i racconti erotici di desiderya

Enzo e gli amici

Autore: Ric8876
Giudizio:
Letture: 1273
Commenti: 1
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo
Quel pomeriggio la moglie di Enzo non c’era e lui mi ha invitato a casa sua per un caffè.

Erano parecchie settimane che non lo sentivo, da quando ha cambiato lavoro non ci vediamo più così spesso come prima.

Adesso lavora come capoturno per una grossa acciaieria della zona. Finito di lavorare alle cinque mi presento a casa sua. Lui mi viene ad aprire indossando solo una vestaglia. Ho voglia del suo cazzo.

Enzo mi conosce bene. Chiude la porta di casa mi saluta con una dolcissima carezza sulla guancia e poi prendendo il suo cazzo in mano mi dice succhialo.

Io non me lo faccio ripetere, mi inginocchio e prendo il suo cazzo in bocca. Ha voglia, dopo pochi minuti la sua grossa cappella rossa pulsa di desiderio.

Non ho il tempo di chiedergli di togliermi i vestiti che mi spinge a terra sul tappeto mi slaccia i pantaloni e me lo infila in culo…

Siiiiiii.

Erano settimane che mi masturbavo pensando al suo cazzo che mi sfonda il culo.

Io a pecorina con tutti i vestiti addosso, i calzoni calati e Enzo che mi scopa, e mi scopa, e mi scopa e mi scopa.

Quando viene il suo sperma mi scalda il buco del culo e io godo…

Enzo mi lascia lì sul tappeto se se ne va a farsi una doccia. I rimango a terra per qualche minuto completamente stordito dalla splendida scopata.

Più tardi davanti ad un caffè parliamo un po’ di noi e di come vanno le cose. Enzo mi confessa che mi ha chiamato perché ha bisogno di una mano per organizzare una cena questa sera con alcuni suoi amici che vengono a trovarlo.

Mi dice che sono amici molto intimi e vorrebbe organizzare una cena dove la portata principale sarei stato io.

Sulle prime rimango un attimo spaventato dalla cosa ma Enzo riesce a convincermi e mi rassicura che mi piacerà.

Per la serata Enzo vuole che indossi l’intimo di sua moglie e un vestitino sexy che mi ha comprato per l’occasione. Mi dice che vuole presentare Luana ai sui amici e che io dovrò servire da bere e la cena. Poi si vedrà.

In realtà mi aspettava una serata ben diversa.

Io ho trascorso tutto il pomeriggio a prepararmi mentre Enzo cucinava, depilato, Parrucca, trucco, calze nere autoreggenti, tanga, scarpe nere con tacco alto che Enzo mi ha comprato assieme ad uno splendido vestitino nero.

Alle 19:10 suona il campanello e io vado ad aprire. Sulla porta mi trova quattro poliziotti in divisa con tanto di pistola e volanti parcheggiate fuori di casa.

Mi volto guardo Enzo il quale arriva, mi mette una mano sul culo e li invita ad entrare.

I quattro personaggi mi guardano con fare maniacale,Franco il più anziano di tutti è il primo a presentarsi “ciao Troia, io sono Franco” gli altri non si presentano neppure.

Sono basito e arrabbiato voglio andarmene, ma come tento di allontanarmi Franco mi afferra per la mano e mi blocca.

Franco si rivolge a Enzo:”Mi dispiace per la cena ma non possiamo fermarci troppo, ma abbiamo voglia di scopare la tua Troia”

Io gli dico che se lo scordi…

Franco mi afferra e mi ammanetta con le mani dietro la schiena poi mi fa sedere sul divano.

Si spogliano e me li ritrovo lì in piedi davanti a me con i loco cazzi in mano.

Enzo mi consola e mi dice …”vedi questa bella collezione di cazzi li ho invitati per te. Ora falli venire per bene”

A turno cominciano a farmi succhiare i loro cazzi e uno dopo l’altro ricevono le attenzioni della mia bocca. I loro cazzi sono belli grossi… il cazzo di Franco sicuramente più grande di una spanna mi riempie tutta la bocca ed è una goduria, devo ammetterlo, succhiarlo, gli altri poco meno di una spanna e subito mostrano un’erezione consistente. La situazione comincia ad intrigarmi.

Mi slacciano le manette e mi spingono con il petto contro lo schienale del divano mentre da dietro Enzo mi abbassa le mutande e mi lubrifica il culo.

Franco mi piazza il suo cazzone in bocca perché diventi duro mentre ordina a Luca e marco di scoparmi in culo. Il cazzo di Luca è il primo a sfondarmi il culo un bel cazzone che mi apre il buchino… ma dura poco infatti dopo pochi colpi mi sborra sulla schiena lasciando il culo per Marco che ricomincia a scoparmi… mi scopa fino a quando Il cazzone di franco è pronto.

Allora Franco chiede il cambio e mentre Marco mi viene in bocca Franco appoggia la punta del suo cazzone sul mio buco del culo.. quando spinge mi sembra di rompermi..

Ahhhhhhhhh che bel cazzo…

E come mi monta…

Dopo qualche colpo di reni per farmi sentire il suo cazzo fino in gola io godo e grido dal piacere nonostante il cazzo dell’ultimo poliziotto, Donato, mi stesse sborrando in gola…. La sensazione stupenda.

Quando franco sta per venire mi volto verso di lui per deliziarmi del suo nettare e non sprecarne neppure una goccia..

Enzo, che si godeva lo spettacolo in disparte, si avvicina e mi scopa a pecorina fino a venirmi in culo come il pomeriggio….

Io mi lascio andare e ricoperta di sperma lascio che quei 5 maschioni continuino a riempirmi bocca e culo con i loro cazzi….



giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI


I vostri commenti su questo racconto
Autore: Denime Invia un messaggio
Postato in data: 02/09/2014 00:25:26
Giudizio personale:
che invidia


Webcam Dal Vivo!