i racconti erotici di desiderya

Lui

Autore: Cp_rome
Giudizio:
Letture: 732
Commenti: 3
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo
Sono sola… distesa supina sul nostro letto… completamente nuda….

Una benda nera mi copre gli occhi e sono immobilizzata da corde che mi bloccano i polsi, legati tra loro e alla spagliera, e le caviglie alla sommita’ opposta del letto …

La casa è completamente silenziosa poiche lui è uscito lasciandomi li ad aspettare. Nell’attesa, avvolta nel mio buio sono pervasa da sensazioni di ansia, frenesia, eccitazione e paura… non ho idea di cosa lui ha in mente, si è limitato a chiedermi solo fiducia e io come al solito l’ho accontentato passivamente come gia avevo fatto molte volte in precedenza senza mai rimanere delusa o turbata dalle sue fantasie perverse… non avevo mai conosciuto un uomo capace di spingermi cosi oltre, lui era diventata la mia guida verso un mondo fino a quel momento inesplorato ed io lo seguivo perché lo amavo infinitamente e non gli avrei mai negato niente.



Mentre sono presa dai miei pensieri sento finalmente dei rumori provenire dal soggiorno. Lui è tornato. Lo chiamo ma non risponde e si muove in modo assolutamente silenzioso tanto che rimango con il dubbio che forse è uscito di nuovo… no, non è uscito, semplicemente non vuole farmi capire i suoi movimenti … io sono sempre piu ansiosa e comincio a desiderare almeno un segnale da lui , anche solo una carezza per rassicurarmi… ma a quanto pare le carezze non fanno parte di questo gioco… non ancora per lo meno…



Sento dei passi all’interno della stanza, e gia avverto che c’è qualcosa di strano, ma non capisco subito di cosa si tratta… mi limito ad aspettare ancora e finalmente ricevo la carezza che tanto desideravo… una mano mi sfiora il braccio immobilizzato. La carezza, appena percettibile, mi percorre tutto il braccio, dal polso alla spalla, suscitandomi un brivido per tutto il corpo… mi piace ma rimango sempre con quella sensazione di incertezza… c’è qualcosa di diverso.

La risposta è arrivata poco dopo quando il tocco di quella mano è diventato più tangibile: non è il mio uomo.

L’estraneo mi accarezza lungo i fianchi e poi sui seni, senza alcuna fretta… sa che mi piace, probabilmente è stato istruito in precedenza su come agire, sulla mia pelle corrono brividi e la mia eccitazione si fa sempre più intensa. Avverto un’altra presenza vicino a me. Qualcun altro si è seduto sul letto, silenziosamente, e mi accarezza anche lui allo stesso modo del primo, con la stessa delicatezza appena percettibile… neppure lui è il mio compagno, ne sono certa. Sento sensazioni fortissime e contrastanti… i due uomini continuano ad esplorare il mio corpo con carezze che si fanno via via sempre più decise, piene di desiderio e questo fa crescere in me la paura di essere rimasta sola con loro… ovviamente sono in errore: finalmente avverto il suo tocco, una mano sulla caviglia destra… non mi sbaglio è proprio lui che vuole farmi sentire la sua presenza e rassicurarmi… ed io mi abbandono a quello che è il suo desiderio.



Ora che mi sono resa conto della situazione il comportamento dei due uomini cambia totalmente: il loro modo di toccarmi si fa deciso, quasi violento. Il primo uomo mi afferra i capelli e porta il suo membro già totalmente turgido vicino la mia faccia… me lo strofina sulle guance tenendomi sempre la testa bloccata e mi ordina senza mezzi termini di metterlo in bocca e succhiarglielo. Io obbedisco al suo comando senza opporre la minima resistenza e invece di rimanere turbata dal comportamento violento provo fremiti di eccitazione lungo tutto il corpo … e sento che lui è lì, ai piedi del letto, a godere della scena e della mia sottomissione sapendo bene quanto mi piace essere presa in questo modo. “avanti prendilo in bocca… ti piace succhiarlo vero? Voglio scoparti la bocca” mi dice l’uomo mentre sono intenta a soddisfarlo, e mi piace obbedirgli perche il suo membro è grande e duro che mi affonda fino in gola senza alcun rispetto… a quel punto l’altro prende l’iniziativa e mi gira la testa verso di lui e ,sottraendomi alla stretta del suo amico, mi costringe ad ingoiare il suo pene fino ai testicoli “avanti bagnalo tutto con la saliva, farai bene a darmi retta visto che dopo te lo sbatto nel culo”



