i racconti erotici di desiderya

... la direzione ...

Autore: Clay
Giudizio:
Letture: 1810
Commenti: 0
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo
E’.

Immaginalo.

Lui e’.

Concentrati e immaginalo, per ora, solo per quello che e’.

Un polpastrello; appartiene ad un dito indice. Indica una direzione nei cartelli e nelle convenzioni. Ma riceve e provoca sensazioni tattili.

Ora immaginalo. Piu’ concentrata. Di piu’. Socchiudi gli occhi.

Ti si sta avvicinando; ma non riesci piu’ a metterlo a fuoco tanto e vicino al tuo occhio destro, tanto che istintivamente lo chiudi. Lui ti carezza la palpebra, poi la guancia, con un leggero movimento a spirale. Arriva alle tue labbra, gioca, indugia, poi gioca con la tua lingua, poi basta.

Fugge rapido giu’, fra i tuoi seni. La camicia cede, i tuoi capezzoli cedono al fascino di un gioco misterioso sotto e fra i tuoi seni, l’ombelico, il pancino, il collo, gli incavi delle tue braccia e delle tue spalle, quindi interessante perche’ probabilmente diverso dal conosciuto.

Non piu’.

Ora e’ passato alla tua nuca, alle tue orecchie.

A lungo, a lungo … ehi, purtroppo si e’ spostato. Sta tracciando lentamente ma decisamente una superlativa retta lungo la tua schiena, sembra abbia una direzione in mente (forse ha anche una mente).

E’ arrivato dove voleva. Sembra ci siano molte cose da apprezzare nei dintorni. Ma pur indagando a fondo per lunghissimi minuti, senza pace e sosta, ritmicamente, mostra nuovi interessi. Il tuo reggicalze e’ di pizzo cosi’ elaborato e fine da sembrare un gioiello. Altri gioielli ai quali e’ interessato sono le tue calze di seta. Bordi e superfici vengono saggiati con curiosita’ mista ad una evidente conoscenza, anche se lui e’ caldamente percettibile. E presente, anzi multipresente (e’ strana come sensazione). Ora sale e tu sei sdraiata sul letto ormai da parecchio tempo. Ti aspetti, anzi ti auspichi che avvenga qualcosa … Lui indugia con le tue cosce, le tue anche, i tuoi fianchi, torna a giocare con le tue labbra, il tuo collo, la tua lingua e …

Questa volta succede qualcosa di irreparabile, mai accaduto oggi con tanta gravita’: cade dentro le tue piccole labbra, ma non da solo. E’ accompagnato da altri 3 polpastrelli, che allargano la tua intimita’ ed approfittano anche di altre disponibili, vicine proprieta’ prive’ … continuamente freme, allarga, carezza, penetra, sfiora, suggerisce, accenna, forza e poi … vorresti sapere a chi appartiene il polpastrello?

A qualcuno che conosci. Bene a fondo.

All’individuo con il passamontagna che e’ entrato nella tua stanza quella notte in cui lo hai desiderato, quando hai lasciato volutamente la porta aperta … e che successivamente, per caso ha ascoltato le tue impressioni da cronista di quella speciale esperienza.

Ha mani decise, curate, regolari quindi belle in un uomo.

Ed anche una voce già sentita.





giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI



Webcam Dal Vivo!