i racconti erotici di desiderya

La prima volta di lola

Autore: Gabriel68
Giudizio:
Letture: 1968
Commenti: 7
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo
Erano anni che pensavo di coinvolgere la mia ragazza Lola in qualcosa di estremamente trasgressivo. Dopo 2 anni di normali rapporti sessuali avevamo iniziato a sperimentare qualcosa di più piccante: visione di film porno, foto erotiche, autoriprese.



Però mancava qualcosa che lei non mi diceva ma sapevo che intimamente voleva.



Il giorno del nostro anniversario eravamo rimasti soli. I bambini dai nonni e tutta una giornata per noi. Dopo essere andati al mare decidiamo di andare a cena.



E’ tardo pomeriggio e ci prepariamo. Lei fa una bella doccia, inizia a prendere la sua lingerie e depone sul letto il vestito che avrebbe utilizzato quella sera.



Siamo pronti. Usciamo e già in macchina non riesco a staccare gli occhi dalle sue cosce.



“Perché non ti togli le mutandine” le dico. “Ma sei pazzo!, Ho solo la gonna senza calze!” risponde lei. “E allora?” le dico. Questa risposta credo susciti in lei una sorta di sfida. Si alza la gonna e si sfila il perizoma gettandomelo in faccia. Wow! Il mio cazzo è già durissimo. Lei, facendo finta di niente, si ricompone la gonna e rimane seduta come se nulla fosse.



Arriviamo al ristorante. Immagino già i pensieri degli uomini seduti ai tavoli se sapessero che la sua figa ben rasata è lì al vento!



Dopo aver cenato a base di pesce ci rimettiamo in auto. Lei non dice nulla ma io ho già in mente quello che vorrei fare.



Ci dirigiamo verso casa, poi improvvisamente cambio strada. Avevo sentito parlare di un posto vicino al mare dove le coppiette si appartano.



“Dove andiamo?” mi dice Lola. “Mah facciamo un giro” rispondo io. “Ti vuoi imboscare? Sai che è pericoloso” dice lei. “Non preoccuparti non c’è nessun pericolo” la rassicuro.



Arriviamo in questo grande parcheggio vicino la mare. Ci sono poche auto è buio.



Lola è totalmente indifferente, penso la cosa le abbia dato fastidio. Comunque ormai siamo li.



Allungo la mano sulla sua coscia e vedo che lei allarga subito le gambe. Insinuo tra le gambe la mia mano: è già bagnata fradicia! Inizio a masturbarla, lei geme. Intanto inizia a toccarsi i capezzoli. Ha due tette belle sode e dure, i capezzoli sono drittissimi. Le mie dita sono dentro un lago di goduria e Lola ha gli occhi socchiusi e continua a gemere.



I vetri dell’auto sono appannati…Lola mi sfibbia la patta e tira fuori il mio uccello durissimo. Inizia a succhiare, le alzo la gonna e comincio a toccarla da dietro facendo scivolare le mie dita tra le sue chiappe.



Mentre Lola succhia che è un piacere vedo un’ombra avvicinarsi al finestrino di Lola.



E’ un uomo col cazzo di fuori che si sta masturbando. Spero Lola non se ne accorga.



Intanto Lola smette di succhiare e mi dice “Dai, sbattimi qui adesso!” . Le tolgo la maglietta e straio il sedile. Lei allarga le gambe ed in quel momento noto che ha visto l’uomo fuori dall’auto. Già immagino che vorrebbe rivestirsi ed andare via invece niente “Mettimelo dentro subito!”. Detto, fatto. Inizio a scoparla prima lentamente poi sempre più forte. Lei geme, gode . Mentre sto quasi per venire Lola con la mano apre la portiera. “Che fai ?” dico io. “Vuoi che continui a masturbarsi senza neanche vedere bene?” mi dice lei. “Troia!” penso , ma se vuoi questo….



L’uomo sta quasi per andar via ma vedendo che non è nostra intenzione cacciarlo si ferma. Metto Lola alla pecorina e inizio a scoparla di nuovo. E’ la sua posizione preferita.



L’uomo si avvicina e inizia a segarsi vicino al suo culo. Ha un bel cazzo, Lola lo vede. Nei suoi occhi si legge lussuria. Esce la lingua come a volerlo leccare. “Dai più forte!”. I miei colpi sono fortissimi ed ogni volta lei grida dal piacere. Sto quasi per venire così come lo sconosciuto che ci guarda. Lo sento gemere, sospirare. Mi fermo.



Tiro fuori Lola dall’auto e la faccio mettere in ginocchio. L’uomo ha un sussulto. “Fermati gli dico”. Lei prende il suo cazzo e comincia a succhiarlo. E’ veramente infoiata. Io rimango a masturbarmi: non me lo sarei mai aspettato di vederla così!



Lola stacca la bocca dal cazzo dello sconosciuto e con la mano lo appoggia sul suo culo. Penso voglia essere scopata. No. Vedo la mano spingere quel cazzo sconosciuto dentro il suo buco del culo!



Cazzo non ha mai voluto essere inculata da me! Diceva di farsi male!



L’uomo la prende per i fianchi e spinge. Con un solo colpo il cazzo entra tutto. Lola urla e ride. Gode come una porca. L’uomo spinge come uno stantuffo, il suo cazzo sfonda il culo di Lola fino in fondo. Io sono allibito. L’uomo le prende le tette da dietro e la copre di insulti. “Puttana, troia, vacca dal culo sfondato!” “Siiii ancora, sborrami in culo!!!” dice lei.



“Eh no questo è troppo”, penso io. Fermo l’uomo che subito si tira indietro. Il culo di Lola è talmente dilatato che ci entrerebbero 2 cazzi. Le infilo tutto il mio ed inizio a scoparla con violenza. Sto per venire ma lei lo capisce. Mi toglie il cazzo dal culo si gira a pancia in su e comincia a menare il mio ed il cazzo dello sconosciuto. Ha le gambe alzate, le tette di fuori ed il culo che le sanguina un po’….grida.



“Masturbatevi!” dice. Non c’era bisogno di dirlo pechè noi due stiamo già quasi per venirle addosso. Il primo è l’uomo che le schizza proprio in faccia, poi io. E’ piena di sperma, se lo lecca e continua a gemere.



Il mio cazzo è troppo duro.



Non l’avevo mai neppure immaginata così!



Decido di continuare. Così imbrattata la metto alla pecorina e ricomincio ad aprirle il culo. Grida, gode. L’uomo, col cazzo un po’ moscio, rimane a guarda. Poi si avvicina alla bocca di Lola, lei la spalanca e lo prende in bocca. Pian piano il cazzo dell’uomo diventa ancora turgido. Lei si muove come un’ossessa. Quando stacca la bocca da quel cazzo dice di essere una troia e di volere ancora cazzi. Il suo culo prende tutto il mio cazzo fino alle palle e la sua bocca imbrattata di sperma è piena del cazzone dello sconosciuto.



Stavolta non credo che riusciremo a venire fuori, penso io. Ed infatti sento l’uomo godere e la bocca di Lola trabboccare di sperma bianco. Vengo anch’io: dal suo culo fuoriesce la mia sborra calda. L’uomo le passa il cazzo sulla faccia ci saluta e va via.



Io inizio a ricompormi e Lola rimane sul sedile con le cosce aperte a masturbarsi: ha il volto pieno di sborra e dal suo culo inizia ad uscire tutto il liquido.



Metto in moto ed andiamo via. Arrivati a casa lei esce non curante di essere così conciata. “lola vai a farti una doccia” le dico. “no, voglio fumare una sigaretta sentendo ancora il sapore della sborra di quel cazzone!”.



Ho creato un mostro!





giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI


I vostri commenti su questo racconto
Autore: Bisexlussuriosi Invia un messaggio
Postato in data: 26/01/2015 19:30:05
Giudizio personale:
Favolosoooooooooooooo, eccitante, vorrei conoscervi ed incontyrarci anche noi all'Addaura, mi fate sapere? Grazie.

Autore: Piccanteperlei Invia un messaggio
Postato in data: 20/04/2007 16:25:31
Giudizio personale:
complimenti, bel racconto, mi piacerebbe molto trovarmi nella stessa situazione con mia moglie ma la paura di trovare qualche pazzo mi fa desistere.

Autore: Milandoc Invia un messaggio
Postato in data: 12/04/2007 00:03:03
Giudizio personale:
INTERESSANTE

Autore: Pakis Invia un messaggio
Postato in data: 11/04/2007 11:15:34
Giudizio personale:
Se è così come tu dici,non hai creato un mostro,la natura prima o poi....esce,adesso devi solo godertela.

Autore: Simon34 Invia un messaggio
Postato in data: 11/04/2007 01:03:30
Giudizio personale:
piacevole, molto bello. simone tre tre quattro nove sei sette cinque zero sette uno. roma veneto.

Autore: Cpxl Invia un messaggio
Postato in data: 10/04/2007 15:01:37
Giudizio personale:
davvero piacevole !

Autore: StefyFranco Invia un messaggio
Postato in data: 10/04/2007 12:39:51
Giudizio personale:
eccitante un\'avventura che tutti vorrebbero vivere!

Rileggi questo racconto Esprimi un giudizio su questo racconto Leggi gli altri racconti

Webcam Dal Vivo!