i racconti erotici di desiderya

La vacanza al sud. prima parte. il volo

Autore: Siryus
Giudizio:
Letture: 0
Commenti: 4
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo
Mi chiamo Mario, ho cinquanta anni e mi dicono ben portati. Sono alto uno e ottanta fisico asciutto. Occhi scuri e mani grandi, capelli brizzolati, che a detta di mia moglie mi fanno molto attraente. Sono sposato con Giulia che ha un anno più di me. Lei è una bella donna che ancora fa la sua porca figura specie quando decide di mettersi in tiro è capace di attirare tutta l’attenzione dei maschi presenti. Alta come me, seno una quarta che non accenna a nessun cedimento, culo alto e sodo, e gambe lunghe e affusolate, ma quello che mi eccita tantissimo di lei sono le sue labbra carnose e la bocca ampia. Perfetta per succhiare e ingoiare un cazzo anche di buone proporzioni. Sessualmente parlando siamo una coppia che in passato si è divertita un poco a giocare all’esibizionismo e abbiamo fatto anche qualche scambio di coppia. Lei quando si scatena non ha molti limiti sa quello che vuole e lo prende con ogni mezzo. Io ben dotato sia in lunghezza che circonferenza mi applico per far si che lei abbia sempre una bella razione giornaliera di cazzo anche se a volte abbiamo vissuto situazioni in cui lei si è scopata altri maschi e io altre femmine pur non essendo insieme. Abbiamo un figlio di nome Marco che in questo periodo e all’estero per lavoro. Durante il militare sono diventato amico con Carmelo un siciliano. Come militari, abbiamo diviso freddo, paura sofferenze, questo ci ha legato molto e anche dopo il congedo, la nostra amicizia è andata sempre più aumentando nel tempo anche se io sono umbro e lui siciliano. Dopo i primi anni di matrimonio, lui è venuto al mio quando mi sposato con Giulia, noi al suo, quando lui ha sposato Assunta, abbiamo preso l’abitudine di passare sempre le ferie estive insieme. Un anno io con la mia famiglia vado al sud, e l’anno dopo lui con la sua viene dalle mie parti e insieme andiamo in ferie a divertirci. Con un legame così forte i nostri figli sono amici e si sentono spesso e a volte sono andati in ferie da soli una volta diventati grandi. Carmelo è un maschio tipico del sud, alto scuro di carnagione, capelli e occhi nerissimi, fisico muscoloso e ben curato. Ha un bel cazzo di ottime proporzioni. Assunta è una bella donna. Alta, seno generoso, una quarta piena e soda, fianchi stretti e un bel culo a mandolino che fa innamorare chi lo guarda. Occhi e capelli scuri, bocca ampia e labbra carnose che ti invogliano ad avere impuri pensieri se ti fermi a guardarle. Hanno un figlio di nome Luca che ha la stessa età del nostro. Con Carmelo e Assunta abbiamo col tempo raggiunto una bella intesa e una complicità molto intrigante. Non abbiamo mai fatto cosa molto esagerate, ma quando si va in vacanza insieme le nostre donne come minimo stanno in topless o se ve ne è l’opportunità anche nude. Ovvio, quando questo succede attirano molti sguardi e io e Carmelo ne siamo molto compiaciuti. Qualche volta abbiamo scopato in spiaggia l’uno vicino all’altro, ma non siamo mai andati oltre qualche palpata fra le signore. Nessuno di noi sa il motivo, ma è sempre rimasto così nell’aria il desiderio di scambiarci le donne, ma al di là di famelici sguardi io e lui non abbiamo mai fatto un passo avanti. Negli ultimi tre anni noi non siamo andati al sud per il motivo della precaria salute di mia suocera. Di conseguenza lo scorso anno loro sono saliti da noi, ma le nostre sono state ferie un po arrangiate dovute al fatto che Giulia essendo figlia unica doveva accudire la mamma malata. Quest’anno Luca si sposa e non posso mancare al matrimonio anche se mia moglie non potrà venire per il fatto che le condizioni di salute di mia suocera sono peggiorate e lei non la può lasciare sola. Per non essere scortese abbiamo deciso che scenderò solo io. Per non farmi tanti km in auto prendo un volo Roma/Catania, e per spostarmi quando arrivo ho noleggiato una vettura. L’aereo è stracolmo di gente. Mi siedo al mio posto vicino al finestrino e di fianco a me si siede una bella ragazza alta occhi scuri e capelli neri che le arrivano alle spalle. Ha sicuramente una quarta di seno un bel culo alto e sodo e gambe ben tornite, labbra sensuali e un sorriso molto solare. Di fianco a lei nel terzo posto sul lato del corridoio si siede una anziana signora che subito incomincia a lamentarsi di tutto. La ragazza mi guarda e subito scatta fra noi la ferma convinzione che il viaggio con quella signora così lamentosa sarà una bella rottura. Al momento di decollare la mia vicina trova qualche difficoltà nell’allacciare la cintura di sicurezza perche è troppo lunga, si gira e mi chiede come fare. Io prendo le due estremità e poi stringo la parte lunga e quando la chiudo sul suo corpo sento un brivido particolare. La bella vicina indossa una mini mozzafiato e mi dona un sorriso che vale mille ringraziamenti. Dopo alcuni minuti con la vecchia che continua a lamentarsi decolliamo. Giunti in quota con la vecchia che sbraita in continuazione lamentandosi del fatto che ha poco spazio, alzo il bracciolo che separa me e la mia vicina che si può spostare più verso di me. Adesso i nostri corpi sono in stretto contatto e lei da un piccolo zainetto estrae un portatile e dei fogli e si mette a visionare le immagini dal portatile e controlla con i foglio cifre e schemi. La vecchia alla vista di questo chiama per l’ennesima volta la hostess, e la mia vicina cerca di mettere lo zainetto in qualche posto e non avendo molto spazio io mi offro di appoggiarlo sulle mie ginocchia. Lei mi sorride di nuovo e si presenta.

