i racconti erotici di desiderya

Naturismo esperienza bsx


Giudizio:
Letture: 0
Commenti: 5
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo
Mi trovavo all’inizio dell’estate in una nota località turistica balneare dell'Emilia dove si pratica il nudismo.

Dal mio mini appartamento la spiaggia era vicina e quindi già di mattina presto mi trovavo sdraiato a prendere il sole.

Non c’era ancora molta gente e liberatomi del mio costume mi misi in una posizione centrale e fumai una sigaretta.

Dopo un po’ la spiaggia iniziava ad affollarsi e l’eccitazione pure dato che molte coppie si posizionavano nei pressi della mia postazione.

Guardavo con ammirazione i corpi delle donne con quelle fighe rasate e gambe aperte che calamitavano i raggi del sole come i miei occhi e, con loro, i rispettivi compagni con i cazzi penzolanti.

Alcuni con normali dimensioni ma altri con dimensioni anche notevoli.

Io scrutavo le persone che si spargevano la crema solare e fissai una coppia in particolare dove sia la lei che il lui, nel spalmarsi l’olio idratante, avevano iniziato quasi un gioco di massaggi e frecciatine di sguardi per vedere chi attorno li stesse ammirando.

Non mi feci scappare l’occasione e alzatomi dal mio posto mi feci avanti e mi misi proprio di fronte a loro.

Da lì potevo ammirare le parti intime di lei che si lasciava anche massaggiare sulle grandi labbra bagnate e nel frattempo accennava a una languida masturbazione del cazzo del suo compagno.

Lo stringeva piano e sempre piano iniziava a scappellarlo: la cappella rosa si gonfiava e rimaneva fuori per un paio di secondi per poi scomparire dentro la mano e lo carezzava con il pollice.

Io rimanevo a guardare e a toccarmi anche i glutei cercando di immaginare fosse la mano della lei e anche che era la mia mano a stringere quel pezzo di carne bianca e rosa allo stesso tempo.

Volevo farmi più audace e aiutare la lei in quel gioco di seduzione e magari avvilupparlo con le mie labbra.

La coppia mi guardava e sorrideva avendo intuito che ammiravo più la mano e quel cazzo che si ingrossava sempre di più e mi fece cenno di avvicinarmi.

Accostatomi a loro senza dire altro lo presi in mano come se volessi constatare la voluminosità e la consistenza e inizia a scappellarlo con dolcezza mentre il lui masturbava e baciava la sua donna.

Dopo un po’ mi accorsi che attorno a noi si era formato un gruppo di persone che ammiravano i nostri gesti e, tra loro, un ragazzo di colore si era avvicinato dietro di me a tal punto che sentivo il suo calore.

Capendo che non poteva toccare la coppia dato che non gli era stato dato il consenso iniziò a carezzare il mio culetto rotondo e bianco con movimenti delicati e a volte più profondi facendo passare le dita sul solco e sul mio buchetto.

Ad ogni tocco era un fremito che mi eccitava e sobbalzavo di piacere. Lui intuendo il mio desiderio si faceva sempre più ardito infilando il dito all’interno e roteandolo allargava e spingeva.

La donna sorrideva e senza conoscermi e senza aver parlato fino ad allora mi chiedeva se non era il caso di approfondire la conoscenza di quel ragazzo e poi, nel pomeriggio, avrei dovuto raccontare di come si era svolto l’amplesso e se mi aveva fatto godere.

Io all’inizio rimasi impietrito ma poi, con sguardo quasi di sfida, dissi di sì e con un cenno feci capire a ragazzotto nero di seguirmi.

Lasciata la spiaggia ero di fronte casa mia e lasciai la porta aperta aspettando che entrasse.

Mi sdraiai subito sul letto a pancia sotto con al fianco la vasellina e dopo un paio di secondi sentì che lui chiudeva la porta e, arrivato sul letto, iniziava a stringermi i glutei per saggiare la durezza del mio culetto.

Poi con le dita iniziò a penetrarmi per prepararmi al suo cazzo già duro spalmandomi la cremina.

Io non l’avevo ancora visto e non avevo avuto il piacere di prendere le misure assaggiandolo con la bocca ma dopo un po’ iniziai a sentire che premeva con la cappella sul mio sfintere che si dilatava a dismisura.

Iniziai a sentire un po’ di dolore e fastidio durante la penetrazione e capì che si trattava di un cazzo enorme.

Lo toccai con la mano da sotto le mie gambe e potetti constatare che il cazzo era di misure grosse ma non eccezionali; l’unica problema era la cappella.

Una cappella enorme come una palla da tennis che faceva fatica ad entrare.

Mi sembrava una mazza ferrata dalle misure non tanto consistenti ma alla punta una palla rotonda che squarciava ogni cosa.

Mi diede un colpo tremendo e, grazie alla vasellina, si fece strada dentro di me come un bulldozer che scava e allarga le gallerie.

Gridai e mi buttai sul letto schiacciato dal suo peso e sentivo questa palla che si faceva spazio dentro di me smuovendomi le budella e riempiendomi la pancia da dietro.

Iniziò a muoversi con forza già dai primi colpi; forse perché eccitato dalla situazione in spiaggia forse perché gli piaceva il mio culetto di burro bianco e accogliente.

Lo teneva stretto e prendendomi dai fianchi ad ogni colpo lo spingeva verso di lui per andare sempre più a fondo.

Iniziavo a mugolare e ad ogni colpo gridavo di fare piano ma lui non sentiva ragione e affondava sempre di più.

Dopo una ventina di minuti sentivo che iniziava a tremare e stava esplodendo: i fiotti di sperma che uscivano da quella cappella enorme riempivano il preservativo e una volta tirato fuori notavo che l’aveva riempito tutto.

Io godetti due volte e avevo sporcato le lenzuola e pulendomi il cazzo con le mani portai alla bocca il mio sperma bevendo quello che era rimasto.

Lui mi disse che avevo un culetto stupendo e rotondo e i glutei bianchi lo facevano impazzire ecco perché si era sfogato con forza su di me.

Ci pulimmo e prima lui e poi io uscimmo dalla casa per recarci in spiaggia.

Li trovai la coppia che stava a prendere il sole e appena mi avvicinai la donna mi fece un sorriso.

“dai tuoi occhi capisco che ti ha inculato alla grande; ma ora tocca a noi e ti assicuro che godrai come non mai dato che ho una serie di strap-on da farti assaggiare……….oltre al cazzo di mio marito”.

Sorrisi e annuì dicendo che ero pronto per lasciarmi andare con loro…….ma è un’altra storia.



giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI


I vostri commenti su questo racconto
Autore: Stilettox Invia un messaggio
Postato in data: 21/08/2016 09:25:28
Giudizio personale:

Autore: Ettore62 Invia un messaggio
Postato in data: 11/08/2016 14:44:38
Giudizio personale:
Bello complimenti

Autore: Barracuda197 Invia un messaggio
Postato in data: 25/07/2016 07:42:23
Giudizio personale:
Bellissimo

Autore: Piacerebsx77 Invia un messaggio
Postato in data: 20/07/2016 14:46:29
Giudizio personale:
In attesa dell'altra storia, complimenti ;-)

Autore: Fantasy2 Invia un messaggio
Postato in data: 20/07/2016 12:20:15
Giudizio personale:
fantastico


Sono un/una:
Cerco un/una: