i racconti erotici di desiderya

La mia prima volta con un uomo - parte 1


Giudizio:
Letture: 0
Commenti: 2
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo
Circa sette anni fa ho iniziato a frequentare la palestra anche al sabato mattina. Era una dimensione più tranquilla, lavoravo meglio senza le distrazioni delle sere infrasettimanali. La palestra era semideserta, gli unici a frequentarla con me erano alcuni uomini e alcune donne di mezza età, schivi e riservati.

Con uno di loro, che chiamerò Antonio, ho iniziato a scambiare quattro chiacchiere, per il semplice motivo che ci ritrovavamo sui tapis roulant nello stesso momento, e perché avevamo la comune passione del cinema d'autore. Lo trovavo un tipo simpatico e alla mano. Non so come e quando di preciso mi sia ritrovato a fantasticare su di lui. Di fatto a un certo momento mi ricordo di essere andato in erezione, mentre camminavo sul tapis, guardando il corpo di Antonio, lì vicino a me. Era sudato, il petto era ampio, trattenuto da una canottiera nera, e sebbene avesse un po' di pancetta, la sua altezza (circa 185 cm) gli dava un aspetto solido e atletico. Mi sono fermato e, ripardandomi in qualche modo con l'asciugamano, sono corso a farmi la doccia.

Inutile dire che, quando mi sono spogliato e sono andato a bagnarmi sotto il getto d'acqua calda, il mio cazzo era già alquanto barzotto, e mentre me lo insaponavo è cresciuto ancora, fino a farlo diventare grosso e duro quasi al suo massimo. E' stato in quel preciso istante che, senza che me ne accorgessi subito, è entrato nelle docce proprio Antonio. Le docce di quella palestra sono di vecchio tipo, tutte unite tra loro, quindi ad un certo momento mi sono girato e mi sono trovato davanti lui, completamente nudo, che, come niente fosse, si insaponava.

"Complimenti!" ha riso lui accennando distrattamente al mio uccello. Io devo essere arrossito fin sopra i capelli, e ho mormorato in qualche modo: "Cose che capitano!", ma non ho potuto fare a meno di abbassare lo sguardo, per dare un occhio al cazzo di Antonio. Con mio stupore, ho visto che era completamente depilato. Era a riposo, ma di dimensioni ragguardevoli, scappellato, di un bel colorito rosato, e soprattutto grosso, con uno scroto altrettanto voluminoso, perfettamente liscio, che immediatamente mi ha fatto venire voglia di prenderlo in bocca lì su due piedi.

Forse Antonio si è accorto che il mio sguardo indugiava troppo sul suo pisellone, fatto sta che si è girato, e si è chinato per lavarsi i piedi. Nel fare questo, ha divaricato leggermente le gambe, e le chiappe, lisce e sode, si sono aperte, mostrandomi solo per un istante il buco del suo culetto, depilato anche quello, bruno e sicuramente stretto. Ormai la mia erezione era di pietra, il mio cuore batteva a mille, e sono dovuto uscire dalla doccia per andare a vestirmi in fretta e furia.

Antonio mi ha raggiunto ai phon mentre mi asciugavo i capelli. Mi ha appoggiato una mano sulla spalla per richiamare la mia attenzione, e quando ho spento il phon mi ha detto: "Senti, prima parlavamo di quei film muti, e mi hai detto che ti interessa l'argomento... Guarda, senza impegno, se vuoi io a casa ho un'intera collezione di dvd sugli esordi del cinema... Senza che ti porti tutto, vieni un pomeriggio, scegli quello che vuoi e me li ridai quando hai tempo!"

Ho sorriso, e ho annuito, ringraziando. Poi, dopo averci pensato un attimo, ho chiesto ad Antonio se fosse libero già il pomeriggio di lunedì, visto che non avevo impegni lavorativi. Lui mi ha detto che, in quanto pensionato, è sempre libero, e ci siamo salutati dopo esserci scambiati il cellulare.