“Piacere Elisa.”

Le sorrido e le dico che sono Mario, e l’aiuto a reggere il portatile e lei riprende a controllare i suoi schemi ed essendo in bellavista mi rendo conto che sono disegni di un progetto. Le chiedo se è stata lei a realizzarlo e mi risponde che si, è un progetto a cui sta lavorando da un pò di tempo e poi che il committente abita a Roma è dovuta salire da Catania fin lì per avere la sua approvazione. Mentre la vecchia continua a stressare per l’ennesima volta la hostess, Elisa distrattamente infila la mano nello zainetto posto sulle mie ginocchia e facendo finta di cercare qualche cosa dentro mi accarezza volutamente il cazzo che ha subito una discreta erezione. Resto immobile e lei dopo aver constatato che mi sto eccitando prende una matita e toglie la mano. Resto piacevolmente sorpreso dal gioco e per mascherare la mia ormai avvenuta erezione sposto lo zainetto più verso il mio corpo. Lei nota il gesto e sorride compiaciuta. La guardo e vedo pura lussuria nei suoi occhi. Si sporge un poco in avanti sul sedile, la vecchia chiama per l’ennesima volta la hostess e ci dona le spalle. Elisa allora solleva la sua borsa e la mette sulle sue ginocchia e poi infila di nuovo la mano nello zainetto, ma volutamente sbaglia e sento che è direttamente sotto e afferra coperta dallo zainetto il mio cazzo durissimo. Indosso dei pantaloni di lino bianco, e sono molto sottili e leggeri, sento chiaramente le sue dita che mi torturano con esperta maestria. La vecchia e sempre di spalle sbraita in continuazione e io con celata indifferenza infilo la mano destra sotto la borsa e lei apre un pò le gambe. Scivolo con la mano lungo la coscia interna e quando arrivo alla fica la trovo bagnata. Cazzo! è nuda! La puttanella era già decisa a giocare. La masturbo lentamente scorrendo con due dita lungo il taglio, lei si morde il labbro inferiore nell’angolo destro della bocca e io mi diverto a giocare senza affondare dentro di lei. La sua reazione è molto piacevole, mi stringe il cazzo e lo sega molto bene con piccoli colpetti sulla punta. Sono al massimo dell’eccitazione. Di colpo affondo le dita dentro di lei che stringe sia le gambe che il mio cazzo. Si avvicina a me appoggia la testa sulla mia spalla, geme quasi in silenzio anche se il vociare della vecchia copre ogni altro rumore mentre gode.

…..hhuummmmm……..

