i racconti erotici di desiderya

Che bello essere l'amica di noemi

Autore: Lunapass
Giudizio:
Letture: 1042
Commenti: 1
Dimensione dei caratteri: [+] - [ - ]
Cambia lo sfondo
diversi anni fà, con un collega di lavoro, girando per un mercato rionale notammo che tutto ciò che era femminile costava poco.

Lui dice:" Vedi con poco una donna veste ed è tutta sculettante"

" Come sono fortunate! Non vedi ad esempio le scarpe che belle e come costano poco?" Esclamai io convinto

Sento alle mie spalle una dolce vocina che dice:" Chi ti vieta di acquistarle ed indossarle visto che ti piaciono tanto?" Mi giro e vedo una Dea nera tutta sinuosa che sorride. Resto inbambolato mentre ol venditore dice:" Non ha più l'età per farlo!"

Lei gli risponde:" é giovane ancora e poi si è donna anche ad ogni età , basta sentirsi tale." E continua convinta:"Dai che numero calzi?"

arrosendo dico:" il 41"

Lei ne prende ben 4 di quelle che secondo lei sono per il mio piede e mi invita a provarle................................. Non sò, ancora oggi cosa mi, prese ma le provai e provai a camminare mi sentivo bene con quelle scarpe e Lei contenta prese quelle che meglio andavano e le acquisto, poi mi disse: " Dai segnato ol mio telefono e chiamani vedrai..............."

Il venditore sorridendo aggiunse: "hai rimorchiato telefonale..........."

Non dissi nuilla ma passai un paio di giorni infernali ed alla fine telefonai e Noemi tutta contenta mi chiese se ero libera subito di raggiungerla da lei. Feci finta di non aver capito che mi aveva detto "Libera" e la raggiunsi.

Cosi Noeni da subito si rivolse a me esclusivamente al femminile e mi insegno come camminare naturalmente sui tacchi e come ne acquistai la padronanza assoluta volle depilami e truccarmi come lei facendo chiaramente ben capire che il suo uomo voleva un'altra puledra e che lei voleva che quella fossi io.

Mormorai, poco convinta,:" Ma son maschio"

Lei mi condusse allo specchio e mi fece vedere la creatura che ero lì riflessa.

Senti la porta che si apriva ed un vero bronzo di riace chiedere:" che

bella puledra di razza hai per amica Noemi!"

"Nik è Luana ed è una puledra vergina da poche ore prima era una nullità mentre ora è bella almeno come me!"

Nik mi trascinò a letto e li divenni femmina convinta perchè Lui volle che io li soddisfassi ben bene e che volessi essere anch'io, come Noemi, la sua femmina.

Così è stato ed oggi sono solo Luana ed insieme a Noemi mi spupazzo

Nik ma ovviamento faccio la puttuna come Lei.


giudica questo racconto

Attenzione, solo gli utenti registrati su Desiderya.it possono esprimere giudizi sui racconti

Per registrarti adesso CLICCA QUI

Se sei un utente registrato devi autenticarti sul sito: CLICCA QUI


I vostri commenti su questo racconto
Autore: Drkeybyte Invia un messaggio
Postato in data: 19/09/2012 23:30:20
Giudizio personale:
mah...


Webcam Dal Vivo!