I due si alternano per farsi leccare ed io ad ogni passaggio sono piu’ bagnata, sempre piu bagnata…l’essere totalmente soggiogata da due sconosciuti sotto lo sguardo del mio uomo mi parta ad uno stato di estasi incontrollabile…. Ora il primo uomo si sposta e si posiziona tra le mie gambe legate e aperte…. Affonda la sua lingua nella mia vagina allargandola con le dita per poter arrivare ancora piu in fondo…. Poi esce per succhiare il clitoride… poi ancora dentro…. Si allontana per un attimo e subito sento un rumore che non conosco… ma basta poco per capire di cosa si tratta… l’uomo mi penetra con un vibratore e me lo spinge fino in fondo continuando a leccarmi il clitoride… io emetto gemiti di sincero piacere e urlerei se non avessi la bocca ancora occupata dall’altro. Il piacere ormai per me è giunto all’apice e quando l’uomo sfila il vibratore non posso fare a meno di venire selvaggiamente, schizzando senza ritegno. L’uomo eccitato dalla mia reazione spontanea mi slega le caviglie per darmi piu possibilità di movimento, mi allarga le gambe e affonda dentro di me il suo membro scopandomi con energia e sincronizzando i movimenti con quelli dell’altro, ancora intento a scoparmi la bocca. È cosi perversamente eccitante, mai nelle mie fantasie potevo pensare di raggiungere un simile stato… i due uomini si danno da fare su di me incitandomi a muovermi per dargli ancora piu piacere e io li assecondo in tutto, consapevole che è questo il volere del mio uomo rimasto in disparte fino a questo momento … ma quanto vorrei che lui si avvicini a me!… all’improvviso i due si allontanano contemporaneamente da me, come se avessero ricevuto un ordine. Mi costringono a mettermi in ginocchio a pancia in sotto con i polsi ancora legati… i due uomini si piazzano dietro di me ad ammirare i miei buchi madidi di piacere. Prendono di nuovo il vibratore e me lo spingono nell’ano ancora stretto… io grido, questa volta per il dolore, ma a loro non importa e insistono a spingerlo sempre più a fondo… il dolore a poco a poco si fa piacere ed io , che prima ero reticente, assecondo i loro movimenti per sentirmi ancora piu violata…



Sfilano il vibratore e li sento commentare con frasi del tipo “guarda che bel culo largo che ti abbiamo fatto, adesso ti facciamo divertire con il nostro cazzo” … ed io incredibilmente lo desideravo… uno dei due mi allarga i glutei e mi affonda totalmente il suo membro senza badare ai miei lamenti …. Anzi ad ogni mio tentativo di sottrarmi lui mi punisce con un robusto schiaffo sul sedere e l’altro lo incita ad insistere , per poi farlo spostare per mettersi al suo posto… tutto questo, per quanto molto eccitante stava per mettermi a disagio e, quasi come se mi avesse letto nel pensiero, finalmente sento lui che si avvicina a me e mi accarezza la testa …. Io a questo gesto riacquisto sicurezza e fremo dalla voglia di sentire il sapore del suo membro a me familiare. Anche in questo non tarda ad accontentarmi e con la stessa foga usata precedentemente dagli altri me lo spinge fino in gola… ora tutto era perfetto: non sentivo dolore ma solo un piacere totale e disinibito e volevo che continuasse a lungo….



I due uomini dietro di me cambiano di nuovo posizione e uno dei due si lascia scivolare tra le mie gambe fino a ritrovarsi totalmente sdraiato sotto di me. Mi penetra davanti mentre l’altro mi infila di nuovo il suo pene enorme nell’ano…. ora mi sento totalmente persa, immobilizzata e compiaciuta di essere presa da tre uomini che mi penetrano contemporaneamente e non posso fare a meno di ansimare dal piacere che tutto questo mi provoca… continuano a lungo in quella posizione e una volta soddisfatti si scostano da me e mi fanno di nuovo girare con la faccia verso il soffitto … uno dei due uomini mi ordina di farli venire con la bocca ed io obbedisco tenendola piu aperta che posso e leccando prima uno poi un altro e poi un altro ancora finche non comincio a sentire il sapore dello sperma che mi cola sulla faccia e nella bocca… sento i loro gemiti di piacere e questo mi da piu energia per continuare a leccarli….



È finita e sono esausta e soddisfatta….

Sento i due uomini che escono dalla stanza silenziosi come sono entrati… solo lui rimane con me

Mi slega i polsi e mi sfila la benda con delicatezza… finalmente vedo il suo bel viso con il suo sorriso dolce… ricambio il suo sorriso e lo abbraccio per fargli sentire tutto il mio affetto… lui mi sussurra piano all’orecchio “ti amo”

Anche io ti amo … ti amo da impazzire…







giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI


I vostri commenti su questo racconto
Autore: Mcurris Invia un messaggio
Postato in data: 08/08/2008 11:36:22
Giudizio personale:
Bello............e delicato nel racconto..............Mc.......

Autore: Mysterx Invia un messaggio
Postato in data: 04/08/2008 23:19:08
Giudizio personale:
femmina esemplare

Autore: Leemaia Invia un messaggio
Postato in data: 31/07/2008 10:13:34
Giudizio personale:
Fantasia ricorrente. Ben raccontata anche se un po\' \"fredda\" nella compoinente cerebrale. Poco coinvolgente ma scritta bene.


Webcam Dal Vivo!