che ora sei pronta, ti sento larga e ben lubrificata e puoi prepararti ad essere sfondata come si deve” disse, e senza darmi il tempo me la trovai dietro con la punta di quel cazzo che premeva prima sulle natiche e poi direttamente sul mio buchetto avido di essere aperto.

Iniziò a fare pressione e io, non abituato ancora a quei calibri inizia a sentire un dolore che mi faceva tremare pure le gambe.

Iniziai a gridare e a gemere nello stesso tempo; cercavo di svincolarmi da quel poderoso cazzo che mi apriva a metà, ma le sue mani attaccate ai miei fianchi mi bloccavano e mi impedivano di tirarmi fuori.

“ troietta, non gridare, è entrata solo la punta e già urli di dolore? Aspetta che metto dentro tutto il mio cazzo e poi ti piacerà e godrai come una vacca”, esclamò e senza darmi respiro , con un colpo secco fece scivolare dentro il mio intestino quella mazza gigantesca dentro di me.

Stavo svenendo dal dolore e sentivo che ormai ero stato aperto in due: il culetto e lo sfintere erano divisi a metà e sentivo quel cazzo che si faceva spazio nell’intestino e mi arrivava fino in gola.

Si mise a pomparmi prima dolcemente ma poi con più foga e forza tale da sentire i colpi sullo stomaco che arrivavano fino ai polmoni.

Capii che il culetto ormai era rotto e ormai quel cazzo enorme si era presso possesso del mio intestino e anche del mio cervello; infatti dopo il dolore, il piacere iniziò a farsi largo e i gemiti e le grida erano solo di piacere e di voglia di essere sfondato.

Io ero tutto bagnato e iniziai a godere di culo venendo in modo copioso sulle lenzuola.

Ormai andava a velocità pazzesca e quando i tremori iniziarono a pervaderla, capii che stava per venire anche lei.

Tirò fuori quel treno di carne e, tolto il preservativo, mi inondò di un bianco latte caldo sulle natiche e sul buco aperto. Un calore indescrivibile iniziò a colare sulle mie cosce sporcandomi le calze; lo vedevo colare piano piano e con le mani feci per prenderne un po’ e spalmarlo sul culetto.

Lei, vedendo la mia mossa, prese la mia testa e l’avvicinò al suo cazzo dicendomi di assaggiare e nel frattempo pulire il suo membro.

Con la lingua pulii l’asta e poi lo presi in bocca; un ammasso di carne ancora dura ma che mi regalava un sapore diverso dalla prima pompa; un sapore acro ma delizioso si stampava sul mio palato e sulla mia lingua.

Deglutivo la mia saliva insieme agli umori di quell’amante femmina ma con un attributo da gigante.

Rimasti per un po’ abbracciati e baciarci capii che era giunta l’ora di andarmene.

Rivestitomi e uscito dopo un ultimo bacio di saluto, per la strada facevo fatica a camminare perché ero stanco e spossato da quella mezz’ora di stantuffo e le gambe mi tremavano ancora e poi perché dietro mi sentivo allargata e dolorante.

Ancora dopo un paio di giorni sentivo quel bastone dietro e il dolore dello sfintere non mi permetteva di sedermi; il culetto era rotto e la strada aperta per nuove avventure.



giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI


I vostri commenti su questo racconto
Autore: Peppone2003 Invia un messaggio
Postato in data: 23/10/2015 14:35:49
Giudizio personale:
eccezzionale vorrei essere io al suo posto

Autore: Corallino Invia un messaggio
Postato in data: 06/10/2014 23:27:33
Giudizio personale:
Come avrei voluto essere al tuo posto!

Autore: Ninetta69 Invia un messaggio
Postato in data: 05/10/2014 16:06:28
Giudizio personale:
Veramente ottimo,anche io ho provato qualche cosa di simile la prima volta che il mio buchetto è stato sfondato da un cazzo enorme

Autore: Darty Invia un messaggio
Postato in data: 04/10/2014 08:28:49
Giudizio personale:
bel racconto, complimenti


Dal Sexy Shop di Desiderya...
In: Sex toys
X-10 beads viola
X-10 beads viola
Palline anali con diametro crescente per una maggi...
Prezzo: € 15.90
[Scheda Prodotto]
In: Coadiuvanti
Anoe spray anale rilassante 30ml
Anoe spray anale rilassante 30ml
Spray lubrificante rinfrescante facilita la penetr...
Prezzo: € 21.00
[Scheda Prodotto]
In: Abbigliamento
String elefantino sexy azzurro
String elefantino sexy azzurro
Divertentissimo tanga ad elefante con grandi orecc...
Prezzo: € 16.50
[Scheda Prodotto]
In: Abbigliamento
String elefantino sexy azzurro
String elefantino sexy azzurro
Divertentissimo tanga ad elefante con grandi orecc...
Prezzo: € 16.50
[Scheda Prodotto]