Lunedì alle 16 ero davanti al cancello della casa di Antonio. Una villetta singola degli anni Ottanta, elegante ma non eccessivamente bentenuta. Quando sono entrato ho chiesto ad Antonio, che indossava una tuta grigia, se non disturbassi nessuno, e lui mi ha confermato di vivere da solo, dopo aver divorziato dalla moglie ormai quindici anni prima.

Dopo due o tre chiacchiere generiche sul tempo, mi sono tolto il cappotto e ci siamo spostati in salotto. L'idea di essere da solo con lui mi dava una nuova sensazione allo stomaco, un'emozione carica di eccitazione, e mi sono dovuto imporre di restare tranquillo, per non arrossire di nuovo.

La collezione di dvd era in effetti notevole, e sono rimasto alcuni minuti a osservarla in silenzio.

"Se sei indeciso" ha detto a un tratto Antonio, arrivando con due bicchieri di prosecco, "possiamo vederne un pezzo assieme... Il divano è molto comodo!"

"Magari!" ho risposto, e ho subito preso un dvd di un autore spagnolo degli anni Venti. Era un cd masterizzato, e sopra c'era scritta una data a pennarello. Ho pensato che fosse la data in cui Antonio aveva riversato il vhs nel dvd, e senza pensarci ho inserito il disco nel lettore, e ho premuto play, andando poi a sedermi al fianco di Antonio.

Quello che, invece, lo schermo ha proiettato, mi ha lasciato senza parole: una telecamera fissa inquadrava un letto, sul quale ho subito riconosciuto Antonio, steso completamente nudo e con una gigantesca erezione, mentre, ai due lati, due transessuali neri si impegnavano a leccargli uno la cappella e l'altro le palle, mentre si menavano due bastoni d'ebano davvero giganteschi.

Antonio ha tossito fuori il prosecco che aveva nel bicchiere, e si è subito alzato, esclamando: "No...! Non capisci... non è quello che sembra!"

Io ero confuso ed eccitato, non saprei se per i due cazzoni neri o per il tarallo, certamente non inferiore agli altri due, di Antonio lì sullo schermo. Quello che subito ho capito era che non volevo smettere di vedere quello spettacolo, pertanto mi sono affrettato a dire: "Ma figurati Antonio... Anzi! Cioè... cavolo! Complimenti... E' sempre stato il mio sogno potermi fare due trans neri assieme, e tu lo hai realizzato! Sei un mito!"

Antonio si è fermato, girandosi verso di me, rosso in viso, guardandomi con aria interrogativa: "Vuoi dire che non ti dispiace vederlo?" ha sorriso.

"Stai scherzando???" ho replicato, "Ti prego, anzi, lascia che possa dare un'occhiata a come te li sei giocati, questi due cazzoni da paura!"

-FINE PRIMA PARTE-



giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI


I vostri commenti su questo racconto
Autore: Singlebsx1959 Invia un messaggio
Postato in data: 11/12/2015 15:29:24
Giudizio personale:
Ciao, senti ti ho inviato 2 msg nei giorni scorsi, ma non ho ricevuto risposta. Visto che le altre volte hai sempre risposto quasi subito, mi chiedevo se hai ricevuto i suddetti messaggi, anche perchè mi è successa la stessa cosa con un utente qui di Roma, con cui non sono riuscito a incontrarmi. Fammi sapere grazie. Ciao

Autore: Singlebsx1959 Invia un messaggio
Postato in data: 10/11/2015 11:32:29
Giudizio personale:
Come inizio, buono, promette bene!


Dal Sexy Shop di Desiderya...
In: Coadiuvanti
Aquaglide gel fragola 100ml
Original AQUAglide e un gel di elevato pregio per ...
Prezzo: € 19.14
[Scheda Prodotto]
In: Coadiuvanti
Fleshlight fleshlube water 250ml
Fleshlube acqua e progettato per fornire una sensa...
Prezzo: € 15.95
[Scheda Prodotto]
In: Bdsm
Busto collare e braccia nero
Bustino bondage realizzato in pelle con collare re...
Prezzo: € 169.00
[Scheda Prodotto]
In: Bdsm
Busto collare e braccia nero
Bustino bondage realizzato in pelle con collare re...
Prezzo: € 169.00
[Scheda Prodotto]