i racconti erotici di desiderya

I pompini in autostrada


Giudizio:
Letture: 2774
Commenti: 1
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo


Questa é una storia assolutamente vera accaduta in settembre 2006 alla piazzetta di sosta dopo Chiasso (non quella col ristorante quella dopo coi cessi).



Tutto é successo cosi' velocemente... Non sono gay ma bsx passivo, cioe' quando vedo un uomo e mi piace voglio sottomettermi a lui. Stavo tornando dalla discoteca, ero voglioso, avevo litigato con la mia tipa e cosi ho deciso di fermarmi alla piazzola dell' autostrada per vedere se c' era qualcosa in giro,maschi, coppie, ecc. Scendo dalla macchina e niente... Vado ai cessi e niente, che palle mi son detto...



Poi vedo una macchina ferma con una famiglia a bordo. Moglie e figli dormivano, il maschio mi guardava mezzo sdraiato, seduto al volante. Ho gironzolato ancora un po' poi mi sono messo dietro il muretto dei cessi, sbirciandolo. Ecco che a quel punto lui é sceso, senza far rumore, nemmeno sbattendo la porta...



Appena l' ho visto mi sono subito sentito schiavo del suo cazzo, veniva verso di me, girandosi per controllare che la moglie dormisse, pacco gonfio, anfibi, camicia aperta, sui 30 anni, faccia interessata. Mi sono messo in ginocchio dietro al muretto e lui é arrivato... Avevo il suo pacco all' altezza della faccia, indossava dei jeans lerci... In un italiano stentato mi ha detto se "cercavo cazzo", ho risposto si toccandogli il pacco. Ho chiesto di dove era mi ha detto "turco ma vivo in germania", poi ha aggiunto "dai fai tu mio cazzo ha profumo forte io in viaggio da 2 giorni, se ti piace cosi prendi"...



Lui teneva la testa sporta fuori dal muretto per controllare la sua macchina, io ho cominciato a leccargli i jeans, sentivo la sua mazza dura e pronta... L' ho sbottonato velocemente, gli slip neri avevano odore di cazzo... Ho cominciato leccandogli le mutande lui non diceva una parola, leccavo leccavo le mutande tenendo posate le mani sul suo culo, atletico e duro, poi ho estratto il cazzo... Ke mazza dura, pronta, le palle gonfie... Mi ci sono buttato... Prima la cappella, poi tutta la sua abbondante mazza profumata di maschio in calore, pompavo succhiavo, leccavo.



Ho ingoiato le palle una ad una fino a riuscire a tenerle entrambe in bocca...D' un tratto si é staccato di colpo, fulminiamente si é abbassato i jeans dietro e mi ha detto "lecca il culo frocia". Leccavo il suo buco attraverso i suoi glutei duri e maschili, lui si segava sempre con la testa fuori dal muretto per controllare la macchina. Poi si é spinto contro di me, mi sbatteva il cazzo in faccia, me lo sbatteva in bocca, mi premeva fino a soffocarmi... Il suo cazzo duro, l' odore del suo cazzo, quei glutei maschili e duri e d' un tratto... La sborra! Uno schizzo, due, tre, e poi ancora in faccia sui capelli, sulla felpa, sui miei jeans... Non capivo piu niente...



Si é girato, ha pisciato e si e pulito con un fazzoletto... "Brava frocia io torno macchina non seguirmi"... Sono andato nei cessi apulirmi e farmi una sega, ero troppo eccitato e avevo ancora tutto il suo odore addosso...


giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI


I vostri commenti su questo racconto
Autore: Licker55 Invia un messaggio
Postato in data: 14/12/2008 11:18:13
Giudizio personale:
E L\'IGIENE??????????????????????


Dal Sexy Shop di Desiderya...
In: Abbigliamento
Sottoveste butterfly nero trasparente
Sottoveste butterfly nero trasparente
Sottoveste in tulle semitrasparente leggermente sv...
[Scheda Prodotto]
In: Coadiuvanti
Aquaglide gel mora 100ml
Aquaglide gel mora 100ml
Original AQUAglide e un gel di elevato pregio per ...
[Scheda Prodotto]
In: Abbigliamento
Boxer coulotte ricamata nero pizzo
Boxer coulotte ricamata nero pizzo
Pants da uomo elasticizzato e ricamato in pizzo co...
[Scheda Prodotto]