i racconti erotici di desiderya

La saga di morgy capitolo 3°


Giudizio:
Letture: 674
Commenti: 1
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo
Dopo l’ennesima delusione di mister sveltina decisi pienamente di riprendermi la mia vita,e di riprendere le vecchie abitudini prima del matrimonio che avevo dovuto cambiare,dal trucco all’abbigliamento di un tempo, da quella sera iniziai ad odiarlo per i suoi comportamenti sia nella vita quotidiana che nel letto dopo due giorni che mio marito era tornato non mi aveva degnato neanche di uno sguardo ne una carezza e devo dire la verità ne sono stata contenta, se avrebbe cercato di sfiorarmi l’avrei divorato l’indomani lui sarebbe partito e non vedevo l’ora che se ne andasse.







Erano quasi le tre di notte quando lui si alzò per andare in bagno tornò e si rimise a letto si fece più vicino a me e iniziò a toccarmi il seno con le sue mani per niente gentili, mi girai e fingendo di avere l’aria assonnata gli dissi mi dispiace caro ma ho il ciclo oggi e stato il primo giorno si voltò di scatto dall’altra parte del letto senza dirmi nulla,fù la prima volta che inventai una scusa per non fare sesso con lui sicuramente era arrabbiato ma dove sta scritto che era un problema mio?







Quella mattina mi sentivo benissimo lui se ne andò come un ladro,con la paura di essere beccato con le mani nel sacco e non mi importava più di tanto se non mi aveva neanche salutata.







Andai in bagno aprii il rubinetto della doccia aspettai un po’ che l’acqua diventava calda ed entrai nel box doccia,presi il bagnoschiuma al sandalo quello preferito da mio suocero e iniziai a lavarmi molto lentamente dal collo ad arrivare al seno poi lungo l’addome per poi toccarmi tra le gambe,mi accarezzavo come avrebbe fatto un dolce e passionale amante e mentre lo facevo immaginavo che le mie mani erano quelle di mio suocero che mi toccavano ovunque mi bastò immaginarlo per esplodere in un lunghissimo orgasmo.











Dopo aver fatto la doccia mi preparai ed uscii con un unico obiettivo:quello di comprare un po’ di intimo sexy,mi diedi alla pazza gioia tra culotte tanga autoreggenti e chi ne ha più ne metta e rientrai prima che arrivasse mia suocera.







Sistemai le cose appena comprate nell’armadio e mi spogliai per indossare un abitino bianco non molto corto un po’ trasparente e si intravedeva la culotte nera che avevo messo sotto,di li a poco arrivarono i miei suoceri dal lavoro e mia suocera appena mi vide voleva fulminarmi con lo sguardo e io con fare non curante iniziai ad apparecchiare la tavola per pranzare.







Eravamo seduti a tavola e mio suocero mi stava di fronte,aveva la camicia sbottonata si intravedevano i peli e sentivo il profumo che emanava la sua pelle che mi procurò un brivido di piacere,mia suocera sempre vestita da suora era intenta a preparare il secondo e come dice il proverbio l’occasione fa l’uomo ladro mi tolsi l’infradito e con la punta del piede iniziai a sfiorare la gamba di mio suocero,lui distolse lo sguardo dalla tele appena lo sfiorai e vide il mio sguardo



malizioso,quando appoggiai il mio piede sul suo pacco lo sentii duro e continuai ad accarezzarlo la sua faccia divenne rossa e il suo sguardo si fece rapace dall’eccitazione continuavo a guardarlo compiaciuta del suo stato di eccitazione mi succhiavo le dita per farlo eccitare ancora di più,mi piaceva vederlo e torturarlo cosi ero molto eccitata data la situazione un po’ rischiosa ma il gioco all’improvviso fini si alzò di scatto dalla sedia e corse a chiudersi in bagno.





Mia suocera vedendo che lui si alza all’improvviso mi chiede ma che ha?boh gli rispondo io forse un mal di pancia improvviso non saprei,se non ci sarebbe stata lei sarei andata a vedere può essere che aveva bisogno di una … Mano



Dopo un paio d'ore mia suocera mi disse che usciva per fare alcune faccende (finalmente)quindi restammo a casa io e mio suocero,poco dopo lui mi disse Morgy inizia a prepararti che devo uscire cosi vieni anche tu,nel tono in cui pronunciò quelle parole mi eccitai un pò e gli dissi che per me andava bene e gli chiesi dove saremmo andati e mi rispose andiamo dagli zii,ok per me va bene restai un po delusa dopo l'episodio accaduto all'ora di pranzo speravo che avesse altre intenzioni vabbè Roma non e stata costruita in un giorno...



mentre ero in camera mia a scegliere cosa mettermi decisi di mettere un paio di jeans a vita bassa e una maglietta abbastanza scollata,mi guardai allo specchio per vedere il risultato ottenuto ed era proprio quello che avevo in mente il pantalone a vita bassa lasciava intravedere il solco tra le natiche se mi sarei abbassata si sarebbe visto qualcosa di piu visto che non avevo messo nulla sotto,ad un tratto lui bussa alla mia porta Morgy sei pronta?si eccomi ed usciamo.

Dopo essere arrivati dagli zii,la zia ci informa che suo marito ancora doveva arrivare e ci accomodiamo fuori al terrazzo eravamo soli mentre la zia preparava il caffè io nel frattempo mi accesi una sigaretta,e di sbotto mi dice:quando la smetti di fumare se lo viene a sapere tua suocera sono guai lo sai e io un po innervosita gli rispondo e a me poco importa che lei lo viene a sapere,mi alzo dalla sedia per andare di la lo guardo negli occhi ed esclamo l'importante che lei non venga a sapere di altre cose sorridendo maliziosa,vidi che il suo sguardo si adombrò un po stavo per allontanarmi quando lui mi dice:si vai di la sai solo sculettare di qua e di là,mi fermai di colpo ah si?mi riavvicinai a lui vidi che non c'era nessuno mi abbassai posai la mia mano sul suo cazzo e gli sussurrai "come se a te darebbe fastidio poi"gli leccai l'orecchio e lo lasciai li mezzo eccitato con la bocca spalancata dallo stupore..... continua















giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI


I vostri commenti su questo racconto
Autore: Cleopatra11 Invia un messaggio
Postato in data: 06/12/2008 03:28:44
Giudizio personale:
all\'apparenza sembri una santarellina e invece sotto sotto sei proprio una puttana in calore a saltare addosso al suocero e sfogare le sue voglie piu represse sai potremmo essere ottime amiche io e te continua ti prego attendo il seguito


Webcam Dal Vivo!