Sposto la mano sinistra sotto lo zainetto e apro la cerniera dei pantaloni e lei ci infila la mano e afferra con decisione il cazzo e adesso lo sega velocemente coperta dallo zaino. Si blocca di colpo quando la vecchia richiama l’attenzione della povera hostess che si avvicina mentre io resto immobile con la mano stretta fra le sue gambe. L’ hostess si avvicina e aiuta la vecchia che vuole andare in bagno mentre impreca perche le hanno sequestrato il bastone, si alza aiutata dalla hostess se ne va. Guardo dall’altro lato dei sedili della nostra fila e vedo che sono occupati da una giovane coppia con una bambina che stanno girati di spalle e guardano fuori dal finestrino. Anche Elisa ha visto che nessuno bada a noi e si allunga su di me, con il corpo copre ogni visuale e si abbassa e mi prende per un momento la punta del cazzo in bocca e lo serra fra le labbra. Mi succhia come una idrovora, e la sua lingua è un demone scatenato che sconvolge la mia mente. Non ho nessuna intenzione di resistere a quella suzione. Sia per il momento altamente erotico, che per l’adrenalina che gioco che mi procura le schizzo rapidamente due getti di crema in bocca. Resta un attimo ferma, poi si alza e allunga il collo su di me che le mostro il panorama e con un flebile filo di voce le parlo.

“Guarda la Sicilia ci….viene ..incontro…”

Pronuncio quel “viene” mentre sono sconvolto da quanto è accaduto. Infilo velocemente le mani sotto lo zainetto e mi rimetto il cazzo dentro, poi sollevo la mano che ho usato per farla godere e la metto vicino alla mia bocca. Aspiro il profumo del suo piacere di cui sono impastate le dita e le lecco mentre lei mi guarda, si avvicina alla mia bocca e le sue labbra sono sulle mie e mi bacia con passione. Appena spinge la sua lingua dentro la mia bocca sento tutto il mio piacere che lei non ha ingoiato che si mischia con il sapore del suo orgasmo che ho sulle labbra. Per un attimo resto immobile, stupito, poi rispondo con piacere a quel bacio così erotico e porco. Limoniamo per un poco, poi la voce delle vecchia che torna al posto e l’avviso di allacciare le cinture di sicurezza ci dividono. Quando siamo atterrati la vecchia obbliga l’hostess a scortarla fino all’uscita. Non abbiamo fretta di scendere, tanto il nostro bagaglio è nella stiva e quindi dobbiamo aspettare. Lentamente la gente defluisce, e alla fine lei si alza, e mi sbatte in faccia il suo culetto meraviglioso che prenderei a morsi lì davanti a tutti. Si gira, mi manda un bacio e mi fa l’occhietto e mi saluta con un cenno della mano. Nessuno di noi due dice nulla, è stato un momento di pura adrenalina che ci ha sconvolto, ma adesso siamo arrivati, ed entrambi riprendiamo le nostre vite. Un gioco durato il tempo di un volo, un momento unico, un piacere intenso che questa femmina mi ha regalato, ma che adesso è finito. Scendo con calma. Vado al ritiro bagagli e la rivedo che anche lei cerca la sua valigia. Arriva prima la mia, la prendo e vado a ritirare l’auto presa a nolo. Quando esco verso il parcheggio la vedo abbracciata ad un bel maschio, alto, moro, un bel fisico, spalle larghe e forti che la tiene di fianco e lei lo bacia in bocca. Provo un sottile piacere nel pensare che adesso anche lui sentirà il sapore del mio seme sulle labbra di quella femmina stupenda.



giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI


I vostri commenti su questo racconto
Autore: Apertissimi2 Invia un messaggio
Postato in data: 07/05/2019 15:02:19
Giudizio personale:
Porco io preferirei farlo dopo con la sposa

Autore: Marcoroma40 Invia un messaggio
Postato in data: 16/04/2019 16:10:39
Giudizio personale:
Gran bel racconto!!

Autore: LILLY83 Invia un messaggio
Postato in data: 16/04/2019 15:00:54
Giudizio personale:
ho vissuto una simile esperienza molto elettrizzante. bellissimo racconto.

Autore: Profcouple70 Invia un messaggio
Postato in data: 16/04/2019 13:31:32
Giudizio personale:
che fantasia. Ma l'aereo era vuoto?


Dal Sexy Shop di Desiderya...
In: Sex toys
Boules double blu nero
Boules double blu nero
Il duo di sfere del piacere con anima interna osci...
Prezzo: € 24.45
[Scheda Prodotto]
In: Coadiuvanti
Sensilight every 60ml
Sensilight every 60ml
Sensilight EVERY e un gel lubrificante appositamen...
Prezzo: € 16.59
[Scheda Prodotto]
In: Abbigliamento
Manette per giochi soft nero
Manette per giochi soft nero
Menette in pizzo nero e raso rosso unite da una ca...
Prezzo: € 25.94
[Scheda Prodotto]